Draghetti d’Italia

(Marcello Veneziani) – Il governo Draghi sta ottenendo risultati straordinari riconosciuti a livello internazionale: ha vinto il campionato europeo, ha conquistato sette, otto medaglie d’oro e svariate d’argento e di bronzo, ha riacceso l’amor patrio sportivo al punto che l’inno di Mameli è nella hit parade tv, si sente ogni giorno, e gli atleti sul podio hanno i lucciconi. Bene, siamo felici di vedere felici ogni giorno in tv decine di giovanotti, le loro mamme e i loro compaesani; felici di ascoltare i loro racconti euforici benché tutti simili, del tipo ho fatto sacrifici, è stata dura ma alla fine ce l’ho fatta, non mi sembra vero, sono orgoglioso. Non c’è tg che non contenga l’urlo di Tokio per scandire il successo del giorno e inoculare alla gente il vaccino placebo della gioia patriottica. Dura pochi giorni, il tempo delle ferie ma non ha controindicazioni. È a salve, non produce alcun effetto reale.

Siamo davvero felici e contenti di sapere che l’Italia, almeno nello sport, se la gode, è stimata e si autostima. Almeno nello sport… Poi il resto non ne parliamo, va come prima. Siamo ad agosto e l’amor patrio dura meno di un’abbronzatura.

31 replies

  1. Draghi primo nei 100 m., nel salto in alto, nella marcia, nell’inseguimento a squadre.ed altro !!!!!! Tutto merito suo !!!!!
    I nostri ragazzi , tutti non solo i vincitori, sono stati bravissimi, NONOSTANTE L’ASSENZA DI TUTTI I GOVERNI DEL DOPOGUERRA PER UNA POLITICA SPORTIVA. UN PO’ DI CELEBRAZIONI, MOLTA RETORICA E POI SARA’ TUTTO COME PRIMA. MAH!!! Speriamo che si riaprano le discoteche , motore del PIL.

    Piace a 3 people

    • Bonaccini, l’hipster dei poveri, ha detto, con una lacrimuccia, che avrebbe voluto farlo
      ma, a malincuore, è meglio ancora di no.

      che tenero… da two is mej che one.

      Piace a 1 persona

      • No, perché mentre le ARMI DI DISTRAZIONE DI MASSA funzionano, tra europei e olimpiadi, Dragula ha fatto passare la schiforma Cartabia, lo sblocco dei licenziamenti, la demolizione del DL dignità.

        Ma per dare 100.000 euro di premio a gente già stipendiata dallo stato, quello no, non è assistenzialismo.

        1.200 atleti pagati dallo stato per fare solo quello in corpi di polizia e militari, più i soldi dati al CONI.

        Tutta propaganda, che incredibilmente questa volta ha funzionato come non accadeva almeno da 20 anni a Sidney.

        Oh, non lo dico a te, F., visto che sappiamo già come la pensi; lo dico al resto degli eventuali lettori.

        "Mi piace"

      • Onore e merito ai nostri atleti: bravi bravi bravi. Povera Italia in mano a questa politica e a gente che fa finta di non capire e cerca di fare il vecchio spirito di patata!

        "Mi piace"

  2. Io penso che i risultati raggiunti alle olimpiadi siano straordinari, più della vittoria di calcio in Europa.
    Sono oggettivamente risultati storici, mai vinte tante medaglie, una addirittura nei 100 m.
    Abbiamo vinto anche la staffetta 4×100, gara straordinaria.
    Non c’è Draghi che mi impedisca di gioire.
    Non gioire per far dispetto a Draghi è come tagliarsi… per far dispetto alla moglie infedele.
    La riforma Cartabia l’avrebbero fatta passare con o senza olimpiadi.
    Viva l’atletica.
    Tanto impegno, tanta tecnica, senza montagne di denaro che fanno montate la testa.

    Piace a 2 people

    • ‘senza montagne di denaro’. Nooo, figurati. Le medaglie le pagano gli atleti di tasca loro.

      Anche te gabbato dallo sport, eh Andrea?

      Tutti pazzi per le medaglie.

      La propaganda funziona sempre.

      Certo, tu dirai che sei consapevole anche dei danni di Dragula.

      Ma il 90% degli itagliani non lo è, mentre potrebbe esserlo senza la propaganda sportiva che da 2 mesi appesta il palinsesto televisivo.

      e ammettiamolo, Dragula ha un culo sfacciato.

      Io speravo che a Tokyo gli itagliani venissero ridimensionati.

      Invece no. Il SISTEMA ha vinto definitivamente.

      Adesso gioisci pure, Andrea. Tanto è tutto OK, adesso abbiamo Jacobs che velocizzerà i processi acchiappando i criminali prima, mentre Tamberi e i marciatori li raggiungeranno ovunque scappino e se non basta abbiamo pure i ciclisti e i marinai per scovarli ovunque siano e consegnare pure le notifiche dei tribunali.

      "Mi piace"

  3. Coraggio, che tra 2 giorni finalmente ci leviamo dalle palle queste olimpiadi.

    Nel frattempo è passata la Cartabia, i licenziamenti, l’estensione del precariato, l’obbligo vaccinale per tutti i professori e universitari (ah, no, non è un obbligo: è solo come ha detto Crisanti, visto che il green pass non è altro che estorsione per convincere i riottosi a vaccinarsi).

    E questa massa di bambocci viziati che vengono tenuti in divisa a fare SOLO gli sport per cui sono comunque preparatati fin da giovani.

    Carabinieri: Dell’Aquila. Busà.
    Finanza: Rodini. Tita. Pamisano. Tortu. Desalu. Patta.
    Polizia: Cesarini. Tamberi. Jacobs. Stano.

    9 su 10 delle medaglie d’oro vengono da qui, idem per le altre.

    Nessun’altra nazione in Occidente ha questo stile di ‘gioco’, magari faranno altri tipi di preparazione, ma da noi è economia di stato sovietica quando si parla di propaganda.

    Come del resto quando comprano armi, sempre e soltanto made in Italy.

    E’ il gioco del Potere, del resto.

    Solo che il popolo bue applaude divertito mentre il potere si alimenta togliendo i soldi al popolino.

    "Mi piace"

  4. L’attività sportiva è sicuramente necessaria al mantenimento di un accettabile stato fisico ma non non sono mai riuscito a comprendere l’esaltazione di soggetti che dedicano l’intera loro esistenza a questo scopo. Sono dei poveri cretini, ignoranti…spesso incapaci di formulare un pensiero, svolgere un ragionamento, sostenere una conversazione che non si limiti alle frasi del “basic italian”. Sarebbero da compatire non da esaltare!

    "Mi piace"

    • Il sistema educa la gente a pensare così.

      Una volta Marx disse che la religione è l’oppio dei popoli.

      Adesso la religione è quella dello sportivismo e al posto dell’ostia danno la medaglia.

      Ecco come funziona.

      E il bello è che questo baraccone dicono di farlo per noi mentre lo paghiamo noi per dar gloria a loro.

      Vedi CONI, che nemmeno ha comunicato il numero di auto blu della sua organizzazione.

      Piace a 1 persona

  5. In una società costantemente eccitata dalla qualunque (qualsivoglia foglia che si muova diviene “evento”) tutto fa brodo come distrazione. Esaurito il calcio (massimo luetto per le allodole) ora ci sono le Olimpiadi. Funzionavano già nell’ antica Grecia, figurarsi ora.
    Molto ci sarebbe da dire dal punto di vista politico-sociologico dell’ evento (grande superiorità degli atleti di colore, per lo più molto religiosi , i segni della croce e le preghiere si sprecavano. I globalisti che cercano una nuova “razza mista” di cittadini-lavoratori dal loro punto di vista non sbagliano), e moltissimo dal punto di vista della gestione “emotiva”, commerciale e mediatica dell’ evento.
    Lo sport è fondamentale nello svilutppo fisico e psicologico del bambino e dell’ adolescente, soprattutto in questi tempi di scarsità di regole e di ore passate al calcolatore, ogni individuo dovrebbe avere l’ accesso ad uno sport individuale ed uno di squadra. Speriamo che tutti questi soldi ed energie spesi e questo tripudio mediatico sovraeccitato si traducano in una maggiore attenzione alla presenza dello sport nella scuola ed ad un potenziamento /cura dei nostri impianti sportivi.

    Quello che dovrebbe stupire ed indignare ma che non è stato notato, è che in un epoca di “inginocchiamenti” per chiunque e commemorazioni della qualunque nessuno ha neppure nominato il Giorno della Memoria che coincideva con la giornata di ieri.
    Non gli organizzatori, non gli atleti, pronti a mobilitarsi per la qualunque.
    Che sia perchè la strage di Hiroshima e Nagasaki ricade sotto l’ esclusiva responsabilità dei potentissimi – anche in sede organizzativa – USA e non dei cattivissimi nazisti?
    Chissà…

    "Mi piace"

    • Bravissima. Pensa te, il 6 agosto 1945. E dopodomani è il 9.

      Nessuno ne ha parlato. Così come del resto nessuno ha nominato Mao nel 2008 a Pechino.

      Sai che pensavo? Che per onorarlo quel giorno non avrebbero dovuto tenersi gare o se sì, senza assegnazione di alcuna medaglia.

      Invece niente. Zero. Nix.

      Quanto agli atleti importati, sottolineo la 39a medaglia, ottenuta dal cubano naturalizzato italiano nel 2019 grazie, dicevano i cronisti dell’EIAR (letto all’incontrario sarebbe RAIE o anche RAI, eh…), grazie alla Lamorgese (la gemella della Fornero, con famiglia dicono, ammanicata nel settore dell’accoglienza).

      Io mi domando se sia la stessa cosa avere un abbronzato che nasce da una colonia o da una famiglia di immigrati (come la nostra Egonu, in ogni caso la Nigeria non è stata mai colonia dell’Italia) oppure se basta importare gli atleti stranieri con operazioni di marketing.

      I nostri due lottatori alle olimpiadi, entrambi cubani ‘naturalizzati’ già belli grandi.

      In passato, come non ricordare la Fiona May e la grande Josepha Idem (ex DDR, ex Germania, poi italiana per matrimonio, unica canoista singola degna di nota della storia olimpica italiana almeno da decenni a questa parte).

      Vorrei anche citare Vanessa Ferrari, perché non molti (anzi nessuno) sa che la mamma è bulgara, da cui si spiegano molte cose.

      Però per l’Italia vale sempre il motto ‘quel che è mio è mio, quel che è tuo è in società’, come commentai quando seppi che Guglielmo Marconi aveva mamma britannica e che fu lei ad educarlo come un inglese, e così fu percepito quando andò da loro (mentre altri, tipo Giordano Bruno, non poterono fare altrettanto).

      "Mi piace"

  6. Sto proprio invecchiando male o sarà il troppo caldo, perché questa volta debbo dire che Marcellino ha scritto una cosa che condivido.

    "Mi piace"

  7. Io sarei favorevole alla obliterazione dei risultati calcistici. Cacchio, gli orgasmi son cominciati a Belgrado, altro che Wimbledon.

    "Mi piace"

  8. Se disprezzate così l’atletica, il calcio dovreste proprio abolirlo.

    Se vi sono delle zappe ignoranti è proprio nel calcio che le troverete e non nell’atletica.

    State tranquilli che nessuna di quelle medaglie d’oro si sarebbe arrogata il diritto di trattare con lo Stato come ha fatto Bonucci.

    Sono sicuro che se vai a vedere i CV di giocatori di calcio e partecipanti alle olimpiadi, i secondi hanno titoli di studio migliori.

    Ma insomma, una staffetta 4×100 rende meno consapevoli gli italiani?
    Anche gli altri Paesi hanno gli atleti ma non hanno la Cartabia.

    Con tutte le cose che andrebbero cambiate, voi vorreste eliminare le olimpiadi?

    Sarebbe divertente: gli italiani non partecipano alle olimpiadi perché troppo consapevoli.

    Se siamo come siamo non è certo colpa delle olimpiadi.

    Quello raggiunto dall’Italia è un risultato storico.
    Spero serva ad aumentare l’interesse per l’atletica a danno del calcio.

    Piace a 1 persona

    • X AndreaEx,

      1—Come ho scritto sopra, i velocisti sono TUTTI impiegati dello stato e non sono dei fannulloni qualsiasi, hanno la divisa addosso.

      Certo che NON avrebbero potuto fare quel che ha fatto quel caprone iuventino del Bonucci, che è un professionista che tutt’alpiù dovrebbe stare attento alle ispezioni dei NAS (capiscammé) e della GdF (idem).

      Buffo che proprio te che ce l’hai a morte con gli statali parassitari non rilevi minimamente l’assurdità di oltre 1.200 persone pagate solo per fare sport ma assunti formalmente dai corpi di stato.

      Questo spiega molto del perché l’Italia continua a galleggiare in tanti sport.

      Ma non spiega tutto, infatti può capitare anche di essere un ragioniere e vincere un’olimpiade. Solo che non tutti sono disposti ad allentarsi solo quando capita, o ad aprire una palestra e ad allenarsi gestendola al contempo.

      Io conosco, a scanso di equivoci, gente di questa seconda categoria, nel settore karate. Finanzieri o gestori di palestre, e nonostante questo con lunga carriera sportiva alle spalle e cinture nere con vari dan.

      Poi ci sono gli atleti che fanno solo quello grazie a mamma Stato, perché come dice Renzi, bisogna sudare e correre sennò non vi diamo niente.

      A me sembra un enorme doping di stato, roba da DDR.

      2—-Poi cé la questione delle armi di DISTRAZIONE di massa.

      Vuoi un esempio?

      Quando a RIO 2016, che seguiva RIO 2014, gli indigeni amazzonici cercarono di ri-protestare per manifestare i loro diritti e lo scempio fatto all’Amazzonia, le rivolte furono represse dalla polizia e dai militari.

      QUANDO CAZZO NE HANNO PIU’ RIPARLATO? Nessuno chiese conto al Brasile allora, e così l’anno scorso hanno bruciato pure il PANTANAL! Ma ci rendiamo conto?

      Ecco, le Olimpiadi o i mondiali potrebbero almeno essere un’occasione per parlare dei problemi della nazione o del pianeta?

      Ma no! Contano SOLO le medaglie. E la posizione del fottuto ‘medagliere’.

      Quando a Pechino dovevano fare l’atletica, proibirono il traffico e le fonti di riscaldamento facendo per la prima volta dopo decenni, diventare l’aria di Pechino respirabile senza mascherina.
      Finita l’olimpiade, tutto è tornato come prima e questo fino al 2020 con i due mesi di tregua causati dal COVID.

      Ma ovviamente, tutto questo non conta niente e quindi, questi baracconi olimpici a che servono a parte spendere decine di miliardi di dollari? Hanno calcolato che solo ritardando di un altro anno le olimpiadi giapponesi, avranno un costo aggiuntivo di 5,8 mld di dollari.

      3—-Ah, durante le olimpiadi in Giappone i casi COVID sono saliti da 5.000 a 12.000 al giorno, il 75% dei giapponesi non le voleva per questa ragione e passate le olimpiadi continueranno ad avere morti da COVID e migliaia di contagi grazie ai provvidenziali giochi che fanno tanto bene allo sport e tanto male alle casse di chi ospita la manifestazione (vedi Grecia 2004, che iniziò da lì la sua caduta economica spendendo e spandendo per far vincere al ragionier Baldini l’olimpiade con il contributo del simpatico scozzese).

      Ah, bis: non farà male ricordare che noi il COVID originale ce lo siamo riportati dopo i giochi militari di Wuhan. Un pò di buonsenso avrebbe consentito di dare retta al 75% di giapponesi che non volevano le olimpiadi, ma dopo Jacobs e gli altri come facevano a diventare milionari ?

      4—- e ricordo che nei 2 mesi di europei+olimpiadi Draghi ha fatto passare tutto quel che voleva senza che quasi se ne parlasse, curiosamente ne ha parlato più Mediaset che la RAI, tutta presa dai giochi e dal pallone.

      Per tutto questo, avrei preferito che quest’anno NON ci fossero stati i giochi o se sì, che avessimo continuato il declino impostato dopo il 2004.

      Invece, il Sistema ha vinto totalmente.

      Danno nettissimo all’Italia che riparte sì, ma finisce nel burrone, come sta accadendo a MPS per dirne una.

      Ma non dirlo ad Anail, lei è impegnata a contare le medaglie.

      "Mi piace"

  9. Vorrei altresi’ ricordare che senza i soldi dello Stato nelle forme utilizzate dai vari settori agonistici delle truppe in tutina, questa nazione non avrebbe molti altri modi di selezionare e produrre competitori nelle varie discipline.

    Sono ragazzi e ragazze, donne e uomini che si fanno, credo, otto ore di lavoro per lo piu’ fisico. Qualche volta vincono, competendo contro i disastri combinati dalla direzione, la televisione, i campionati di calcio, e poi tutti gli altri sui campi elisi dell’agonismo sportivo.

    "Mi piace"

  10. Equitazione, scherma, canottaggio, marcia, arti marziali, come si fa a infondere il bisogno di far praticare sport a chi ne senta il bisogno od il piacere? Come si rende varia l’offerta sportiva che le varie comunita’ locali dovrebber poter strappare con le unghie ad un apparato burocratico che si aumenta gli stipendi invece di offrire qwualcosa di piu’ d’un campo di calci, al limite mettendo una pista e pagando qualcuno per insegnare alla gioventu’ a correre e saltare.

    "Mi piace"

  11. Lo Stato e’ necessario per la promozione delle cose giuste e teleonomicamente vantaggiose (che si selezionano come miglior sistema a disposizione e fan piovere sui raccolti nel futuro) per il maggior numero di persone.

    I vertici della Finanza, Polizia, Esercito se ne sbattono dei pischelli allo Zen ma le truppe in tutina servono anche a promuovere un diritto nella zucca delle persone, sperando che lo chiedano a gran voce o che – sempre cosi’ succede – un cacicco locale lo realizzi facendosene bello.

    "Mi piace"

  12. E’ giusto che aumentino i circenses, è per compensare la diminuzione progressiva del panem.

    "Mi piace"

  13. Ho perso il conto: oltre la caccia agli ultimi non vaccinati, quale sarà la prossima distrazione?
    Ah, dimenticavo, ricomincia il campionato.

    "Mi piace"

    • Mannooooooooooooo! Settembre, ve lo lasciate scappare cosi’?

      Scuola

      Vertenze

      Lavori Pubblici

      Vaccinazione

      Governatori varii

      Secondo voi tutti si asterranno dal distrarsi con la protesta contro la distrazione del Governo? Tutti in piazza questo autunno!!! *

      *E poi qualcuno in intensiva…

      "Mi piace"

      • X Ennio:

        Tranquillo, tra fine agosto e settembre ci sono pure le PARALIMPIADI.

        Non potrà esserci Zanardi, ma di sicuro ci sarà Bebe Vio, altra starlette propinataci dal Sistema delle ADM.

        "Mi piace"

  14. Chi associa in senso “negativo” Draghi ai successi sportivi DELL’ITALIA, considerandoli meri strumenti di distrazione, non è diverso da chi associa i due elementi in senso positivo, perché ne attribusce a Draghi il merito.
    Sono i due rovesci della stessa medaglia.
    Ma Draghi e i successi sportivi sono cose ben distinte.
    D’altronde chi si fa “distrarre” dalla politica a causa dello sport, evidentemente non la segue neanche in tempi normali.
    L’informazione è pilotata dai media: se vogliono mettere sotto silenzio una notizia o raccontarla a modo loro, non c’è scusa anche banale che non vada bene.
    Sono espertissimi.
    Basta vedere l’attenzione-nulla-riservata alle votazioni del presidente del m5s.
    Si fosse trattato di Salvini o Renzi ne avremmo avuto la nausea.
    Prendersela con lo sport, cioè con la MOTIVAZIONE, usata per sviare l’attenzione di chi è già DISTRATTO di SUO, è infantile oltre che ridicolo.

    "Mi piace"

    • X Anail:

      Lo sport è PARTE DEL SISTEMA. Non penso che ci siano dubbi in merito.

      Dai tempi dei romani almeno.

      I 1.200 atleti stipendiati dallo stato per fare SOLO quello, ti dicono niente?

      L’unica cosa su cui possiamo essere d’accordo è che le armi di distazione di massa si alimentano di tante cose.

      Ma che il sistema si approfitti delle sue stesse creazioni è cosa INDUBBIA.

      Mentre tu, nella sua retorica vorresti farci credere che chi identifica lo sport come arma di distrazione di massa (ADM) è come quelli che elogiano Draghi per avere fatto vincere l’Italia.

      NO, perché mentre la seconda cosa è una cazzata totale (è stato Dragula a scegliere Mancini? Non mi risulta. E’ stato lui a selezionare Jacobs nella polizia? Nemmeno), la prima è indubitabilmente vera.

      E lo dimostra ampiamente già una puntata d’annata di Report:

      Tamara Apostolico è stata medaglia giovanile europea nel lancio del disco, con la terza distanza mai registrata.

      ‘io è un anno che mi sono ritirata definitivamente dell’atletica. allenarsi più volte al giorno anche di domenica mi rendeva impossibile trovare un lavoro’

      ‘la soluzione più ovvia era quella di entrare in un gruppo sportivo militare’.

      Le federazioni sportive parcheggiano i loro atleti nei gruppi sportivi militari. L’esercito ne ha 213 atleti militari, la marina 52, l’aeronautica 139, i carabinieri 72 (con stipendio di 950 euro), 214 nella Finanza, 325 della Polizia (!!!) 128 della forestale, 104 della polizia penitenziaria. (= 1.247).

      Come mai non hanno arruolato la discobola?

      ‘mi dicevano che noi prendiamo un atleta che CORRE (= JACOBS) o fa SALTI (TAMBERI?) perché ha più visibilità (VISIBILITA’) perché gareggia con Top e mutande e ha più visibilità: io dovevo forse gareggiare con le calze a rete’?

      ‘gli atleti che gareggiano non fanno mica i servizi per strada, sono pochi, al più li mettono a fare lavoro d’ufficio.’

      ‘io ho visto come lavorano in una caserma di un gruppo militare. Ho visto come NON ci si allena. All’interno di questo gruppo c’era chi si faceva veramente il mazzo. Chi fa invece allenamento facendo calcio-tennis, poi 4 salti, un pò di corsa, 2 pesi quando capita.’

      ‘io invece mi allenavo allenandomi alle 9, finivo a mezzogiorno, pranzavo, dormivo, alle 4 tornavo ad allenarmi fino alle 8, spesso mangiavo in camera. Ero ospite come civile, vedevo atleti stipendiati e pagati rischiando di farsi male o far male a me… io non ero abbastanza carina ed ero abbastanza antipatica, mi dispiace di avere mollato ma sono contenta di avere finito perché non ne valeva più la pena’.

      Ecco, questo non te lo dicono nei proluvi di chiacchiere nella RAI, dove piuttosto vedi Juri Chechi che tira le frecce con la ventosa per fare ‘ironia’.

      https://www.raiplay.it/video/2014/05/Atleti-di-stato-88a5cfab-37e7-47d9-b838-266ce23599b8.html

      "Mi piace"

  15. Consiglio la lettura dell’ ultimo libro di Donati riguardo al doping. E di ripassarsi ad es. le recenti gesta del ferrarese Conconi, per anni servito e riveritissimo punto di riferimento dello sport mondiale, immancabilmente “leccato” con interviste compiacenti dai commentatori televisivi ad ogni Giro o Tour. ( A proposito: avete notato quante volte vengano citati e magnificati – con toni esaltati: ormai è tutto così – alcuni atleti ed alcune squadre mentre per altri… assoluto silenzio o se ne parla solo quando sono in crisi?)
    A prenderci di mezzo, al solito, però è sempre e solo l’ odiata Russia: ci hanno messo anni ed anni a incastrare ad esempio Lance Amstrong.
    Così fan tutti, temo, ma il mal comune non è mezzo gaudio.

    Ora voglio vedere come la metteranno col “gender fluid”…

    "Mi piace"

    • Simpson , il ciclista , di un certo valore, morto in una tappa del Tour de France per doping, era inglese. Hanno lasciato che Armstrong, americano,vincesse 5 Tour prima di beccarlo su sua confessione. Ma il mercato americano faceva gola ai ricchi sponsor del Tour de France, Oggigiorno i controlli sono piu’ numerosi e piu’ sicuri. Nel passato ne succedevano di tutti i colori.Molte pratiche anche ammesse. Anquetil a fine di ogni stagione di corse si faceva la completa trasfusione del sangue con uno piu’ ossigenato e questo era di dominio comune, ma Anquetil non si poteva toccare. Povero Pantani, lo hanno ammazzato le congiure. Era troppo bravo.

      "Mi piace"