La carta Di Battista

(Tommaso Merlo) – E’ una buona notizia che Di Battista tasti il terreno anche se per lui non sarà facile. Nel Draghistan c’è un dannato bisogno di opposizione ma allo stesso tempo il fossato tra cittadini e politica non è mai stato così profondo. Del resto i cittadini hanno votato in massa per un cambiamento radicale e si ritrovano oppressi dalle solite caste senza valori, senza idee, senza visione se non il proprio tornaconto. Altro che rivoluzione, siamo tornati indietro di trent’anni. L’Italia è vittima delle peggiori classi dirigenti d’Occidente e i cittadini sono esausti e disgustati come non mai. Le principali colpe ricadono sui vincitori del 2018 e in particolare sul Movimento. E’ inutile girarci attorno e per avere qualche possibilità di farcela, Di Battista deve partire da qui. Deve sfoderare l’onestà intellettuale che lo contraddistingue ed elaborare una critica profonda su quello che è successo. Anche se dolorosa. Quello del Movimento è stato un tradimento politico. Sui contenuti, sull’organizzazione, sulle alleanze, sul modo di fare politica, sull’idea di democrazia, sull’impeto rivoluzionario. Lo dicono gli ex elettori, non i nemici. Lo dicono le periferie, non i salotti. E checché ne dicano Il Conte Quotidiano e tutti i devoti di San Giuseppe Conte, il fu Movimento sta governando con Berlusconi e con Renzi ed è favorevole al governo Draghi al punto che si son rimangiati di tutto pur di restarci dentro e pare non molleranno lo scranno fino all’ultimo giorno. Il tutto senza uno straccio di dibattito pubblico. Peggio dei vecchi partiti. Con San Giuseppe Conte, il fu Movimento si è trasformato in un partitino presidenziale di cui non si capisce né cosa sia, né cosa voglia fare. Una specie d’insipido piccolo Pd in salsa politichese che con l’ennesima incredibile giravolta punta al ritorno ad un fantomatico centrosinistra di prodiana memoria. Altro che rivoluzione, siamo tornati indietro di trent’anni. Lo dicono gli ex elettori, non i nemici. Le periferie, non i salotti. Per avere qualche possibilità di farcela, Di Battista deve partire dalla cruda realtà altrimenti rischia di venir associato con quella esperienza politica fallimentare e venir travolto dal malcontento. Coi cittadini che potrebbero preferire iniziative completamente nuove ed estranee a quella che doveva essere una rivoluzione e si è trasformata in una delle prese per i fondelli più plateali della storia repubblicana. Per molti elettori il Movimento era l’ultima spiaggia e non c’è di peggio che sentirsi traditi soprattutto se paghi ogni giorno sulla tua pelle cosa significa essere governati dalle peggiori classi dirigenti d’Occidente. Il Conte Quotidiano e tutti i devoti di San Giuseppe Conte si attaccano ai sondaggi, quelli di gradimento personale e quelli delle politiche. Son convinti che per magia alle prossime elezioni gli ex elettori del fu Movimento torneranno in massa ai seggi dopo che da anni ormai non si muovono dal divano. Sarà, ma l’odierna volatilità rende i sondaggi alquanto inaffidabili e i segnali reali non sono affatto incoraggianti. Basta vedere l’emblematica uscita di scena della Raggi e l’inconsistente effetto Conte nelle urne. Ma che Di Battista tasti il terreno è una buona notizia anche se per lui non sarà facile. Per riuscire nell’impresa deve prendere nettamente le distanze dal fu Movimento anche se doloroso e proporre un progetto innovativo. Un progetto che salvi l’anima movimentista ma che tenga conto dagli errori clamorosi commessi e da quello che non ha oggettivamente funzionato. Un progetto che riprenda la bandiera di una rivoluzione pacifica e democratica anche culturale, una rivoluzione che miri ad una politica all’altezza delle nuove consapevolezze dei cittadini e che apra finalmente una fase storica del tutto nuova.

23 replies

  1. E lei, caro Merlo, pensa davvero che Di Battista abbia le idee e la forza di “aprire una fase storica del tutto nuova”? Io ho qualche dubbio.
    Capisco la delusione sul M5S. Ma perché continuare a parlare all’infinito di “tradimento”, manco fossimo a una prima di Cavalleria Rusticana, e non invece analizzare l’evoluzione, o involuzione se vuole, di un movimento politico che voleva essere “rivoluzionario”, confrontandola con quella di tutti i movimenti “rivoluzionari” che si sono succeduti nel corso della storia? Scoprirà un mucchio di analogie, e tutto le apparirà forse un po’ più chiaro. Sicuramente molto meno melodrammatico.
    Un saluto.

    Piace a 2 people

    • Santo, ora tocca a me complimentarmi e lasciarti l’onere della risposta anche da parte mia.
      Aggiungo, però, una considerazione:
      “Lo dicono gli ex elettori, non i nemici”:
      frase/bandiera dell’articolo, ripetuta solo 2 volte(strano).
      Forse gli “ex elettori”, che hanno preferito lega e fdi, quelli di dx inside e… outside,
      quelli che identificavano il m5s col vaffa e la rivoluzione, che non può essere eterna, per motivi semplicemente storici e realistici, come dice Santo.
      … Forse i “nemici” interni, quelli che remano contro e “non muovendosi da anni dal divano”, invece di andare a votare, stanno affossando il loro EX movimento, con più soddisfazione dei veri nemici…e, soprattutto, molti più danni.
      Ma ci sono i nuovi elettori, quelli che credono e sperano in “San Conte” (che tristezza i nomignoli, alla stregua di uno squallido avversario qualunque… mancava solo ‘Giuseppi’ ), perché guardano alle idee, che sono anche più centrate, non alle sceneggiate.

      Piace a 3 people

    • Che il Sig Merlo stia continuando a mettere in atto la bestia renziana e limpidissimo basta studiare le carte, il movimento e sempre lo stesso pero depurato da arrivisti delusi ! E Merlo fa finta di non capire !RIMARRA DELUSO NON LUI MA CHI LEGGE CERTE CRETINATE !

      Piace a 4 people

  2. Le idee c’erano gia’, da decenni. Non avete bisogno di idee nuove, ma di personale diverso dal precedente.

    E forse di un poco di sangue di ricco per terra.

    "Mi piace"

    • Io sono un elettore che nel 2018 voto’ 5S e sta aspettando l’occasione per mandare a quel paese la peggiore specie di politicanti apparsi sulla scena politica. Secondo lei farei parte di quegli ex elettori che avrebbero preferito Lega, FdI. Da cosa ha desunto questa sua considerazione? Può spiegare questa sua tesi così da togliermi il dubbio che lei non capisca una mazza di dati elettorali.

      Piace a 1 persona

      • Strabiliato,
        ma dici a me? Nel caso, temo che chi non ha capito una mazza di dati elettorali non sia io.
        O non ti sei accorto che i voti persi dal M5S, durante il Conte1, sono passati prima alla Lega, poi a FDI?
        E vogliamo parlare di quelli che non hanno osato andarsene platealmente e che si riconoscono non dai numeri di voti MIGRATI, ma dagli ASTENUTI (cioè TOLTI e basta) e dalle continue, piagnucolanti lamentele?
        Scommetterei che ti dichiari “né di dx né di sx”, come tutti quelli di DX che se ne vergognano e che ORA si sentono TRADITI, soprattutto dalla vicinanza con l’odiato nemico pd, schifato da loro ben più dei fascisti.
        Riassumerei così: il m5s, a suo tempo, ha imbarcato vari tipi di elementi.
        Una parte li ha persi perché sono confluiti nei loro partiti “naturali” alla prima favorevole occasione, altri sono rimasti fedeli alle idee di base e si riconoscono anche nel nuovo stile, altri ancora hanno riconosciuto l’evoluzione e, condividendo da sempre molte delle idee, ma non i metodi, valutano ora la possibilità di aderire.
        Poi ci sono i “delusi”, quelli che identificavano il mov nelle sceneggiate e nella rivoluzione rumorosa, si sentono traditi da chiunque e comunque, non vanno a votare e poi si lamentano che il m5s perda voti (i loro) e QUINDI FORZA per contare e far valere il suo peso.
        Cercate di capire dove “batte il vostro cuore”: se è a dx oppure nel limbo degli ideali da non realizzare, altrimenti diventano realtà e vi spaventate, decidetevi a fare coming out con voi stessi e andatevene, senza remore.
        Seguite Salvimeloni… oppure Dibba in Guatemala, Colombia o dove cavolo, fatevi un bel movimento nuovo (lo dico alla Fassino, ma con speranza), ma sappiate che, appena Dibba metterà i piedi per terra e le mani nella realtà, lo pugnalerete alle spalle, esattamente come state facendo ora con gli altri.
        Perché la realtà è ben diversa dai sogni… e voi non volete svegliarvi.

        Piace a 1 persona

      • X Anail,

        brava, adesso sei pure sociologa.

        Chi ti ha detto che gli elettori del M5S sono quelle categorie che hai citato sopra?

        Io, per quel che mi riguarda, sono di sinistra, e guarda caso, il nuovo corso del movimento 5Gigini non lo appoggio né lo appoggerò MAI.

        Ho fatto parte degli attivisti 5S per 10 anni e ho sostenuto 4 meet up (spariti! tutti quanti!)

        E adesso dovrei anche sentire la seguente analisi in cui dovrei identificarmi nelle categorie elencate da te?

        —Una parte li ha persi perché sono confluiti nei loro partiti “naturali” alla prima favorevole occasione, altri sono rimasti fedeli alle idee di base e si riconoscono anche nel nuovo stile, altri ancora hanno riconosciuto l’evoluzione e, condividendo da sempre molte delle idee, ma non i metodi, valutano ora la possibilità di aderire.

        Ah. Il ‘nuovo stile quale sarebbe? W i banksters, il PD, Renzi e B amici nostri? Sono al governo con TUTTI i nemici storici di 12 anni di lotte.

        ”’Poi ci sono i “delusi”, quelli che identificavano il mov nelle sceneggiate e nella rivoluzione rumorosa, si sentono traditi da chiunque e comunque, non vanno a votare e poi si lamentano che il m5s perda voti (i loro) e QUINDI FORZA per contare e far valere il suo peso.”

        No cocca, io spero che M5sedie se ne vada affanc perché i Renzi i B o i Salvini li posso anche capire… i Gigini e Giuseppi che parla di ‘alto profilo morale’ di Draghi… NO.

        Se sta bene a te, votali pure. Le persone con un minimo di decenza e onestà gli sputano addosso e fanno bene.

        ”’Cercate di capire dove “batte il vostro cuore”: se è a dx oppure nel limbo degli ideali da non realizzare, altrimenti diventano realtà e vi spaventate, decidetevi a fare coming out con voi stessi e andatevene, senza remore.
        Seguite Salvimeloni… oppure Dibba in Guatemala, Colombia o dove cavolo, fatevi un bel movimento nuovo (lo dico alla Fassino, ma con speranza), ma sappiate che, appena Dibba metterà i piedi per terra e le mani nella realtà, lo pugnalerete alle spalle, esattamente come state facendo ora con gli altri.
        Perché la realtà è ben diversa dai sogni… e voi non volete svegliarvi.”’

        E qui ti dimostri per quel che sei. La ‘realtà è diversa dai sogni’. Quindi è stato con i compromessi e gli inciuci, con le pizzerie che sostituiscono i meet-up e con le telefonate per pochi intimi, che M5S prese il 32%?

        La tua attitudine al compromesso mi fa stupire che tu non sia una piddina di osservanza renziana. Il linguaggio non è diverso, l’attitudine a dare dei cog… a chi ancora si ricorda di cosa si diceva 3 anni fa, è uguale a quella di qualsiasi politicante corrotto oppure, nel tuo caso, di qualsiasi tifosa da stadio.

        E si capisce bene perché appena nominai Di Maio subito scattasti come una molla nell’articolo su Bibbiano.

        "Mi piace"

  3. caro Tommaso, servirebbe un nuovo Antonio Gramsci…!
    si spera che Alessandro riesca a trovarlo e che conceda spazio, nel suo nuovo movimento, per ricostruire democrazia, giustizia e libertà in questo disgrazioato paese…!

    "Mi piace"

  4. Ennio, vado in brodo di giuggiole per queste tue immagini così delicate e pregne di nobili intenti e umanità…
    Come sei romantico💕
    “sangue di ricco per terra”: per niente descrittiva e truce… 😆🤣morta

    "Mi piace"

  5. Risultati elettorali 2018
    CAMERA: DX …………………………………………. = 260
    CS 221 M5s+ 112 Cs di cui 86 PD = 343
    MAGGIORANZA = 316
    SENATO DX ………………………………….,….. . = 135
    CS 112 M5s+57 Cs di cui 43 PD = 169
    MAGGIORANZA = 158
    C’erano i numeri con il PD per fare maggioranza?
    Perchè andare da Fazio e dire che il PD al 18% aveva perso le elezioni quando solo il 20% aveva raggiunto precedentemente?
    Forse si voleva rottamare il PD in questo modo e perchè con il conte 2 a settembre fonda un nuovo partito?Dopo che Conte aveva nominato due suoi ministri?
    Caro Merlo da questi dati dati, che Lei conosce,perchè dare la colpa al M5s?

    "Mi piace"

  6. Spero che Di Battista riesca a mettere in piedi qualcosa di decente, anche microscopica mi sta bene, giusto per non dovermi astenere dal voto.
    Le idee buone le ha e le ha mantenute, il trucco è stato non svenderle.

    "Mi piace"

  7. Chiamatelo partito perché non ha più niente di Movimento, né persone né idee né struttura e no dite che la colpa è di Renzi e di Berlusconi perché ora ci stanno assieme

    "Mi piace"

  8. Verso mezzanotte mi vado a vedere le prime pagine del giorno dopo dato che rappresentano una ricca fonte di aggiornamento sulla manipolazione dell’opinione pubblica. Stanotte non ho mancato l’appuntamento.
    Quiz
    Premessa: il titolo (ovviamente in prima pagina) è rimasto tale e quale
    “Trump cercò a Roma sponde per ribaltare l’esito del voto”
    Ma nell’immediato, la porzione di articolo era corredata da una foto con Trump e Conte in atteggiamento amichevole e in posizione molto ravvicinata e frontale.
    Ripeto, poco dopo la mezzanotte la prima pagina era impostata così.
    Oggi vedo che il riquadro della foto è stato sostituito da un inserto pubblicitario.
    Domanda: di quale giornale si tratta?

    "Mi piace"

    • Esatto. Non so poi come sia uscito in edicola ma questi sono i fatti veri.
      Probabilmente il primo invio era una bozza; oppure qualcuno ha detto a sambuca guarda che stai esagerando .

      "Mi piace"

      • Poco prima di mezzanotte, ai miei tempi voleva dire che il proto ha finito e la carta gira sulle rotative.

        Ovviamente queste parole le dico in bianco e nero.

        "Mi piace"

  9. Non vorrei essere pessimista ma secondo me è troppo tardi.. oramai prevarrà sempre di più l’astensionismo come nel resto del mondo dove a votare normalmente va’ si e no il 30-40% della popolazione

    "Mi piace"

    • Certo che se poi su decidono di andare a votare e poi li pugnali alla schiena ,sarà sempre più dura convincerli .Ma la colpa è dei traditori che ora governano con Draghi ,Berluconi ,e Renzi e Letta, rimangiandosi tutte le promesse elettorali.
      ..

      "Mi piace"

  10. il mv5* è stato come una cometa nel firmamento politico itagliano, peccato che per colpa di pochi la cometa si sia rivelata una coda di paglia e sicuramente l’endorsement al governo del rettiliano in compagnia del berlusca e del bomba di rignano, senza dimenticare il cazzaro verde e tutti i pdioti non porterà certamente consenso elettorale a gigino o bibitaro e al giuseppi pdino,
    e ad esclusione di pochi/e innamorati/e nessuno ne sentirà la mancanza,

    "Mi piace"

  11. Su Di Battista vorrei ricordare che quando le cose si son messe male, se n’è andato a fare foto sulle Ande, ma continuando a dare addosso a tutti a distanza: non m’è mai sembrata una posizione seria, sicuramente è stata una grab bella posizione di comodo, un po’ paracula, molto poco onesta intellettualmente, ecco.
    Non so, l’ho fortemente apprezzato quando stava sulle panchine in piedi nei “comizi” ai tempi, o quando qualche anno fa, le cantò di santa ragione sul palco a Rignano, la terra dei Renzi o fuori da Arcore, la terra del corrotto coi capelli finti… ma ora come ora, ancora devo capire che intenzioni abbia. Da sempre sappiamo quanto sia difficile creare un partito o movimento che dir si voglia, soprattutto per i quattrini che servono. Per ora nei suoi riguardi rimango in stand-by, ma ancora mi convince pochissimo.

    Sostengo la tesi di Anail: quando nel Conte 1 c’era Salveenee, il rozzo ubriacone del Papeete, il M5S imbarcava i voti che arrivavano dalla sua presenza al governo. Ora che se ne son andati, hai voglia a farla lunga sul sentirsi “abbandonati” o, peggio, “traditi”! Già si sentivano traditi col Conte 2, figuriamoci adesso, sebbene ilcazzaro verde sia in effetti, nel governicchio fascistone confindustriale massonico e mafioso lobbista (o lobbistico? Boh?)…

    Su Conte, che appunto ha dato una impronta di sinistra molto decisa al M5S (il che come dicevo sopra, spiega la fuga dei salviniani in piena crisi identitaria, diciamo così), va detto che secondo me adesso sta zitto e buono: ve lo vedete Conte a far casino col governo dei Migliori, in pieno Semestre Bianco? Anche solo dicesse “Pè!” giornaloni e TV gli farebbero il culo a strisce (come se già non glielo faccessero ormai da due anni per qualsiasi quisquilia, figuriamoci per rompere il silenzio radio nei sei mesi precedenti l’elezione del Presidente della Repvbblica)! Quindi secondo me sta solo aspettando il momento propizio per ricominciare a parlare e ad agire in termini propagandistici (detto in senso buono). D’altra parte ha anche bisogno di far risalire il M5S nei sondaggi, cosa nella quale lo vedo un pelino spento al momento, ma sempre per il motivo del Semestre Bianco di cui sopra, secondo me. Deve anche quotidianamente combattere contro tutti, come s’è tristemente visto lunedì della settimana scorsa dalla Gruber, contro il genio di De Angelis, o quell’altra sveglia della Palmerini.
    Io, diciamo che sono in una specie di limbo e anche io sto aspettando che questa menata del PdR sia finita per iniziare a farmi una idea un po’ più chiara. (Dico menata da quando si accenna a un possibile Sylvio Banano Viscido MdF tra i papabili: rendiamoci conto in che condizione stiamo, in ‘sto paese da terzo mondo).

    Si vedrà, serve di avere ancora qualche settimana di pazienza…

    "Mi piace"