Tridicoli

(di Marco Travaglio – Il Fatto Quotidiano) – Tra un conato di vomito e l’altro per questa ributtante polemica sul non-caso Tridico per lo stipendio di 150mila euro lordi, vorremmo rivolgere un consiglio non richiesto. Non ai politici indignati, che non lo capirebbero (a menare il torrone sono parlamentari perlopiù fancazzisti che prendono 360-400mila euro l’anno, compresi quelli della Lega che ha fatto sparire 49 milioni). Ma ai “giornalisti” che da tre giorni mentono sapendo di mentire e si arrampicano sui vetri pur di tenere il non-scandalo sulle prime pagine, nelle rassegne stampa e sui social: ragazzi, vi state coprendo di ridicolo molto più del solito, perché lo capisce anche uno scemo che non fate più informazione, ma rastrellamenti. Sarebbe molto meno sputtanante stilare una lista di indesiderati da eliminare – chiunque appartenga ai 5Stelle o sia stato nominato dai 5Stelle o piaccia ai 5Stelle o abbia incontrato una volta per caso un 5Stelle – anziché andare a stanarli caso per caso, anzi casa per casa. La gente non è cretina: a furia di vedere dove finiscono le vostre accuse di rubare o truffare o mafiare a chiunque porti quel marchio d’infamia, capisce il giochino. Ci avete provato con Conte: tutte balle. Con Bonafede: tutte balle. Con la Raggi (e la Muraro): tutte balle. Con Di Maio e famiglia: tutte balle. Con la Azzolina: tutte balle. Ora, nel copione dei dieci piccoli grillini, tocca a Tridico: tutte balle.La prima pietra la scaglia Repubblica, quella della “macchina del fango” e delle “fake news”. Titolo di sabato: “Tridico si alza la paga con effetto retroattivo: 150mila euro, il 50% in più del suo predecessore Boeri”. Tre balle in una: non se l’è alzata lui, ma un decreto ministeriale; non ha alcun effetto retroattivo; e i 150mila euro sono lo stesso costo del predecessore Boeri (che ne prendeva 103mila più 45mila di rimborsi per casa e trasferte, mentre finora Tridico incassava la metà: 62mila). Titolo di domenica: “Quei compensi dei vertici finanziati grazie ai tagli sulle cartelle ai pensionati”. Altra balla: i risparmi per gli aumenti di stipendi non vengono dal taglio delle “buste arancioni” (peraltro sospese da prima che arrivasse Tridico), cioè del capitolo “Spese posta massiva”, ma da quello dei capitoli “Spese postali, telegrafiche e telefoniche” e “Manutenzione e noleggio impianti e macchine”. Il resto lo fanno gli house organ di B. e Salvini, che una volta tanto si limitano a copiare Repubblica. Giornale: “Tridico senza vergogna. L’Inps è un disastro, ma lui pensa solo a raddoppiarsi la paga”. Libero: “Tridico non paga gli italiani, ma si raddoppia lo stipendio”, “Grillini zombie e avidi di denaro”, “Ecco i grillini arricchiti”. Verità: “Il presidente Inps si è raddoppiato lo stipendio”.Idem Corriere e Messaggero. Un perfetto gioco di squadra, anzi da plotone d’esecuzione: Rep spara la prima raffica e gli altri il colpo di grazia. Seguono approfondite indagini su chi è stato a perpetrare l’orrendo delitto di dare al presidente Inps lo stipendio più basso mai visto per un dirigente pubblico. Fino al 2014 il presidente Mastrapasqua intascava 1,2 milioni. Tuttora 32 dirigenti Inps di prima fascia (su 40) guadagnano 240mila euro e centinaia di dirigenti di seconda fascia più dei 150mila di Tridico. Che sono 90mila in meno del tetto fissato dalla legge (240mila) per i dirigenti pubblici e del giusto stipendio (sempre 240mila) fissato per lui dal software usato dalla PA per stabilire i compensi dei Cda. Il problema s’è posto perché nel marzo 2019 il Conte 1 riformò la governance di Inps e Inail, cancellando i superpresidenti-commissari creati da B. nel 2010 e ripristinando i Cda. Nel periodo transitorio, Tridico divenne presidente con pieni poteri, ma dovette dividersi lo stipendio del predecessore Boeri (103mila) col vice Adriano Morrone imposto dalla Lega (62 a lui e 41 a Morrone). A giugno il ministero del Lavoro fissò gli stipendi per i presidenti di Inps e Inail non appena si fossero insediati i Cda: 150mila. Poi il governo cadde e i due Cda si insediarono solo il 15 aprile 2020. Il 7 agosto i ministri Gualtieri e Catalfo firmarono il dl interministeriale che confermava i nuovi compensi: non per iniziativa di Tridico, ma per una legge dello Stato, e per nulla retroattiva al 2019 (versione Repubblica&C.), ma a decorrere dall’insediamento della nuova governance (15 aprile ’20).Questi sono i fatti. Che però non interessano a nessuno, perché riguardano l’informazione: nei rastrellamenti non si va tanto per il sottile. Tridico uguale 5Stelle, uguale Reddito di cittadinanza, uguale bonus ai poveri anziché ai padroni dei giornali e dell’Italia: quindi raus! E guai se qualcuno, come Stefano Fassina, osa difenderlo: finisce bersaglio della macchina del fango di Repubblica, con Stefano Folli che sproloquia di “comportamento approssimativo e opaco”, “modo poco trasparente e obliquo”, “zone d’ombra”, “aspetti meschini” e altre scemenze. Intanto Sebastiano Messina delira di una fantomatica “Doppia morale 5Stelle sui soldi”: come se le battaglie contro gli scandalosi megastipendi, pensioni d’oro e vitalizi a spese dei contribuenti confliggessero con la decorosa retribuzione riconosciuta a Tridico. A proposito: se 150mila euro al presidente dell’Inps (26mila dipendenti) sono troppi, siamo curiosi di conoscere gli stipendi degli indignatissimi direttori di quotidiani con poche centinaia o decine di giornalisti. Così magari se li tagliano. O si costituiscono.

36 replies

  1. Finche i vertici del m5s continueranno a non fare denuncie per diffamazione (anche a mezzo conferenze stampa per “informare” i cittadini e nello stesso tempo “sbuguiardare” le fake-news,) i giornaloni e i loro giornalistoni continueranno imperrerriti.

    Piace a 2 people

      • Che facciano denunce non mi risulta, e se pur fosse vero che le fanno, tanto più è urgente fare conferenze stampa per informare i cittadini e per sbugiardare le fake news.

        Piace a 3 people

      • @pieroiula,
        fermo restando che fare denuncia è un’azione che può essere svolta “da soli” a tutela dei “propri interessi” e che quasi ogni giorno c’ è una conferenza stampa per la qualunque,
        seguendo la tua logica, …e con chi la faresti questa legge seria e severa sull’editoria e sui conflitti di interesse di cui sono strafavorevole?? col pd? con fi o lega o melons? ….non credi che fai prima a denunciare alle autorità competenti e comunicarlo a mezzo stampa intanto che passi una legge del genere?

        "Mi piace"

    • C’è una contraddizione in termini in ciò che hai scritto.
      Convocare conferenze stampa con gli stessi giornaloni e TV che campano di calunnie e fandonie
      a che servirebbe?
      Troverebbero sempre e comunque il modo di ritorcerti contro qualunque dichiarazione.
      Piuttosto procediamo, finalmente, con una legge seria e severa sull’editoria e sui conflitti di
      interesse che la rendono oggi nulla più che un megafono dei loro padroni.

      Piace a 1 persona

  2. Questo ragionamento del divino Marco mi gira per lo stomaco da giorni. Ho un parente, semplice e oscuro funzionario che guadagna lo stipendio precedente del Tridico già Presidente. Due sono le cose: o questi cialtroni giornalisti vogliono artatamente prendere per il c….la gente, o quest’ultima è davvero rinc……..ta.
    Con relativa preoccupazione degli altri

    Piace a 3 people

  3. “Ci avete provato con Conte: tutte balle. Con Bonafede: tutte balle. Con la Raggi (e la Muraro): tutte balle. Con Di Maio e famiglia: tutte balle. Con la Azzolina: tutte balle. (cit.)”: e Di Battista, come mai non c’è nella lista? Perché è tutto vero?

    "Mi piace"

  4. Sarebbe gradita che questa dettagliata informazione raggiungesse la dottoressa Asburgica Educazione.
    Ieri sera il dott. Boeri ha trascurato la cifra di 45.000,oo € sotto la voce di “rimborsi” -“trasferte”, probabilmente elargita a sua insaputa.
    Quanti Sciaboletta nel Bel Paese.

    Piace a 3 people

  5. Lo scandalo non è che si raddoppi lo stipendio di Tridico,lo scandalo vero è che i dirigenti pubblici non possono guadagnare 10 20 volte di più di un operaio medio e in più non avere risultati positivi nella loro gestione.Adesso abbiamo abbassato i parlamentari?Bene adesso abbassiamo gli stipendi di parlamentari,dirigenti pubblici ecc.Bisigna calmierare la spesa pubblica per abbassare le tasse. Un operaio sopravvive con 1300 euro al mese e deve pagare 1300 euro di tasse.Vi sembra giusto?Poi che i direttori dei giornali privati guadagnino centinaia di milioni a me non interessa ma interessa che lo Stato cioè io e voi non diamo aiuti a questi giornali che scrivono fandonie e vivono nel lusso grazie a noi.Basta soldi ai giornali,basta soldi per fare film di serie zeta,basta basta basta.Il Movimento ci aveva fatto credere che tutto sarebbe andato a posto.Purtroppo mi rendo conto che si fa poco,si comunica poco e sembra quasi che questo ai grillini poco importi.Svegliamoci o moriremo!

    Piace a 2 people

    • A lia67. Il like non basta, applausi per te. È uno scandalo che nascano continuamente pubblicazioni che nessuno legge contando a priori (ultimo caso Domani) sui contributi statali e ricattando con la storia della pluralità dell’informazione. Infatti, tanto pluralismo che tutti quelli che ricevono contributi sono contro i 5S tranne il Fatto che non ne riceve.

      Piace a 1 persona

    • @Lia67

      Giustissimo Lia67 (se il numero è l’anno siamo coetanei 🙂
      “Bisigna calmierare la spesa pubblica per abbassare le tasse”

      Non riesco proprio a capire come questo semplice concetto sfugga ai più.
      Eppure è elementare.

      Se tutti lo capissimo, capiremmo pure che non è credibile una forza politica che propone l’abbassamento di tasse e contributi ad imprese e lavoratori senza incidere sulla spesa pubblica. E’ una semplice questioni di addizioni e sottrazioni.

      Il problema è che questa classe politica ladra vive di clientelismo grazie a quei cittadini che pagherebbero per vendere il loro voto.
      E la spesa pubblica,i soldi sperperati in barecchette e baracconi statali o parastatali, farcite di raccomandati, gli servono per mantenere il consenso.

      Lo dimostra il fatto che quando qualcuno propone la spending review, i politici fingono di preoccuparsi di sanità e scuola, servizi indispensabili che nessuno vuole mettere in discussione.
      Non ti parlano, guarda caso, dei magnager pubblici alla Cimoli (200.000 € al mese quando era AD di Alitaglia).

      Questo bluff quanto deve durare?
      Quando si porrà un limite ai magnager di Stato.
      E’ – soprattutto – quando sarà realmente meritocratica la loro nomina?

      "Mi piace"

  6. Giusto per riepilogare. Grazie agli incapaci 5stelle stiamo assistendo ad un governo che fa molte cose per i cittadini (non elenco altrimenti si fa notte), abbiamo un governo che mette la museruola ai capacissimi del PD e della Lega (altrimenti si riempivano la panza come al solito senza fare niente) e ai loro amici prenditori (padroni di media e relativi loro cani da riporto), abbiamo un governo che sa gestire una cosetta da nulla come una pandemia, abbiamo un governo che non regala nulla alle banche, abbiamo un governo che finalmente taglia i parlamentari dopo decenni di supercazzole di destra e sinistra, abbiamo un Presidente del Consiglio che ci fa onore in Europa e di cui andare orgogliosi (invece che di delinquenti in odor di mafia o burattini messi li da pupari incappucciati), ed ora dopo decenni di ruberie a mani basse dei soliti noti (Agnelli, CDB, Angelucci, ecc.) dobbiamo credere che il problema sia l’aumento dello stipendio di Tridico da 65.000 euro LORDI (circa 30.000 netti) a €. 150.000 (circa 65.0000 netti) all’anno? Scrivete, scrivete pure tristi pagliacci, così risveglierete meglio la memoria di molti ed una risata vi seppellirà.

    Piace a 3 people

  7. Il m5s (Di Maio) lo avrà supplicato di accettare rassicurandolo che quello stipendio ridicolo era solo per un mese o due, poi è caduto il governo ecc ecc. Male, mi fa pensare molto male che un professionista abbia accettato. Ma ora almeno si alzassero a difenderlo, che dovete verificare? La verità è che giggino aveva appena ricominciato con la battaglia per lo stipendio dei parlamentari. Speriamo naufragata.

    "Mi piace"

      • Troppo facile e no, non sono parente di nessuno. Se siete convinti che l’unico orizzonte di un programma di governo possa essere l’antipolitica, il taglio di qualsiasi cosa si possa tagliare vi meritate professionisti che lasciano il loro lavoro di professore universitario, regolarmente e giustamente pagato, come si paga chi studia una vita, chi fa ricerca, chi insegna ai massimi livelli, per assumere impegni, responsabilità infinitamente superiori a una paga ridicola. Che si può pensare di uno che accetta a simili condizioni? Che lo fa per amor di patria? Come no!

        "Mi piace"

      • Si assumono cosa? Responsabilita’? O poverini, e poi perdono il sonno?

        E poi rischiano? E cosa rischiano?

        Fate menzione di un caso solidale con la logica suddetta: “[…] assumere impegni, responsabilità infinitamente superiori a una paga ridicola. Che si può pensare di uno che accetta a simili condizioni?”

        "Mi piace"

      • D’accordo, ma per colpa mia quello che ho detto e’ andato in un’altra direzione. Volevo dire: uno lo piazzano sulla poltrona e fa il cappero che gli pare, ovvero produce conseguenze per centinaia di migliaia di persone – e queste possono essere deleterie – e pure se fa cappellate non gli succedera’ nulla, a parte essere intervistato dalla Signora Birignao.

        Pensa a Tremonti, Gelmini, Nardella, Franceschini, Salvini, eccetera.

        "Mi piace"

    • Travaglio nell’’articolo cui stai commentando ha spiegato che la lega nel Conte 1 impose un suo manager a Inps , Morrone, per “controllare” Tridico, il quale (con un gesto di rara eleganza)scelse e/o non si oppose di condividere con lui il suo stipendio intero , appunto per non gravare sul bilancio statale.Che ora in forza di una legge ritorni allo stipendio già previsto , non vedo il problema .Anche Inail e ISTAT hanno vertici(in quota Lega) che contemporaneamente a Tridico hanno avuto aumentato lo stipendio , senza scandalo di alcuno .

      Piace a 3 people

      • E chi ha parlato di scandalo? Lo scandalo è che giggino non lo abbia difeso. A proposito, non sono una giornalista con obbligo di rispettare le forme, sono su un forum in cui chiamo giggino chi mi pare e piace (mi scuso solo se si scrive con una g e non con due) esattamente come te dici peste e corna di qualunque parlamentare che non sia dei 5s.
        A differenza tua cara Maristella, non ho alcuna prevenzione ideologica contro il mivimento e prima di andare a fare le pulci in casa altrui, cioè il movimento, le faccio in casa mia, o in quelloo che ne resta. Più semplicemente ce l’ho con Di Maio per un milione di ragioni che tu ovviamente, da piccola fiammiferaia, attribuiresti alla malafede.

        "Mi piace"

    • Paola, chi sarebbe giggino con due g??non credo vi conosciate o abbiate mai mangiato insieme .Si tratta di un ministro della repubblica .E’ stucchevole questa derisione continua.E riservata esclusivamente agli esponenti M5S.

      Piace a 1 persona

    • Io non ti capisco, Tridico non va bene perché sperava che dopo uno due mesi gli avrebbero aumentato lo stipendio (peraltro ridicolo anche adesso per le responsabilità che ha, elucubrazioni fantasiose sulle stesse a parte). Cercare di tagliare quel che RUBANO i parassiti in parlamento assisi neppure. Allora? Sicura che non fai parte della Nomenklatura e ogni colpo d’ariete ai suoi privilegi ti fa tremare?

      "Mi piace"

      • E chi lo ha detto che non va bene Tridico? Dico che si è fatto convincere da Giggino, il quale non lo ha nemmeno difeso come meritava dopo le valanghe di non dico cosa ha subito in questi mesi. I parassiti che rubano? Adesso saranno 2/3 e dovranno lavorare (questa è la mia personale ragione di voto al referendum), comunque un ritocco non mi dispiace, il punto è farne il perno della lotta. Vuoi tagliare la spesa? Fallo seriamente: devi studiare tutti i meccanismi della mostruosa macchina ed essere disposto a perdere pezzi di elettorato. Non hanno voglia di farlo, meglio lo specchietto per le allodole, non si studia e non si scontenta.
        Puoi essere in disaccordo, ma banalizzare le posizioni altrui insistendo con l’appartenenza a non so quale nomenclatura non è serio.

        "Mi piace"

  8. “Ci avete provato con Conte: tutte balle. Con Bonafede: tutte balle. Con la Raggi (e la Muraro): tutte balle. Con Di Maio e famiglia: tutte balle. Con la Azzolina: tutte balle”

    Liquidare anche la questione Bonafede e Raggi come “tutte balle” mi sembra limitativo.
    Molte cose erano vere. E lo dico sapendo che voterei di nuovo Raggi a Roma senza peraltro aver mai auspicato le dimissioni di Bonafede, nonostante i suoi errori, convinto che entrambi abbiano più meriti che demeriti. Insomma, facendo quello che molti di voi ritengono non si debba fare: turarsi il naso, ovvero scegliere il male minore.

    La questione non è se sia il caso o meno di turarsi il naso.
    Il naso ce lo turiamo sempre, almeno io non ho mai avuto il piacere fino ad ora di votare una forza politica che potesse soddisfarmi davvero.
    La questione è che dovremmo turarci il naso quando è “turabile”, non quando i miasmi fanno venire i conati di vomito.
    Quindi il problema non è se turarsi o meno il naso ma è, semmai, QUANDO TURARSELO.

    Ma quella affermazione è troppo assolutoria, caro Travaglio, ed è speculare a molte critiche pretestuose al M5S di presunti giornalisti.
    Certo è che Travaglio quando eccede lo fa per carattere e non, a differenza degli altri, per leccare il culo al proprio padrone.
    Lo fa nella convinzione che se cade questo governo l’alternativa sono quel branco di ladri di sempre.
    Infatti continuo a stimarlo anche quando dissento completamente da lui.
    Ma se mantenesse uno sguardo più distaccato sarebbe meglio, per lui e anche per il M5S.

    Le bugie fanno male perché la vita, per come l’ho capita io, ti presenta sempre il conto dei tuoi errori, anche quando pensi di averla fatta franca, anche dopo anni. Non c’è niente da fare ed è giusto che sia così.

    Ed i limiti di trasparenza e contendibilità delle cariche e della linea politica all’interno del M5S, che alcuni militanti minimizzano nella speranza che passi ‘a nuttata, prima o poi purtroppo esploderanno se non si provvede a rimediare per tempo.

    Piace a 1 persona

  9. Se un italiano che ha seguito la vicenda Tridico non capisce la strumentalizzazione ad uso denigratorio e diffamatorio, allora non c’è più speranza: avranno vinto loro, propalatori di falsita’. Fortunatamente leggendo i commenti si capisce che anche i faziosi, involontariamente nelle loro risposte, ammettono che certe notizie sono evidenti macchine del fango.

    "Mi piace"

  10. @paolapci
    “Nessuna prevenzione ideologica”! Ma va!?😃😃
    È commovente che tu tenga tanto alla difesa di Tridico e per il tuo sincero disappunto che Di Maio non L abbia difeso.Il prof Tridico si sa difendere da solo ( il curriculum parla per lui), e lo difendono i fatti per chi non è accecato dalla malafede , come ha esposto Travaglio .( che ho letto attentamente, io).
    Da funzionaria Inps ti dico che il presidente si è recato in visita a tutte le sedi regionali , ed è una persona di molta umiltà : ha raccontato la sua storia familiare, del padre che sordomuto non sapeva di aver diritto a una indennità e anche a una facilitazione sulle graduatorie di bidello.E dico di più: ha creato un canale comunicativo diretto con lui aperto a tutto il personale , per raccogliere suggerimenti , critiche, proposte e idee da tutti.E risponde pure, firmandosi Pasquale.
    Poi, quale sia “casa tua “ non lo so e non lo voglio sapere, io ho già detto che non voterò più M5S, ma ciò non mi esime da una certa obiettività sulle cose e sulle persone.
    Io non mi sognerei di chiamare Maretta o Elenuccia la Carfagna e la Boschi, anche se per me meritano un altro appellativo ( sulla Lega mi astengo per il disgusto),perché la maggioranza dell’epoca -che ho rispettato- le ha ritenute degne di assurgere a un Ministero .
    Ti vedo un po’ agitata , una tisana rilassante la sera ti gioverebbe.Anche al meccanismo di “proiezione” su altri (fiammiferaia) di ciò che invece appartiene solo a te .
    Cordialità

    "Mi piace"

  11. cari signori non pensate che si sia raggiunto il fondo del ridicolo e della vergogna? Si ritorni in piazza a manifestare la rabbia di un sistema marcio iniziato oltre 20 anni addietro con una chiara evidente arretratezza in ogni campo sia economico che sociale. Per essere rispettati in Europa occorre tanta dignità che vedo tuttora assente.

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.