La crisi di Salvini

(Tommaso Merlo) – Lo dicono i sondaggi, lo dice la sua faccia. Salvini è in crisi. Il leader della Lega ha affrontato la pandemia nel peggiore dei modi e ne sta pagando le conseguenze. Salvini non è certo stato l’unico a metterci un’eternità a capire la gravità dell’emergenza, il problema è che lui ambisce a fare il premier. Pretendere lungimiranza era forse troppo, ma ci si sarebbe aspettati almeno un minimo di prudenza. Ed invece Salvini non ha minimamente cambiato marcia scoppiata la pandemia ed è finito così per sbandare vistosamente tra l’aprire e il chiudere e una social propaganda sempre più stonata. Un errore politico madornale. Salvini non ha capito la gravità della situazione e quindi non ha capito come questa volta gli appelli all’unità non fossero le solite moine istituzionali, ma un’esigenza reale e sentita anche dai cittadini, suoi elettori compresi. Ci sono momenti storici in cui la becera faziosità va messa da parte per il bene di tutti e una pandemia che fa migliaia di morti e manda in quarantena un’intera società, è uno di quei momenti. Salvini non si è tolto la maschera leghista nemmeno col picco. Per questo la sua proposta di un governo di unità nazionale sa di trappola e pure piazzata male. Se davvero vuoi un’ammucchiata governativa, allora la smetti di far cagnara e di dividere il paese e ti metti a disposizione. Ed invece Salvini non ha cambiato marcia e questo perché un’altra marcia non ce l’ha. Salvini è quella roba lì. Come ha dimostrato anche da Ministro dell’Interno. Propaganda permanente. Salvini era già reduce dalla legnata estiva e da mesi di gaffe e cilecca mediatici. Il troppo rosicare per il colpo di mano fallito, gli ha fatto perdere lucidità e tempismo. Se non bastasse, con Conte l’ha messa sul personale. Altro errore madornale. Conte non è della sua stessa pasta politicante. È uno che conosce le leggi, che studia le carte, che lavora sodo. Conte si sta guadagnando la stima del paese abbassando la testa sulla scrivania e non cinguettando idiozie dalla mattina alla sera. E le emergenze premiano sempre i leader chiamati a guidarle. Un nemico troppo ostico per lui. Una fase sfavorevole. Contro Conte, l’imprevedibilità, l’inaffidabilità e l’inconcludenza di Salvini appaiono in tutta la loro drammaticità. È nei momenti di crisi che emergono i veri leader. In questa pandemia la leadership di Salvini invece di emergere si è mostrata in tutta la sua inconsistenza. Come se non fosse all’altezza degli eventi e nemmeno delle sue ambizioni di potere. Il futuro politico di Salvini dipenderà da come l’Italia e tutta l’Europa usciranno dalla pandemia. Se falliranno e se la crisi economica e sociale dilagherà, allora il sovranismo avrà buon gioco a lucrare sul malcontento dei cittadini e tornare minaccioso. Se invece ne usciremo bene, allora per Salvini e tutto il sovranismo potrebbe essere la fine.

5 replies

  1. “Se invece ne usciremo bene, allora per Salvini e tutto il sovranismo potrebbe essere la fine.”
    La mamma degli idioti è sempre incinta, non penso proprio che, anche dovessero verificarsi le migliori aspettative, si possa dichiarare la fine della Lega e di Salvini.

    "Mi piace"

    • E’ vero, “la mamma degli idioti è sempre incinta”. E proprio per questo anch’io sono convinto che comunque vada chi sostiene ora il cazzaro continuerà a sostenerlo a prescindere.

      "Mi piace"

  2. Il sig. Merlo dimentica che… il governo attuale -ogni giorno- è attraversato da profonde politiche interne…
    In questi giorni il sig. Di Battista (con una cinquantina di esponenti ‘casaleggiani’) ha lanciato una petizione contro il presidente Eni (e di fatto contro Di Maio e Crimi) per le varie nomine di competenza governativa.
    Questa iniziativa ha portato non pochi contraccolpi all’interno del M5S (con conseguenti riunioni e attacchi a livello personale) e del governo…
    Al di là delle ragioni di queste contestazioni al presidente Eni (imputato per corruzione internazionale),questa problematica sembra essere sollevata contro il governo attuale e il miglior alleato di Salvini sembra essere proprio… Di Battista.

    "Mi piace"

  3. Già.. Purtroppo nemmeno se dovessero verificarsi le migliori aspettative sarà così tanto facile scrollarsi di dosso un sasso come quello di Salvini… La mamma degli imebcilli è perennemente in cinta… Triste ed amara realtà dei fatti….

    "Mi piace"

  4. Propio per il motivo che se ne usciremo bene per loro è la fine che cercano di ostacolare in tutti i modi leciti e non le azioni del governo

    "Mi piace"