Covid, la Cina è troppo vicina

(Pietrangelo Buttafuoco) – L’arrivo del nuovo Covid dalla Cina alza il livello di tensione che al momento è strisciante. Ogni starnuto – seppure da infreddatura – aumenta l’allerta e tra qualche ora sarà già panico ma, al netto della mobilitazione sanitaria, un motivo di spasso c’è. Ed è nella prevedibilità degli ottimati. Invece che ammettere l’inutilità del modello di contenimento cinese – il fallimento delle restrizioni – pare già di vederli, tutti da Riccardo Formigli il giovedì sera, ingozzarsi di involtini primavera a favore di telecamera. Abbracciati – manco a dirlo – a un cinese. Possibilmente con un sermone d’appoggio di Michela Murgia su La Stampa. Non c’è scampo. Sono la conclamata prova del riflesso di Pavlov. La loro scodella è l’ideologia, la loro pappa – tutta di cervello – è il conformismo. La Cina è proprio troppo vicina.

6 replies

  1. Anche Salvini mangiava igli involtini primavera.

    Detto questo ormai non si capisce più quanto sia… realtà, e quanto propaganda.
    Adesso tutti addosso alla Cina, guarda caso nel mezzo della guerra: insomma, gli involtini primavera dobbiamo boicottarli di nuovo.
    Scoppiano “proteste” in Iran (anche qui, la disinformazione galoppa) e, guarda caso, scoppiano pure a … Shangai, apripista una fabbrica Apple. Guarda un po’.
    E da un giorno all’ altro (diciamo da un anno a questa parete, giusto da Febbraio…), i vaccini Sinovac non contano più. Eppure:

    https://www.ansa.it/canale_saluteebenessere/notizie/medicina/2021/05/05/vaccini-cauda-sinovac-potrebbe-avere-vantaggi-su-varianti_dc06cad9-6007-4f0b-abd8-d89c6ce1bab4.html

    https://federfarma.it/Edicola/Filodiretto/VediNotizia.aspx?id=22659

    (OMS: 55% nell’ impedire il contagio; 100% nell’ evitare la malattia grave… quasi quasi meglio dei nostri… e a costo minimo…)

    Quindi occorre mettere in moto una sorta di metodo socratico: ad ogni affermazione (da parte di chiunque) chiedersi: “Sicuro?” E per quanto si può, cercare di controllare, e soprattutto… ricordare…

    "Mi piace"

  2. Buttafuoco finto cieco e smemoratone farebbe meglio a ricordarsi quando, durante il governo Conte e in piena pandemia con 500 morti al giorno, i suoi paladini Meloni e Salvini urlavano all’aprite tutto e alla dittatura sanitaria.

    "Mi piace"

  3. Mentre aspettavamo la mezzanotte la TV era accesa su Amadeus per il conto alla rovescia.
    Ressa incredibile. Ad un certo punto, il Nostro, ha persino 2imposto” alla folla di baciarsi fra loro. E vai!!!

    Dall’ inizio della pandemia monitoro, su varie fonti (Nature, Lancet, Jama, NEJM, BMJ, , l’ andamento deil virus e delle vaccinazioni.
    In ogni cartina (controllare…) la Cina risulta tra i Paesi con più vaccinati, in alcune più dell’ Italia (ricordo che il loro vaccino, Sinovac, è distribuito anche a Cuba, America Latina, ecc…). In ogni articolo, leggo che il Sinovac ha una buona copertura, più o meno come i nostri a mRNA.

    Ma in questi giorni,… è tutta una propaganda del tipo: “Vaccini cinesi sono acqua fresca” e “in Cina poche vaccinazioni”…

    (Qui un “riassunto” da parte del golbal times, ma sulle riviste i numeri sono questi):

    https://www.globaltimes.cn/page/202212/1281310.shtml

    Per quanto riguarda il numero delle vaccinazioni:

    https://www.globaltimes.cn/page/202212/1281310.shtml

    (Come si può vedere la Cina è del medesimo “colore” dell’ Italia)

    Non è che, in vista dei bagordi festaioli e del virus che anche da noi continua ad esistere e ad uccidere (ancora più di 100 morti al giorno) , quelli “lassù” hanno imposto ai media questo tipo di pubblicità allarmistica per giustificare l’ immancabile aumento dei casi dopo gli sballi e i baci festaioli? Si prebnderebbero due piccioni con una fava: i malefici Cinesi, oltre ad essere putiniani, ci riportano in casa il contagio da cui noi eravamo usciti (ma quando?).
    Venti di guerra? Comunque sia, l’ opinione pubblica, di solito, viene preparata prima. Tanto le riviste scientifiche (stanno cambiando anche loro, ultimamenente…) chi le legge?

    "Mi piace"