Il premier e le minacce del leader del Carroccio

Leggiamo sui giornali che al caso Durigon, Mario Draghi penserà al ritorno dalla pausa estiva. Indiscrezione piuttosto interessante che solleva alcune ipotesi sull’atteggiamento del presidente del Consiglio che sottoponiamo al giudizio dei lettori.

(pressreader.com) – di Antonio Padellaro – Il Fatto Quotidiano – Leggiamo sui giornali che al caso Durigon, Mario Draghi penserà al ritorno dalla pausa estiva. Indiscrezione piuttosto interessante che solleva alcune ipotesi sull’atteggiamento del presidente del Consiglio che sottoponiamo al giudizio dei lettori.

1. Stremato. È stata tale la fatica di questi mesi che Draghi appena messo piede nel buen retiro umbro avrebbe impartito severissime disposizioni agli stretti collaboratori, del tipo: fino a Ferragosto non voglio seccature, sbrigatevela voi.

2. Distratto. Stretto collaboratore: presidente, ci sarebbe il caso Durigon? Draghi: Durigon chi?

3. Manzoniano. Tacere, sopire, troncare. E poi, lasciare sbollire, affidarsi alle amnesie agostane dei giornali (tranne uno). Anche perché la pausa estiva finisce quando lo decide lui.

4. Machiavellico. Durigon è un problema di Salvini: se non lo risolve s’incasina con i suoi. Ma più passano i giorni e più Durigon è un problema di Pd, grillini e Leu: se la loro mozione di sfiducia fosse bocciata ne uscirebbero molto più deboli. In ogni caso, Draghi sarebbe più forte.

5. Decisionista. Nel caso non fossero Durigon a togliere il disturbo e Salvini a gestire la patata bollente, ma comunque prima che si arrivi a un voto parlamentare assai scivoloso per maggioranza e governo, toccherà giocoforza a Draghi risolvere il problema. Perché il premier è lui e il sottosegretario Durigon un suo sottoposto. Potrebbe fare una di quelle gelide e secche telefonate di cui si favoleggia, una cosa del tipo: mi dispiace ma voglio le sue dimissioni entro stasera, clic. Sarebbe un atto di elementare decenza politica, e non solo politica, poiché un membro del governo che ha giurato sulla Costituzione repubblicana, sorpreso a espettorare sulla pubblica piazza l’apologia del fascismo, e del fascistissimo Arnaldo Mussolini, insultando la memoria di due magistrati assassinati dalla mafia, da quel governo deve essere quanto prima cacciato. Anche perché quel tizio non ha ancora avuto il coraggio civile di chiedere scusa. Salvini (muto di fronte a una tale vergogna) farà fuoco e fiamme? Pazienza. Salvini minaccia di far saltare il banco? Difficile che arrivi a tanto ma se un governo andasse in crisi per un Durigon, o quel governo vale poco o c’è un impresentabile che conta troppo.

8 replies

  1. Un capo di governo degno di tale carica caccia via immediatamente lo squilibrato che inopinatamente ha piazzato tra i suoi collaboratori. Tutto il resto è segnale di lassismo, debolezza, noncuranza, sottovalutazione, sottomissione. Con la complicità dei tombini cartacei sedicenti “progressisti”.

    Piace a 1 persona

  2. Durigon, un cattofascista che rispecchia quella che è la base leghista. Da incriminare per aplologia del fascismo. C’è un magistrato che se ne occuperà?

    Piace a 1 persona

  3. Durigon è sola la cima dell’iceberg .Non credo che le sue dimissioni,anche se sacrosante,cambieranno la sostanza: morto un papa se ne fa un altro. Quello che fa sorridere è che quelli che accusano durigon (m5s) passavano per fascisti per tanti esponenti del pd fino a non molto tempo fa.

    "Mi piace"

  4. Capirai, per Salvini è proprio una scemenza. Ma vi ricordate la roba dei 30000€ promessi a Siri?
    Ci ha messo 3 mesi per dimettersi, e si trattava di una tangente.
    Per il discorso in piazza del cinghialone proprio non ci pensano che sia motivo di dimissioni. Tra l’altro non si è dimesso dopo quel video veramente grave, figuriamoci se si dimette ora.

    "Mi piace"

  5. Grande Padellaro. Piccolo, piccolissimo Draghi, il turbobancoliberista sopravvalutato peggio del titolo Monte Paschi all’epoca dei suoi silenzi proni ai potenti. Grosso grossissimo fasciobalordo Durigon. Cazzaro cazzarissimo Salvini. E c’è da fermarsi qui, ma si potrebbe continuare..

    Piace a 1 persona

  6. A Draghi il “caso Durigon” interessa quanto interessa alla stragrande maggioranza degli Italiani: zero.

    "Mi piace"

  7. “Leggiamo sui giornali che al caso Durigon, Mario Draghi penserà al ritorno dalla pausa estiva.”
    Propongo un’altra opzione:
    6) Se lo sono inventato i “giornali”, per “coprire” il migliorissimo, mentre lui se ne sta altamente sbattendo i cabasisi.

    "Mi piace"