Così finisce la stagione dell’innocenza per i 5 Stelle

(Sergio Rizzo – la Repubblica) – Inutile prenderci in giro: l’ età dell’ innocenza era finita da tempo. Alla prova dei fatti i totem della purezza, del merito e dell’ onestà erano venuti giù come castelli di carte. Le nomine nelle aziende pubbliche fatte dai due governi Conte, sempre con il Movimento 5 stelle nei panni dell’ azionista di maggioranza, ci avevano regalato sprazzi di Prima Repubblica che non vedevamo da tempo. Con i grillini che ingoiavano di tutto.

Dai politici trombati, ai famigli, arrivando a manager sotto inchiesta per reati di corruzione internazionale. E tutto per portare a casa qualche poltroncina per ex compagni di scuola o candidati sfortunati alle elezioni comunali. Ma quello che si sta vedendo con la pattuglia dei commissari delle grandi opere supera ogni immaginazione: poco meno di un terzo di loro ha problemi con la giustizia.

Vero, c’ è chi è finito nei guai solo perché si tratta di un responsabile oggettivo, amministratore delegato di un’ azienda cui è capitato il dramma di un grave incidente ferroviario. Ma ci sono anche casi di dirigenti indagati perché secondo i magistrati non avrebbero fatto bene il proprio lavoro, contribuendo a determinare un disastro. Non mancano neppure professionisti pubblici che avrebbero asseverato progetti del concessionario Autostrade sul viadotto Morandi, poi crollato. E la loro “improvvisa” rimozione dalla lista non fa che dare forza a una domanda: sul serio si è stilato un elenco senza conoscere il curriculum giudiziario dei neo-commissari? Sul serio si vuole far passare tutto come una svista? Qualche nome, poi, fa tornare alla mente anche stagioni ministeriali non indimenticabili, quando comandavano i sopravvissuti di Tangentopoli. Casi arcinoti, che avrebbero dovuto suggerire a chi ha indicato i nomi dei commissari (il presidente del Consiglio? Il ministro dell’ Economia? Il ministro delle Infrastrutture?) una cautela maggiore. Per non parlare di un altro aspetto che fa oggettivamente riflettere, perché riguarda un altro di quei totem finiti sbriciolati. Ossia, il conflitto d’ interessi.

Non c’ è nulla di strano nel fatto che per le opere appaltate dall’ Anas siano stati nominati commissari dirigenti dell’ Anas? E che le infrastrutture messe a gara dalle Ferrovie dello stato vengano affidate a commissari scelti fra i manager delle Ferrovie? Il momento è difficile, certo.

Ma anche essendo sicuri, e non lo siamo affatto, che i commissari potrebbero davvero risolvere il problema delle opere che avanzano con il contagocce, di tempo per fare le cose seriamente ce n’ è stato abbastanza. Quei commissari erano previsti dal decreto sbloccacantieri approvato dal governo Conte-Di Maio-Salvini nell’ aprile 2019, e convertito in legge nel giugno successivo. Un anno e mezzo fa. A dimostrazione che in questo Paese la politica non è meno lenta dei cantieri. E sorvoliamo sui risultati.

31 replies

  1. Premesso che questi errori sono odiosi, non credo che Conte e Gualtieri con tutto quello che hanno da fare debbano vetificare il cv dei commissari.
    Non è il ministero delle infrastrutture quello deputato a “organizzare” le grandi opere? Una volta che la politica decide poi tocca ai ministeri la parte operativa. Se no diamo tutte le deleghe a Conte e poi come ha detto Prodi la tuta da muratore per il ponte sullo stretto, ma anche quella da scienziato per fare lui il vaccino italiano.
    E poi possibilmente una fetta di c…, vicina all’osso.

    Piace a 1 persona

    • Dissento: selezionare personale mai toccato dal sospetto o con precedenti si resistenza a possibile conflitto di interesse e contiguita’ col malaffare deve essere il dovere pristino di chi si oppone alla contiguita’ col malaffare od ai conflitti di interesse.

      Dato che il fondamento di cui sopra fa bene alla salute, al lavoro e alle tasche mi riesce sempre difficile di entrare nella zucca di chi “fa politica”.

      Almeno fino a che qualcuno non mi dimostra che la contiguita’ col malaffare e i conflitti di interesse non migliorino la salute, lavoro, eccetera

      "Mi piace"

      • Non ho capito da cosa dissente.
        La selezione del personale non possono farla Conte e Gualtieri in ogni ministero, in ogni struttura, e non possono mettersi a controllare il cv di tutti i commissari di tutti i cantieri che devono essere aperti.
        Ci sono le strutture preposte e si possono rinvenire precise responsabilità.

        Piace a 1 persona

      • No, la selezione non la fanno Conte e Gualtieri, ma possono dire come farla.

        E possono dirlo anche a voce alta, cosi’ li si sente bene.

        "Mi piace"

  2. Rizzo non fare lo gnorri o di quello che casca dal pero. Ti sei presto adeguato anche tu nella grande famiglia GEDI.
    La lista delle nomine per le infrastrutture chi l’ha fatta, se non il ministero delle infrastrutture in mano alla De Micheli etero diretta dall’amico renziano DEL RIO?
    In questa fase che c’entrano i 5S?
    Perchè voler buttare merda “innocente” a tutti i costi?
    Eri un buon giornalista d’inchiesta, ora cosa fai, ti pesa il culo che non riesci a sollevarti da quella sedia alla scrivania per indagare?
    Chi, in primis ha tirato il freno a mano e ha messo chiodi, lungo la strada dei provvedimenti?
    Se devi fare informazione, falla completa, invece di insinuare come un imbrattacarte qualsiasi.

    Piace a 4 people

    • Non vi credo così ingenui, dai.
      Ci sono da fare delle nomine pazzesche per le infrastrutture, e il M5S, azionista di maggioranza, lascia fare tutto alla De Micheli etero diretta dall’amico renziano Del Rio (se, vabbè)?
      Ho capito insomma: è sempre colpa di qualcun altro. Del freno a mano, dei chiodi e del “c’hanno così tanto da fare”.
      Beati voi.

      "Mi piace"

      • senti Federico Cazzone
        chi pensi di perculare, tua sorella?
        pensi che non lo sappia come avvengono le nomine?
        pensi veramente che un ministero chieda il permesso per fare delle nomine che sono di sua pertinenza?
        non sono collegiali.
        E’ come se la Bellanova avesse preteso di avere competenza di nomina di un prefetto.
        sei tu che passi di qua a dire fanfaronate rimestando nella merda che hai nel cervello tu e il tuo amico del quore sociopatico.

        Piace a 1 persona

    • Senta faccia di Metropolis,
      se lo sa (ho ancora qualche dubbio) siamo a posto.
      Adesso faccia un lungo respiro

      "Mi piace"

  3. C’è il colpevole ma non la vittima, una ricostruzione creata per parlare male del movimento. Signora sono 5 kg in più che facciamo, lasciamo? Giornalisti che in invece di fare chiarezza con fatti documentati, hanno il compito d’ inquinare i pozzi

    Piace a 2 people

  4. E niente (ahahahah), per i sorcini queste cose potrebbe dirle anche Gesù Cristo in persona che non avrebbe importanza alcuna, ché, come il doganiere di “Non ci resta che piangere”, affermerebbero imperterriti: “Ti sei presto adeguato anche tu nella grande famiglia GEDI.”. Non gli sfiora minimamente il dubbio che è la loro partigianeria paraculata il problema, no, non capacitandosi di come sia possibile che tutto il mondo si stia allontanando per interesse dal VERBO, compreso il VERBO stesso!

    "Mi piace"

    • sociopatico GATTO
      Grandissima testa di cazzo
      dov’è la regola delle 5 W in questo pezzo?
      se l’è mangiata come tu mangi i croccantini?
      Pezzo di merda sbruffone SOMARO CRIMINALE NEGAZIONISTA E COJONE
      DI COSA T’IMPICCI TU? vai a farti un giro coi tuoi amichetti nazi, almeno trovi qualcuno che ti dice ciao

      "Mi piace"

  5. Tu pensa questo come si e’ ridotto, quello della casta (cosa mai gli e’ venuto in mente di scrivere, ora deve ricuperar credito in tutti i modi, dura mandar giu’ rospi, dura assai…) toh fido, riporta qua il bastone… bene bravo, cuccia adesso…

    Piace a 1 persona

    • Hahahahahagrazie Marco mi hai fatto ridere.E pensare che avevo letto e comprato tanti suoi libri,che scemo che sono stato.Rizzo non mi frega piu.Non leggerò mau più il suo giornale manco se mi pagano.

      Piace a 1 persona

      • calma Terribile
        Rizzo ha fatto delle ottime inchieste fino a “Se muore il sud” e non hai buttato i tuoi soldi
        ma da uno così, mi aspettavo che avesse più schiena dritta
        e non che si adeguasse all’andazzo della porcheria di GEDI

        "Mi piace"

    • Mister fabio, gentilmente tra me e lei, altrimenti non si capisce, o lei mette un segno vicino al nome o lo metto io, saluti

      "Mi piace"

  6. Quindi, essendo il Ministero Delle Infrastrutture, guidato da una ministra ben al di dentro di ogni sospetto,
    a doversi occupare e proporre in prima battuta i nomi di manager e commissari, per la proprietà
    transitiva è il M5S quello che ha perso l’innocenza, mentre il partito della De Micheli nemmeno viene citato.
    Forse perché Rizzo (ma è lo stesso di “L’odore dei Soldi” o un omonimo?) ritiene che trattandosi del PD
    l’innocenza non potrebbe perderla neanche volendo perché non l’ha mai avuta?

    Piace a 2 people

  7. È IL PRIMO commento che scrivo qui ma questo tizio mi ha spinto con la nausea che mi ha fatto venire .Penso a quanti giornalisti sono morti per aver raccontato la verità e ora si rivoltano nella tomba a sentire questi .Povers Italia speriamo che ci si possa fermare prima del baratro ,in questi momenti si vedono chi ha a cuore senza altre mire solo il bene comune .

    Piace a 1 persona

  8. Gunga Din il portatore d’acqua che portava l’acqua sacrificando la sua vita. Lo stesso fa Rizzo portando l’acqua con le orecchie al pozzo del suo padrone sacrificando la sua onestà intellettuale…
    L’ho scritto anche stamattina, ormai i poveri giornalisti fanno gli scoop sul “Si racconta che…si dice… sembra che…pare che” e poi quando si sono finite anche queste cartucce, cominciano a parlare di quelli onesti che danno tanto fastidio perché non si vogliono omologare e via a dire frottole, falsità, banalità e ci si costruisce sopra un articolo. Tutto fa per loro.
    Scanzi chiese a Conte:-Ma perché i giornalisti ce l’hanno tanto con lei’?-Risposta:- Se non lo sa lei che è giornalista!-

    Piace a 2 people

  9. Mi basta il titolo, meglio questo tipo di purezza, con la quale hanno portato tanti risultati positivi per l’Italia che essere disonesti dal primo capello all’unghia delle dita dei piedi come lo sono gli altri.

    "Mi piace"

  10. 5 stelle cazzari, ghigliottinari quando si tratta degli altri, innocentisti quando si tratta dei vostri!
    nominano un indagato quelli degli altri partiti? al rogo, farabutti! onestà onestà onestà!!!!
    lo nomina Conte? giustificazioni a non finire! Conte non può sbagliare! viva Conte! tutti innocenti fino a prova contraria!
    tutti doppiopesisti incalliti, voi e i vostri cazzari maestri: Travaglio e Scazzzzzzi!!!
    cojones

    "Mi piace"

  11. Secondo me, già dal titolo, ciò che si evince da questo articolo è la pervicacia con cui si vuole omologare il m5s al grido di “tutti uguali! tutti uguali!”
    Io, pur non essendo 5s, lo sento forte e chiaro, lo scricchiolio, mentre Repubblica cade sempre più in basso e anche i migliori (giornalisti d’inchiesta) se ne vanno…

    "Mi piace"

  12. Il FAZIOSO E VIGLIACCO Rizzo (ormai lontanissima ombra del Rizzo grillino de “La Casta”) sottolinea che i 5 Stelle sono “l’azionista di maggioranza” quando gli fa comodo per sottolineare e far passare il messaggio che loro “comandano” e che quindi hanno tutte le colpe dei Governi Conte I e II, poi quando si tratta di dare i meriti di ciò che è stato fatto i grillini sono irrilevanti, morti, schiacciati prima da Salvini e poi da Conte e PD… Il sistema e i giornaloni dei vari editori interessati non si arrenderanno mai, vogliono la morte del M5S…

    "Mi piace"