E’ Salvini la vera fregatura

(Tommaso Merlo) – Salvini detesta Conte e quindi qualsiasi cosa dica o faccia il Presidente del Consiglio per lui è una gran fregatura. Un infantilismo politico che spinge Salvini a negare perfino successi palesi come quello del Recovery Fund dopo decenni di premier che da Bruxelles tornavano giusto con la coda tra le gambe. Il suo è astio personale. Quando zuppo di mojiti Salvini si è fiondato verso i pieni poteri pensava che Conte se ne tornasse a casa in silenzio uscendo dalla porta sul retro e lo lasciasse fare. Ma Conte lo ha trascinato in Senato e lo ha riempito di ceffoni a reti unificate dando vita ad un nuovo governo. Salvini era talmente concentrato sulla propria ascesa d’aver totalmente frainteso chi fosse Conte e la realtà parlamentare attorno a lui. Errori imperdonabili per un leader politico e che Salvini sta pagando carissimo anche se non lo ammetterà mai. Da allora Salvini ha perso lucidità, ha perso grip mediatico, ha perso il polso di quel popolo che al Papeete gli sembrava essere finalmente ai suoi piedi dopo una vita spesa in campagna elettorale. Limiti personali ma anche colpa dell’astio che si ritorce contro chi lo prova, anche in politica. Salvini si è legato i ceffoni senatoriali al dito ed ha ingaggiato una battaglia personale contro Conte. Una linea da bega tra vicini di casa che lo ha allontanato sempre più dalla realtà politica del paese ed ha estremizzato la sua propaganda spingendola fino alla palese disonestà intellettuale e allo sciacallaggio perfino in fasi drammatiche come quella pandemica. Una faziosità esasperata che esalta i tifosi più accaniti ma che allontana l’elettorato capace di ragionare con la propria testa, la grande maggioranza. Il crollo dei consensi di Salvini si spiega anche così. Nessuno si aspettava che Salvini si disintossicasse dal proprio ego dopo il Papeete, ma nemmeno che insistesse su una linea irresponsabile che ne sta minando la credibilità. Colpa dell’astio ma anche di un destino avverso. Rispetto ai suoi predecessori Giuseppe Conte si sta rivelando un gigante. Incassa una vittoria dopo l’altra e il suo stile sobrio spacca più delle flatulenze social. Salvini non poteva scegliersi un vicino di casa peggiore per litigare. Ma le disgrazie non vengono mai sole. Ci si è messa pure l’Europa a dar segni di vita mentre i paladini del sovranismo stanno collezionando figuracce pazzesche in giro per il mondo. Sta cambiando il vento e il Recovery Fund è solo l’ultimo ceffone. Salvini lo bolla come una fregatura ma perfino i suoi alleati lo smentiscono. La Meloni si arrampica sui vetri con le unghie finte pur di non ammettere il clamoroso successo di Conte mentre l’europarlamentare Berlusconi esulta e se ne prende i meriti anche se a Bruxelles lo davano già per estinto visto che non lo vedono da tempo immemore da quelle parti. Salvini è sempre più solo. Vittima dell’astio e di uno sterile infantilismo politico. Qualsiasi cosa dica o faccia il presidente Conte per Salvini è una fregatura ma anche il popolo che un tempo lo osannava si sta rendendo che la vera fregatura è lui.

9 replies

    • Luca, Morisi. È lei?
      Autostrade prima e missione a Bruxelles poi.
      Un ceffone con sonoro manrovescio di ritorno ha rintontito il capitone.
      E continua a non capacitarmi degli sberloni che è costretto ad incassare con regolare violenza.
      Continuasse a ingozzarsi di pasticciotti, burrate ed orecchiette, lasciando la guida del paese a una persona seria, competente e molto preparata perché acculturata.
      Uno storico e ignorante parassita, fannullone e pregiudicato NON PUÒ ambire a guidare una nazione importante e complessa come l’Italia.

      Piace a 4 people

  1. Più il Capitone gira l’Italia a raccogliere pernacchie e VFC, più la Lega si ridimensiona.
    Purtroppo non c’è molto da gioire perchè i voti che abbandonano il Truce o tornano “alla casa
    del padre (Berlusconi)” da cui erano fuggiti oppure vanno ad ingrossare le falangi nere
    della borgatara: alla fine la somma è sempre la stessa!

    Piace a 1 persona

    • Senti, Piero, se anche rimanessero invariate le sorti del paese (cosa che temo minimamente anche io), anche già solo il togliersi dalle palle ‘sto cazzaro becero, buzzurro e insopportabile sarebbe comunque un enorme passo avanti. Ok, riconosco, lo ribadisco, che cambierebbero poco gli assetti, un po’ come con l’ “altro” Matteo, il cafone (cit. Tiziano, suo padre), quello sveglio di Rignano Sull’Arno, altrettanto insopportabile, però… lascia stare, dai! Prima o poi ‘sti rincoglioniti il tempo se li porta via, ed è un gran bel sollazzo. 😉

      Piace a 1 persona

      • @Cekko Bilecco
        Convengo con te che togliersi dai maroni il Cazzaro Verde sarebbe di per sé un ottimo risultato, che diventerebbe addirittura
        radioso se il Truce portasse con sé nel dimenticatoio della Storia anche il Cazzaro Rosa, ma ci vorranno tempo, tanta, tanta pazienza
        e determinazione per riuscire a far intendere agli Italiani che le politiche di destra sono orientate alla cura degli interessi dei
        pochi a scapito dei molti, qualunque sia la maschera indossata dai leader del momento.

        "Mi piace"

  2. Per radio ho sentito l’intervento di Salvini al Senato (con la sua cameriera che interveniva a difenderlo)
    Una volta c’era un confine tra la caricatura e la realtà, e ora pare che il confine sia scomparso, che follia ideologica e grottesco non siano più distinguibili. Cabaret dadaista e teatro del Nonsense messi insieme, ma chi gli scrive gli interventi, suo figlia di 8 anni?

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.