Caccia a cinghiali a Roma: ci sarebbe un incidente, uomo vivo per miracolo

Accade a pochi giorni dall’entrata in vigore della norma “che consentirà ai cacciatori di sparare anche nei parchi e nei centri urbani, un cacciatore ha sparato dalla finestra di casa e ha colpito un’auto in transito” denuncia il Pae

(rainews.it) – A distanza di pochi giorni dall’entrata in vigore della Legge di Bilancio, “nella quale è stato inserito un articolo che consentirà ai cacciatori di sparare sempre e ovunque, anche nei parchi e nei centri urbani, già si è registrato il primo incidente in città, a Fonte Nuova nella provincia di Roma, dove un cacciatore ha sparato dalla finestra di casa con il proprio fucile da caccia colpendo il finestrino di un’autovettura in transito, conducente salvo per miracolo”. Così una nota del Partito Animalista Europeo- PAE. L’episodio risalirebbe a martedì. Il 70enne che ha sparato avrebbe detto che il colpo è partito accidentalmente mentre maneggiava l’arma.

“Era prevedibile, non a caso è stato definito l’emendamento Far West aspramente contestato non solo dal mondo animalista, ma anche di chi è ben consapevole del pregiudizio per l’incolumità pubblica e individuale dei cittadini come l’associazione romana dei Vigili Urbani. Ogni stagione venatoria registra oltre cento vittime per colpa di cacciatori incapaci che si sparano tra loro, finora nei campi e zone boschive, figuriamoci nei centri abitati tra palazzi, macchine ed avventori su pubblica strada, questo incidente è solo l’inizio”, dichiara il presidente del PAE Stefano Fuccelli.

“È un favore non solo ai cacciatori ma anche alle industrie di armi”, prosegue Fuccelli, “l’emendamento che autorizza una vera e propria caccia selvaggia tutto l’anno in totale violazione della direttiva Habitat e dell’articolo 9 della Costituzione, rappresenta una scelta imprenditoriale diretta a sacrificare animali e persone alle logiche del profitto”, conclude il presidente del PAE.

Categorie:Cronaca, Interno, Roma

Tagged as: , ,

4 replies

  1. Articolo disinformativo pieno di sciocchezze. Lungi da me difendere la caciottara, ma la nuova legge non consente affatto ai cacciatori di sparare in città anzi non riguarda minimamente i cacciatori ma operatori ISPRA che potranno catturare e in seguito abbattere gli animali interessati. A nessuno è consentito usare armi da fuoco in città o nei parchi come è sempre stato. Nel caso in oggetto non c’era nessun animale, è partito un colpo dalla finestra che ha colpito un’auto accidentalmente. Arma sequestrata e indagine contro lo sparatore avviata.

    "Mi piace"

    • Ed invece non è come scrivi tu .L’emendamento approvato dalla Commissione Bilancio prevede che le regioni possano attivare, in determinate situazioni, dei «piani di controllo numerico mediante abbattimento o cattura» della fauna selvatica, categoria molto ampia di cui fanno parte animali come i cinghiali, i lupi o le lepri. Le attività sono espressamente concesse anche in zone vietate alla caccia, comprese le aree protette e le aree urbane, e anche nei giorni di «silenzio venatorio» e nei periodi di divieto. Queste devono essere gestite dalle autorità regionali o provinciali, ma possono essere svolte anche dai cacciatori locali.

      Piace a 2 people

  2. hahhahaha solo da ridere se non ci fosse invece da piangere!
    Da domani posso comprare un fucile,senza permesso,per fare caccia al “cinghiale”? Popo come se fà ‘n USA?

    "Mi piace"