Di Battista: Guerini e il “compagno d’armi” Luigi Di Vano preferiscono cantare l’inno americano piuttosto che l’Inno di Mameli

(Alessandro Di Battista) – Sebbene la guerra in Ucraina occupi sempre meno spazio sui giornali (molto meglio parlare del “bullizzatore” dei lavoratori Brunetta che si lamenta di esser stato bullizzato) accadono cose, ad essa legate, che dovrebbero far indignare la pubblica opinione, ancor di più in un momento drammatico dal punto di vista sociale.

Guerini – ministro della difesa che sotto la doccia preferisce cantare l’inno americano piuttosto che l’Inno di Mameli – nonché “compagno d’armi” di Luigi Di Vano, ha appena annunciato 1 miliardo e 200 milioni in più all’anno in spese militari nonché nuovi invii in Ucraina.

Da mesi insisto sul fatto che l’invio di armi in Ucraina non servirà a riconquistare Donbass e Crimea ma solo ad “autorizzare” i governi a varare una nuova, idiota e anti-storica corsa agli armamenti. Il tutto a vantaggio delle grandi lobbies belliche, le prime 5, tra l’altro, tutte USA.

Ieri, in Canada, quel populista, demagogo, utopista e perché no, mezzo putiniano di Papa Francesco ha ribadito. “basta riarmo, la politica non sia prigioniera delle lobby”. Il Papa ha detto chiaramente che ci sono le lobbies dietro alle scelte della politica. In particolare per quel che concerne la nuova corsa al riarmo. “Vox clamantis in deserto”. Soldi pubblici, tanti soldi pubblici, tolti alle scuole, agli ospedali, agli investimenti, alla manutenzione, alla lotta al cambiamento climatico e regalati ad un settore che produce quel che riempie gli ospedali, svuota le scuole, distrugge le opere pubbliche e provoca danni ambientali.

Per fornirvi un termine di paragone. Il governo dei migliori ha appena stanziato 10 milioni di euro per il bonus psicologico. 10 milioni per sostenere chi ha bisogno di un percorso psicoterapeutico e non può permetterselo a fronte di 1 miliardo e 200 milioni all’anno in nuove armi.

Pancia in dentro, petto in fuori e intelligenza smarrita, Signor ministro!

19 replies

  1. Caro Dibba, ma se Putin ci invade come ci difendiamo con le mammole? Ho capito che magari per qualcuno in Italia, ci sarebbero posti d’onore una volta sottomessi alla Russia, magari per qualcuno che oggi difende la Russia sotto copertura del finto pacifismo, però abbi pazienza, io sotto chi rimpinza di plutonio chiunque dica la sua libera opinione non ci vorrei stare…… E’ questione di gusti

    "Mi piace"

    • E se ci invadono gli alieni? Ma certo ci sono gli americani che ci difendono, c’è lo insegna Hollywood. Loro hanno le migliori armi e i migliori soldati del mondo e c’è le mettono a nostra disposizione. Basta pagare e chinarsi a 90 gradi. Non è ancora chiaro che le guerre non avvengono perché c’è il nemico brutto e cattivo, ma per logiche economiche e politiche che hanno ben poco a che fare con la difesa del sacro suolo? A meno che la fame e la disperazione di interi popoli sfoci nella ribellione e poi in rivoluzione. E allora non c’è ne è per nessuno. Zio Sam compreso

      Piace a 5 people

      • Infatti lo Zio ha sempre preso legnate e scappato via veloce come il vento con ritirate alla si salvi chi può.
        Ricordo sempre che quel governo ebbe il coraggio di sganciare 2 bombe atomiche su città abitate a un paese sul punto della resa!

        "Mi piace"

    • Francesco ma veramente credi che in Russia “rimpinzano di plutonio chiunque dica la sua libera opinione”?????? No, perché se ci credi, o credi a metà di ciò che scrivi, non stai bene.

      Piace a 3 people

    • Se evitiamo di provocarlo deliberatamente come ha fatto quel genio di draghi non vedo perchè mai ci dovrebbe invadere.
      Basta fargli capire che al momento siamo vittime e burattini dell’europa.
      E a quel punto sarebbe anche probabile che torni a darci il gas, alla faccia degli altri babbioni che si ostinano con le sanzioni e l’invio di armi.
      L’Ucraina ormai è morta.
      Uccisa da europa e usa tramite la manovalanza del nazista zelenski.

      Piace a 3 people

    • La sua e fantapolitica, oltretutto confermata dai fatti. Passeranno anni prima che la Russia, ammesso che lo voglia, possa permettersi un’altra avventura militare dopo l’obiettivo fallimento della sua aggressione ad un paese di poveracci eretti ad eroi dagli spin doctors occidentali. Meglio tacere che scrivere puttanate

      "Mi piace"

    • Ci spieghi sig. Francesco, dell’imminente invasione russa! Quanto ci resta? Per ora, stiamo solo pagando le sanzioni che ci siamo autoinflitti e il grosso arriverà con l’inverno. Ma lei confida che, per l’inverno, le nostre armate saranno pronte per respingere l’armata russa. Si cercano volontari, presto, si arruoli!

      Piace a 4 people

    • Per quanto mi riguarda, io so solo che mi fanno ribrezzo i neonazisti. Preciso che nella Seconda Guerra Mondiale gli Angloamericani si allearono con Stalin ( Stalin, il comunista !) per combattere fascisti e nazisti – che sterminarono 6 milioni di ebrei -. Non si allearono con i nazisti ( Hitler) per lottare contro l’URSS. In Ucraina il presidente Zelensky ( che è diversamente etnico ) permette la presenza di formazioni neonaziste tra le sue Forze Armate. Mi permetto la puntualizzazione perché magari alcuni non lo sanno.
      Se, infine, Putin dovesse attaccare l’Italia, potremmo trovarci in difficoltà per avere regalato armi e attrezzature agli ucraini e non averne per noi.

      "Mi piace"

    • Concordo pienamente! C è gente con la testa imbevuta di propaganda Usa ! Gente che vede film e se lo proietta nei sogni/ incubi notturni dopo aver mangiato/bevuto e inalato roba pessima !! Ci sono anche i religiosi che aspettano i cavalli cosacchi abbeverarsi nelle fontane del Vaticano .etc ( che fra poco saranno anche vuote)

      "Mi piace"

  2. sono certo che il centrosinistra prenderà una bastonata epocale perchè la maggioranza del popolo di sinistra si asterrà dal voto perchè Letta è poco piu che un chierichetto, e adesso il popolo è “ateo” politicamente ed è stanco di fandonie e barzellette. (come a giggino)

    Piace a 1 persona