Ucraina, G7: “Obiettivo Zelensky è ritiro totale della Russia”

Il comunicato diffuso al termine del summit virtuale: “Con invasione Putin copre di vergogna la Russia. Impegno per eliminare gradualmente la dipendenza dall’energia”. Scholz: “Non vincerà, Kiev prevarrà”

(adnkronos.com) – Durante l’incontro virtuale con i leader del G7 “il presidente Zelensky ha sottolineato la forte determinazione dell’Ucraina a proteggere la propria sovranità e integrità territoriale e ha affermato che l’obiettivo finale dell’Ucraina è garantire il pieno ritiro delle forze militari russe dall’intero territorio nazionale“. Lo si legge nel comunicato diffuso dalla Casa Bianca al termine del meeting virtuale sull’Ucraina. A Zelensky i leader del Gruppo dei 7 hanno “assicurato la nostra piena solidarietà e il nostro sostegno per la coraggiosa difesa della sovranità e dell’integrità territoriale dell’Ucraina e per la lotta per un futuro pacifico, prospero e democratico entro i confini internazionalmente riconosciuti”.

77 anni dopo la fine della Seconda Guerra Mondiale in Europa “il Presidente Putin e il suo regime ha deciso di invadere l’Ucraina in una guerra di aggressione non provocata contro un Paese sovranoLe sue azioni coprono di vergogna la Russia e i sacrifici storici del suo popolo. Con questa invasione e le sue azioni in Ucraina, la Russia ha violato il diritto internazionale, in particolare la Carta dell’Onu, concepita dopo la Seconda Guerra Mondiale allo scopo di risparmiare alle generazioni future il flagello della guerra”, si legge in uno dei punti del comunicato diffuso dalla Casa Bianca.

“Il G7 e l’Ucraina sono uniti in questo momento difficile. Restiamo uniti nella nostra convinzione che il presidente Putin non debba vincere la sua guerra contro l’Ucraina“, prosegue la nota. “Lo dobbiamo alla memoria di tutti coloro che hanno combattuto per la libertà durante la Seconda guerra mondiale”, si legge.

Ci impegniamo a eliminare gradualmente la nostra dipendenza dall’energia russaanche eliminando gradualmente o vietando l’importazione di petrolio russo“, si legge ancora. “Il nostro pacchetto senza precedenti di sanzioni coordinate ha già ostacolato in modo significativo la guerra di aggressione della Russia”, sottolineano i paesi del G7, annunciando che “continueremo a imporre costi economici severi e immediati al regime del presidente Putin per questa guerra ingiustificabile”. Per quanto riguarda lo stop all’energia russa, “ci assicureremo di farlo – si legge – in un modo tempestivo e ordinato, che dian al mondo il tempo necessario per assicurarsi forniture alternative. Nel farlo, lavoreremo insieme e con i nostri partner per garantire forniture energetiche globali stabili, sostenibili e prezzi accessibili per i consumatori, anche accelerando la riduzione della nostra dipendenza globale dai combustibili fossili”.

Oltre al fronte energetico, il G7 intende adottare “misure per vietare la fornitura di servizi chiave da cui dipende la Russia”, continuare ad “agire contro le banche russe” e proseguire negli “sforzi per respingere i tentativi del regime russo di diffondere la sua propaganda”. Il Gruppo dei 7 s’impegna anche a “imporre sanzioni a ulteriori individui“.

“Insieme alla comunità internazionale, noi, il G7, abbiamo fornito e assicurato dall’inizio della guerra un sostegno aggiuntivo che supera i 24 miliardi di dollari, sia in termini finanziari che materiali“, sottolinea la nota.

I leader del G7 annunciano anche che “nelle prossime settimane, aumenteremo il nostro sostegno finanziario collettivo a breve termine per aiutare l’Ucraina a colmare le lacune finanziarie e fornire servizi di base alla sua popolazione, sviluppando al contempo meccanismi per sostenere la ricostruzione a lungo termine, in collaborazione con le autorità ucraine e le istituzioni finanziarie internazionali”.

“Chiediamo a tutti i partner di unirsi al nostro sostegno al popolo ucraino e ai rifugiati e ad aiutare l’Ucraina a ricostruire il suo futuro”, aggiunge il comunicato del G7.

SCHOLZ: “PUTIN NON VINCERA'”

L’Ucraina prevarrà sulla Russia così come la libertà ha prevalso sulla dittatura nazista nel 1945. Così il cancelliere tedesco, Olaf Scholz, nel discorso televisivo in occasione della Giornata della Vittoria, il 77° anniversario della fine della seconda guerra mondiale in Europa.

“Non posso dirvi oggi quando e come finirà la crudele guerra della Russia contro l’Ucraina”, ha detto Scholz. “Ma una cosa è chiara, non dovrebbe esserci una pace dettata dalla Russia. Gli ucraini non lo accetteranno, e nemmeno noi”.

Il cancelliere ha ricordato che “l’eredità dell’8 maggio” per il suo paese deve essere quella di aiutare a garantire che non ci saranno mai più genocidi o tirannia in Europa e ha aggiunto: “Sono profondamente convinto. Putin non vincerà la guerra”, “l’Ucraina vuole prevalere. La libertà e la sicurezza vinceranno, proprio come la libertà e la sicurezza hanno trionfato sulla servitù, la violenza e la dittatura 77 anni fa”.

“Falsificare la storia è vergognoso”, ed è quello che fa Putin equiparando la propria “barbarica guerra di aggressione” alla lotta contro il nazionalsocialismo, “è nostro dovere affermarlo chiaramente”, ha continuato il Cancelliere.

In linea con i precedenti messaggi dei leader tedeschi del dopoguerra dell’8 maggio, Scholz ringrazia le forze alleate per la sconfitta della Germania nazista e afferma che il suo paese ha un debito sia con la Russia che con l’Ucraina, che hanno subito milioni di vittime durante la seconda guerra mondiale. “Putin vuole sottomettere l’Ucraina, distruggendone la cultura e l’identità… [e] persino equipara la sua barbara guerra di aggressione alla lotta contro il nazionalsocialismo. Questo è falsificare la storia e malizioso. È nostro dovere affermarlo chiaramente ”, ha detto il cancelliere.

Categorie:Cronaca, Mondo

Tagged as: , , ,

15 replies

  1. “il Presidente Putin e il suo regime ha deciso di invadere l’Ucraina in una guerra di aggressione NON PROVOCATA contro un Paese sovrano. Le sue azioni coprono di vergogna la Russia e i sacrifici storici del suo popolo”

    Che faccia da qlo.
    Infinita.

    Piace a 3 people

  2. A parte di maio che di sicuro si beve tutte le cazzate che gli raccontano gli americani. Questi mentono sapendo di mentire, come ci si può sfidare di simili personaggi

    "Mi piace"

  3. E così questi invocano la vittoria sul nazismo quando la Russia sta combattendo un regime nazista come l’Ucronazia?

    Orwell scansete.

    Putin, ti prego: CHIUDI I RUBINETTI.

    Hanno rotto veramente le 00 con questa follia.

    Piace a 2 people

      • a te risulta che dopo Putin il PIL della Russia sia andato in peggiorando?

        Mentre da noi hanno assolto persino quei 4 cani che hanno distrutto MPS.

        "Mi piace"

  4. No, ma poi sono gli Usa che ci hanno liberato dal nazismo, mica i Russi… 🤥
    Gli americani sono PASSATI da noi giusto per mettere le zampe sul mediterraneo, fare campagna acquisti e salvare gli amici inglesi, mica per noi.
    Se non c’era l’URSS a battere Hitler…
    Agli USA i nazisti, diciamolo, non hanno mai fatto schifo e si vede ANCORA.
    Se ne sono imbarcati una cifra allora e ora li stanno addirittura glorificando, gli eroi dei miei cgln.

    Piace a 3 people

  5. In Occidente è l’assenza di integrità interna e vitalità che ha permesso alle cose di entrare in uno stato così avanzato di malattia sociale e politica cronica,

    Lo psicologo e filosofo Erich Fromm ha pubblicato il libro “To Be or To Have?” (Avere o Essere?) nel 1976, è un libro di un’ attualità inquietante per certi versi, quasi profetico.
    Sostiene che gli esseri umani possono esistere nel modo di essere o nel modo di avere. Il modo di avere porta all’avidità, alla violenza e alla guerra. Abolire la guerra per sempre, richiederebbe almeno che la maggioranza delle persone viva nel modo di essere.

    Piace a 1 persona

  6. Allora poniamo che Putin non invada l’Ucraina e accetti l’entrata di essa sia nella Nato sia nell’UE,ovviamente senza condizioni perché lui è un dittatore e non può chiedere nulla a noi buoni,poi appunto i buoni che sono anche esportatori di libertà e democrazia incominciano a piazzare le loro basi(ovviamente solo per scopo difensivo) a ridosso del territorio russo creando una situazione pericolosissima ,ma solo perché (ricordiamolo sempre ) dall’altra parte ci sta un dittatore (a casa sua però).
    Ricorda qualcosa???

    "Mi piace"

  7. Draghi in tournée elettorale a Washigton come candidato alla Presidenza NATO, E l’Italia? E l’Ucraina? Questioni di secondaria importanza.

    "Mi piace"

  8. Crederò a Zelensky quando avrà bloccato i gasdotti russi e avrà smesso di comprare gas dalla Russia.
    E perché poi quello che non vuole fare lui lo dovremmo fare noi?

    "Mi piace"

  9. se non fosse ancora sufficientemente chiaro

    “La società americana Lockheed Martin intende raddoppiare il numero di sistemi missilistici anticarro
    Javelin prodotti, forniti di recente anche all’Ucraina.
    Lo ha affermato il CEO James Tyclet in un’intervista domenicale con la CBS .

    “In questo momento, la nostra capacità [di produzione] è di 2.100 missili Javelin all’anno.
    Stiamo cercando di portare questo numero fino a 4.000 all’anno e ci vorranno diversi mesi, forse anche
    un paio d’anni per raggiungere questo obiettivo, perché dobbiamo anche forzare il lancio della nostra
    catena di approvvigionamento”

    segue quella di un ex dell’intelligence usa che parlava delle difficoltà che avrebbero trovato gli ucraini
    a dover usare armamento americano, soprattutto quello pesante, data la mancanza della catena
    della manutenzione che in alcuni casi diventa necessaria dopo un breve utilizzo
    parlava di un paio di settimane
    carenza di pezzi di ricambio e personale specializzato

    ricollego ciò al discorso del cambio degli armamenti in Europa dopo le generose donazioni
    dell’attuale in uso per gli amici ucraini, cambio che legherà gli eserciti, mani e piedi, alle volontà
    e maestranze americane che, strano a dirsi, vorranno pure essere pagate lautamente

    dedicato a quelli che si domandano come fanno ad avere un disavanzo tale e a state in AAA

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...