Ma non doveva andare tutto bene?

(Pietrangelo Buttafuoco) – Mai come in questi giorni – in queste ore – la precarietà impregna di sé ogni piccolo proposito. Qualunque “ci vediamo tra poco” inciampa nella impossibilità. Tra positivi, contatti ravvicinati, starnuti e colpi di tosse è vano programmare anche la passeggiata col cane. Ci si rintana. Se poi ci si affaccia alla finestra, scorgendo – inevitabilmente scolorito – il fu squillante slogan “Andrà tutto bene”, l’effetto non può che essere beffardo. Come un secolo fa leggere “Meglio vivere un giorno da leone che cento da pecora” – scritta dai fanti del Carso – per ritrovarsi oggi gregge. Ma senza immunità. A suprema beffa.

2 replies

  1. Questa cosa ha portato un male di pazzi, non ne parliamo poi del “ne usciremo migliori”. Meglio cancellarle dalla nostra memoria

    "Mi piace"