Il metodo Singapore

(di Massimo Gramellini -corriere.it) – Dall’8 dicembre, a Singapore, i non vaccinati che si ammalano di covid dovranno curarsi a spese proprie. Le viscere applaudono: perché pagare la terapia intensiva a chi rifiuta di proteggersi? Ma il cervello, organo dirigente delle democrazie (ultimamente un po’ in crisi, come le democrazie) rimane perplesso. Se passa il principio che ai benefici della sanità pubblica può accedere solo chi ha preso ogni precauzione per non ammalarsi, si rischia una strage. Come la metteremmo con il mangiatore compulsivo di dolci afflitto da diabete, con il fumatore accanito a cui venisse riscontrato un cancro ai polmoni e con il bevitore seriale aggredito da una cirrosi epatica? E un medico che si vedesse arrivare al pronto soccorso il ferito di un incidente automobilistico, prima di steccargli la gamba dovrebbe chiedergli se è passato col verde o col rosso? Anche a voler introdurre una pericolosissima Salute Etica, in molti casi sarebbe oltremodo difficile stabilire una correlazione certa tra i comportamenti del malato e la malattia.

La convivenza sociale è un esercizio di assistenza continua nei confronti delle minoranze, soprattutto di quelle che più ci stanno sulle scatole, perché si basa sul presupposto sanamente egoistico che prima o poi in una di quelle minoranze potremmo finirci anche noi. Rifiutandosi di vedere le ricadute delle sue scelte sugli altri, il no vax è l’asociale per eccellenza. Qualcuno pensa davvero che il modo migliore per convincerlo a cambiare consista nel diventare come lui?

18 replies

  1. lo so che stiamo estremizzando, ma possibile che i co…ni siamo solo noi? Un pò di servizi sociali, nel ramo specifico, essi diventeranno i migliori (spero) veicoli a nostro pro.

    Piace a 1 persona

  2. Notare che Gramelot è perplesso perché Singapore oggi non è modello di democrazia (e non si capisce perché dovrebbe esserlo), mentre due mesi fa il turkmenistan con l’obbligo vaccinale era da prendere a modello di democrazia (e non si capisce perché).

    Piace a 2 people

  3. Solito problema… Simpson.
    Invito a cercare il PIL pro capite di Singapore – terzo al mondo- ed immaginare le assicurazioni private che vengono fatte… Altro che SSN italiano che ti “cura” lasciandoti per giorni in barella e “scegliendo” chi curare perché non c’è posto per tutti.
    Ma tutto serve per la propaganda, ormai vergognosa. Insomma, non vaccinati, morite tutti e non ne parliamo più. A questo vogliono arrivare. C’è già tanta violenza in giro che ormai c’è da aspettarsi solo qualche accoltellamento tra vaccinati e non, ma solo se Italiani ( riguardo agli altri…mistero assoluto).
    Al peggio non c’è fine.

    La sapete sapere l’ultima? In giardino ho da sempre una piccola mangiatoia per uccellini. Vengono ogni giorno passeri, cincie, capinere… tutte creaturine piccole che mangiano e vanno. Ieri mi ha suonato una vicina – che per altro abita lontanuccio- dicendo che dovevo mettere via la mangiatoia perché ” c’è l’aviaria in giro”. Hai voglia di spiegare cosa sia l’ aviaria, come ci si infetta e che non passa da uomo a uomo, nulla da fare. Ovviamente la mangiatoia rimane dov’è, ma mi sono fatta più di un nemico…

    "Mi piace"

    • ma se le fa il salto di specie (sempre possibile, eh!) proprio a casa sua?
      ha voglia, dopo, a spiegare a Trump, Biden, e al Fonzie inglese, che lei non è cinese

      Piace a 1 persona

      • Ci sono stati in questi anni gli episodi di aviaria negli allevamenti del nostro Paese, ma al massimo una notizietta in cronaca, per timore che le persone non mangiassero di più pollo; adesso notizia in ogni Tg. Proprio in questo momento in cui la gente è già spaventata e non capisce più nulla.
        Intanto le farmacie si stanno attrezzando per “offrire anche il servizio Bancomat”. Un “servizio pubblico”come le vaccinazioni . Come sono buoni loro!
        La medicalizzazione della vita sta avanzando in gran fretta, le farmacie comeuogo di risoluzione di ogni problema. Sono drogherie, profumerie, negozio di giocattoli, centro di prenotazione, centro vaccinale, … ed ora anche Bancomat. Tutta la vita, tutto il benessere, in una farmacia… un messaggio che più chiaro di così…
        ( Ma se chiedi un consiglio riguardo il farmaco che acquisti aprono la scatola e leggono il bugiardino…)

        "Mi piace"

    • La tua vicina dovrebbe essere contenta invece!
      La presenza di passeri , cincie e capinere e’ segno di biodiversità e di un ambiente non messo poi così male.
      Gianni

      Piace a 1 persona

  4. Parte di quella gente che è tornata da Medjugorje ha contratto il virus, sono andati un po’ da tutte le regioni, anche dalla Sardegna, anche i non vaccinati, ma con un tampone fatto prima di partire, lì l’hanno contratto e sono tornati infettati…ci sarebbe da dire con ironia: la Madonna ha fatto il miracolo, li ha puniti!
    Una parte di questi per lo più anziani, sono finiti in ospedale, li cureranno, ma se non ce la faranno sai contento l’INPS!
    A Singapore risparmiano non curando qui possiamo risparmiare sperando, soprattutto se uno se la va a cercare…Non è per essere cattivi, ma non guasterebbe un po’ di prudenza-
    Nell’Europa dell’est sono pochissimi i vaccinati e si rischia molto…

    "Mi piace"

  5. Metti in correlazione comportamenti dall’esito completamente diverso. È vero che la salute di ogni individuo risente del comportamento personale, tipo alcool, tabacco, alimentazione ecc, però non si tratta di malattie infettive.
    Lo capisci, gramellini? C’è anche uno specifico articolo del c.p. al riguardo:

    L’epidemia è prevista dall’art. 438 c.p., che punisce: “Chiunque cagiona un’epidemia mediante la diffusione di germi patogeni…”.

    Capisci la differenza, gramellini?
    Nessuno mi può punire se fumo (nei luoghi deputati) o se mi strafogo di bignè; se provoco contagi la musica cambia. Spero di esserti stato di aiuto.

    Piace a 2 people

    • Forse sarebbe anche il caso di capire che i non vaccinati non sono contagiosi di default, lo sono solo alcuni. Nessuno può provare che un contagio – che si manifesta giorni dopo l’eventuale contatto – sia stato causato da qualcuno non vaccinato, da qualcuno vaccinato ma con la protezione ormai blanda o da qualcuno vaccinato ma che non è mai risultato coperto in alcun modo.
      Quindi non si può certo tacciare un non vaccinato di procurata pandemia. Occorre riflettere, c’è già troppa confusione in giro.

      "Mi piace"

      • Appunto, troppa confusione . Se si chiarisse e si stabilisse, che chi potendolo (e ora scuse nn ce ne sono, i vaccini sono disponibili) non si vaccina, se si ammala di COVID le cure le paga di tasca sua, vedresti quanti di colpo diventano fan delle vaccinazioni. Troppo comodo giocare gratis non solo con la propria salute ma anche con quella di tutti

        "Mi piace"

    • Dovrebbe valere anche per te, Bugsyn,

      Un fanatico sostenitore dei vaccini che non capisce nulla di etica e tanto meno di diritti individuali.

      "Mi piace"

  6. Gentile @bugsyn, si chieda come mai non c’è l’ obbligo vaccinale ed avrà la sua risposta.
    Attenzione a chiedere follie di questo genere, siamo nel Paese del benaltrismo: ci vorrebbe un attimo a passare dal “i non vaccinati pagano” a “i fumatori pagano”, “gli obesi pagano”, “chi procura gli incidenti paga”, e soprattutto “i consumatori di alcool e droghe pagano” – fenomeno che sta dilagando tra i minori indisturbato: fa girare un sacco di soldi – e che è molto più pericoloso del Covid, ecc…
    Si paga già abbastanza di tasca propria se si vuole un trattamento decente, in questo Paese.

    C’è un sermone, poi poesia di Brecht, che piace molto “a sinistra” ma che viene citata solo quando si parla di immigrati e rom: “Prima vennero”.
    “Prima vennero a prendere… e fui contento perchè…”
    Occorrerebbe estenderla a qualsivoglia categoria , in questo caso:
    “Prima tolsero le cure ai non vaccinati, e fui contento perchè…”
    Oppure:
    “Prima impedirono di manifestare ai contrari al green pass e fui contento perchè…,”

    Credo che prima di auspicare qualsivoglia demonizzazione, qualsivoglia punizione nei confronti dei diritti di determinate categorie di persone – non parlo ovviamente del singolo che delinque o infrange la legge – facendo di tutta l’ erba un fascio, occorrerebbe riflettere e metterla in poesia. Soprattutto quando si tratta di argomenti sensibili come la salute, e di cure già tanto precarie, spesso ormai quasi inesistenti, per molti in questo paese.

    "Mi piace"

  7. Il paragone coi fumatori che si ammalano di cancro non regge. Innanzitutto il fumatore sceglie consapevolmente di fumare e di pagare le sigarette: lo Stato, coi soldi che ricava dalla vendita dei tabacchi, ci paga anche la Sanità comprese le cure per il cancro. Inoltre, chi fuma, eventualmente il cancro se lo procura da solo, non lo fa venire agli altri, visto che in Italia – fortunatamente! – fumare in pubblico è vietato. Io sono favorevole al metodo Singapore. Lo Stato deve garantire il Diritto alla Salute a tutti perché è un Diritto Costituzionale, ma se qualcuno vuole rovinarsela ma SOPRATTUTTO mettere a rischio la Salute degli altri, lo Stato ha il diritto a rivalersi delle spese sostenute contro costoro. Del resto se tu fai un incidente in auto e non indossavi le cinture di Sicurezza, voglio vedere se l’Assicurazione di paga!

    "Mi piace"

    • Eccerto, nei luoghi PUBBLICI.

      Ma non in quelli privati, o pensi che salgano su di una montagna prima di accendere una sigaretta?

      E per gli alcolici, che mi dici? dove sono i divieti di consumo, che fanno baldoria tutta la notte nei centri urbani?

      E gli alcolizzati sono tra i principali provocatori di incidenti e risse.

      Ma la gente come te, da quale bettola esce fuori?

      "Mi piace"

  8. Gentile @Lantan, era solo un esempio per evidenziare il fatto che se si inizia con certe “iniziative” si può non sapere come si finisce.
    E il discorso potrebbe – attenzione, però! – avere qualche giustificazione se fossero solo i non vaccinati a contagiare ma ormai ben si sa che anche i vaccinati possono farlo e che molti vaccinati o non sono mai stati protetti o hanno una protezione in scadenza e troppo blanda. A dire la verità si sapeva fin dal principio, ma era tutto un “in sicurezza” e un “immunizzati”. Ora l’evidenza non può più essere negata.
    Io, da vaccinata “critica”( non mi sono mai aspettata granché e continuo con distanziamento e mascherina più che posso) temo molto i vaccinati “acritici” ed troppo fiduciosi. Li vedo assembrarsi come prima e più di prima e sto alla larga. Non sono affatto contenta di aver avuto ragione fin dall’inizio.

    "Mi piace"