Vittorio Feltri: “La dittatura della minoranza”

(Vittorio Feltri – Libero quotidiano) – In Italia c’è un nuovo nemico che eccita gli animi di una fetta di popolazione: il Green pass, un documento necessario alle persone per certificare di aver ricevuto il vaccino anticovid. Chi non lo può esibire perché non si è immunizzato non può frequentare locali pubblici né recarsi al lavoro, in quanto rischia di infettare i propri simili.

Da notare che in Italia l’ottantacinque per cento dei cittadini si è fatto iniettare le dosi salvifiche, pertanto coloro che non si sono avvantaggiati dell’antidoto costituiscono una netta minoranza. Essi per essere autorizzati a circolare liberamente in ogni luogo debbono sottoporsi ogni 48 ore al tampone che dimostri l’assenza della malattia.

Questa è la legge e non mi sembra un abuso di autoritarismo: è un’espressione concreta di buon senso. Ma i non vaccinati protestano vibratamente perché pretendono che il succitato tampone sia gratuito. E minacciano scioperi che limiterebbero le attività economiche. I portuali in particolare dichiarano dies sere pronti a incrociare le braccia. Se realizzassero il loro intento rischierebbero di non ricevere la paga per la durata della loro assenza dal lavoro.

Il che non mi pare una buona idea. Indubbiamente doversi pagare il tampone ogni 48 ore non è divertente: da questo punto di vista capisco il loro cattivo umore. Tuttavia a costoro consiglio di farsi vaccinare (operazione che avviene gratis) il che consentirebbe di ottenere immediatamente il famoso Green pass e di non avere più problemi per svolgere ogni attività, senza dover sborsare quattrini allo scopo di sottoporsi al periodico tampone.

Ci vuole tanto per afferrare questo concetto elementare? Il vaccino non è lesivo come un colpo di pistola alla nuca. Si tratta di una punturina innocua che garantisce di non finire all’ospedale o peggio al cimitero. Forza ragazzi, datevi una mossa e che sia finita questa storia assurda. Il costo del vaccino è a carico dello Stato e non grava sulle vostre tasche. È già un bel vantaggio. Chiedere con prepotenza che anche i tamponi siano a spese dell’amministrazione pubblica è un atto di insopportabile arroganza. Significa costringere il governo a recuperare i capitali necessari tramite un aumento delle tasse, che gravano poi sul bilancio della comunità, la quale ovviamente si arrabbia.

È assurdo pensare che per accontentare gli avversari del Green pass si debba forzosamente incidere in modo negativo sui cittadini che con disciplina si sono fatti immunizzare secondo le regole imposte saggiamente da Palazzo Chigi. Cari ribelli, mettetevi in testa che la battaglia contro il virus non è una partita di bocce: chi perde non versa una bottiglia di vino, ma la vita, e pure voi col vostro atteggiamento neghittoso vi predisponete alla vita, ma a quella eterna. Le vostre scelte scellerate sono oltretutto illogiche.

27 replies

  1. Feltri come Sallusti sono personaggi del male
    Io penso esattamente l’opposto

    IL CONNUBIO TRA VACCINI E SCHIAVITU’- Viviana Vivarelli.
    Non è difficile vederlo. Quando il potere sbaglia per eccesso, per furia, per rapidità, per ferocia. il suo gioco si smaschera e le sue menzogne diventano evidenti. E’ sempre stato l’intento del neoliberismo: una razza padrona di pochi multimilionari che schiavizzano il resto della popolazione togliendo loro denari e diritti e manipolando i loro comportamenti con un potere sempre più subdolo e malefico.
    Il neoliberismo si è esteso ma è fallito. Ha realizzato sì il potere di pochi su molti, ma ha rovinato il pianeta, ha prodotto il cambio climatico, ha ridotto alla miseria interi continenti, non ha raggiunto la felicità, ha indotto una rovinosa crisi bancaria, ha messo in moto il disastro di una Borsa dominata da meccanismi virtuali impazziti, ha messo nelle mani di pochi spaventose ricchezze che non sanno nemmeno più come impiegare, non sa più chiudere la crisi del petrolio… e ora davanti ai propri disastri non riesce più a fermare la macchina infernale come un apprendista stregone che ha evocato le forze del male e ora può andare solo in una direzione.
    Il pianeta intero sta morendo e il neoliberismo stesso si rende conto del proprio fallimento, mentre tra i popoli cominciavano a manifestarsi i segni di una reazione contraria, fatta di gente che non crede più alle illusioni neoliberiste e si prepara a rovesciare i vecchi governanti e i vecchi partiti ridotti a una massa omogenea e collusa, mentre si sgretolano le maschere create loro dai media.
    Ed ecco che a quel punto, quando la macchina stava per esplodere, è scoppiata la pandemia che ha dato ai potenti uno strumento nuovo per ridurre qualunque rivoluzione e riportare ogni reazione non desiderata sotto le leve del potere.
    Draghi ha anticipato tutti col suo obbligo vaccinale, colpendo proprio il punto più dolente dei neoliberismo: il mondo del lavoro, quelli che, per la vita che fanno e per le privazioni subite, meno credono alle sirene neoliberiste e sono stati più compressi dalla sua famelica sete di potere. E il neoliberismo ha agito potentemente dividendoli tra vaccinati e No vax, in modo da spostare l’attenzione da se stesso a una faida dei dominati, agendo con un esercito di media a senso unico, che hanno fomentato l’odio contro i No vax, come lo strumento primo di dominazione, esagerando, al punto che gli stessi vaccinati hanno cominciato a capire che il nocciolo delle restrizioni e di diktat non stava nella prevenzione sanitaria, ma era un nuovo mezzo che il potere stava usando per calpestare la Costituzione, le libertà fondamentali, i diritti dell’uomo.
    E nello stesso tempo la pandemia è stata usata come nuovo strumento dei più ricchi, la casta politica, le grandi imprese, le multinazionali, i gruppi bancari, per rimandare qualunque possibile rivoluzione, mettere gli uni contro gli altri, paralizzare i popoli con la paura.
    La lotta al Covid ha sostituito la vecchia lotta al nemico, con gli stessi identici scopi: coartare l’uomo, renderlo debole, dominarlo e vincerlo, farne un pupazzo nelle mani di potenti annoiati ma famelici e pronti a tutto pur di non perdere la loro posizione di dominio.
    Che in Italia questa repressione sia stata attuata attraverso il banchiere dei banchieri è la rappresentazione più esaustiva di quanto sto dicendo, un personaggio gelido, abituato a governare una banca, che non capisce niente di libertà popolari, di diritti umani e civili, di Costituzione, o al quale comunque parole come valori, principi, ideali non significano niente.
    E che il M5S o i movimenti popolari simili, che potevano rappresentare l’unico nemico, la cosa a lui opposta, siano stati ricattati, prestamente domati, annichiliti è solo il primo atto di una guerra del Capitale contro il mondo dei poveri. Ma è solo il primo atto. E io credo che questa guerra non sia finita qui.

    "Mi piace"

    • “Il neoliberismo si è esteso ma è fallito”. Fallito proprio un bel niente. Il neoliberismo ha confermato gli assunti di fondo del Capitalismo e quindi ha brillantemente vinto. Migliorare qualcosa per tutti non e’ mai stato una preoccupazione del Neoliberismo, semmai il contrario; i pessimi risultati non sono che gli effetti del Capitalismo “per tutti gli altri”.

      "Mi piace"

    • infatti
      c’è un errore nella logica portata avanti dall’informazione e dalla vulgata popolar

      l’esclusione di chi non ha il GP si dovrebbe fondare sul fatto che loro rischiano di più
      al contrario (si spera) di coloro che invece, avendo fatto il vaccino, pur infettandosi
      e contagiando l’altrui vaccinato, è in una condizione di rischio basso o moderato per entrambi.

      non so perché non venga spiegata in questo modo, che è l’unico logico.

      "Mi piace"

      • dimenticavo
        l’unico GP è quello della vaccinazione rilasciato dopo 15gg dalla 2a dose (per i vaccini a due dosi)
        l’altro, quello dei tamponi, per me è una misura una tantum per situazioni specifiche
        dove è necessario provare la non infezione corrente,
        utilizzata come viene utilizzata qui, è invece una truffa che si risolve con una estorsione monetaria
        lasciando nei problemi coloro quelli che vi si sottomettono

        "Mi piace"

  2. Viviana.Penso che se in Italia ci fosse veramente una dittatura molti.no.vax al.eno che non assaltino un pronto soccorso o la sede di un sindacato sono liberi di circolare e di esprimere le loro idee senza nessuna conseguenza penale
    Quindi parlare di dittatura è semplicemente ridicolo.Poi il green pass ha molti aspetti criticabili.Io lo limiterei per certi tipi di servizi pubblici e privati educativi e sanitari. Io sono vaccinato e non mi sento schiavizzato dalle multinazionali del farmaco né da presunti complotti massonici e neoliberista.Io mi sento partecipe di una comunità attiva e solidale che si autoprotegge e tutela più deboli.E quando leggo che i vaccini modificano il.dna mi chiedo come cervelli consapevoli credano a questa panzana smentita dalla comunità scientifica internazionale

    Piace a 3 people

    • Vitaliano, ma quando gente come te la pianterà di essere così ridicola?

      L’hai letto l’articolo di MT sui fascisti NON di forza nuova?

      Bene, leggitelo.

      Magari capisci qualcosa una volta tanto.

      "Mi piace"

  3. Nessuno si è accorto della notizia, pubblicata su “il Fatto”, del costo dei tamponi al prezzo “politico” di 15,00 euro? Ai farmacisti costano 2,00 (DUE) euro!!!! A proposito di “caste”… quella dei farmacisti è tra le peggiori perché specula proprio sulla salute… provate a chiedere uno sconto in farmacia…

    "Mi piace"

  4. Sm.Ho letto l’articolo del fatto.Mi sa che hai il.cervello pieno di complotti e non riesci a capire quello che leggi.Questo governo fa schifo .Che cosa c’entra questo col fatto quotidiano che il vaccino al momento è l’unico rimedio contro il covid?E allora Travaglio vaccinato e che dichiara che farebbe anche la terza dose è un servo sciocco delle multinazionali?Il fatto mette in discussione giustamente il green pass e ritiene però che in certi settori tutti dovrebbero essere vaccinati.Certo nessuno è più cieco di chi non vuole vedere.Leggi meglio .Il complotto sei tu

    Piace a 1 persona

  5. Nessuno si pone il problema di come mai siamo l’ unico Paese con la vaccinazione obbligatoria per tutti i lavoratori? Anzi, meglio: obbligatoria all’ italiana: se vuoi mangiare vaccinati … ma puoi sempre “scegliere” di morire di fame.
    Tutti scemi e novax altrove?
    Eppure stiamo sempre a guardare in casa altrui (quando conviene…)

    "Mi piace"

  6. Per Feltri occorre “spezzare le reni” ai novax? Non è l’ unico a pensarlo, a proposito di fascismi.

    Peccato che anche Travaglio cada nell’ excusatio non petita: perchè per esporre il proprio pensiero occorre sempre mettere le mani avati e dichiarare di essere vaccinati ( e anzi, di gradire la terza dose, la quarta…), tra l’ altro una informazione sensibile?
    Così ci hanno ridotti? Neppure il buon Travaglio se ne accorge?

    "Mi piace"

  7. Parlare di dittatura in relazione all’impostazione del GP è esagerato.

    Chi ne parla lo fa solo per antipatia (condivisibile, per carità) verso il governo Draghi.
    E questo è un atteggiamento da italioti, non da cittadini consapevoli e ligi al dovere.

    Il fascismo è una cosa seria, gridare al lupo al lupo quando non serve è rischioso.

    Faccio notare che il diritto a non vaccinarsi senza rischiare troppo, i no vax lo hanno acquisito solo perché la stragrande maggioranza degli italiani il vaccino se lo è fatto.

    Sono proprio i sì vax che hanno consentito ai no vax di trovare liberi posti in terapia intensiva.

    Sembrano scrocconi più che fieri difensori della libertà.

    Io capisco chi ha paura del vaccino e non se lo fa (e mai lo costringerei a farlo) ma non sopporto coloro che lo rifiutano sulla base di un calcolo.

    Questo è un Paese di diritti e libertà negate.
    Questi coglioni da GP sviano l’attenzione su questioni ben più importanti.

    La nostra società è in declino, neanche le proteste sono più quelle di una volta.

    "Mi piace"

  8. Carolina.Negli ospedali in.terapia intensiva finiscono i non vaccinati.Non ti basta
    E il fatto che la maggioranza è vaccinata protegge anche te cara Carolina
    La paura del vaccino è la versione adulta della paura del lupo cattivo da bambini.Vi farebbe bene un anno.da Al Sisi in Egitto.Forse capireste cosa è una dittatura.

    Piace a 1 persona

    • Gentile Vitaliano, io non ho alcun bisogno della “protezione degli altri”. Stando ai suoi parametri (chi si vaccina è protetto) essendo vaccinata, e da tempo, per poter muovermi e lavorare, dovrei stare tranquilla. Ma è nel mio carattere, e nella mia formazione, farmi domande, soprattutto quando vedo seminare certezze
      Intanto vorrei vedere i “numeri” (veri) dei morti non vaccinati (per quale motivo e di quale età) e non generica propaganda. Mi preoccupa molto, al contrario, il comportamento dei vaccinati: anche quelli della prima ora (con copertura – ammesso che ci sia stata – in scadenza o scaduta da un pezzo) “tornano a vivere ” come prima e più di prima, assembrandosi senza regole alla prima occasione “tanto sono immunizzati”.
      Non sono invece “immunizzati” per nulla. Io cerco di muovermi il meno possibile, ho rinunciato a molti incarichi per lavorare da casa (naturalmente guadagno molto meno) esco solo con l’ FFP2 e se sono costretta a restare per ore a stretto contatto con i clienti (ma cerco di evitare) uso l’ FFP3. Penso che il distanziamento, le mascherine e l’ igiene siano molto più pereformanti dei vaccini, soprattutto di questi che ancora continuiamo ad usare, “costruiti” sul virus del 2019.
      Penso inoltre che il calo della curva pandemica sia dovuto, oltre alle vaccinazioni, ai presidi ed alle attenzioni che tante persone continuano ad usare, oltre al fatto che il tempo passa e nessuna epidemia è eterna.
      Quindi, mi creda, non devo ringraziare alcuno. Anzi, forse qualcuno deve ringraziare me, le mie attenzioni ed il mio sacrificio economico. Che per fortuna mi posso permettere, sono consapevole che altri non possono farlo, purtroppo.

      "Mi piace"

  9. Ma lo avete letto l’editoriale di Travaglio?
    Ma lo vedete il modo di comandare di Draghi?
    Ma vi sembra davvero democrazia quella che accade?
    Ma davvero credete che i diktat di Draghi imposti e non contestati da nessuno in un Parlamento dove non esiste una opposizione possano denominarsi come democrazia?
    Io trasecolo davanti agi alibi che vi date per rifiutare di vedere l’evidenza?
    Vi hanno clonato il cervello
    se Draghi che dà ordini calpestando i diritti costituzionali e le leggi dell’Ue vi sembra ‘democratico’!!!
    Non lo vedete che è su una strada senza freni per fare di noi carne da macello senza che nessuno lo fermi??
    E credete che su questa strada l’Italia potrà chiamarsi ancora ‘un Paese democratico’ ????

    "Mi piace"

    • @Vibiana
      Viviana, tu non ti sei accorta che siano macellati da anni e non da mesi.
      Forse tu appartieni a coloro che in passato hanno sfruttato il sistema, ed solo ora lo percepiscono come iniquo.
      Ma c’è un sacco di gente, gente povera, che lo ha preso in culo anche grazie a quella finta sinistra alla Montanari (bei discorsetti finto filosofici di gente che non conosce il mondo del lavoro reale e che può solo proporre soluzioni inefficaci ma suggestive per i chiacchieroni di sinistra col culo al caldo) che non può cavare un ragno dal buco per IGNORANZA dei temi trattati.

      Spiegami perché il mondo passato, meno ultraliberusta di quello di oggi secondo te, accetti che un lavoratore di una azienda privata in crisi venga licenziato usufruendo di CIGS e MOBILITÀ come previsto dalla legge (2 anni se hai più di 40 anni, 1 anno se ne hai di meno), mentre se sei ALITALIA diventano 6/7, ti integrano i soldi che con la CIGS non avresti.

      Bei sindacati democratici he?
      Te piace sto presepe?

      Pare di sì, a me invece ha fatto sempre schifo.

      Temo una certa sinistra come i fascisti di destra.
      Sono portatori di iniquità e ingiustizie col loro finto comunismo e finto fascismo.
      Comunisti col rolex, fascisti con la capezza d’oro.
      Due mondi che fanno male come il Berlusconismo.

      La democrazia è minacciata da Draghi e dal GP?
      Ma non ti vergogni di scrivere simili idiozie?

      Abbiamo avuto un premier in odore di mafia che controllava tutti i network privato e pubblici.
      Grazie anche alla tua sinistra bertinottiana e vendoliana.

      E tu gridi al fascista proprio ora?

      "Mi piace"

  10. I gradi della dittatura sono tanti
    Si sa come si comincia e non si sa dove si va a finire
    E se uno non interviene quando si comincia a calpestare le libertà e a ignorare la Costituzione e minimizza quanto accade non solo è cecato ma si prepara anche un futuro da schiavo
    I semi della dittatura bisogna vederli quando ancora non sono diventati quercia

    "Mi piace"

  11. La Costituzione indica con molta precisione quali sono i compiti di Governo e Parlamento. Le leggi le fa il Parlamento in quanto organo di diretta derivazione popolare, il Governo esegue le leggi. Con Draghi invece le leggi le fa il Capo del Governo. E’ vero che anche in precedenza abbiamo avuto un eccesso di decretazione ma almeno i decreti dei leader pecedenti erano fatti in accordo con i Ministri e la Costituzione prescriveva che i decreti nascessero solo in casi di necessità e di urgenza. Ma Draghi non fa decreti pari a leggi ordinarie, fa intere riforme e le fa come le farebbe il banchiere dei banchieri, il capo dell’austerità, il rappresentante della casta di magnati occidentale per gli interessi della casta medesima, casta che non ha ricevuto dagli elettori italiani l’imprimatur per modificare l’Italia a proprio piacimento. Oggi per esempio Draghi ha varato un decreto fiscale. Nessuno ne sa nulla. Nemmeno i Ministri ne sanno nulla e nulla ne sa il Parlamento a cui è demandato solo un voto alla cieca senza discussione, mentre i Ministri, come al solito, se lo vedranno presentare con l’ordine di votarlo senza nemmeno avere il tempo di leggerlo. Quel decreto fiscale Draghi lo ha fatto uin totale solitudine e non per il bene dell’Italia di cui gli importa poco ma per gli interessi di una cricca ristretta di ‘patrimoni’, come se fosse il loro funzionario politico, con lo stesso rapporto che Ghedini ha con Berlusconi.
    E se a voi questa sembra democrazia, vuol dire che della democrazia avete un concetto molto riduttivo e molto anomalo.

    "Mi piace"

  12. A Berghem, alta rigorosamente, è stata vietata la mescita al dott. Affrancato Dal Bisogno, irisultati si leggono.

    "Mi piace"

  13. Feltri sembra come quei “bravi tedeschi” che premurosamente consigliavano agli ebrei di portare il necessario con sè, per affrontare il viaggio verso i lager.

    "Mi piace"

  14. Viviani.Primo punto:non sono d’accordo su questo green pass.Secondo me andava limitato a settori particolari ,sicuramente la sanità .Secondo punto:negare che il vaccino non abbia contribuito ad abbassare la pandemia è ridicolo.Terzo punto:che i vaccini modifichino il DNA è una panzana da terrapiattisti.Terzo punto:sono convinto che comportamenti come i suoi e quelli di tanta gente contribuiscono a migliorare la sua situazione.Quarto punto :questi comportamenti sono il segno di uno spirito collettivo positivo di condivisione e di solidarietà. Quinto punto:il fatto che questo governo faccia schifo non sposta di un millimetro il fatto che vaccinarsi sia giusto e che al momento non ci sono altre soluzioni.Per quanto riguarda degli ospedali è semplice .In larghissima misura in terapia intensiva finiscono i non vaccinati.Cosi è per esempio nella mia zona.Si può anche credere x che i dati siano truccati .E si può anche non credere a nulla e vivere nell’eterno sospetto…Comunque ho apprezzato molto il suo ultimo intervento.Saluti

    "Mi piace"

  15. Occorrerebbe ricordare che ai “bravi tedeschi” gli ebrei da deportare il più delle volte li consegnavano – fisicamente o attraverso la delazione – i “buoni” italiani.
    E’ forse per questa storica “dimenticanza” (tanto i cattivi erano solo loro) che la voglia di totalitarismo da noi non è mai del tutto spenta.
    Tanto, noi, siamo sempre i “buoni”, gli “accoglienti” e quelli nel giusto. I “cattivi”, il nemico, sono sempre gli altri. E questo funziona sia a livello individuale sia a livello di popolo. Lassù lo sanno bene e ci marciano.

    "Mi piace"

  16. ma gratis cosa? e’ tutto pagato con gli introiti della tassazione, miei poveri rimbecilliti

    tu lavori, mi paghi una parte, io ci compro vaccini, tamponi, etc, ti ricatto e se vuoi lavorare e comprare il pane te li devi fare, e con una parte di quello che guadagni ne compro altri, che ti dovrai fare, e cosi’ via

    "Mi piace"