La Sagunto pentastellata

(Dott. Paolo Caruso) – Mai la locuzione latina di Tito Livio del 219 a.c. “Dum Romae consilitur, Saguntum expugnatur” (mentre a Roma si discute Sagunto viene espugnata) è stata così attuale. Di fronte a un problema grave e serio per la stessa esistenza del M5S, ci si perde in chiacchere, in lunghe, inutili e spesso pretestuose discussioni, invece di agire repentinamente e con la massima solerzia; la storia sempre maestra di vita sembra proprio non averci insegnato niente. Sicuramente il processo di contrapposizione è iniziato molti mesi prima, ma non ci si può permettere il lusso di assistere all’evento scontro senza neppure far intervenire “i pompieri” per spegnere fin dall’inizio i primi focolai. Così mentre si discute molto se fosse opportuno applicare lo statuto Conte o no, di fronte a un problema che dovrebbe essere affrontato con decisione e con rapidità si continua a tergiversare, facendo la fine di Sagunto. Un monito quello di Tito Livio che vale per la sopravvivenza del movimento 5 Stelle, che deve adoperarsi in fretta per la formazione di un nuovo progetto politico che affondi le proprie radici nelle fondamenta essenziali del proprio essere. In tutto questo, un eventuale fallimento delle consultazioni 5 Stelle, porterebbe i soliti noti, il Cazzaro verde, il Bomba saudita di Rignano, la fascio pesciaiola della Garbatella, a gongolare avendo ritrovato ossigeno, pronti come avvoltoi a spartirsi i resti di quello che fu il Movimento. La stessa locuzione latina di Tito Livio vale per il governo dei tecnocrati; infatti mentre i pentastellati stanno a discutere, Draghi riesce sempre più a dare spazio agli interessi delle lobby finanziarie, al mondo imprenditoriale, a confindustria e ai desiderata della peggiore destra, di quella destra sovranista e populista che sempre più vede concretizzarsi  la possibilità di guidare il Paese. La soluzione a tutto questo è una ritrovata e concreta coesione dei 5Stelle intorno ad un leader di valore, come potrebbe essere Conte, che sappia imprimere una svolta al movimento e riesca ad incidere, proponendosi con autorità e fermezza nelle scelte del governo dei “Migliori” fino in caso contrario ad uscire dalla attuale maggioranza e passando ad una vera opposizione in antitesi con quella farlocca della Meloni. Si assisterebbe così al riproporsi di un Movimento rigenerato, unica forza politica in grado di potere cambiare realmente il Paese, un Paese vittima della partitocrazia, delle false contrapposizioni ideologiche, di una casta inamovibile legata sempre più agli ambienti finanziari e imprenditoriali, custode  assoluta dei propri privilegi. Solo così i milioni di cittadini che ci hanno creduto continueranno ad alimentare la speranza di un cambiamento possibile, rimanendo ancorati al sogno 5 Stelle.

29 replies

  1. “La soluzione a tutto questo è una ritrovata e concreta coesione dei 5Stelle intorno ad un leader di valore, come potrebbe essere Conte, che sappia imprimere una svolta al movimento e riesca ad incidere, proponendosi con autorità e fermezza nelle scelte del governo dei “Migliori” fino in caso contrario ad uscire dalla attuale maggioranza e passando ad una vera opposizione in antitesi con quella farlocca della Meloni.”

    ” …fino in caso contrario ad uscire dalla attuale maggioranza e passando ad una vera opposizione in antitesi con quella farlocca della Meloni”

    “…fino in caso contrario ad uscire dalla attuale maggioranza e passando ad una vera opposizione in antitesi con quella farlocca della Meloni”

    “…fino in caso contrario ad uscire dalla attuale maggioranza e passando ad una vera opposizione in antitesi con quella farlocca della Meloni”

    …questo si è fatto una canna dopo essersi bevuto un fiasco di vino scaduto in aceto.

    Già hanno detto che Mario vivrà fino al 2023. Come fai a uscire da una cosa che vuoi portare avanti fino a scadenza naturale?

    Misteri della vita.

    Il governo dei MIGLIORISSIMI. Il governo Mario Draghi. Un governo di gente seria e preparata che ha fatto cose serie. E ne farà ancora di più serie: il mose 2, il ponte sopra il ponte sullo stretto per le biciclette e i monopattini elettrici, il nucleare portatile nei barattolini sammontana radioattivi, altri condoni, altre sanatorie, altra evasione fiscale, altre MANGIATOIE a norma di mafia…

    “Il governo dei Migliorissimi”. Al cinema.

    Registi: gigino di maio, Il Padre gentile Conte e il Bollito Grillo.

    Aiuto regia e scenografia: tutta l’altra FECCIA parlamentare. TUTTA.

    Comparse: Una banda di venduti del fu m5s che venderebbero pure il culo, ma solo se ce lo metteranno gli elettori.

    "Mi piace"

  2. A prescindere dal tono poco educato ti consiglierei caro Andrea di analizzare bene quello che ho scritto. Se non sei d’accordo fai una critica costruttiva cercando di esprimere un pensiero magari illuminato. Grazie

    Piace a 1 persona

    • quindi sei tu l’autore di queste STRONZATE? Parlo direttamente con l’autore, quindi.

      Che Onore. Che Onore.

      Non ti viene in mente di rileggere quello che hai scritto prima di pubblicarlo, domanda?

      Il governo Conte NON andrà MAI all’opposizione del governo Draghi. MAI. Correggi quello che hai scritto. Grazie.

      "Mi piace"

    • caro carusopaolo – dottore – a parte il linguaggio colorito di andrea che, da incazzato nero, condivido in toto, visto il tradimento del bibitaro tetrapoltronaro e della sua cricca destrorsa, ancora non sazi di essere stati la prima causa di un mov passato da 33 al 15% secondo sondaggi (spero ancora meno come hanno dimostrato le ultime amministrative…)!

      dire a un popolo tradito, anche col vergognoso quesito propinato agli iscritti, per far ingoiare l’entrata in un governo naziliberista con alcuni dei componenti (draghi e cingolani) definiti dall’elevato “grillini”, che il drago svenditore della nazione sul britannia (dove, peraltro, era presente pure il “papà” padrone del mov) deve durare fino al 2023, significa che non frega niente di cosa pensa la base del mov e più in generale gli elettori onesti che continuano a fuggire in massa dal voto ai pentastellati e dai seggi…!

      nominano (da buoni padri padroni) direttori e comitati per valutare, analizzare, correggere e riscrivere il nuovo statuto senza che la base del movimento ne sappia niente di cosa c’é scritto nelllo statuto?

      ma non s’era detto che “uno vale uno”?

      perché non lo sottopongono al vaglio degli iscritti, gli unici veri proprietari del mov?

      a questi traditori, come dimostra il litigio sulla leadership, importa solo la poltrona di “pelle umana” e l’auto blu, a dimostrazione palese che lo stipendio da parlamentare gli ha dato alla testa, facendoli diventare casta, pure loro, come e peggio degli altri…!!!

      un bibitaro (chiedo scusa alla professione che moti onesti cittadini svolgono con dignità) che dismesso l’abito da lavoro e indossato il gessato blu con annessa cravatta a tinta, auto blu, autista e scorta incorporati crede, poveraccio, di essere diventato uno statista…!?!?

      che vergogna e che disgusto, caro carusopaolo, doversi sorbire quotidianamente tutte quelle facce toste che pensano solo al benessere (la locuzione propria sarebbe: “ai cazzi propri”) personale infischiandosene se la nazione va a rotoli e se l’arcoriano, condannato per frode fiscale e che pagava la mafia, diventerà capo dello stato…!!!

      viene voglia di gridare a squarciagola: “ma nadate faffa…”!!!

      "Mi piace"

  3. Io direi, anche se uno può non condividere quanto scritto, di usare toni educati e rispettosi. Grazie

    "Mi piace"

    • Il senso di decenza del quieto vivere

      Hai letto i commenti del blog??? Preferisci i troll di destra e gli scemi di sinistra???

      Sono io il PEGGIO del PEGGIO del PEGGIO? Sono veramente io?

      Infine: non cambiare discorso pure tu. Correggi la cazzata che hai scritto.

      "Mi piace"

      • Ma tu guarda a ‘sto castrato come je girano i coglioni! (Il Marchese del Grillo… non di Grillo, meglio precisare sennò non capisci).
        Sei un lacchè dell’Elevato e ti permetti di fare il fustigatore morale insultando tutti e rilasciando patenti di buona fede a tua discrezione?
        Chi cazzo sei, un Grillo in miniatura?
        Il senso del ridicolo ce l’hai?

        "Mi piace"

      • Scusa ex, “Registi: gigino di maio, Il Padre gentile Conte e il BOLLITO GRILLO.”, va bene tutto, ma “lacchè dell’Elevato” n’do’ cazzo?

        Che poi sia un giorno da uova e un altro da latte, ok, però, dai, qui di lecchini di Mr Pettola ce n’è a iosa se proprio vuoi andare a caccia di saliva, su…

        "Mi piace"

      • matto di essere sano.
        Ma non vedi come ripete le cose, il modo esagitato di proporre il suo pensiero e di interloquire?
        Non è solo maleducazione, è un comportamento che attiene al campo della psichiatria.
        Paolo, questo elemento ha bisogno di farmaci urgenti e costanti e si permette di ORDINARTI di correggere il tuo articolo.
        Tra l’altro confondendo, come gli altri suoi sodali, qui (credendo di sostenerlo, lo affossano dandogli il loro “autorevole” imprimatur 🤦🏻‍♀️), i tuoi più che condivisibili auspici, attribuendogli pretese profetiche.
        Non è forse, ciò che tu scrivi, ciò che desidereremmo tutti noi? Non sarebbe una soluzione auspicabile al marasma attuale?
        Senza desideri ed ideali, non si COMINCIA neanche ad andare.
        Ma è evidente che chi si autoproclama depositario degli ideali del mov e della democrazia(😆😂🤣), non si rende neanche conto di smentire entrambi ad ogni parola, sia per toni che per contenuto, e dovrebbe astenersi dal fare esegesi di scritti di cui non coglie palesemente il contenuto.

        "Mi piace"

      • Ma carissima isssimissima, pensi che qui di AUTOREVOLE ci siano solo i tuoi pereri? Che tutti, tranne te e qualche altro genio politico qui del blog, siano solo capaci di CONFONDERSI, per cui se sostengono delle cose è solo perché sono ANALFABETI FINZIONALI che non capiscono un caxxo di quello che leggono? Vola bassa aquilotto, vola bassa…

        "Mi piace"

  4. Come al solito nonostante i toni (ma io me ne fotto) ha sempre ragione Andrea. Chi scrive ancora di un uscita del M5S dal governo vive in un altro pianeta. Stasera ho sentito di sfuggita un’intervista di Luigi Di Maio (Ministro degli Esteri) fatta a Sorrento, in cui parlava di Draghi come l’unico leader europeo in grado di sostituire la Merkel alla guida dell’Europa. Sembrava Gianni Letta.

    "Mi piace"

  5. La tireranno per le lunghe e dopo il tre agosto, forse, usciranno dal governo, per non procurare danni. Inizia infatti il semestre bianco dopo quella data. Nel frattempo vengono nominati i sette saggi che esamineranno lo statuto di Conte, che riferiranno al garante, che sentirà Conte, che obietterà su alcuni cambiamenti, che verranno ridiscussi, che forse passeranno, e se non passeranno ci sarà una cena tra Grillo e Conte.. manicomio a 5*, con idromassaggio e vista mare, ad agosto per l’appunto.

    "Mi piace"

  6. Rostokkio.
    Conte chiede a Grillo di farsi da parte. O almeno di non saltellare col pisello in mano.
    .
    Ibico
    Conte era un barone rampante e ora è un Conte dimezzato.
    .
    behemot
    Grillo rompe: “Non permetto che M5s sia partito unipersonale”.
    Se è per questo non doveva nemmeno essere un partito.
    .
    Antonio Carano.
    Grillo: “Conte non ha né visione politica né capacità manageriali”. Chissà chi sarà quel pirla che lo aveva scelto come premier?
    .
    p.akita
    Grillo: “Sono un garante, non sono un coglione”.
    Ha fatto bene a specificare, con lui, alle volte ci si confonde.
    .
    notturnoconcertante
    Ora si potrebbe chiedere a Draghi o a Cingolani di fare il capo dei Cinque Stelle, visto che sono così grillini.
    .
    Tra poco Grillo dirà che pure Renzi e Calenda sono grillini.
    .
    comagirl00
    Tra Conte e Grillo Di Maio ha detto che vuole più bene alla mamma.
    .
    Rostokkio
    Sembra che Grillo abbia detto: “Se Conte vuole il mio posto, fondi un partito e vediamo quanti voti prende”.

    Piace a 1 persona

    • Scusa Viviana Vivarelli, ma in 9 minuti hai postato 9 commenti o post di altri. Sai che cosa significa totalitarismo? Significa pervadere tutto lo spazio possibile. Tu che parli tanto di democrazia ci stai unghiando le parti intime con commenti copia-incolla di altri, che potrebbero, se volessero, postarli loro stessi…
      Avresti dovuto vivere ad Atene intorno al 400 a. c. e sperimentare lì la democrazia diretta che detta da te, sembra l’abbia inventata Grillo e Casaleggio, ma gli ateniesi di quel periodo si avvalevano anche dell’ostracismo, beati loro, potevano allontanare anche i rompipalle oltre a non graditi per varie ragioni.
      Quell’esperienza politica non fu tecnicamente “democratica” soprattutto per la limitazione al numero dei partecipanti, e all’attribuzione del potere politico, come sta avvenendo per i 5S.
      Il grillismo è alla frutta, vedremo se ci toccherà un bel dessert o un caffè con lo sputo dentro di qualche cameriere.

      "Mi piace"

  7. DEMOCRAZIA DIRETTA ORA E SEMPRE-
    Viviana Vivarelli.
    Per quanto troppi dati di realtà mi sconfessino, continuo a credere che la democrazia diretta sia l’unica alternativa possibile a una casta politica che è ormai giunta a livelli di nefandezza non più tollerabili.
    Mi si obietta che il dato purtroppo negativo è che il livello cognitivo degli italiani e la corruzione sono così diffusi da far temere il peggio. Ma resto convinta che gran parte delle idee erronee che circolano dipendano in massima parte da media corrotti che falsificano la realtà e imboniscono le menti più deboli con verità orwelliane. Ma qualunque popolo, anche se ignorante e disinformato, sarà sempre meglio qualitativamente e quantitavamente di questa cricca di impresentabili che ha sempre complottato contro la democrazia e che ci dà oggi il segnale ributtante di un sistema elettorale fatto di inganni e tradimenti.
    Pensiamo a tutti i referendum che ci sono stati fin qui. La volontà popolare è stata molto più lungimirante della classe politica
    Che poi la stessa classe politica abbia vanificato o calpestato i referendum è sotto gli occhi di tutti.
    Non credo che gli Svizzeri siano migliori di noi, anzi per certi versi credo che siano peggiori, visto che nei millenni hanno dato alla civiltà solo tre cose: banche per proteggere gli evasori del mondo, Jung e l’orologio a cucù.
    Ha dato più uomini illustri alla storia la sola Toscana in mezzo secolo della Svizzera in tutta la sua esistenza.
    Il problema dell’Italia non è solo educare il popolo alla democrazia ma cacciare la casta corrotta che ruba la nostra possibilità di civiltà, di democrazia, di progresso, di giustizia e, adesso, con Draghi e gente come questa destra, anche di sopravvivenza.

    "Mi piace"

  8. Ormai si rottama tutto
    la democrazia
    l’amor patrio
    l’ambiente
    il futuro
    la salute
    financo la Madonna
    l’onestà
    la verità
    la coscienza.
    Una sola non si rottama: il lucro che viene dal potere. Quello risplende sempre di luce nuova e non si perita di abbracciare pure i pendagli da forca di questa grama umanità.

    "Mi piace"

  9. UN FACEBOOK D’ANNATA- 2017- BRUNO FUSCO.
    DOVE CAZZO ERAVAMO!!!?
    Ci sono stati giorni, in cui la democrazia moriva, piano, piano, senza che noi ce ne accorgessimo, eravamo al mare, quando B invadeva l’etere e Craxi gli regalava le frequenze, poi eravamo con mani pulite, tutti contro i politici…, poi i governi sempre con gli stessi nomi, Amato, Ciampi, la grande novità…, Italia dei Valori…, la Lega…, Bossi, Di Pietro…, B, Dini, Prodi, D’Alema I, D’Alema II, Amato II, B II, B III, Prodi II, BIV…., Monti, Letta, Renzi, Gentiloni…., mio Dio, dov’eravamo noi stelle, mentre ognuno decideva per noi, L’euro, l’addio alla sovranità monetaria, e ci portava via un po’ di democrazia e noi chissà dov’eravamo. Oggi subiamo la potenza dell’informazione, queste televisioni insopportabili, questa propaganda così violenta del potere, che bello le donnine con le zizze fuori, colpo grosso, Mike Buongiorno…, dov’eravamo quando bisognava gridare, NO! Al Trattato di Lisbona! No! Alle frequenze di Berlusconi; NO! All’entrata nell’Euro; NO! Ai governi tecnocratici!!! NO! Al Vincolo di bilancio! NO! All’abolizioni dell’articolo 18: NO! Alle mance e alle fritture di pesce, adesso!!! Alla rapina del nuovo secolo attuata da Verdini, Napolitano, Boschi e Renzi!?
    Adesso si scopre che siamo senza voce, che un blog di Grillo forse non basta, che i ragazzi del Movimento devono dare l’anima per fare arrivare le parole alle orecchie degli italiani, e che un 33% è poco…, mentre uno stupido, inutile, sputacchioso individuo, al caldo degli studi televisivi racconta cazzate su tutte le reti televisive, e un pregiudicato pieno di reati diventa il nuovo agli occhi ciechi degli ipocriti!
    Ecco la potenza dell’etere, non lo sapevate nel 1980? Non sapevate a cosa servono le televisioni? Le acquisizioni editoriali? Le Radio private? Non sapevate il perché esistessero le cordate editoriali? I Bruno Vespa, Gli Scalfari, I De Benedetti, I Berlusconi, i Caltagirone, non sapevate il perché, questi esistono ancora e insistono!? Una mummia come Scalfari messo ancora in televisione? Un Mattarella non ancora sveglio, ci manca che resusciti Cossiga e siamo al completo!!!
    Noi, non possiamo fare altro che parlare sui social, e ci attaccano anche su questi, “bufale”, “fake news”, “Webeti”, e tornano le stesse parole d’ordine: fascisti, comunisti, ottanta euro, milioni di posti di lavoro, più tasse per i tassi e meno tasse per tutti, e la tosse delle mie risate amare…,
    Dovremmo scendere in piazza, dovremmo fare i girotondi, i cortei, gli arcobaleni…, ma anche questo è stato fatto quando B era il cattivo. Insomma tra buoni e cattivi, tutto si confonde e tutto sembra uguale.
    Ci resta una sola scelta, M5S Stelle, perché il dove cazzo eravamo, resti solo questo mio scritto da dimenticare!

    "Mi piace"

  10. Giuseppe Gioacchino Belli

    C’era una vorta un Re cche ddar palazzo
    mannò ffora a li popoli st’editto:
    Io sò io, e vvoi nun zete un cazzo
    sori vassalli bbuggiaroni, e zzitto.
    Io fo ddritto lo storto e storto er dritto:
    pòzzo vénneve a ttutti a un tant’er mazzo:
    Io, si vve fo impiccà nun ve strapazzo,
    ché la vita e la robba Io ve l’affitto.
    Chi abbita a sto monno senza er titolo
    o dde Papa, o dde Re, o dd’Imperatore,
    quello nun pò avé mmai vosce in capitolo».
    Co st’editto annò er Boja pe ccuriero,
    interroganno tutti in zur tenore;
    e arisposeno tutti: «È vvero, è vvero».

    "Mi piace"

  11. Giancarlo Selmi
    A prescindere, e mi rivolgo a chi difende l’indifendibile, quanto tempo ci vorrà per riparare i guasti procurati da Grillo? Il post sotto pubblicato evidenzia, quantunque non ce ne sia il bisogno, la quantità di cibo offerto alle iene della politica italiana, a chi dovrebbe cibarsi di vergogna e si è visto recapitare a domicilio, gratis, un lauto banchetto su cui avventarsi, soddisfacendo fame di menzogne, allusioni, fake necessarie per l’unico fine di massacrare l’immagine di uno dei pochi uomini validi ed onesti, apparsi nel desolatamente mediocre panorama, della politica italiana.
    Non è perdonabile ciò che ha fatto Grillo, mi dispiace. È assolutamente imperdonabile. Ed è incomprensibile, mi perdonino i pasdaran della rivoluzione Grillina. Quelli che attaccano in nome dei “valori” che Grillo difende, quelli che sto cancellando (con molto piacere) dalle mie amicizie, quando non provvedono a farlo da soli. I sacerdoti di questa nuova religione il cui fondamento è l’infallibilità del profeta Grillo.
    E, facendo appello solo alla ragionevolezza, meccanismo cerebrale che pare sia scomparso come il latino fra le lingue, mi chedo come si possa coniugare l’incarico di Presidente del Consiglio dato a Conte, con il pensiero attuale del genovese. Se fosse tanto incapace, perché ne ha sponsorizzato l’incarico? Perché ha affidato a lui le vite di milioni di italiani? E perché se ne accorge solo adesso quando Conte, invece, ha dato prova del contrario? E qual è il motivo dell’investitura dello stesso Conte a capo politico, solenne, quanto le dichiarazioni che accompagnarono quell’investitura?
    Cosa frulla nel cervello dell’elevato è degno di studi sul bipolarismo. Cercare spiegazioni o motivazioni risulta impresa ardua. Demenza senile? Calcolo politico (bisogna vedere a vantaggio di chi)? Ego insormontabile? Ricatto? Dossieraggi ignoti dei quali è vittima? I destini giudiziari del figlio? Conversione alle ragioni di Confindustria? O a quelle di chi ha dichiarato di combattere tutta la vita? Onestamente, se ne facciano una ragione i pasdaran, non si capisce. Comunque tutte le ragioni potrebbero essere, meno una: le ragioni ed il destino che vorrebbero tutti gli italiani per bene.

    "Mi piace"

  12. NON LASCIAMO A NESSUNO IL PRIVILEGIO DI PARAGONARSI A NOI…
    Manlio Di Stefano

    Faccio parte del MoVimento 5 Stelle da quando ancora non si chiamava così, erano gli anni degli Amici di Beppe Grillo e dei MeetUp. Ho conosciuto Beppe circa 14 anni fa ed ho avuto la fortuna, direi il privilegio, di lavorare a stretto contatto con lui e con Gianroberto Casaleggio.
    Oltre un decennio dopo, passando attraverso enormi fatiche, poca riconoscenza e tantissima passione e speranza, ho avuto la fortuna, direi il privilegio, di lavorare a stretto contatto con Giuseppe Conte in veste di Sottosegretario dei sue due governi.
    Non avrei bisogno di aggiungere altro, di raccontarvi le mille storie di che abbiamo vissuto, le incredibili esperienze comuni che abbiamo fatto, per farvi comprendere il dolore, la lacerazione, che questi ultimi giorni mi hanno dato. Da lì il mio silenzio. Ho preferito lavorare nell’ombra, cercare di ricucire, chiamare e incontrare chiunque potesse dare una mano alla nostra comunità per uscire da questo guado, piuttosto che fare il commentatore o trarne vantaggio personale da “fonte autorevole del M5S”, come qualcuno fa scientificamente.
    È stato molto facile invece ignorare quei tanti falliti della politica che hanno usato quest’occasione per dire “ve lo avevamo detto” o peggio ancora per rivendicare un ruolo nella “scomparsa del M5S” (vi piacerebbe eh?), non ha senso infatti rispondere a chi sarà cancellato dalla storia nell’ignominia.
    Questa mattina mi sento leggermente più sereno perché qualcosa, piano piano, si sta muovendo. So che la gente chiamata a mediare ha a cuore quanto me il futuro del M5S e del progetto Conte, e quindi voglio dirvi una cosa: noi non molliamo mai. Noi, la comunità del M5S, siamo nati combattendo i giganti con le sole mani.
    Ci rialzeremo ancora una volta e dimostreremo a tutti, ancora, chi siamo e cosa vogliamo per la nostra Italia.
    Nel frattempo, chiaramente, saremo cambiati ancora, saremo cresciuti, avremo perso per strada qualcuno che non ha retto il peso della storia o forse non è mai stato pronto per lottare, ma avremo trovato qualcun altro all’altezza della sfida. La politica, in fondo, è come la vita.
    Andiamo avanti, uniti e rinnovati, e non lasciamo più a nessuno il privilegio di paragonarsi a noi.

    "Mi piace"

  13. GENTIAN KAFAZI

    TROPPE COSE NON TORNANO
    QUI CI PRENDONO TUTTI PER SCEMI
    Beppe Grillo o ci sei o ci fai. Per te ultima chance.
    DIMETTITI.

    ⁉️Spiegaci perché non vuoi che votiamo sul nuovo Statuto che tu hai chiesto a Conte di prepararlo .

    ⁉️Spiegaci perché non permetti a Conte di rendere pubblico il nuovo Statuto e la Carta dei Valori in modo che noi attivisti e sostenitori siamo partecipi e informati .

    ⁉️Spiegaci perché non permetti ai nostri senatori , ai nostri deputati , ai nostri portavoce di prendere visione del nuovo Statuto .

    ⁉️Spiegaci perché stai cercando di confondere i sostenitori del Movimento, invece di fare votare il nuovo Statuto ,vai avanti con la proposta di votare il nuovo Comitato Direttivo e modificare lo Statuto già esistente .

    ⁉️Spiegaci perché stai ricattando Vito Crimi rendendolo responsabile qualora in eseguisse i tuoi ordini .

    ⁉️Spiegaci perché sei andato oggi su tutte le furie quando hai letto il comunicato di Crimi che indicava la piattaforma Skyvote di Odoo per effettuare la votazione e non la Rousseau .

    ⁉️Spiegaci perché insisti con la piattaforma Rousseau quando sai che la votazione non può avvenire poiché quest’ultima è inibita al trattamento dei dati degli iscritti al Movimento. Inoltre , consentire ciò violerebbe quanto disposto dal Garante della Privacy .

    ⁉️Spiegaci come fa la Casaleggio Associati avere ancora a disposizione i nostri dati dopo che sono stati trasferiti nella nuova piattaforma di Odoo.

    ⁉️Spiegaci per quale motivo hai deciso di avere fitti colloqui telefonici con Davide Casaleggio e vari incontri per fare in modo di tornare con la Rousseau senza consultarti con la base e con gli attivisti.

    ⁉️Spiegaci perché mentre Conte preparava lo Statuto , tu incontravi in privato Morra e gli altri parlamentari che tu hai espulso , proponendo loro un rientro come se non fosse successo mai niente.

    ⁉️Spiegaci perché stai manovrando e orchestrando la golpe per rendere illegittimo il Comitato di Garanzia composto da ( Crimi , Lombardi , Cancelleri ) .

    ⁉️Spiegaci perché hai incaricato i dissidenti Antonella Laricchia , Matteo Brambilla, Francesca de Vito , Mari Muscarà , e molti altri che per ora hanno solo firmato ma non si vogliono fare vedere . a diffidare l’attuale Comitato di Garanzia .

    ⁉️Spiegaci se per te è normale fare lavorare Conte per 4 mesi a preparare la Carta dei Valori , Dei diritti , e il nuovo Statuto mentre tu hai già deciso di bocciarlo cambiando idea e incontri di nascosto i dissidenti , quelli che tu hai espulso , promettendoli un nuovo rientro trionfale dopo che sei stato tu l’artefice di tutto ciò .

    ⁉️Spiegaci caro Beppe Grillo perché stai cercando dì distruggere il Movimento e portare tutti all’esasperazzione.
    #grillodimettiti

    "Mi piace"

  14. Pierluigi PIccoli.

    UN COMICO (GRILLO) e UN AVVOCATO (CONTE) ce la raccontano giusta?
    Beppe Grillo, genio e maestro in comunicazione, sa bene il valore delle parole ed il fascino di certi argomenti e, fino al Sì al governo Draghi, aveva persuaso noi iscritti al M5S e gli 11 milioni di elettori a credere nella sua buonafede e nella sua sincerità.
    Giuseppe Conte, avvocato, professore universitario, politico fine e compassionevole, ci aveva convinto di avere gli stessi principi di noi 5 Stelle ed, essendo a noi superiore (in ciò supportato da Grillo) non ha ritenuto iscriversi al Movimento 5 Stelle e, essendo stato nominato da Grillo, ha cominciato ad agire in nome è per conto del Movimento, forse sapendo che tra i 5 Stelle conta una sola persona, Beppe Grillo.
    Non tutto il male viene per nuocere e noi iscritti 5 Stelle dobbiamo renderci conto che la forza del Movimento siamo noi iscritti e non i portavoce, il garante o i presunti saggi nominati dal garante.
    Se noi non ci rendiamo conto della nostra forza numerica, della nostra forza mentale e della nostra libertà di pensiero, allora non siamo nulla ed è meglio ritirarci da questo Movimento e metterci a disposizione di chi in futuro vorrà proseguire la democrazia diretta e la visione del futuro di GianRoberto Casaleggio.
    Sveglia ragazze e ragazzi, siamo una forza e non carne da macello a disposizione di Conte o di Grillo.

    "Mi piace"

  15. Egregio pier luigi piccoli: siamo noi iscritti la forza del movimento…..
    Mi sembra di aver letto…. circa 130000 iscritti alla votazione on line.
    Lei crede che siate stati voi la forza del movimento? Su 11500000 elettori?
    Coloro che in maggioranza hanno votato si al quesito farlocco che obbligarono i 5s a chinare la testa e governare a fianco del disastro lombardo?
    Le consiglio umiltà e rispetto
    Con quei numeri Lei non va da nessuna parte a fare il fenomeno
    Per realizzare le idee ci vogliono gli elettori!!!!
    Saluti

    "Mi piace"