Castelfranco Emilia (MO): Perché i reflui vengono ancora scaricati in un canale che scorre a fianco del depuratore?

A Castelfranco Emilia quando piove la rete fognaria di parte del capoluogo non regge e si intasa. I reflui vengono scaricati in un canale che scorre a fianco del depuratore. Tutto questo in virtù di un’autorizzazione scaduta da tempo e mai rinnovata dalla Regione. Un’interrogazione è stata presentata da Cristina Girotti Zirotti del Gruppo Consigliare “Lega per Salvini premier” e Modesto Amicucci del Gruppo Consiliare “Liberi di scegliere” in collaborazione con Sabina Piccinini Consigliere di San Cesario sul Panaro.

A Castelfranco Emilia quando piove la rete fognaria di parte del capoluogo non regge e si intasa. Per evitare rischi di allagamento, i reflui vengono scaricati tramite uno scolmatore in un canale che scorre nei pressi del depuratore, il Canale di San Giovanni, dove abitualmente dimorano innumerevoli forme di vita, quali anatre, pesci, rane, molluschi, farfalle, libellule. Quando arriva lo scarico della rete fognaria tutto questo scompare e rimane solo un’acqua biancastra, opaca e maleodorante. Il primo giorno dell’anno la condizione del Canale di San Giovanni era esattamente questa, al punto che Sabina Piccinini, Consigliere di San Cesario sul Panaro, insieme ad Enrico Crabbia hanno deciso di far pervenire una segnalazione al Sindaco di Castelfranco, ad Hera, gestore del sistema fognario e in copia anche ad Arpae, al dipartimento di igiene pubblica dell’AUSL ed ai Capigruppo Consiliari, cui però la segnalazione non è mai arrivata. Perchè il Sindaco di Castelfranco non vuol far sapere ai propri Consiglieri che sul territorio è presente un canale che in certi periodi dell’anno deve sostituirsi alla fogna? Forse perché scoprirebbero che l’autorizzazione allo scarico nel Canale di San Giovanni è scaduta da anni e non è mai stata rinnovata dalla Regione (Arpae SAC).

Hera ha presentato richiesta di rinnovo nel 2014, ma ad oggi, nulla di fatto. Per quale motivo la Regione non ha rinnovato l’autorizzazione allo scarico? Una domanda che in tutti questi mesi non ha trovato risposta, tanto che Sabina Piccinini ha deciso di coinvolgere Cristina Girotti Zirotti del Gruppo Consigliare “Lega per Salvini Premier” e Modesto Amicucci del Gruppo Consiliare “Liberi di Scegliere” che, prontamente, hanno presentato un’interrogazione all’attenzione del Sindaco e della Giunta di Castelfranco Emilia, notiziando al contempo anche la Procura della Repubblica di Modena, la Regione E.R., la Provincia di Modena ed Arpae. Quando potrà durare ancora la storia dello scarico della fognatura nel Canale di San Giovanni? E se la Regione non concedesse l’autorizzazione e bloccasse tutto, dove finirebbero i reflui del capoluogo? E perché lo scolmatore è senza autorizzazione dal 2014? E a che titolo ha funzionato? Dopo i milioni di euro spesi per il rifacimento del centro storico, il Comune dovrà forse iniziare a preoccuparsi di quello che ci sta sotto. 

Sabina PICCININI – Lista Civica Nuovo San Cesario

 Cristina GIROTTI ZIROTTI – ENRICO FANTUZZI- Lega per Salvini Premier

Modesto AMICUCCI – Lista Liberi di Scegliere