Asini come quello d’Assoro

(Pietrangelo Buttafuoco) – La privazione a piccole dosi della libertà individuale non ci immunizza dal Covid e però ci salda all’andazzo, ci fa mansueti uccidendo ogni farfallina del buonumore e ci fa gregge tenuto a bada dalle prossime restrizioni. Ci finirà al modo del ciuccio d’Assoro, quello il cui padrone l’abituò a mangiare sempre meno fino ad arrivare a niente e però – disdetta – se ne morì. “Giusto ora che hai imparato il digiuno vai a morire?” se ne lamentò il padrone e così succederà a noi. Giusto quando avremo imparato la restrizione totale, saremo inutili alla vita.

5 replies

  1. Apprezzo Buttafuoco come pensatore però oggi dissento con questo pensiero intriso di pessimismo e subordinazione.
    La capacità di mantenere vivo il senso critico e l’energia per difendere i propri principi, i propri valori ed i propri diritti è un dovere di ciascuno che va coltivato giorno per giorno, ancor più quando le condizioni rendono arduo tale compito.
    Certo è anche che durante un bombardamento è preferibile stare tranquilli nel rifugio che andare in piazza a ballare il tango.

    "Mi piace"

  2. Spiace ripeterlo, ma Buttafuoco sta buttando al cesso la sua credibilità con articoli come questi. Forse lui rimpiange il non poter farsi i cazzi propri..e chi se ne frega se trasformo il mio Paese in un lazzaretto. Chissà se fosse reduce da una bella terapia intensiva causa covid 19 se avrebbe la voglia di scrivere ancora queste stronzate.

    "Mi piace"