Venghino, signori venghino…

(Dott. Paolo Caruso) – Venghino, signori venghino, si affrettino, la carovana con i suoi nani, le sue fate e i suoi orchi, trainata da Draghi sta per partire. Sembra proprio l’arca di Noè,  cosa si farà e dove arriverà questo non si sa. La scena tragicomica della politica riprende la sua folle corsa, la sfida è appena cominciata e i partiti dilaniati da mesi di lotte, sospetti e tradimenti, sfiancati come sono ora lasciano a Draghi le armi del potere. Così come scolaretti riottosi si affidano chinando il capo dinanzi l’autorità e il prestigio del Professore. Dentro la carovana ci sono quasi tutti,  uomini, mezz’uomini, ominicchi, e quaquaraquà, ma anche sognatori fautori di  visioni programmatiche diverse, ma ahimè ormai sempre più incerte e nebulose. Ora, come ammansiti, buttati a terra respirano la polvere ai piedi del “Drago”. Tutta la loro esasperazione viene meno di fronte all’Uomo della provvidenza delle banche, e all’Esponente di primo piano dell’alta finanza massonica internazionale, da Soros, ai Rothschild, alla Goldman Sachs, vicino ad associazioni come Bilderberg e Trilateral. E le “Stelle”, le cinque stelle si addensano come tanti fuochi fatui a illuminare la carovana con il suo scrigno di promesse diretta verso chissà quali orizzonti sconosciuti. L’Innominabile conte Ugolino di Rignano, paladino del rinascimento saudita, conosciuto per la sua antropofagia, dopo aver fatto fuori Gianni Letta e recentemente il premier Conte, si presenta sempre più cinico all’appuntamento politico e sempre pronto a sfamare la sua ingordigia di potere. Certo è che quando la politica non riesce ad operare e affida a terzi i suoi compiti istituzionali rappresenta il male oscuro che tende a lacerare la democrazia. La sfida è aperta, ai posteri l’ardua sentenza! 

11 replies

    • Renzie e i suoi torneranno nel PD alle elezioni 2023.
      Hanno inscenato una finta separazione, in modo da non far perdere voti al PD per la caduta del Conte2.

      "Mi piace"

    • Ammettiamo, per assurdo, che qualcuno faccia un GROSSO favore a un altro. Per ricambiare, sempre per ipotesi, l’altro fa finanziare ( magari con fondi che gli passa lui) da un suo amico straniero una serie di organizzazioni, università, fondazioni di alto profilo. Quest’ultime invitano, a pagamento s’intende, il qualcuno a tenere conferenze, corsi, lezioni.
      Voilà, il gioco è fatto.

      "Mi piace"

  1. Quanto ho riso a sentire i nominati ministri del prossimo governo di “ALTO PROFILO”. Adesso cari Italiani passate in farmacia a comprarvi un bel tubetto di ruscoroid e buona fortuna!

    "Mi piace"

    • @veronica,
      si ha forte la sensazione che un tubetto solo non basta…!!!
      i dipendenti pubblici, quello che fu lo zoccolo del movpentafive, ne dovranno comprare, ogni uno, due o tre scatoloni da 100 pezzi…!!!

      "Mi piace"

  2. Non Gianni ma Enrico Letta. Per il resto mi sto godendo le prime reazioni di chi credeva davvero arrivassero i Supereroi. La Cartabia è una sorta di prototipo uscito dal manuale del buon ciellino. Franco un burocrate che, a differenza di Gualtieri, in sede UE non conosce nessuno. Ciao, reduce dal successone di Immuni viene riproposto ma adesso c’è Mario che garantisce per lui, quindi i vari Libero, Giornale e Verità lo stanno già rivalutando alla grande. Unica soddisfazione: IV praticamente azzerata e la Bellanova fuori dai coglioni (passatemi il francesismo)

    "Mi piace"

  3. Sgomento, stordito. Si e’ ritornati alla casella n° 1 del MACABRO gioco dell’oca, quello che si gioca sempre sulle spalle della POVERA GENTE. Ce lo meritiamo?

    "Mi piace"

  4. Io non credo che il senatore sia ingordo di potere. Sapeva perfettamente quali sarebbero state le reazioni degli italiani nei suoi confronti. Lo odiano tutti, non quasi tutti. Non essendo uno sprovveduto sicuramente aveva previsto questa reazione. In tutto questo dove sta la sete di potere? Io credo, semplicemente, che sia più appropriato e calzante il termine “mercenario”. Non vedo altra ricompensa che non sia quella che gli hanno promesso di dargli coloro che lo hanno assoldato. Non so se fra queste promesse ci sia potere o solo denaro.

    "Mi piace"