I testimoni di Geova

(Giuseppe Di Maio) – La domanda, così com’è stata posta, è un’offesa alla libertà degli attivisti. Una domanda in cui è già contenuta la risposta costringe un parere negativo alla contraddizione. Sarebbe come chiedere “di che colore era il cavallo bianco di Napoleone”. Insomma, essere in disaccordo con l’entrata nel governo Draghi, obbligherebbe l’iscritto ad asserire di non volere una transizione ecologica.

A parte questo voterò sì. E’ bene che lo dichiari, giacché qualcuno me lo ha chiesto. La mia simpatia per Draghi ha sicuramente una ragione irrazionale, e dunque non la prendo in alcuna considerazione. Per il resto Mario Bce è uno che ha risposto ad un appello che molti avevano desiderato, e con molta probabilità preparato. E’ chiaro che la caduta di Giuseppe è stata realizzata dopo che il governo “d’alto profilo” era già pronto nella scarsella. Questo spiega come, nonostante la minaccia concreta delle urne, molti peones, che nella prossima legislatura non sarebbero eletti, hanno rifiutato il sostegno al Conte II. E cioè, erano già stati informati della futura ammucchiata a garanzia dello stipendio.
Dalle elezioni del 2018 i partiti hanno desiderato liberarsi del M5S. Le alleanze che gli hanno proposto hanno avuto il solo scopo di fregargli i voti. Ma ciò che la cogestione del potere destra/sinistra non poteva fare sfacciatamente, era l’inciucione che includesse tutti contro il Movimento. Se l’avessero fatto, si sarebbero sbugiardati da soli senza l’aiuto dei 5 stelle. Dunque, bisognava creare le condizioni per un inciucio che non fosse facilmente smascherabile. Ecco, allora, due anni e mezzo di dileggio su tutte le fonti d’informazione verso ministri grillini, e verso chiunque avesse a che fare col Movimento. Fino al teatro finale della iena Renzi, che fa cadere il suo governo senza saperne spiegare le ragioni.

Può essere anche che Draghi, che per il momento non parla, dopo un iniziale contentino al M5S, inauguri una politica del tutto reazionaria. Può darsi che per non essere complici di quella politica usciamo fuori dal governo da noi sostenuto, che poi equivarrebbe a una cacciata. Ma l’obiettivo della spartizione del potere tra i partiti sconfitti dal Movimento il 4 marzo, sarebbe chiaro. Ecco perché abbiamo il dovere di governare i processi politici esasperandoli, proprio per rendere esplicita la contraddizione. E non capisco coloro che preferiscono chiudersi nell’orgoglioso e sterile Aventino e fare i testimoni di Geova. Così come non capisco il “fatto quotidiano” che preferisce un Movimento senza capacità politica solo per testimoniare e marcare la propria distanza da Berlusconi.

Ciononostante considero il ricorso al voto su Rousseau una cacchiata inaudita. Restare fedeli all’errata previsione dell’onnipotente “intelligenza” collettiva è ormai un vizio altamente nocivo. Il voto della rete è importante per questioni di generico indirizzo politico, con i tempi e i modi e la ponderazione necessari per le decisioni. Ma non può essere utilizzato per le scelte di tattica e di strategia. Che obbligano, come si è visto, all’offesa dell’intelligenza di ciascuno di noi.

19 replies

  1. avendo vissuto lo schifo che é diventato il mov, penso sia meglio stendere un velo pietoso…
    godetevi pure gli ultimi stipendi da nababbi… perché dalle prossime elezioni, per fortuna, non sentiremo più parlare di mov e dei suoi usurpatori e traditori…!!!
    quesito vergognoso che rappresenta lapalissianamente il tradimento perpetrato in danno degli elettori italiani…!!!

    "Mi piace"

  2. Che pena , il destino del paese nelle mani di qyuesti titani della politica .
    Grillo e Casaleggio .
    Ma che male abbiamo fatto , mon dieu !!!!!!!!!!!

    "Mi piace"

  3. Cercherò di contenermi nel mio solito eloquio “Forbito” per descrivere l’adepto medio della setta dei Pentafessi.
    Questo blog è stato preso in ostaggio da una maggioranza, NON TUTTI, solo una maggioranza relativa, di troll con i paraocchi o volenterosi lDl0Tl.
    Fuori da questo contesto, frequentando qualsiasi altro tipo di forum, che parlino di politica, sport o economia, il RIGETTO verso la pagliacciata della piattaforma Rousseau è pressochè UNANIME.
    La maggiorparte degli utenti si chiede, perchè il primo gruppo parlamentare abbia deciso di esiliarsi invece che partecipare, condizionare e controllare l’enorme massa di Miliardi che arriverebbero con il Recovery Plan.
    Uno dei commenti più gettonati riguarda le conseguenze prevedibili di aver portato al potere persone passate dalla III Media a parlamentari, a classe dirigente del paese.
    In parte concordo, anche se la maggioranza degli eletti oggi è per partecipare, vuoi per il mantenimento della poltrona, vuoi per non assistere INERMI all’assalto dei Ladroni senza capacità di contrastare alcunchè..
    I loro comportamenti in aula dovrebbero venir condizionati dall’esito della votazione su Rousseau. E pare che tra gli attivisti certificati prevalga il NO.
    Chi ne uscirebbe vincitore, apparentemente sarebbe finora Baby Casaleggio srl, che offre al mercato politico due diverse e contrapposte strategie.

    COSA PREVEDO?

    SE LA PIATTAFORMA CERTIFICASSE IL NO, TANTI, MA VERAMENTE TANTI PARLAMENTARI MOLLEREBBERO IL PARTITO ETERODIRETTO DA UN PRIVATO ATTRAVERSO UNA PIATTAFORMA MANIPOLABIE PER FONDARE UN ALTRO PARTITO AUTONOMI.
    Lo franno per avere voce in capitolo sulla gestione dei fondi, per non lasciarli nelle mani di quella PUTTANA FASCl0-LEGAI0LA OPPORTUNISTA E SCIACALLA E ai compari di ladrocinio pedomafioso piduista e il Bomba consipparo e speculatore.

    In compenso la plebe ignorante raggiungerà il proprio orgasmo paragonabile ad una vittoria ai mondiali, esaltandosi per aver FERMATO IL SISTEMA, cioè essere andati a caccia di un pugno di mosche.
    Il più contento di tutti sarà il teppista e falegname fallito che potrà ritornare a fare lo showman parlamentare STRAPAGATO, a trastullare il proprio ego e a posizionarsi in quel mondo di comoda opposizione urlatrice, inconcludente ma che, piacendo alla base di frustrati ignoranti, gli assicurerà una tranquilla vita da parassita arricchito.

    Mi sono contenuto cercando di far prevalere la ragione sulla voglia di insultarvi a sangue.
    Gente CHE NON HA MAI GESTITO NIENTE continua a ragionare per tifo di appartenenza, prescindendo da una visione di più ampio respiro sulle conseguenze delle proprie azioni sciagurate ed avventate.

    "Mi piace"

  4. il reddito di cittadinanza per ora non possono toglierlo, lo sanno tutti, specialmente adesso con la crisi, potrebbero fare interventi sulla giustizia anche se questo andrebbe contro i dettami dell’Europa, visto che ha richiamato per 2 volte per togliere la prescrizione. Comunque questi europeisti ci proveranno e potranno farlo perché in questa ammucchiata i 5s sono in minoranza. La svolta green e prevista nelle condizioni del recovery plan. Non si sa chi sono i ministri e neppure cosa si intende per debito buono (come pappagallescamente a ripetuto il camaleonte Di Maio ). Voglio vedere se poi quando saranno dentro a questa orgia se oseranno obiettare le porcate che faranno. Non basta le bastardate che hanno fatto tutti pur di levarsi dai piedi questi incompetenti?

    "Mi piace"

  5. Un’altra cosa puo buttarmi merda quanto vuoi i tui commenti Jerome B., come quelli della Ggazzelloni, non li leggo siete solo due persone maleducate, per non dire che forse avete dei problemi ps

    "Mi piace"

    • NON HAI CAPITO UN CAXXO.
      E NON AVEVO DUBBI SUL PRIMO UTILE IDIOTA CHE SI SACRIFICA PER LA CAUSA, QUALE FOSSE STATO IL SUO APPROCCIO.

      Ma l’hai capito o no che DRAGHI per esempio ha già sfanqlato la puttana leghista sulla Flat Tax e sui porti chiusi?
      Ha già sfanqlato Renzi, Forzamafia e gli altri cespugli centristi sul ricorso al MES?
      Ha già assicurato a Grillo che a priorità sarà la riconversione all’economia GREEN?

      Paragonarmi al troll Gazzelloni, che è fin troppo vicina a traditore pappagone, che ha cercato approcci COL DIBBA, è un insulto NON A ME MA ALLA TUA RAGIONE, sempre che tu abbia un cervello pensante e non una scatola vuota da riempire con quello che vogliono gli altri.

      Che COSA VUOL DIRE TRANSIZIONE VERSO IL GREEN?
      IO LO SO.

      SPIEGAMELO TU, CHE OLTRE L’INSULTO E LE SUPERCAZZOLE, COME OGNI ADEPTO CON I PARAOCCHI, NON SAI ANDARE.

      SCRIVI CHE CI CONFRONTIAMO.

      "Mi piace"

  6. scusate
    Un’altra cosa puoi buttarmi merda quanto vuoi tanto i tuoi commenti Jerome B., come quelli della Gazzelloni, non li leggo siete solo due persone maleducate, per non dire che secondo me avete delle grandi turbe mentali.

    Piace a 1 persona

  7. Il mio NO è dettato soprattutto dalla paura di perdere un’altra valanga di consensi, perchè si perde credibilità quando ci si allea con chi prima era additato come nostro nemico. 3 volte in una legislatura a me pare programmato a tavolino da chi vuole sbarazzarsi PER SEMPRE del M5S. Troppo strano il primo rifiuto di Renzi quando, nel 2018, il M5S gli ha proposto di formare un governo.

    La credibilità una volta persa non la si riottiene più, tranne per i partiti clientelari e/o spinti fortemente dai media.
    Sarebbe già un dramma rimanere al 14% come adesso, figuriamoci perdere altri milioni di consensi.

    "Mi piace"

    • @Guido
      I consensi li hai dimezzati nel momento in cui hai firmato il contratto di governo col capitone sciacallo e Parassita.
      Pur avendo il DOPPIO della forza parlamentare il partito di Jijino si fece dettare l’agenda politica da quella banda di SPECULATORI e razzisti.
      Risultato?
      Alle Europee del 2019 i rapporti di forza si erano invertiti.
      Ma in fondo il popolino ignorante è quello, sensibile agli urli di pancia più che all’uso della ragione.
      Poi quel falegname fallito e teppista sta completando il lavoro di demolizione dall’interno, prestando sensibilità a personaggi chiaramente fascisti come il su babbo.

      "Mi piace"

  8. vergogna…!
    quesito vergognoso…!
    neanche renzusconi, con il quesito sul (suo) referendum, era riuscito ad arrivare a queste vette di vergogna…!!!
    per fortuna che alle prossime politiche sparirete come un incubo al risveglio…!!!

    "Mi piace"

  9. “E’ chiaro che la caduta di Giuseppe è stata realizzata dopo che il governo “d’alto profilo” era già pronto nella scarsella. ” Complotto!
    Secondo Travaglio ha deciso la domenica pomeriggio prima del fatidico martedì, lo sa per certo.

    "Mi piace"

  10. Una contraddizione nella contraddizione :voto si perchè voglio stare al tavolo con coloro che hanno studiato e messo in atto l’imboscata agli m5s nella figura del governo Conte,anche se il quesito su Rousseau è una presa in giro agli iscritti e all’inteligenza umana.Poi si vedrà…poi si vedrà cosa ? Che i lupi diventino agnelli ?

    "Mi piace"

  11. Egregio Sig. Di Maio, Il suo articolo rispecchia perfettamente non solo il mio pensiero ma anche l’analisi storica di quanto avvenuto dal 4 Marzo 2018 in poi quindi anche io, per lo stesso motivo ho dato il mio voto positivo. L’unica perplessità che mi resta è sull’incapacità dei parlamentari del Movimento di essersi resi conto di tale situazione e di non aver saputo concertare tattiche e strategie per contrastare con efficacia e lungimiranza quella situazione mostrandosi ingenui e assolutamente impreparati “politicamente”
    Quello che manca ed è sempre mancato nel M5S è un “LUOGO” ove poter fare una vera discussione politica da parte degli iscritti.
    In un MeetUp Bergamasco del 2012 in una ventina ci provammo ma venimmo “condannati” di cospirazione e quel MU fu sciolto dalle “Alte Sfere” dello Staff perchè allora, come oggi l’unico detentore di tale taumaturgica facoltà è Beppe Grillo.

    "Mi piace"