Vengo anch’io, no tu no

(di Marco Travaglio – Il Fatto Quotidiano) – È una fortuna che in Italia esista la libertà di stampa, altrimenti non sapremmo che Draghi a scuola “andava bene in matematica” e “non faceva la spia”, gioca a calcio “alla Di Bartolomei” ma va meglio col basket, “acquista i croccantini per il cane al supermercato”, “fulmina” la moglie che parla di politica, si presenta al Colle (ma anche altrove) con “look istituzionale” (mica a torso nudo, pinocchietto e infradito come i predecessori), “si mette in fila quando va a fare la spesa” (anziché abbattere gli altri avventori col bazooka), “apprezza i piatti della comune tradizione” perché è “normale” (sennò li sputerebbe), “fa la carità, ma di nascosto” e c’è già il primo miracolo: l’abbattimento dello spread con la sola forza del pensiero (peraltro di appena 7 punti, mentre i puzzoni di prima l’avevano portato nell’ultimo anno da 300 a 100, prima che il Rignanese lo rifacesse schizzare all’insù). Altro di lui non si sa, almeno come premier: cosa vuol fare, come e con chi, ma queste sono quisquilie. Infatti tutti rispondono per lui e danno per fatto un governo di natura, maggioranza, programma e durata ignoti (anche a Draghi, che però è una persona seria e infatti consulta e tace).

Nell’attesa, siamo andati a rileggerci l’ultimo discorso di Mattarella: “Mi appello a tutte le forze politiche presenti in Parlamento perché conferiscano la fiducia a un governo di alto profilo che non debba identificarsi con alcuna formula politica”. Ha detto proprio così: “tutte le forze politiche presenti in Parlamento”. Non maggioranza Ursula, Barbara, Maria Elena: nel governo entrano tutti quelli che vogliono. E ci mancherebbe che non fosse così: nelle consultazioni il nome di Draghi non l’aveva fatto nessun partito. Ora tutti s’affannano a dire sì o no a un governo del tutto sconosciuto, al buio. E a decidere chi entra e chi no. FdI no. FI sì. Pd e LeU entrano, ma non vogliono la Lega, mentre FI gli va benissimo. Salvini non vuole i 5Stelle, ma forse entra lo stesso “se c’è posto per noi”. I 5Stelle non s’è ben capito (e forse, prima di frantumarsi e suicidarsi a tavola con B. e i due Matteo, potrebbero astenersi o al massimo dare un appoggio esterno condizionato alle elezioni fra sei mesi o un anno e al mantenimento e alla realizzazione delle loro riforme, senza ministri propri, ma con garanti esterni tipo De Masi al Lavoro e Davigo alla Giustizia). Certo, più gente entra, più bestie si vedono, più il governo s’indebolisce: litigavano già i giallorosa, figurarsi con FI e magari la Lega. Ma la maggioranza non la decidono né Zinga, né Grillo, né B., né Salvini. Chi ciancia di “maggioranza Ursula” o “dei migliori” e gioca al “vengo anch’io, no tu no” tradisce le parole di Mattarella. Sempreché abbiano ancora un senso.

61 replies

  1. “Dati insufficienti.Prego inserire dati”.
    Risponderebbe cosi un computer se gli chiedessimo quale e’ ora la cosa migliore da fare (appoggiare o meno un governo).
    I pareri (diversi fra loro) di Travaglio e Gomez (solo per citare due giornalisti che in tanti apprezziamo) sono indice di una scelta complicata.
    Come dice Travaglio giusto andare a vedere le (prime) carte di Draghi prima di prendere decisioni.
    Gomez scrive che la scelta e’ se si vuole fare il bene degli italiani o se si vuole arrivare primi.
    Non e’ la domanda giusta.
    Quella giusta e’:
    quale e’ la maniera migliore per fare il bene (duraturo) degli italiani?
    Tutelarli sul breve (con Draghi al governo) o mettere buone basi per tutelarli nell’intera prossima legislatura (ed oltre)?

    Le risposte ad ora possono essere solo ipotetiche perche’ appunto pochi sono i dati che possiamo elaborare.

    Personalmente se (ad oggi) dovessi scommettere un euro, direi che reddito di cittadinanza e legge sulla prescrizione (che prima del 2023 non verra’ comunque mai applicata) non verranno toccate dal governo Draghi (con o senza appoggio del M5* al governo).

    Ma sicuramente lo farebbe un eventuale governo di centro destra dopo le prossime elezioni…
    Ergo cercherei di sventare quell’ipotesi.
    Quindi:
    quale e’ora la scelta migliore per evitare quella…. tremenda ipotesi futura?
    1) Appoggiare “pienamente” il Governo Draghi?
    2) Stare convintamente all’opposizione?
    3) Oppure astenersi, ovvero farlo nascere…ma poi lasciare che siano Pd, Lega, il pregiudicato ed il sabotatore toscano a scornarsi un po’ (e comunque far pesare i propri pesanti numeri quando c’e’ da votare)?

    Io non penso che Draghi sia propenso a concedere molto ai sovranisti legaioli (flat tax se la sognano: Draghi non ci pensa neppure ad andare contro art.53 della Costituzione) ne’ ai compagni di merende del pregiudicato (condoni? Anche qui non penso che Draghi che ha un’alta reputazione da difendere voglia fare il Tremonti di turno…).

    Quindi quasi quasi opterei per la terza ipotesi…
    Voi che dite?

    (saluti da Genova)

    Piace a 6 people

    • @FranzGe

      Bella analisi, atteggiamento equilibrato.

      Forse la situazione va capovolta.
      Bisognerebbe partire dal presupposto che Draghi ha le sue carte ed i suoi paletti.
      Non ha bisogno che siano gli altri a passargli le carte, ha già le sue.
      Sta verificando quali delle sue carte possono piacere e quali e quanti dei suoi paletti vengono oltrepassati.

      Se ci sono le condizioni farà il governo.
      Se non ci sono non lo farà e sapremo per quale motivo non nascerà.
      Se cade, ad esempio, per il ripristino della prescrizione (anche io credo che Draghi non la cambierà perché è stata apprezzata in Europa), il M5S avrebbe un fantastico assist alle prossime elezioni.

      Insomma, con Draghi si parlerà di temi concreti non di politichese stile “convergenze parallele”.

      Draghi stanerà il sorcio.

      "Mi piace"

  2. ma questo ancora ciancia di un elettorato grillino, di iscritti grillini che si vergognerebbero di votare insieme a Berlusconi e la Lega, gli correrebbero dietro ancora ssotiene…Non ricordandosi che lui e la sua truppa di nani e ballerine del FATTOScanci in primis sostenevano che gli iscritti i votanti 5 stelle sarebbero corsi coi forconi dietro ai capi per il governo gialloverde…S’è visto…Scanzi riconobbe pure (almeno li) che s’era sbagliato! Ma figuriamoci a otto e meezzo il più lucido era Cacciari come sempre! SDraghi dovrà fare due tre cose urgenti che i 5 stelle appoggeranno altrimenti rischiano le elezionbi o un altro incarico chissà a chi magari a duno del centrodestra che potrebbe trovare i voti in Parlamento e ancora una volta si berranno di tutto…Del tutto delirante Travaglio che caduto Conte finge di poter far dimenticare lo scandaloso leccalulismo di questi mesi! Col cavolo…Il popolo ha la memoria lunghissima se e quando vuole….

    "Mi piace"

    • Ahahah. Lucido er mejo, Cacciari? Continuava a sbavare di falsa rabbia, tutto agitato, frasi incomprensibili e con poco senso, ed il top del top raggiunto mischiando il nome di Conte con Draghi.. Tra le risatine e sguardi di commiserazione degli altri. Veda lei

      Piace a 2 people

    • Ancora una volta, una fine, lucida, ficcante, stanamente troppo breve, analisi della situazione politica italiana da parte della signora Gazzelloni.
      Chapeau!

      "Mi piace"

    • “il più lucido era Cacciari come sempre”

      Come dire: il più gentile è Sgarbi, come sempre.😆😂🤣
      Cmq non sarà mai lucido come la tua f..a quando leggi gli editoriali di Travaglio.🤩

      “Il popolo ha la memoria lunghissima”

      La memoria degli italiani è uguale alla sensatezza e alla correttezza ortografica dei tuoi commenti.🙂🙋‍♂️

      "Mi piace"

  3. A FranzGe

    Ottime costruttive considerazioni , anche se, personalmente, vedrei bene l’adesione del Movimento alla possibilità di entrare nel governo di Draghi, per varie ragioni :

    1) nelle consultazioni, poter esporre i paletti su cui il M5S non può transigere. Questo, darebbe dignità al rapporto tanto con Draghi come con la base del Movimento. Senza chiedere la luna, già col governo Conte si son fatti grandi passi avanti. Consolidare le posizioni sarebbe un successo, e intanto gli esponenti grillinii si farebbero le ossa per non tornare a essere messi nell’angolo dai volponi della vecchia politica
    2) se il programma di Mario Draghi è di smantellare, sotto la pressione devastatrice dei Mattei o chicchessia, le conquiste dal 2018 ad ora, una doverosa opposizione obtorto collo non sarebbe un insulto alla figura rispettabile del professor Draghi e tantomeno a quella del PdR che ha fatto un quasi accorato appello alle forze politiche. Ma non può esigere che si svenino per fargli piacere.
    3) se , insieme a PD e LEU, si forma un fronte difensivo delle conquiste legislative ottenute e Draghi non intende vulnerarlo, perché non ENTRARE nel governo, con le persone che miglior prova hanno dato e con gli stessi ministeri? Speranza per LEU, Bonafede, Patuanelli, Gualtieri e Boccia non dovrebbero essere nomi sgraditi al futuro PM, che anche nella marmaglia destrorsa troverà il meno peggio per far contenti i poltronari che non vogliono le poltrone. E se qualcuno storcerà il naso, Draghi in questa situazione ha autorità sufficiente per raddrizzarglielo.

    Insomma, anche se mancano ancora 2 anni alla conclusione naturale della legislatura, se va bene, possiamo già parlare di fase finale della stessa, in cui il M5S, forte di una maggioranza che difficilmente replicherà, può fare sentire la sua voce ed il suo peso. All’opposizione, potrebbe fare solo brindisi al sole mentre i lestofanti fanno a gara a cercare di ridurre in macerie quel che han realizzato. Per me, è una prospettiva da incubo, che può diventare realtà, ma non agevoliamola.

    Dulcis in fundo, e lo butto lì come auspicio e facendo i conti senza gli osti, a me piacerebbe vedere Conte come Ministro degli Esteri del governo Draghi. Purché tanto Giuseppi come Mario siano d’accordo

    Piace a 1 persona

    • Scherzi? Forse Gualtieri ma nessun altro ministro del precedente governo verrà permesso da FI, Lega e neanche da IV che che ne dica l’idiota. La soluzione miglore è l’astensione per non andare contro il volere di Mattarella, degli elettori e al contempo controllare e quindi votare a seconda dei provvedimenti.

      "Mi piace"

  4. Norberto
    Io, in un governo ammucchiata di farabutti, diretto da Drakula e da chissà quali ministri, il M5S non riesco proprio ad immaginarmelo. Da qualsiasi angolazione lo guardo vedo solo cose negative. Dopo tutto quello che abbiamo dovuto subire, fino ad oggi (ancora, mentre scrivo, l’informazione monocorde ancora spara menzogne e ci piglia per il culo, a noi e al Presidente Conte) proprio non ce la faccio a pensare che possa essere una mossa che porti a risultati positivi. Sarò ingenuo o avrò una visione troppo semplicistica di cosa debba essere la politica, ma mi continuo a ripetere: cosa abbiamo in comune NOI e questa gentaccia? Aspettiamo che dirà Grillo, ma per quanto mi riguarda ogni limite umanamente sopportabile è stato superato di gran lunga e Drakula si può tranquillamente riaccomodare nella bara dove stava, lui e chi l’ha fatto uscire.

    Piace a 2 people

  5. DRAGHI RAPPRESENTA IL POTERE FINANZIARIO. E QUANDO MAI QUESTO È STATO AMICO DEL POPOLO?- Viviana Vivarelli

    Draghi politicamente è al servizio del potere finanziario, dell’alta finanza massonica internazionale e dei poteri forti occidentali, comprese la banche d’affari americane come la Goldman Sachs.
    Ovviamente è il premier ideale di chi in Italia vuole sostenere le politiche peggiori di Bruxelles e vuole arricchire i più ricchi a spese dei più poveri. I suoi obiettivi sono contro gli interessi degli italiani così come sono stati contro gli interessi dei cittadini greci, ma piacciono a tutti coloro che sperano di aumentare i proprio patrimoni con pezzi dell’Italia. Ovviamente piace a Confindustria che odia i diritti del lavoro, ai partiti succubi della Troika e ai ricchi proprietari dei giornali che odiano in genere la democrazia e cercano di arricchire il più possibile la cleptocrazia come gli Elkan, i Benetton, gli Angelucci, i De Benedetti o i Berlusconi.
    Quando in Grecia ci fu il referendum sull’Europa, Draghi bloccò i bancomat.
    Quando i bambini greci svenivano per la fame, Draghi si vantava con la Merkel di aver fatto “il capolavoro dell’Ue”.
    Ricordatevi che i suoi trofei, quelli di cui il giornalume non parla, sono l’assassinio e la depredazione della Grecia, l’apertura massiccia ai derivati, la privatizzazione dei servizi pubblici, le riforme antidemocratiche delle Costituzioni.
    Draghi è il grande privatizzatore che ha contribuito in prima persona a svendere tutto il patrimonio industriale e finanziario pubblico gettandolo nelle fauci del mercato privato italiano e internazionale con un costo sociale altissimo soprattutto in termini di occupazione.
    In Grecia svendette i beni pubblici come il sistema elettrico o i porti o gli aeroporti e persino pezzi di territorio, abbasso stipendi e pensioni e procedette a migliaia e migliaia di licenziamenti dei dipendenti pubblici.
    È l’uomo dell’alta finanza massonica internazionale da Soros, ai Rothschild, alla Goldman Sachs, accusato di essere “l’anima nera” dei “poteri forti” internazionali organizzati in associazioni di tipo massonico come Bilderberg e Trilateral alle cui converticole è stato spesso presente.
    Nel 1992 sul Britannia partecipò a un piano per una strategia per svalutare la lira privatizzare le partecipazioni statali italiane a prezzi stracciati grazie alla svalutazione. Dopo 3 mesi fu lanciato un attacco speculativo che portò a una svalutazione della lira del 30% ed al prosciugamento della riserva della Banca d’Italia con Ciampi che arrivò a bruciare 48 miliardi di dollari. Dopo si aprì la stagione delle privatizzazioni: da Eni a Telecom, da Imi a Comit, al Credit, a Bnl. Passano in mano del mercato estero, oltre a buona parte del sistema bancario, i colossi dell’energia e delle comunicazioni, la Buitoni, Invernizzi, Locatelli, Galbani, Negroni, Ferrarelle, Peroni, Moretti, Perugina, Mira Lanza e molte altre aziende dei settori strategici.
    A governare lo smantellamento dell’Iri c’era Prodi col quale Draghi vanta un’antica amicizia, lo stesso che ci convinse ad entrare nell’euro, pur sapendo che non avremmo potuto sostenerlo e che per noi sarebbe stato una rovina.
    Nel 2002 entra in Goldman Sachs di cui diviene vicepresidente per l’Europa. Un altro clamoroso caso di conflitto d’interesse.
    Nel curriculum di Draghi pochi ricordano il curioso riacquisto di una fetta di Seat da parte della Telecom che l’aveva appena ceduta. O del fatto che si è reso conto dell’affare “Telekom Serbia” solo 4 mesi dopo che l’operazione era stata conclusa. O della vendita alla Goldman Sachs per tremila miliardi delle vecchie lire dell’intero patrimonio immobiliare dell’Eni appena un anno prima di essere nominato vicepresidente guarda caso proprio della Goldman Sachs.
    Altro che “ottimo servitore dello Stato”! Piuttosto un ottimo servitore degli interessi speculativi dell’alta finanza e del capitalismo italiano e internazionale.

    Piace a 1 persona

    • Viviana, d’accordo, abbiamo capito che non avresti mai incaricato Draghi per fare un governo, e probabilmente nemmeno io. Ma elencare i punti neri del passato è futile, Draghi, obtorto collo, secondo quanto assicura MT ha accettato di fare un nuovo governo, e lo farà, che Viviana o bugsyn o tutto il movimento lo vogliano o meno, e neppure ha bisogno delle lodi sperticate dei pennivendoli nostrani.

      E allora? Vediamo come si muove e non facciamo barricate. Anche dentro al governo, il Movimento può sempre passare all’opposizione se procede. Non l’hanno fatto il farabutto Bertinotti che ci regalò, come Mastella, anni supplementari del pregiudicato a fare i suoi interessi e rovinare il paese. E, solo ieri, quelli carogna del Bomba non ribalto l’ottimo governo Conte per far vedere quanto è fico?

      Suvvia, lasciare campo libero ai beceroni perché impongano , o come minimo lo tentino, le loro idee puzzolenti per fottere, dí nuovo e tanto per cambiare, la collettività purtroppo amorfa in beneficio di pochi furbastri non è una strategia vincente. Forse neppure l’altra lo è ma tra tutte le alternative è la meno peggio.

      Questa risposta è anche per lucapas

      "Mi piace"

      • @bugsyn,
        entreranno tutti nel governo dragho, ogni partito chiederà si approvino le leggi (proprie) che propone.
        la conseguenza sarà che un parlamento con questa configurazione (senza opposizione per giunta) approverà le leggi degli “ultratrentennali inciuciari” e respingeranno quelle del mov…!!!
        ora é chiaro il perché per il mov sarà la fine…!!!
        se il mov appoggerà un governo “inciuciaro” dei mafiosi di arcore e della trinacria, di lari di 49milioni e non solo, di servi delle banche fallite e fatte resuscitare a suon di miliardi di euro dei cittadini onesti che pagano le tasse e, più in generale, di corrotti e corruttori e infami; gli elettori che continueranno a votare il mov si potranno contare sulle dita di una mano…!
        se, peggio, entrerà in un siffatto governo,, dove la maggioranza é garantita da “inciuciari”, allora di elettori m5s non ne resterà neanche contando le famose dita di una mano…!!!
        non dovrebbe essere difficile capire la politica di base, elementare, praticata dai ladri, dai corrotti e corruttori di destra e di manca…!
        gli sciacalli, le iene, gli avvoltoi inciuciari, sedicenti rossi, improbabili bianchi e, certamente, neri naziliberisti, stanno già affilando gli artigli e le fauci per far di un sol boccone quel che resta del mov…!
        un mov peraltro già mezzo distrutto dai tetrapoltronari destrorsi, usurpatori e traditori che al bene del paese hanno preferito i loro fondo schiena seduti su poltrone di “pelle umana” (fantozzi dixit).
        della pelle umana degli ultimi che anche con dragho subiranno ulteriori tagli di democrazia, di libertà civile ed economica (ulteriori tagli, dopo quelli di monti, dini, ciampi e altri antiitaliani…, alle pensioni, ai salari, ai servizi sociali: scuole ospedali, asili, ecc. ecc.)!!!

        "Mi piace"

  6. Che senso ha sperare di venire a patti con un soggetto simile?
    Quello di Mattarella è stato un vero e proprio golpe.
    DRaghi è capace di promettere qualsiasi cosa e di vendere mezza Italia in pochissimo tempo, distruggendo ogni nostro diritto costituzionale, bloccando i nostri soldi in banca e riducendoci come la Grecia.
    A un assassino simile si può dire solo di NO SUBITO !!

    Piace a 1 persona

  7. Draghi è la sintesi che Conte non è riuscito a ottenere.
    Salvini e Meloni fuori 🤥 , dentro Berlusconi.
    Detto questo, vado alla finestra e guardando attraverso:
    Siamo fuori come paracarri..

    "Mi piace"

  8. Veramente le parole di Mattarella mica le ho tanto capite(colpa mia),che significa appellarsi a tutte le forze politiche affinché costituiscano un governo che non abbia natura politica?non è un ossimoro ?non faceva prima a dire governo istituzionale ,tecnico ecc? Detto questo a mio avviso i 5S potrebbero e dovrebbero ( se possibile) connaturare con nomi e programmi un governo politico,ma è chiaro che,nel caso entri anche la lega ciò non sarebbe possibile essendo l’esecutivo ,in questo caso,di larghe intese( o tecnico che dir si voglia),quindi lasciamoglielo pure,forse,per un po’,giornali e filosofi si scorderanno di attaccare il movimento qualsiasi cosa faccia

    Piace a 1 persona

  9. gigino o bibitaro,
    Se il draghi di komodo mi riconferma ministro degli esteri, oltre al voto gli do pure il culo e anche quello della fidanzata oltre, naturalmente, quello di tutti i fessi che mi sostengono,
    gigino o bibitaro

    "Mi piace"

      • Lucapas,
        Ma almeno tonino b è educato e non dà mai dei ritardati a nessuno, o degli ignoranti, o avrei un lungo elenco che riguarda questo cogliostro.

        "Mi piace"

      • @lucapas,
        entreranno tutti nel governo dragho, ogni partito chiederà si approvino le leggi (proprie) che propone.
        la conseguenza sarà che un parlamento con questa configurazione (senza opposizione per giunta) approverà le leggi degli “ultratrentennali inciuciari” e respingeranno quelle del mov…!!!
        ora é chiaro il perché per il mov sarà la fine…!!!
        se il mov appoggerà un governo “inciuciaro” dei mafiosi di arcore e della trinacria, di lari di 49milioni e non solo, di asserviti (pd-l) alle banche fallite e fatte resuscitare a suon di miliardi di euro dei cittadini onesti che pagano le tasse e, più in generale, di corrotti e corruttori e infami; gli elettori che continueranno a votare il mov si potranno contare sulle dita di una mano…!
        se, peggio, entrerà in un siffatto governo,, dove la maggioranza é garantita da “inciuciari”, allora di elettori m5s non ne resterà neanche contando le dita di una mano monca…!!!
        non dovrebbe essere difficile capire la politica di base, elementare, praticata dai ladri, dai corrotti e corruttori di destra e di manca…!
        gli sciacalli, le iene, gli avvoltoi inciuciari, sedicenti rossi, improbabili bianchi e, certamente, neri naziliberisti, stanno già affilando gli artigli e le fauci per finire di dilaniare quel che resta del mov…!
        un mov peraltro già mezzo distrutto dai tetrapoltronari destrorsi, usurpatori e traditori che al bene del paese continuano a preferire i loro pu-pu seduti su poltrone di “pelle umana” (fantozzi dixit).
        della pelle umana degli ultimi che anche con dragho subiranno ulteriori tagli di democrazia, di libertà civile ed economica (ulteriori tagli feroci, dopo quelli di monti, dini, ciampi e altri antiitaliani…, alle pensioni, ai salari, ai servizi sociali: scuole ospedali, asili, ecc. ecc.)!!!

        caro lucapas non é ossessione… é solo, semplice, lapalissiana, costatazione e presa di coscienza della storia…!!!
        qualcuno diceva: sbagliare é umano, perseverare é diabolico… questa la rivolgo ai tetrapoltronari che par dicapire hanno deciso di assassinare definitivamente il mov con sommo gaudio dei potenti e dei giornalisti (si fa per dire) al (loro) guinzaglio…!!!
        travaglio, spero tu lo abbia letto, sembra essere stato illuminante nel descrivere la storia prossima futura…!

        senza alcun rancore credimi…, ci mancherebbe…!

        p.s. paolapci credo abbia compreso l’animo e lo spirito con cui uso la tastiera…!!!

        "Mi piace"

      • No Jonny, non lo farà. Dovrebbe poi inventarsi un’altra vita.
        Oggi ne è venuto fuori un altro secondo cui se i 5s appoggiano Draghi Ciro Grillo sarà la merce di scambio.

        "Mi piace"

  10. Più ci penso e più mi convinco che quella di Mattarella sia stata una decisione improvvida e precipitosa.
    A settembre abbiamo votato in moltissime regioni, tra 15 aprile e 15 Giugno si dovrà votare per moltissimi comuni.
    Per le politiche è meglio rivolgersi al “DICTATOR ROMANO” e tutti a bordo?
    con che scelte per la NEXT GENERATION?
    Esse saranno vincolanti negli anni futuri forse per un paio di decenni e non è un governo politico?
    Stanno sollevando una grande nebbia di parole e di saliva per nasconderci cosa?
    La grande soluzione o il grande imbroglio?

    Piace a 2 people

    • Per Adriano.
      Si sta verificando ciò che era programmato che succedesse con la legge elettorale che avevano inventato perché no n andassero a governare i 5 stelle.Con Draghi si realizza quelll’intento(‘pd con iv)piu fi. SE i 5stelle entreranno nel governo Draghi sarà la loro fine ,questo è il disegno.che portano tutti avanti daigiornali ai partiti alla confindustria insomma alla mafia italiana e mondiale sconfiggere il movimento che mette in pericolo i loro disegni.È un progetto che parte da lontano,menti sopraffine direbbe Falcone,studiato da tanto tempo e che la pandemia ha solo ritardato.Solo cosi ha un senso per tutyo quello.che ha fatto Renzie il silenzio attorno del pd e anche di qualcuno come comprato dei 5stelle

      Piace a 2 people

      • “SE i 5stelle entreranno nel governo Draghi sarà la loro fine “. Senza dubbio, se entrano a 90 gradi. Ma se negoziano con la schiena dritta e con un minimo di scaltrezza e non dimenticando che sono la compagine parlamentare più importante. NON DIALOGARE e stare alla finestra scaldando le poltrone e dicendo “come siete cattivi!” mentre le conquiste 2018-2020 vengono ridotte in cenere, sì sarebbe la loro fine

        Piace a 2 people

    • se metti un “novantenne” per forza di cose un po’ RINCO a gestire simili (ingestibili) situazioni cosa pensa succeda???

      E’ ovvio che ha fatto una MEZZA cazzata. Avesse detto o Conte ter o elezioni lo vedevi se la trovavano una maggioranza senza il FARABUTTO figlio di due FARABUTTI.

      L’avrebbero già trovata!

      Piace a 1 persona

      • Andrea, totalmente d’accordo. Mattarella, in buona o in cattiva fede ha omesso di fare la mossa istituzionale più logica e coerente con la situazione. Ma è sempre possibile ravvedersi se Draghi declina, come a me piacerebbe. Ricordiamoci che, allo stato attuale e salvo errore, le dimissioni di Conte non sono state accettate

        "Mi piace"

  11. Dimmi con chi vai eti dirò chi sei.Ditemi chi è felice e contento sfregandosi le mani per l’incarico otenuto da Draghi e vi dirò di che governo si tratterà.Pentastellati attenti a non farvi tentare dal D.

    Piace a 2 people

  12. Siamo al ridicolo, ascoltavo una radio universitaria e già si parla di Draghi figura autorevole in Europa.
    Peccato che sfugga il fatto che la situazione non è come quella del governo Berlusconi, deriso dalla Merkel e da Sarkosy, un governo senza alcuna credibilità, con un premier imbarazzante che aveva bloccato il paese per salvarsi dai processi.
    Seguì poi l’era di Monti, l’esecutore fallimentare (sostenuto da destra e sinistra).
    Questa volta avevamo un premier apprezzato in Europa, e delle leggi promulgate che l’Europa chiedeva da tempo, e se le altre amebe parlamentari si preoccupano di come gestire i soldi del recovery è perché Conte ha mediato per ottenerli. Invece no, diamo retta ad un fallito con i complessi di inferiorità e buttiamo tutto nel secchio. Il tutto è ovviamente possibile perché Draghi piace non solo a il club dei transfughi, ma anche a Lega, Fi e PD sempre di bocca buona. Il problema di Conte e con Conte è che non è un politico, motivo per cui continuo a credere che sia stato il miglior premier.
    Sempre dalla radio apprendo uno spunto che sono certo sarà il fulcro della nuova propaganda e cioè che i partiti potrebbero in realtà essere intimoriti dai sensazionali successi di Draghi, “non ce n’è per nessuno” -testuali parole-, il che implicitamente avverte che chi dirà No al nuovo salvatore è perchè è geloso – ma gli stessi negano che Renzi lo fosse di Conte -.
    In un altro paese lo troverei ridicolo, ma in questo basta aprire le pagine di un giornale e ci trovi di peggio.

    Piace a 2 people

    • In questa tua ultima frase si trova la sostanza dei nostri giornalisti: come i politici non si vergognano di niente, neanche di rasentare il ridicolo sostenendo testardamente una tesi e poi l’esatto suo contrario. Allibito!!

      Piace a 2 people

  13. … e se la mossa di Mattarella di chiamare Draghi fosse calcolata?
    Del tipo: “Io ho provato con un alto profilo come Draghi, ma anche lui non è riuscito a trovare una maggioranza per formare un nuovo governo. Per cui, conferisco il reincarico a Conte, dal quale non ho ancora accettato le dimissioni, e se non sbucano 10 senatori responsabili sciolgo le camere e vi rimando a votare, e molti di voi resteranno a casa.
    A voi la scelta …”
    Fantapolitica???

    Piace a 2 people

    • Campa cavallo che l’erba cresceVivi nel mondo dei sogni??Mattarella chi ce lo ha messo??Conosci in Italia qualcuno che sia salito ai piani alti e che non sia ricattabile e facente parte del sistema?

      Piace a 2 people

      • @ Terribile
        Allora perché Mattarella non ha ancora accettato le dimissioni di Conte?
        E se veramente Draghi non riuscisse a trovare una maggioranza, ti sembra tanto improbabile un reincarico a Conte rispetto alle elezioni?
        Pensaci ….

        Piace a 2 people

      • *terribile ,
        Mattarella lo scelse Renzi su indicazione di Draghi.
        Ora ha ricambiato il favore , ha scelto Draghi su indicazione di Renzi .

        "Mi piace"

    • @Felix,
      dici: “Allora perché Mattarella non ha ancora accettato le dimissioni di Conte?”
      per Costituzione e prassi consolidata, il presidente della repubblica (mattarella in specie) non può accettare le dimissioni di un presidente del consiglio (sebbene dimissionario) finché non ci sarà un nuovo pdc con la sua maggioranza…!!!
      una nazione, in democrazia, non può restare senza governo… anche se questo resta in vita solo per il disbrigo dell’ordinario…!!!

      "Mi piace"

      • @tonino.b
        Ti ringrazio per il chiarimento relativo alle procedure che adotta il PdR rispetto ad un PdC dimissionario, sinceramente non ne ero a conoscenza.
        Il blog serve anche ad acquisire questo tipo di nozioni.

        "Mi piace"

      • “una nazione, in democrazia, non può restare senza governo… anche se questo resta in vita solo per il disbrigo dell’ordinario…!!!”

        Perché se l’ordinario riesce bene senza di “loro”, allora…

        "Mi piace"

    • Bella operazione!
      Solo che la poteva fare prima di incaricare Rango,
      se poi non aveva tutta questa fretta è un altro paio di maniche

      "Mi piace"

  14. 6 FEB 2021 11:36
    VIDEO-CULT! – LA GRUBER CHIEDE AL RAGAZZO PON PON DI CONTE: “SEI IL GRANDE SCONFITTO DI QUESTA CRISI DI GOVERNO?” – E QUI PARTE LA ROSICATA DI MARCOLINO CHE COME VIDEO-DOCUMENTATO AVEVA SEMPRE SOSTENUTO CHE DRAGHI NON AVESSE INTENZIONE DI FARE IL PREMIER – “MATTARELLA HA CHIAMATO DISPERATO DRAGHI, E LUI NON SE L’È SENTITA DI DIRE NO” – LO SCONTRO CON CACCIARI SU SALVINI, LE MANI IN FACCIA QUANDO PARLA MASSIMO GIANNINI, LA PROFEZIA SUI M5s E GLI ATTACCHI AL CAV (MARCOLI’, PRENDITI IL MAALOX) – VIDEO

    https://www.dagospia.com/rubrica-2/media_e_tv/video-ndash-ldquo-otto-mezzo-rdquo-lilli-gruber-chiede-ragazzo-260305.htm

    "Mi piace"

    • Se Travaglio è un “ragazzo pon pon di Conte”, tu e d’agostino (insieme alla Annunziata e alla Tortora) siete le RAGAZZE PON PIN di berlusca, Salvini e il cazzaro di Rignano.🤩😝🤣

      Attacchi al cav? È un PREGIUDICATO, punto.
      Oltre che un piduista mafioso.🤫👋

      "Mi piace"

      • @Lorenzo,
        il mafioso di arcore che pagava la mafia pure quando era presidente del consiglio, mi permetto di aggiungere, é anche un pluriprescritto, che ha sul groppone accuse pesantissime da parte pentiti di mafia e, ancora, sotto inchiesta per ulteriori reati e, pare, in procinto di essere rinviato a giudizio per le ennesime volte…!!!

        ma pare che alle facce toste come quella della bruna… di questo non importa. probabilmente perché deve avere forti interessi a stare dalla parte dei mafiosi, dei piduisti, dei ladri, dei corrotti e dei corruttori…!!

        lo dico: é inutile farsi irretire e, addirittura, risponderle…!!! si perde tempo inutilmente perché par di capire che alla bruna torna profittevole stare dalla parte dei criminali…!!!

        "Mi piace"

      • Tonino.b, il problema non è la sig.ra bruna (ammesso che sia il suo vero nome) ma personaggi scaduti come d’Agostino che la rifornisce di minc..ate!🙃

        E non solo lei, purtroppo.

        "Mi piace"

  15. Il futuro del M5S, quale sarà?
    Che chance ha di continuare ad essere percepito lontano dalla partitocrazia?
    I TEMI non bastano, contano pure e soprattutto i METODI.
    Le regole, i principii su cui il M5S si fondava, sono state disattese ma non erano affatto demenziali, almeno per chi le ha capite.
    Diciamo che hanno usato le “convinzioni come li stivali” diceva Trilussa.
    Sono andati al potere con giuste convinzioni, soprattutto sul metodo di selezione della classe politica, è poi le hanno tradite perché quando hai la poltrona sotto il culo l’opacità è meglio della trasparenza, le decisioni dall’alto sono meglio delle votazioni democratiche dal basso, dove il mio voto vale quanto quello di Beppe o di chiunque altro, questo voleva dire “uno vale uno”.
    Non è la mia opinione che vale come quella di Beppe, è il mio voto.
    Invece “uno vale uno” lo hanno storpiato in “uno vale l’altro”, come se il merito nella selezione della classe dirigente non fosse un aspetto importante, come se non fossero chiamati per risolvere problemi complessi.
    “Uno vale uno, anzi, l’altro” li ha portati a dichiarare che il parlamentare o il ministro può farlo anche la “casalinga di Voghera”.
    Ed i “fantastici ragazzi” si sono concretizzati in persone senza arte ne parte (quindi più ricattabili e più dipendenti dalla poltrona, era questo il fine ultimo, poterli manipolare) che non azzeccano un congiuntivo, dimostrando anche di non saperlo imparare.
    Altro che nuovi ministeri come propone Beppe Grillo sulla transizione energetica.
    La crisi del M5S non è sui TEMI, è sui METODI.
    Ma questo ELEFANTE NEL CORRIDOIO sembra non vederlo nessuno!
    E allora mi domando: la vostra passione politica, visto che non verte sui principii, su cosa verte?
    Sulle tattiche e strategie per rimanere al potere? O per prendere più voti alle prossime elezioni?

    Così, per sapere.

    "Mi piace"

  16. La crisi del wmovimento è dovuta alle prospettive negative in un a prossima tornata elettorale. Da lì, le lacerazioni interne. Se la strategia della comunicazione fosse stata più indovinata (o per meglio dire se non fosse nulla) ed il contrasto agli attacchi universali più efficace, i risultati positivi della azione di governo avrebbero evitato la débâcle che i sondaggi preannunciano. Su questo ci si deve concentrare, non su azzuffarsi

    Piace a 1 persona

  17. @tonino.b
    Ti ringrazio per il chiarimento relativo alle procedure che adotta il PdR rispetto ad un PdC dimissionario, sinceramente non ne ero a conoscenza.
    Il blog serve anche ad acquisire questo tipo di nozioni.

    "Mi piace"

  18. Tutto ampiamente previsto! Era già incredibile che segretario PD fosse un culodipietra che ascoltava i consigli di un altro culodipietra, oltretutto dovendo fare il Presidente di Reghione senza nessuno ne rilevasse la palese incompatibilità! Un partito esangue di morti viventi che si dedica unicamente alla gestione del potere sempre comandando e senza necessità il suo operato sia sottoposto per anni alla valutazione popolare! Qualunque altro partito ha più iniziativa di loro e Renzi piaccia o no gli ha dato il colpo di grazia!

    6 FEB 2021 19:09
    1. MENTRE BEPPE GRILLO HA GIÀ UN NUOVO PUPILLO, E SI CHIAMA MARIO DRAGHI, I 5STELLE HANNO LA GRANDE OCCASIONE PER TAGLIARE I RAMI SECCHI (VEDI ALLA VOCE DI BATTISTA)
    2. DOMANI DRAGHI E MATTARELLA PRENDERANNO UNA DECISIONE, QUELLA DECISIVA: SI FA UN GOVERNO SOLO DI TECNICI, UN GOVERNO MISTO DI TECNICI E POLITICI O UN ESECUTIVO DI TECNICI ALCUNI DEI QUALI DI AREA POLITICA (LA VARIANTE E’ DI NOMINARE SOTTOSEGRETARI POLITICI)
    3. DOPO LA GROTTESCA SPARATA DA CALDARROSTAIO DAVANTI A PALAZZO CHIGI, OGGI CONTE SI È ACCAMPATO AL VERTICE M5S SPERANDO IN CUOR SUO CHE UN DISGRAZIATO SI ALZASSE PROCLAMANDOLO NUOVO LEADER DEI GRILLINI, INVECE È CALATO IL SILENZIO. ORA BETTINI E CASALINO PUNTANO A FARLO CORRERE A SINDACO DI ROMA AL POSTO DI VIRGINIA RAGGI. MA PER LE CORRENTI PD, BETTINI E ZINGA, SONO I VERI SCONFITTI, CAPACI DI DIRE TUTTO E IL CONTRARIO DI TUTTO. E GIÀ SI SUSSURRA DI FARE UN CONGRESSO PER RIMANDARLI A SCUOLA DI POLITICA

    https://www.dagospia.com/rubrica-3/politica/mentre-beppe-grillo-ha-gia-nuovo-pupillo-si-chiama-mario-260346.htm

    "Mi piace"

  19. Qualcuno dei belli (sefappeddi’) addormentati fansa acefali di Travaglio Fido Cniglio, più addormentato di tutti, che dopo due anni l’epopea maggioritaria dei 5 stelle di governo e di lotta è FINITAQ’ Perché sembra si chiacchieri del sesso degli angeli, si dicsetti di gottaa come si faceva nel film Orlando, tanto per impiegare il tempo! Il Movimento 5 stelle a vocazione maggioritaria non esiste più…Bene che gli vada (secondo alcuni mentre rappresenterebbe la totale autodistruzione) potrà costruire una alleanza spuria col massimo partito corrotto di sistema. il PD per campicchiare acimolandoci qualche mancetta ogni tanto! Questi cianciano ancora come il Movimento fosse il centro dell’Universo…Poveretti…

    "Mi piace"

  20. Eppoi Travaglio Fido Coniglio e Peter Gomez lamentano l’esegesi filo Draghi quando per mesi hanno coperto tutte le nequizie ella gestione del Covid dei DPCM di Conte e dei suoi ministri che non a caso ha ingenerato il più corposo numero di morti di tutti gli altri stati ed ingigantito successi inesistenti da veri servi di regime…6 FEB 2021 20:42
    ALTRO CHE POPOLARITÀ, CONTE HA ROTTO LE PALLE ANCHE A CHI HA COMBATTUTO IN PRIMA LINEA IL VIRUS – “CARO DAGO, SONO UN MEDICO OSPEDALIERO DI ROMA E HO INCONTRATO L’EX PREMIER: NON CE L’HO FATTA A NON MANIFESTARGLI IL MIO DISPREZZO PER LA GESTIONE SANITARIA DEL COVID” – “LUI MI HA RISPOSTO: ‘E LEI COME L’AVREBBE GESTITA INVECE?’… ‘SICURAMENTE MEGLIO DI LEI, SI VERGOGNI DI CHIEDERLO A ME’…” – FOTO

    https://www.dagospia.com/rubrica-3/politica/altro-che-popolarita-conte-ha-rotto-palle-anche-chi-ha-260352.htm

    "Mi piace"

  21. Gazzellona porcona, ma quando mai noi abbiamo avuto PIU’ MORTI degli altri?

    In UK stanno a 105.000, noi a 90.000!

    E come % in Belgio sono il 50% peggio che da noi.

    E noi siamo stati colpiti PER PRIMI.

    E la sanità è stata in mano a quei criminali delle REGIONI, a cominciare da Fontana+Gallera, e la loro decisione criminale dei malati leggeri nelle RSA.

    Ma questo fai finta di non capirlo, essendo ideologicamente più vaiassa di un giornalista mediaset.

    "Mi piace"