Che Dio ci aiuti

(di Roberta Labonia) – “Siamo di fronte ad una crisi pericolosa, da risolvere in fretta. A questo punto è auspicabile che Matteo Renzi vada avanti nella sua opera, facendo definitivamente cadere il Governo di Giuseppe Conte”. Così si è espresso stamattina Silvio Berlusconi dalle pagine della “Verità”.

Insomma Matteo Renzi, che per motivi solo a lui conosciuti, in piena pandemia, ha deciso di aprire la crisi di governo più inverosimile che la nostra storia repubblicana ricordi, è diventato il piede di porco con cui la destra italiana sta contando in queste ore di manomettere la serratura del Parlamento italiano per espugnarlo.

Vedete, qui non si tratta di portare avanti battaglie ideologiche o di tifare per una o l’altra forza politica: se è vero come è vero che ridare il voto agli elettori, in tempi normali, rientra nel normale gioco democratico, farlo ora, con un Paese alle prese con un emergenza sanitaria inusitata, una grave crisi economica montante e un piano vaccinale ancora alle prime battute, sarebbe un esercizio suicida (salvo per le lobby di potere che si sentono tagliate fuori dai fondi del Recovery Plan).Ogni italiano dotato di semplice buonsenso, indipendentemente dalle sue simpatie politiche, dovrebbe esserne cosciente e trarne le conseguenze. Anche la ritrovata sintonia con l’Unione europea che, principalmente grazie all’opera meritoria di Giuseppe Conte, per la prima volta nella sua storia sta parlando il linguaggio della solidarietà, con l’instaurarsi di una instabilità politica che rischia di consegnare il Paese a forze sovraniste, ne verrebbe irrimediabilmente compromessa. Ve li immaginate un Salvini o una Meloni seduti al tavolo con la Ursula Von der Leyen, a battere cassa? È un incubo che la mia mente si rifiuta di prendere in considerazione. In questi giorni è stata evidente agli occhi di tutti la sovraesposizione mediatica di cui ha goduto Renzi. Ma il problema non è quello: per la portata e la gravità di ciò che ha fatto, questo individuo andrebbe segnato all’indice da tutti i media e crocifisso ogni giorno alle sue responsabilità così che i cittadini possano comprenderne fino in fondo la pericolosità (guardate a come è stato pubblicamente messo alla gogna, in America , il mentitore Trump). Purtroppo, qui da noi, nella stragrande maggioranza dei casi, abbiamo a che fare con una stampa servile, un parterre di pseudo giornalisti, sia della carta stampata che televisivi, portati al guinzaglio da editori impuri che hanno altri interessi che non quelli della collettività, e il dibattito pubblico ne esce inquinato.

Allo stato attuale delle cose, l’opera meritoria di Giuseppe Conte di ricercare una quarta gamba al suo Governo, formata da forze europeiste e responsabile, si sta facendo tutta in salita, non è detto che riuscirà nel suo intento. La sua è una battaglia titanica nel solo ed esclusivo interesse degli italiani. Nessun secondo fine: se riconsegnasse le chiavi di Palazzo Chigi personalmente ne avrebbe tutto da guadagnare: da quando non esercita più la sua professione di avvocato e professore universitario il suo 740 è crollato. Giuseppe Conte può contare sulla fedeltà assoluta del MoVimento 5 Stelle, l’unico, ad oggi, fra le forze di governo, realmente compatto nel sostenere la sua battaglia. Il resto della fauna politica che sostiene questo Governo non lo è altrettanto. Che Dio, se ce n’è uno, ci aiuti.

60 replies

  1. Giuseppe Conte ha voluto accettare la rissa con Matteo Renzi, e per le enormi responsabilità che porta sulle spalle in questo momento non avrebbe dovuto farlo.
    Il ring sul quale ha scelto di misurarsi col suo sfidante è infatti irrituale, incostituzionale, senza regole che vietino i colpi bassi e tutta la gamma di possibilità che offre una rissa di strada.
    Accettando di scendere su questo terreno di scontro ha messo a rischio non solo il suo istituzionale, ha messo a rischio il Paese e da capo dell’Esecutivo ha assunto la veste del capo politico, esponendosi ad ogni possibile futuro attacco.
    Conte avrebbe dovuto attenersi a quella Costituzione che ha giurato di onorare e osservare, la quale all’articolo 94 stabilisce con chiarezza cristallina che il Governo cade se, e solo se, il Parlamento gli revoca la fiducia con votazione nominale su una mozione motivata e firmata da un decimo dei membri della Camera. E il Centrodestra non intendeva proporre una mozione di sfiducia, aveva rifiutato la proposta di Giorgia Meloni.
    Dunque Conte non aveva alcun motivo costituzionalmente fondato di sottoporre a verifica il suo Governo. Se avesse fatto questa scelta, che sarebbe stata doverosa, il Paese si sarebbe risparmiato l’osceno spettacolo andato in onda in Parlamento e sui mass media a cui ha dovuto assistere sgomento un Paese già oppresso dalla pandemia e dalla crisi economica e psicologica da esso indotta.

    Purtroppo l’ignoranza della Costituzione anche tra giornalisti e opinion makers è abissale, e nessuno ha informato i cittadini che la farsa tragica andata in scena la Costituzione non l’avrebbe permessa. Vergognatevi.

    "Mi piace"

    • Persio Flacco, lei guarda con lente deformata quella che invece è stata la scelta piu limpida, trasparente, realmente democratica che Conte potesse fare in questo frangente, quella di parlamentarizzare la crisi.
      Evidentemente lei avrebbe preferito gli inciuci nelle segrete stanze a cui ci avevano abituato decenni di prima e seconda repubblica.

      Non la condivido anzi, condanno la sua presa di posizione platealmente strumentale.

      Piace a 3 people

      • Rispondo a lei e agli altri miei crudeli 🙂 detrattori nel modo più limpido e chiaro: con le parole della Costituzione.


        Articolo 94

        Il Governo deve avere la fiducia delle due Camere.

        Ciascuna Camera accorda o revoca la fiducia mediante mozione motivata e votata per appello nominale.

        Entro dieci giorni dalla sua formazione il Governo si presenta alle Camere per ottenerne la fiducia.

        Il voto contrario di una o d’entrambe le Camere su una proposta del Governo non importa obbligo di dimissioni.

        La mozione di sfiducia deve essere firmata da almeno un decimo dei componenti della Camera e non può essere messa in discussione prima di tre giorni dalla sua presentazione.

        https://www.senato.it/1025?sezione=130&articolo_numero_articolo=94
        —-

        "Mi piace"

    • Quindi secondo l’emerito Persio Flacco, il problema sarebbe “l’ignoranza della Costituzione ” da parte del professor avvocato Giuseppe Conte.
      Ma tu l’autostima dove la compri, per scrivere queste scemenze con tale sussiego? E vergognati tu, che non capisci nemmeno che Conte ha fatto delle ritualisdime (secondo la Costituzione) comunicazioni sulla situazione politica.
      Ma che Dio ti aiuti veramente!
      E vegognati tu, again!

      Piace a 2 people

      • Le pare possibile che dei 945 parlamentari, loro consulenti, gli uffici di Camera e Senato, dei membri del Governo e loro consulenti, i Ministeri, gli accademici, ecc. nessuno conosca la Costituzione?

        Non è ovviamente possibile. Il fatto è che da 73 anni esistono DUE Costituzioni: quella scritta sulla carta e quella scritta nella prassi.
        Tutti si attengono alla seconda e solo raramente alla prima.
        Nella storia della repubblica solo due governi sono stati costretti alle dimissioni per un voto di sfiducia del Parlamento, a norma dell’art.94 cost. due governi guidati da Prodi e a distanza di 10 anni l’uno dall’altro. Alla Costituzione scritta, peraltro l’unica legittimamente vigente, si possono dunque attribuire due sole crisi di governo in 73 anni!

        Tutte le altre crisi di governo, per cui la durata media in carica dei governi italiani è di 18 mesi!!! le si deve all’altra Costituzione: quella scritta dalla prassi partitica, quella che anche Giuseppe Conte ha scelto di seguire nei giorni scorsi.
        Se avesse scelto di attenersi alla Costituzione formale non ci sarebbe stata alcuna crisi di Governo, non ci sarebbe stata l’ordalia alle Camere né la rissa con Renzi. Solo Giorgia Meloni era disposta a firmare una mozione di sfiducia, ma non avendo il numero di senatori necessari per arrivare a un decimo dei componenti del Senato ha chiesto agli alleati di cdx di far aggiungere le firme dei loro senatori. Non hanno voluto.
        Dunque, secondo la vigente Costituzione (scritta) il Governo Conte era in una botte di ferro. Né le dimissioni di Bonetti, Bellanova, Scalfarotto, né il ritiro di Italia Viva dalla maggioranza, sarebbero state motivo sufficiente per obbligare il PdC a dimettersi. Su questo non ci piove. Per quale motivo Conte abbia scelto la via più pericolosa per il suo Governo e per il Paese non l’ho capito.

        Piace a 2 people

      • Persio Flacco, che fa mi ribalta la domanda? Lei ha parlato di ignoranza della Costituzione, e si è riferito al professor avvocato Giuseppe Conte e ora chiede a me se è mai possibile che non conoscano la Costituzione? Se la conosco io la conoscono loro, certo non Salvini, ma i suoi assistenti parlamentari sicuramente la conoscono.
        Quanto alle prassi parlamentari, dopo 73 anni evidentemente sono diventate fonti secondarie, ovviamente laddove non entrano in contrasto con la Costituzione. La Questione di fiducia, non prevista dall’art. da lei copiato e incollato, ma non so se capito, parla di Fiducia e mozione motivata. Invece quella che ha riguardato Prodi e Conte è la questione di fiducia, che viene posta dal governo, e che è entrata nei regolamenti parlamentari per “testare” la fiducia accordata dalle camere secondo l’art. da lei citato. Il fatto che solo Prodi e Conte abbiano fatto questo test (purtroppo Prodi andò sotto entrambe le volte: e lo sapeva, non è che ha avuto la first riacscion shakk) significa che si riescono a confrontare con il Parlamento senza nessuna paura, e che non necessitano di tavoli rotondi a porte chiuse per fare i loro accordi.
        Evidentemente a lei sembra una cosa di cui vergognarsi, visto che così chiude il suo primo intervento, con un altisonante “Vergognatevi!” A me sembra una cosa di cui andare fieri!

        Piace a 2 people

    • Quindi uno cerca di abbattere il governo ritirandone i componenti, fa sceneggiate, mente dicendo che il Recovery Plan non lo conosceva, e la colpa è di colui il quale, dopo vari tentativi, ha scelto di portare la discussione in Parlamento (e non in qualche segreta stanza del Nazareno)? Usare la Costituzione come un latinorum da Azzeccagarbugli non è buona cosa, e mi auguro che lei, Persino Flacco, non faccia il giudice. Saluti

      Piace a 1 persona

    • Ma certo che non era tenuto. Però, forse ti sfugge che si è recato dal PDR a chiedere consiglio e ha sicuramente ricevuto da lui il suggerimento di parlare chiaramente all’intero parlamento. Se vuoi rivolgerti al Capo dello Stato per fargli le tue rimostranze, vedi tu.
      D’altronde a Conte avevano appena ritirato 2 ministre ed 1 sottosegretario, nonostante la disponibilità al dialogo dichiarata all’uscita dal Quirinale. Azione compiuta col massimo dell’azzardo e dello sfregio.
      Se non si fosse presentato alle camere, l’avrebbero accusato di far finta di niente e di complottare chissà che all’ombra dello sgabuzzino, con Casalino.
      Parliamoci chiaro, anche se si fosse limitato a respirare, dopo aver subito i peggiori attacchi, la colpa sarebbe stata SUA o al massimo, bontà loro, Renzi e Conte sarebbero stati messi sullo stesso piano.
      Come si sta facendo a reti ed edicole unificate.
      Tu ti sei solo aggiunto al coro, con argomenti appena più neutri, ma con risultato identico.

      "Mi piace"

  2. Ipotesi più probabile? Salta il governo.

    A quel punto Mattarella dovrebbe verificare che ci sia un’alternativa: l’unica possibile, numeri alla mano e coscienze e dignità al cesso, é Lega+FdI+FI (legittimo) con l’apporto di IV.
    Se così fosse non esiste giornale o tv che potrebbe continuare a difendere l’indifendibile Matteo Renzi e la sua capriola finale e quindi alle elezioni del 2023 scomparirebbe, fagocitato da Salvini e Meloni.
    Nel caso in cui, invece, non si verificasse quanto sopra ecco che rimarrebbero le urne anticipate: e anche in questo caso il fiorentino scomparirebbe dato il disastro che ne conseguirebbe.

    Stando al suo (disgustoso) punto di vista e tornaconto, quindi, qual é il male minore?
    Svendersi alla destra, lucrare il più possibile da questi due anni residui di legislatura e dai soldi e posti che sono apparecchiati da altri e poi salutare la politica attiva con la pancia e le tasche piene; con i suoi schiavetti di partito che rimarranno a bocca asciutta, senza futuro, tolti/e i/le soliti/e lecchini o ancelle più vicini/e…

    W l’Italia!

    "Mi piace"

    • @TonyS
      Non avrebbero la maggioranza alla Camera, neanche con l’apporto delle truppe cammellate. Alle votazioni hanno raccolto ben 62 voti in meno, anche se i media si ostinano a parlare di maggioranza risicata, riferendosi esclusivamente al Senato.
      Gli squallidi elementi di IV, Nobili in particolare, hanno sottolineato che i 16 voti di differenza al Senato erano i loro, vantandosi quindi di aver DIMOSTRATO di essere l’ago della bilancia, di poter far crollare il governo con uno schiocco di dita. A parte il fatto che se non avesse deciso per l’astensione, ma per il no, IV si sarebbe dissolta al vento, col fuggi fuggi dei componenti,
      nessuno gli ha fatto notare che tutto ciò che si è evidenziato è L’ASSENZA di una MAGGIORANZA ALTERNATIVA a quella attuale.
      Inoltre, qualora mai si potesse verificare lo scenario da te descritto, sta tranquillo che il circo si precipiterebbe ad osannare ed incensare Renzi, salvatore della Patria, unico e “vero responsabile”, “costruttore” e via leccando, che si oppone alla crisi CREATA da Conte e dai 5s.
      Perché, visto ciò a cui stiamo assistendo con sgomento, l’evoluzione non potrebbe che essere quella. Un mondo alla rovescia.
      Purtroppo.

      "Mi piace"

  3. Stamattina, mentre ero in fila ad una cassa in un super mercato ho buttato l’occhio sul giornale La Verità, proprio quello di cui parla questo bell’articolo di Roberta Labonia, con la foto del nano di Arcore in primo piano. Ho letto alcune righe dell”editoriale di Maurizio Belpietro:-Si racconta che per tenere in piedi il governo, Giuseppe Conte sia disposto a…e poi … pare che per salvarsi il PdC sia pronto ai saldi di fine stagione…. e così via…
    Mi chiedo se si possa fare un editoriale da parte di un direttore di giornale fondato su il “si racconta” o “pare che”…
    Ma chi è che compra questi giornali?!
    No non è un’eccezione perchè un po’ tutti i così detti giornalai parlano sul sentito dire.
    E’ capitato anche a Giannini sulla Stampa che ha tirato in ballo i servizi segreti…
    Ma non vi vergognate?! E poi non volete essere chiamati giornalai? Non avete un po’ di decenza almeno voi che siete di lungo corso, l’onestà intellettuale l’avete persa prostituendovi al miglior offrente.

    Piace a 3 people

  4. Anche la ritrovata sintonia con l’Unione europea che, principalmente grazie all’opera meritoria di Giuseppe Conte, per la prima volta nella sua storia sta parlando il linguaggio della solidarietà, con l’instaurarsi di una instabilità politica che rischia di consegnare il Paese a forze sovraniste,
    E quando mai l’europa tanto decantata farebbe morire la sua gallina dalle uova d’oro? Ci danno miliardi? E quanti miliardi ci è costata questa europa? Quanta sovranità abbiamo dovuto cedere, tanto da divenire servi,
    E da antieuropeista non condivido tutta questa voglia nel voler continuare a renderci sudditi,
    Prima l’italia si riappropriera della sua indipendenza meglio sarà,
    Condivido il fatto che i sovranisti, meloni salvini, sono solo fumo e niente arrosto, dal blog delle stelle
    “” CIRO””
    Cari Amici, la verità sta sempre in mezzo. Il problema è che da molti, troppi anni o decenni, noi in Europa non contiamo nulla. Oggi temono di più l’Ungheria, la Polonia o la Repubblica Ceca che l’Italia.
    Volete una prova?
    La Commissione ha il mandato a negoziare per i Paesi Membri gli accordi commerciali con i Paesi Terzi.
    Di recente la Presidente della Commissione Europea Ursula Von del Leyen ha incontrato la delegazione cinese per definire accordi commerciali.
    All’incontro ha partecipato anche la Cancelliera Merkel, che rappresentava in quel momento la Presidenza di Turno dell’Unione e questo ci può stare anche se stride fortemente con il fatto che la Germania è anche il primo partner commerciale con la Cina in Europa.
    Ma la cosa assurda è che ha partecipato anche Macron. A che titolo ha partecipato Macron?
    Su questo ha protestato la Spagna, l’Olanda……. ma non noi

    Perché noi in Europa non contiamo nulla e non da ora ma da almeno 20 anni””
    UNA RIFLESSIONE che dimostra quanto stupidi siamo, come un branco di pecore beliamo felici mentre ci conducono al macello,

    "Mi piace"

    • Cari Amici, la verità sta sempre in mezzo. Il problema è che da molti, troppi anni o decenni, noi in Europa non contiamo nulla. Oggi temono di più l’Ungheria, la Polonia o la Repubblica Ceca che l’Italia.

      Quindi per contare bisogna essere temuti? Strano modo di pensare, io ho sempre creduto che in un consesso si conta quando quel che si dice viene ascoltato e tenuto in conto nel prendere le decisioni.

      Giusto perché l’Italia non conta nulla, l’Europa è pronta a darle il massimo. Allora meno male che non contiamo come la Polonia: chissà quanto poco ci darebbero.

      Piace a 3 people

  5. “A questo punto è auspicabile che Matteo Renzi vada avanti nella sua opera, facendo definitivamente cadere il Governo di Giuseppe Conte”.

    Ma per piacere, sta facendo il grosso. Se sndassimo a elezioni forza mafia scomparirebbe. A meno che non gli abbiano promesso il colle per convinverlo a stare con loro. Eppure le elezioni non le vuole nemmeno lo scemo lombardo, quindi ripeto, sta facendo il grosso.

    "Mi piace"

  6. Io, chiedo scusa, ma allo schifo non riesco ad abituarmi, a mali estremi, estremi rimedi
    Devo leggere tal persio flacco che attribuisce la colpa a Conte!!!
    Bene cari 5s, rompete le righe e dite basta
    Si vada a votare entro 40 – 60gg.
    Preparatevi ed organizzatevi per andare in televisione ogni gg. Di maio,Di battista, Raggi, Appendino, Bonafede, Toninelli, siete bravissimi
    Oggi più che mai, se siete squadra per davvero si deve scendere in campo
    E vedremo se i sondaggi sono veritieri
    Dite no ad ogni compromesso, con questo schifo quotidiano, le persone oneste e perbene non hanno niente a che fare…
    Mr. B si preoccupi a raccontare come a scelto il sig. GALLERA e vada a giocare a burraco con Zangrillo che è meglio. Saluti

    "Mi piace"

    • * Fabio,
      In televisione ci vai se ti invitano .
      Non li invita nessuno tranne che quando i conduttori pretendono i più educati e “molli”ai quali scatenare non meno di 3,4 , o anche 5 mastini che parlano sopra .
      Manca solo la lampada Puntata in faccia e poi potrebbe essere un interrogatorio della Gestapo.

      Piace a 2 people

      • Maristella sicuramente hai ragione tu, ma io avendo ancora la maggioranza in parlamento, se il sistema è questo, mi auto presento, faccia in modo la rai di presentarmi oppure nei programmi mi auto invito. Saluti

        "Mi piace"

  7. L’Ungheria ha firmato un contratto con la russia x ricevere vaccini sputnik v, che non richiedono temperature siderali x la conservazione – 80
    Mentre noi, quelli bravi e furbi, ci stiamo ulteriormente appecorando aspettando docilmente che ci buttino l’osso,

    "Mi piace"

  8. Sono offesa dall’ignoranza assertiva e colpevolista di Persio Flacco
    Prima di tutto Renzi non ha formalizzato la crisi perché non ha ritirato le sue ministre né ha tolto Itavia Viva dal Governo anzi spera addirittura di essere riconsiderato come prima
    Poi le cose si sono messe in modo cos’ provocatorio che Conte non poteva esimersi dal presentarsi alla fiducia e ha ottenuto la maggioranza relativa e ora sono sicura che aumenterà la sua compagine di una decina di voti.
    Sono fiduciosa .
    Il governo conterà anche su una ventina di voti che provengono soprattutto dal Gruppo Misto, dove siedono molti senatori usciti dal Movimento 5 Stelle, dagli autonomisti della Valle d’Aosta e dell’Alto Adige. Aaltri voti li prenderà dal MAIE, il Movimento associativo degli italiani all’estero. In tutto si arriva a circa 150 senatori, più o meno. A questi si aggiungono anche i senatori a vita Elena Cattaneo, Liliana Segre e Mario Monti, che sostengono implicitamente il governo ma su cui difficilmente si può fare conto.
    Io però temo che le imboscate non finiranno.
    Ma colpevolizzare in questo modo Conte che è stato la vittima di un complotto tra pezzi del csx e la destra è veramente squallido. Non ho parole per il disgusto che il suo post mi ha provocato. Un tale rovesciamento dei fatti rivela un’anima vile e meschina.

    "Mi piace"

    • Ad essere vile e meschina a volte è la realtà, molto spesso la realtà della politica, e io non amo indossare gli occhiali rosa, per cui parlo di quel che vedo e dico quello che penso. La vita è troppo preziosa per offenderla con l’ipocrisia.
      Dico anche che Giuseppe Conte è il miglior Presidente del Consiglio che io ricordi, secondo il mio modesto parere e la mia memoria.
      Ciò non toglie che avrebbe potuto andare in Parlamento a leggere l’art. 94 della Costituzione e a riferire che in base alle sue prerogative avrebbe prontamente sostituito ministre e sottosegretario dimissionari. Nessuno avrebbe potuto obiettare nulla, non vi sarebbe stata nessuna votazione, nessuna caccia al senatore, nessuna conta, nessuno strascico, nessuna concessione.

      Conte avrà pure avuto i suoi motivi per fare una scelta differente, ma lui non li ha dichiarati e io non li ho intuiti. E da cittadino mi ha dato molto fastidio quello che è avvenuto, e ancora di più mi da fastidio ciò che potrebbe avvenire in seguito e che già si intuisce. Vedi le dichiarazioni di Berlusconi, ad esempio, che aizza Renzi e fino a prima della non-crisi non parlava di sfiducia.

      Tutto sulla pelle di un Paese allo stremo. Mi spiace, ma Conte dovrebbe dare una buonissima ragione per la scelta che ha fatto.

      Piace a 1 persona

    • Un’altra cosa Viviana: tu scrivi: “Sono fiduciosa”, e io che una vaga idea della posta in gioco me la sono fatta, penso che a te piace giocare alla roulette russa, ma con la testa degli italiani. Se stiamo qui per cazzeggiare è un conto, se parliamo seriamente è un altro conto.

      "Mi piace"

    • Viviana scrive “Prima di tutto Renzi non ha formalizzato la crisi perché non ha ritirato le sue ministre né ha tolto Itavia (sic, desiderio inconscio?) Viva dal Governo anzi spera addirittura di essere riconsiderato come prima”

      Le ha ritirate eccome! E il ragionamento di Persio Flacco si basa proprio sull’assunto che Renzi NON ha, comunque, pur avendo ritirato le ministre, formalizzato la crisi. Quindi Conte non era TENUTO a fare alcunché, anche perché neanche il cdx aveva presentato mozione di sfiducia.
      Conte ha agito solo per correttezza istituzionale e morale, ha messo le mani avanti, diciamo, prima che a quella situazione, IV, l’opposizione e tutto il mainstream, ce lo impiccassero.
      Ma, COSTITUZIONALMENTE, poteva anche agire in modo diverso, mi ricordo di averlo anche scritto, non ricordo se in questa sede..
      Quindi, tutto vero, Persio, peccato che l’argomentazione portata avesse la forma dell’ennesima accusa alla correttezza di Conte, come già sottolineato da Paola. Della serie “fai bene e vai in galera”, ma capisco la tua rabbia.
      Sono sicura che le opposizioni e tutto il circo mediatico avrebbero comunque alzato un enorme polverone, ma penso che Mattarella avrebbe dovuto, se non l’ha fatto, prospettare questa soluzione a Conte.
      Sono esperti di diritto e io, che ne sono quasi digiuna, per logica e senza conoscere l’articolo, avevo fatto questo ragionamento, quindi non posso che supporre che abbiano almeno VALUTATO l’alternativa.
      Credo che Conte abbia agito per esasperazione, non solo recente, ma continuata, nella convinzione di risolvere il problema velocemente e tappare le bocche pronte a parlare in ogni caso. Non possiamo sapere come sarebbe finita, in caso di scelta contraria, forse lui temeva tutta la grancassa che ne sarebbe seguita.
      È un essere umano.
      Purtroppo ora quel che è fatto è fatto, non ci resta che sperare che non la spunti la serpe, né riuscendo a riacchiappare il treno (MAI! ), né trascinando il Paese verso elezioni che lo farebbero scomparire (e questo sarebbe l’unico lato positivo di questa terrificante prospettiva) e che FORSE, solo forse, ci consegnerebbero alle destre.
      Condivido che sia il miglior PDC che anch’io abbia conosciuto… e non ho precisamente 30 anni.

      "Mi piace"

      • Aggiungo: quel “Vergognatevi”, di non chiarissima destinazione, a conclusione del tuo primo commento, ha fatto la differenza.
        Vedi che, a volte, basta un particolare per cambiare il senso di un intero discorso, specie se posto in chiusura.
        Anch’io ci sono cascata, anche se ora credo che tu abbia ragione.
        Quindi, non siamo troppo intransigenti neanche con quel povero Conte, che ne sta subendo di tutti i colori. Non credo che si possano considerare scaramucce di poco conto, quando creano problemi, da almeno un anno, a tutte le iniziative del governo e non credo che sia un semplice caso di lotta per il potere(non per Conte, per Renzi sì, di più…) con conseguente accettazione della “rissa”, ma di desiderio infinito di scrollarsi di dosso un peso insostenibile.

        "Mi piace"

      • Finalmente qualcuno ha compreso. Le faccio i miei sinceri complimenti, tanto più che da quanto ho capito ci è arrivata per logica, non per studio di diritto costituzionale. Mi ha dato una gioia, la ringrazio.

        Quanto al vergognatevi era rivolto principalmente a chi dovrebbe informare i cittadini e non lo fa. Come l’autrice dell’articolo che stiamo commentando, come i tanti esperti che in tv e sui giornali non dicono ciò che sanno, lasciando i cittadini all’oscuro, orientando l’opinione pubblica contro i suoi stessi interessi.

        Piace a 1 persona

  9. X PAOLAPCI Non ho scritto che il dottor professor avvocato Giuseppe Conte non conosce la Costituzione: legga meglio, ho scritto che ha scelto di non attenersi alla Costituzione formale, in base alla quale da PdC non sarebbe stato obbligato in alcun modo a presentarsi in parlamento a chiedere un voto di fiducia non richiesto, non necessario, inopportuno, pericoloso per la stabilità politica del Paese in un momento critico. E ho anche scritto, e lo confermo: su questo non ci piove.

    E’ stata una sua scelta personale affrontare il giudizio del Parlamento, provocando peraltro tutta una serie di poco edificanti trattative palesi o sottobanco e scambi di parlamentari da una all’altra forza politica, di scambio di insulti, che sicuramente non hanno giovato alla fiducia dei cittadini nelle istituzioni.

    E ora il dottor professor avvocato Giuseppe Conte, da PdC quale ancora è per 16 voti in Senato, cioè per il rotto della cuffia, è più fermo e stabile di prima o meno? Ha più o meno credibilità nei rapporti con la UE? Ha aggiunto o no una ulteriore, gratuita, immeritata incertezza nell’animo degli italiani? Ha voluto e ottenuto che il suo Governo fosse “pesato” per accettare la puerile rissa col suo sfidante, e ha mostrato quanto sia leggero e appeso ad un filo come un palloncino.
    Tutto questo per non aver voluto attenersi alla norma di quella Costituzione che ha giurato di onorare e osservare.

    Riguardo alla ignoranza della Costituzione mi riferivo ai cittadini e soprattutto a chi li informa, o dovrebbe informarli. Il “vergognatevi” era rivolto a loro.

    "Mi piace"

    • Ah funziona così? Nientedimeno bastava sostituire le ministre con le forze rimaste nel governo e si evitava tutto sto casino. Allora sono proprio delle capre, Mattarella (il costituzionalista sulla carta, non a parole) in testa.
      Sostituisce le ministre, non cerca in parlamento la cosiddetta quarta gamba e poi va sotto al primo voto. Come hanno fatto a scartare questa opzione?

      Io non veco l’ora che gli italiani ritornino tutti a essere allenatori della nazionale, perché i costituzionalisti e i virologi pret a porter hanno francamente stufato.

      "Mi piace"

      • Senta, se lei desidera elezioni anticipate lo dica senza giri di parole. Per me in base alla Costituzione il Governo è stabile e sicuro fin quando il Parlamento non gli revoca la fiducia, e il cdx nonostante gli appelli della Meloni non voleva nemmeno provare a sfiduciare Conte.
        Questi sono i fatti. Ma lei si appella alla Costituzione riscritta dai partiti, e dice che è stato giusto considerare sfiduciato il Governo a causa dell’uscita di Italia Viva dalla maggioranza, dunque è stato corretto che Conte abbia richiesto un voto di fiducia. Secondo la SUA Costituzione, quella scritta con la prassi partitocratica, non secondo la Costituzione in vigore. E insiste nell’affermare che è stato giusto attenersi alla prima e non alla seconda. E per affermare che è quella l’unica che vale è disposta a far affrontare al Paese nuove elezioni in piena crisi e la concreta possibilità di avere un nuovo governo con a capo Salvini, Meloni agli interni, La Russa alla Difesa, Lorenzin alla Sanità, Gelmini alla pubblica istruzione, Gasparri alle comunicazioni ecc. ecc. Con la prospettiva realistica di avere Berlusconi come prossimo Presidente della Repubblica. E tutto perché secondo lei la Costituzione scritta è carta straccia, e perché altrimenti rischia di intaccare la pura figura idealizzata di Giuseppe Conte. Secondo me lei farnetica. Lucidamente ma farnetica.
        Ma lei dice che se non avesse fatto in questo modo “il Governo sarebbe andato sotto in Parlamento”. Ha introiettato talmente in profondità le pratiche incostituzionali partitocratiche che nemmeno si rende conto della castroneria che ha scritto. È IL PARLAMENTO AD AVERE POTESTÀ LEGISLATIVA, NON IL GOVERNO. Lo sapevate? (cit. Vulvia).
        E’ ADESSO, dopo la radicalizzazione provocata dal voto irrituale in Parlamento, dopo che le opposizioni hanno sentito l’odore del sangue, che si rischia l’ostruzionismo delle opposizioni sui provvedimenti di cui il Paese ha bisogno. Ora possono giustificare il gioco al massacro per arrivare alle elezioni dicendo che il Governo è debole. Prima avrebbero dovuto accollarsi per intero la responsabilità politica di bloccare le risorse che gli italiani stanno aspettando, ora hanno la scusa che gli serviva per non pagare pegno e darsi al cecchinaggio. Ci stiamo giocando l’osso del collo, lo capisce? E Conte rifiuta il migliore scudo che ha: la Costituzione? Non lo capisce, eh?

        "Mi piace"

      • Ah, e aggiungo, che il cittadino non ha alcun obbligo di conoscere la Costituzione. Il suo obbligo (morale) è votare chi ci pensi per lui. E ci mancherebbe pure: l’operaio dell’Ilva torna a casa e si mette a leggere la divina commedia o la costituzione. Cioè se gli va di farlo benissimo, ma non è richiesto. Questa è un’altra battuta infelice alla Cagliostro che chi non conosce 6 lingue è ignorante. Allora io conosvo tutti i film di Totò a memoria, e chi non li conosce come me è ignorante.

        "Mi piace"

    • Guardi che la seconda Costituzione non esiste, se non nel suo desiderio di avere ragione.
      La scelta di Conte è stata condivisa (per non dire suggerita) da Mattarella. Ma non è che se non andava in Parlamento (ricordo che parliamo di crisi, ma ls crisi quella costituzionale non c’è perché abbiamo ancora il pdc in carica) stava tranquillo ed era tutto a posto. A parte le 14 commissioni bloccate il problema è andare sotto, pure sul voto per commemorare Macaluso (per dire).
      Ora se lo vuole capire bene, e si attenga a quello che scrivo, non a quello che partorisce la sua testa, robaccia tipo “se vuole andare a elezioni ” e scemenze simili.

      "Mi piace"

      • Paole’, calma tesoro… senti un po’.
        Io mi chiedevo perché stiano dipingendo Mattarella come IRRITATO.
        Mi chiedo: potrebbe essere che nel primo colloquio abbia tenuto a freno CONTE, che infatti ha fatto un’apertura al dialogo, subito dopo essere uscito dal Quirinale, in attesa di vedere se Giuda ritrasse le ministre?
        Può essere che abbia poi prospettato a Conte questa soluzione, che è corretta, Pa’, ma lui abbia scelto la seconda modalità perché esasperato?
        (Non ricordo se è con te o con la persona con cui ho commentato passo passo, in diretta, tutto l’accaduto, che ho parlato del fatto che, secondo me, non c’era nessuna crisi di governo e nessuna mozione di sfiducia, tant’è che non capivo il perché del voto. Forse a te ho solo accennato…)
        Non poteva obbligarlo, se era questione di “regola e prassi”.
        Magari ora Mattarella è irritato per questo, per non essere stato ascoltato sino in fondo e aver avuto ragione sulle conseguenze…ma non può dirlo, per ovvi motivi…
        Riesco a VEDERE una situazione simile.
        Si spiegherebbero molti atteggiamenti, la sensazione di nebbia e vicolo cieco che si respira, ma soprattutto l’inspiegabile motivo per cui la mozione di sfiducia che la Meloni stava preparando sia stata bloccata.
        Hanno lasciato che s’impiccasse da solo, senza muovere le acque e rischiare sicuri rifiuti.
        Oddio, nooooo!!!! 😳😱

        "Mi piace"

      • Cara, sono calma. È che lo sport degli italiani di fare gli esperti del giorno ha stufato. La Costituzione non prevede tutto lo scibile, per esempio il vincolo di msndato non è previsto perché si usciva dall’esperienza fascista, e c’era da porre argini che non prevedevano il pagamento del mutuo del parlamentare indeciso. Ragion per cui, negli spazi lasciati liberi (purtroppo tanti) si innestano leggi, regolamenti, ecc. Capisci che sentir parlare di costituzione dei partiti è ridicolo? Allora non dovremmo avere il codice penale, che sempre dai partiti è stato scritto. Io che non sono un’operaia dell’ilva come Persio Flacco ho il tempo di fare la figa con la Costituzione.
        Ma torniamo a noi. Quando Renzi ha ritirato le due sedicenti ministre Conte poteva andare avanti o salire al colle (secondo le prassi, l’altra volta, ad Agosto salì al colle perché era sicuro di non avere i numeri). Restare si può se hai i numeri, lui li voleva trovare e come lo doveva fare, telefonando? Mattarella non era d’accordo, perché poteva andare sotto come successo a Prodi. Allora è andato a parlarne lui, di volontà sua (ha detto Orlando l’altra sera il pd lo ha richiesto a Conte, può essere) e Mattarella gli avrà detto va bene, se pensi di trovarli vai, ma fai un tentativo di aprire ancora. E lui lo ha fatto, e a quel punto anche il pd ha dovuto prendere atto che la rottura era irreparabile. Sì ma duperata quella fase, rimaneva quanto aveva in animo di fare o dimettersi.
        Cioè quello che non capisco è: si può mai pensare che potesse bastare sostituire le ministre? E i lavori parlamentari come andavano avanti? Infatti ha posto la questione di fiducia su mozione del governo, proprio perché non sfiduciato dalle opposizioni.
        Ma non capisco quali alternative avesse. Fischiettare facendo il vago?

        "Mi piace"

      • Portare in parlamento il testo della costituzione. E sì, avrebbero SICURAMENTE detto che faceva il vago, ma a norma di costituzione si sarebbero anche attaccati ar c…. (cit.) E sarebbero stati costretti a sfiduciarlo LORO (come mai hanno fermato Giorgia, secondo te?), prendendosi responsabilità e smerdo, perché la maggioranza c’era… forse anche più forte, se ci fosse stato tempo in più per cercarla.
        CAVOLO, io l’ho anche detto, ma non conoscendo la Costituzione era solo una mia deduzione ricavata dal poco che so e dalla logica. Però se lo dice la Costituzione, figurati se Mattarella non gli ha prospettato l’alternativa. La seconda volta, dico, dopo che il serpente aveva ritirato le ministre, ma magari già dalla prima, perché n,ell’intervista, Conte era livido, non lo nominava e apriva al dialogo, ma solo perché l’hanno costretto a parlarne, e molto controvoglia, hai visto? Lui parlava d’altro e quelli “Renzi, Renzi, Renzi”, che 2 pa//e.
        Amo’, quando ti ho detto “calma” era un modo di dire “parliamone” . Se mi dicono “stai calma” , è la volta che mi incazzo come una iena, quindi, non te l’ho detto in quel senso, “stai” non c’era😂 Anche perché calma io non sono mai, figurati se do istruzioni agli altri😆. Tendo a badare al sodo, non alla foga che uno ci mette nell’esprimere le cose. Ok?
        Boh, gua’…avrei voluto proprio vedere che cosa sarebbe accaduto nell’altro caso, ma capisco anche che il povero non vedeva l’ora di strapparselo dai cabasisi.

        "Mi piace"

      • Sai che non ho capito che intendi con alternativa? Allora dopo che Renzi si chiama fuori (lascia perdere le ministre, quello che conta è la fiducia, i numeri, i voti) non poteva andare avanti, perché al primo voto cadeva. E comunque i lavori parlamentari sarebbero stati impediti, il famoso ostruzionismo. Detto questo la mozione di sfiducia della Meloni poteva tranquillamente concludersi 156 a 140, come la questione dell’altro giorno, quindi Conte non si dimette e che fa? Deve sostituire I numeri che ha perso. Il problema quindi rimane sempre l’aula.

        "Mi piace"

      • No no quello che intendo dire è che Renzi non si è chiamato fuori, se non togliendo le ministre. Nessuna mozione di sfiducia o richiesta di fiducia. Non è automatico. È come un autorimpasto, fai conto che lui si è “impastato” le sue(😆) e Conte ci poteva mettere altri. Punto. Finiva lì, se qualcuno non gli chiedeva di togliersi presentando mozione di sfiducia. Tra l’altro, e questo ricordo di averlo scritto a te, non so sino a che punto IV “esistesse”(x modo di dire), dal momento che è un partito nato sfilando gente al PD, dalla maggioranza stessa, e grazie a Nencini che gli prestava il simbolo PSI.
        Per la serie: de che? Le hai tolte? Bene.
        Anche perché, contemporaneamente, diceva di NON voler uscire dalla maggioranza(!!!) Oh, chissà che casino avrebbero fatto, ma al massimo sarebbero stati COSTRETTI a sfiduciare Conte, con tutte le conseguenze di responsabilità e figuremm….
        Invece sta passando che la crisi l’ha creata Conte e… Assurdo, ma formalmente, bada bene, FORMALMENTE è pure vero! 😵😭

        "Mi piace"

      • Per la serie: de che? Le hai tolte? Bene.
        Magari! Il problems rimane il voto in aula, calcola che votano tutti i giorni, non solo sucose enormi come scostamenti e recovery.
        La crisi formalmente non c’è ancora, visto che la maggioranza ha votato sì.

        Mi sono scordata di chiederti: ma quanto hai goduto quando Orlando ha dismesso la solita faccia da burocrate di partito e ha espresso tutto il suo disprezzo barra irritazione per il nano malefico?

        Piace a 1 persona

      • Tantissimo, eh eh… ma sembra sempre mezzo in coma… lo vorrei più sveglio. Tipo Licheri. Tipo la De Petris. Tipo Bersani, almeno. O cavolo, neanche uno del PD…

        "Mi piace"

      • Eh vabbè pure tu, De Petris (Chi è Licheri? Il giudice di forum dici?). Mi sono goduta il momento, quando gli ha detto, guardi che con la discussione siamo andati avanti, non lo avevamo già superato? Ah ah ah. Sa dire solo le stesse frasi dell’anima ecc ecc.

        "Mi piace"

      • No, ma allora qualcosa dell’intervento mi è sfuggita?
        Licheri, cerca il suo intervento al Senato, è un 5s, li ha uccisi. A me piacciono quando sono appassionati o anche freddamente sarcastici, ma Orlando mi sembra sempre in procinto di addormentarsi e troppo vago e ambiguo, quando parla. Lo vorrei più netto. Cmq, quando vuole, vedo che tira fuori le unghie, poi però si ritira di nuovo nel suo guscio e nel suo modo di esprimersi, che fa dubitare persino me delle intenzioni e convinzioni del Pd, anche se so che è questione di carattere…

        Piace a 1 persona

      • Allora, mettiamo ordine.
        La puntata 1 l’ho sbagliata? C’è un precedente?
        Accennalo solo (chiamiamo puntata zero).
        Puntate due e tre sono giuste?

        "Mi piace"

      • Ti dicevo che il 2 (1a e 2a puntata) e il 3 sono giusti.
        Il primo no. Era molto prima, caimaleonte. (ti ricordi?)
        Tu invece parli della diatriba con V, sotto mentite spoglie. Ma quello è venuto dopo, quando ormai il gelo si era diffuso, complice anche lo pseudonimo.

        "Mi piace"

      • Ah ok! Proprio mi manca la 1, che già si intuisce essere pregna di motivazioni.
        Oh mamma, non so se dire che asilo o che manicomio.

        "Mi piace"

      • Io alle dietrologie non credo, riguardo all’irtitaxione del Quirinale, ai pensieri di Mattarella, e Lina Palmerini non è che conosce l’animo di Mattarella per sapere se è personalmente irritato (probabile). Sta di fatto che finché non c’è crisi lui non può dire a o b. Poi Conte un po’ per come è lui, un po’ perché gli e lo hanno chiesto, lo coinvolge informalmente.

        P.s. No no, credevo che avessi avvertito irritazione.

        "Mi piace"

      • No, immagino che “irritazione” sia un termine che indica non un sentimento, come lo immaginiamo noi, ma abbia un significato preciso, nell’ambiente. Ricordo che era un discorso serio, fatto da persone serie, non un gossip, e che intendessero il termine in riferimento a qualcosa che avesse detto o fatto Mattarella.
        Infatti, come dici tu e avevo detto anch’io, lui non può DIRE a Conte che cosa fare, gli può solo prospettare le varie alternative, dare consigli, in quel frangente, proprio perché non c’era alcuna crisi di governo. Quello è il problema. Immagino che Peppy non vedesse l’ora di togliersi di torno la vipera e abbia preferito il piano b, dandosi la zappa ai piedi. 🤦🏻‍♀️

        "Mi piace"

      • Aggiungo, che a me non pare affatto irritato Mattarella. Cioè lo è chiaramente, ma non con Conte, se poi gli ha proposto di ridargli subito l’incarico è pure probabile. Ma ci vuole tempo per fare il Conte ter. Ci vuole un mese.

        "Mi piace"

      • Ma perché ridargli l’incarico? Per fare il Conte ter deve prima cadere il Conte bis, cioè avere la sfiducia o dare le dimissioni. Non credo proprio che lo farà. “Irritato”, credo di averlo sentito da qualche quirinalista, tipo Lina Palmerini o altro, altrimenti figurati se gli avrei dato il minimo credito e certo che non lo vediamo irritato, noi… ma un senso la frase deve averlo, specie se inserito in un più ampio contesto…

        "Mi piace"

  10. “Che Dio, se ce n’è uno, ci aiuti!”
    Se un Dio esistesse non avrebbe mai permesso che nove mesi prima del fatidico 11 Gennaio 1975 si bucasse
    quel maledetto preservativo che ci avrebbe salvato dall’esistenza dell’AntiCristo.

    "Mi piace"

  11. Sono d’accordo però incominciamo a dire che qui Dio non c’entra ma è l’uomo. Ogni italiano di buonsenso deve capire! A parte tutti i tifosi del centro destra che più sono come me alla canna credono nei Salvini, Meloni, Berlusconi e non capiscono la gravità della situazione neanche se prendono il covid e vanno (non lo auguro) in terapia intensiva, ma qua l’unico italiano che il buonsenso non lo ha mai avuto è L’innominabile che sarà l’UNICO RESPONSABILE PER AVER FATTO CADERE IL GOVERNO E CONSEGNARLO ALLA DESTRA, se così sarà credo fermamente che ne pagherà le conseguenze. Poi personalmente e non credo di dire un’eresia, se non ci sono sti benedetti responsabili è colpa di Conte o del PD che secondo me fa il doppio gioco, per trovarli basta far rientrare quelli che sono di Iv dicendo chiaro e tondo che altrimenti si va alle elezioni. Comunque nel caso lo dico da sempre (idem eresia c.s.) MAI MAI MAI RENZI meglio morire una volta sola- andare al voto.

    "Mi piace"

    • Ma si rende conto che stanno usando Matteo Renzi come il torero usa la muleta? Che ne stanno facendo il drappo rosso per far infuriare gli italiani in modo che concentrino tutta l’attenzione su di lui e scoprano il collo per la stoccata finale?

      E infatti lei sta affermando che varrebbe la pena andare a nuove elezioni e consegnare il Paese alla destra pur di punire Matteo Renzi!!
      Cioè sarebbe disposto a porgere il collo alla spada pur di incornare Renzi!

      Guardi che la fuori girano “menti raffinatissime” (cit.) che hanno interessi potenti sull’Italia, che già consideravano Renzi bruciato, da tenere li in caso di bisogno. Ecco, ora lo stanno usando per farvi desiderare qualcosa che fino a ieri consideravate impensabile; la caduta del Governo Conte, nuove elezioni, Governo delle destre. Solo per calpestare Renzi. Vi hanno fregato.

      "Mi piace"

      • Persio Flacco, più che la muleta, direi il toro stesso…
        Certo che le “menti raffinatissime” stanno usando le straordinarie capacità distruttive e involontariamente autodistruttive dello scorpione, ma appunto sempre di un essere infido si tratta. Non potrebbero mai arrivare ad utilizzare una persona diversa da questa e questa la manovrano usando la sua stessa violenza, come nello judo.
        Individuare un elemento così egotico e narcisista è stato un colpo di fortuna, grazie a Dio non ne nascono tanti così portati alla guerra per la guerra, per il potere, per il suo ego smisurato.
        Eh sì, non hanno neanche bisogno di buttare bombe nelle piazze e nelle banche stavolta. Vogliono risolvere tutto da dietro le quinte, senza spargimenti, apparenti, di sangue.
        Spero che per tutto ciò e anche solo per essere un burattino, pur se semovente, Renzi venga condannato almeno dalla Storia.

        "Mi piace"