Boschi al Governo, il guizzo del geniaccio Renzi per annientare i Cinque Stelle

(Davide Vecchi – corrieredellumbria.corr.it) – Non so quanto corrisponda al vero l’intenzione di Matteo Renzi di provocare una crisi di Governo e assegnare un dicastero a Maria Elena Boschi. Non so quanto sia vera ma è molto realistica. Non tutti sanno (e in pochi ricordano) che il Movimento 5 Stelle nel 2018 diede vita al Governo (il primo guidato da Giuseppe Conte) insieme alla Lega dopo aver tentato di crearne uno con il Pd, allora guidato proprio da Matteo Renzi. L’allora segretario dem fissò dei paletti precisi e per lui irremovibili a Luigi Di Maio tra cui avere come ministri Luca Lotti e Maria Elena Boschi. Sul primo nome, l’allora capo politico pentastellato era disposto a cedere ma sul secondo aveva un niet fermo: la campagna elettorale appena conclusasi con il voto del 4 marzo era stata condotta dai Cinque Stelle principalmente contro Boschi per la vicenda di banca Etruria, cui il padre era stato vicepresidente ed era indagato (poi archiviato), quindi come far digerire quel nome ai milioni di elettori che li avevano scelti? Per questo il confronto si interruppe e il Movimento per capitalizzare le preferenze incassate preferì piuttosto fare un programma condiviso con la Lega di Matteo Salvini. Sappiamo come è andata.

Sono passati meno di tre anni. Il Pd ha cambiato segretario, ora è guidato da Nicola Zingaretti; Renzi ha fondato un nuovo partito, Italia Viva; i Cinque Stelle non esistono praticamente più e hanno già tradito buona parte dei loro cavalli di battaglia e la fiducia della maggior parte dei sostenitori. Quindi accettare Boschi per loro sarebbe il colpo finale. Ed è quello che tenta Renzi invocando di inserire Boschi sui banchi di Palazzo Chigi. Non è avere uno o due ministri, non è ottenere potere o controllare chissà quali fantomatiche stanze. È semplicemente una rivalsa politica finalizzata a certificare ulteriormente quanto il Movimento non esista più e sia privo di qualsiasi dignità. Perché di Renzi si può dire tutto, nel bene e nel male, ma il suo genio politico, il guizzo da assoluto fuoriclasse dell’emiciclo e dei Palazzi è a lui riconosciuto anche dai suoi principali detrattori. Lo stesso guizzo che nell’agosto 2019 gli permise di bloccare il tentativo di Salvini di andare a elezioni anticipate per capitalizzare le preferenze (e lasciando il leader leghista con il cerino in mano e fuori dal Governo) ora lo porta a volere Boschi dentro l’esecutivo ben sapendo che la mossa non mette in discussione Conte ma mina direttamente il Movimento Cinque Stelle o, almeno, quel che ne resta.

29 replies

  1. Ma vai affanculo tu e il genio di staceppa.
    È per colpa di gente come questo scrivano imbecille che è diventato il bomba.

    Poi “Non tutti sanno (e in pochi ricordano) che il Movimento 5 Stelle nel 2018 diede vita al Governo (il primo guidato da Giuseppe Conte) insieme alla Lega dopo aver tentato di crearne uno con il Pd, allora guidato proprio da Matteo Renzi”. Ma veramente? I suoi lettori necessitano di questo indispensabile promemoria. Pensa come stanno.

    Piace a 7 people

    • Concordo, un deficiente sto tizio. Con tutto che se fosse almeno intellettualmente onesto (!!), avrebbe continuato la frase ricordando anche che il Bomba (o meglio, i suoi, ma QUINDI LUI!) preferì di mangiarsi i pop-corn davanti allo spettacolo dello sfacelo, il rignanese di sfiducia!! Che giornalismo (e che politica) di [beep, ma darò un aiutino: comincia per M]!!!

      Piace a 2 people

    • E soprattutto hanno bisogno di un promemoria FALSO.
      Perché il segretario del PD era MAURIZIO MARTINA.
      E PUNTO.
      Mi sono stufata di dirlo, ma un conto è che sbagli uno di noi, un altro è che a scrivere stronzate sia un SEDICENTE giornalista dei MIEI c…

      Piace a 2 people

      • Sì, ma era reggente, mai passato da primarie o congresso, quindi debole. All’epoca il PD era ancora renziano di fatto, perché non c’era ancora un carro del vincitore su cui saltare.

        Poi dispiace vederlo sopravvalutato da Davide Vecchi, autore di due bei libri (ovviamente ultracritici) su renzi editi da Chiarelettere. Il bomba è talmente sfigato che sarà capace di spararsi nei glutei con un fucile scarico.

        "Mi piace"

      • Ma volesse il cielo!
        Sì, Martina è stato votato successivamente, ma era il segretario reggente e Renzi non lo era PIÙ. La debolezza gli è stata alimentata anche da chi ha ignorato le sue intenzioni positive e ha considerato solo le manovre e le esternazioni della serpe.
        Poi, che Renzi spadroneggiasse e lo faccia ancora, chi lo può negare, purtroppo? Anche perché ci sono tutti i suoi leccapiedi/spie piazzati da lui, ancora, a parte quelli che l’hanno seguito… 😬

        "Mi piace"

  2. Bisogna essere veramente faziosi per dare del “genio” a uno che per fini personali, visibilità, spocchia, rissositá é pronto ad affossare un governo e di conseguenza un Paese.
    Io i geni li ricordavo perché immaginavano le macchine del futuro, scrivevano sinfonie sublimi, dipingevano affreschi mozzafiato, interpretavano le leggi della natura, scoprivano formule per curare l’umanità intera e non perché capcaci di distruggere tutto e tutti… mah

    Piace a 4 people

  3. Già troppe volte hanno dato per morto il M5S e poi sappiamo com’è andata. A parer mio di “morto” qua c’è solo il micropartito di quel geniaccio del Bomba. Una vera metastasi per il paese. Ma anche qua si sa, la gramigna non muore mai….. Purtroppo.

    Piace a 3 people

    • Sotto il simbolo del M5S scriverei “Estinto dal 1865”.
      Lo davano per morto già alla sua nascita, probabilmente qualcuno anche prima. 🤣🤣🤣

      "Mi piace"

  4. I fenomeno CAZZ0NE che ha scritto l’articolo è a libro paga del plurinquisito, parlamentare ultrassenteista ed editore con finanziamenti pubblici di libero, il tempo di bechis e di questo foglietto regionale.
    La cosa più squallida è che davide vecchi era un giornalista del Fatto Quotidiano.
    E per denaro ha fatto il salto della quaglia passando dall’altro lato della barricata, quello più squallido e lurido.
    Salto carpiato con triplo avvitamento e atterraggio di testa.

    Sono nato a Perugia dove ho studiato Scienze politiche e iniziato a lavorare alla cronaca locale de Il Messaggero. Avevo 23 anni. Nera, bianca, giudiziaria, politica. Dopo un anno mi sono trasferito a Milano per entrare alla scuola di giornalismo Walter Tobagi e sono stato travolto dal lavoro. Nel 2000 sono assunto nel primo quotidiano on-line, eDay (preistoria del web finanziato dal “visionario” Elserino Piol – che aveva appena dato la luce a Tiscali). Da allora ho lavorato (tra l’altro) per Metro, il Venerdì di Repubblica, l’Espresso. Poi l’Adnkronos, dal 2004. Ho seguito tanta politica. O meglio: tanti politici. Quasi sette anni di agenzie di stampa. Fino a luglio 2010, quando sono arrivato al Fatto Quotidiano dove mi occupo principalmente di politica e cronaca giudiziaria. Ho seguito le hard news degli ultimi anni. Dal caso Ruby allo scandalo Mose fino a Mafia Capitale.
    Nel 2012 ho scritto I Barbari sognanti per Aliberti sul fallimento della Lega Nord. Nel 2014 per Chiarelettere, ho iniziato a occuparmi 🤦‍♂️🤦‍♂️🤦‍♂️dell’ascesa di Renzi nel libro L’intoccabile. Matteo Renzi. La vera storia.🤷‍♂️🤷‍♂️🤷‍♂️🤮🤮🤮 Due anni dopo, sempre per Chiarelettere, ho pubblicato Matteo Renzi, il prezzo del potere, sui primi due anni di Governo dell’ex rottamatore. Entrambi ancora in libreria.

    https://www.ilfattoquotidiano.it/blog/dvecchi/

    Piace a 1 persona

  5. Davide vecchi che squallore di giornalaio, come non provi vergogna per l’assoluta mancanza di dignità . Capisco che per campare,vista la mediocrita’, necessiti di leccare culo al miglior offerente. Ma ritengo altresì, che vi sia un limite invalicabile .oltre il quale, non si possa andare . Squallido giornalaio, Il M5S e’ certamente rideminsionato ed ha malgrado voi miseri lavoratori della stampa il 16/17% di intenzione di voto degli italiani, quindi e’ vivo e’risoluto, nel lavorare per migliorare questo benedetto paese Mentre il tuo misero “genio” contraddicento, giornalmente, la sua stessa storia.
    E’ Segretario (esso si) , di un partito inesistente in natura un partito con più deputati che voti. Falsità e menzogne, sono la fonte ispiratrice del tuo “lavoro” Con quale metifico coraggio scrivi di totale tradimento del programma del M5S? Reddito di Cittadinanza ? REALTA ‘ Taglio parlamentari? REALTA’; SPAZZACORROTTI? REALTA’ FINE PRESCRIZIONE DOPO 1*GRADO? FATTO ! DECRETO DIGNITA? FATTO!! Per la prima volta in Italia, un’opera pubblica non costa 4 volte di più di quando necessario e rimanendo financo nei tempi prestabiliti. Chiaramente per voi servi e complici degli impostori e ladri non è un successo. ( Neanche un misero peculato,e/o bustarella per gli amici) che schifo . A ROMA , DOPO DECENNI, SI TORNA ALLE GARE DI APPALTO, BASTA CON I LAVORI IN DEROGA. Che vergogna assoluta, vero daviduccio? Chiudo qui, potrei continuare per giorni interi , ma ha quale pro daviduccio vero? Dovreste costituirvi, invece continuate sfacciatamente a vendervi al miglior offerente . VERGOGNATI.

    Piace a 1 persona

    • Tiene famiglia e quindi non ha palle.Oggi chi ha palle e fa il giornalista o si fa un giornale per conto suo ,vedi Travaglio,oppure deve leccare il culo merdoso del padrone.Non c’è alternativa.Riuscite a sentire il rumore dello slinguamento delle migliaia di lingue impegnate in Italia??È assordante.Che schifo.

      Piace a 1 persona

      • Tieni conto che il M5S da più di un anno è sprovvisto di capo politico, quindi le percentuali attuali sorprendono.
        Poi, come si è visto alle Europee, come ha fatto notare Travaglio e confermato recentemente Pagnoncelli, milioni di elettori che avevano votato il Movimento, sono ritornati nell’astensione. Milioni di elettori che il PD, la Lega, Fratelli d’Italia e Forza Italia, non vogliono proprio votarli.
        Quindi, preferibilmente con Conte capo politico, il M5S ha il potenziale per attrarre qualche milione di astensionisti e scippare al PD elettori, arrivando in scioltezza anche al 20% o più.
        Poi basteranno due annetti di governo centrodestra per consolidarsi ancora di più.

        "Mi piace"

  6. Maurizio Martina: 12 marzo 2018 – 7 luglio 2018 (reggente), 7 luglio – 17 novembre 2018
    A occupare la poltrona di segretario del Pd dopo le seconde dimissioni di Renzi è Maurizio Martina, prima vicesegretario del partito e ministro delle Politiche agricole alimentari e forestali nei governi Renzi e Gentiloni. Durante il mandato da reggente, dopo le elezioni del 4 marzo Martina si è distinto per la sua apertura verso il M5s durante la fase transitoria post voto, ma le trattative per la formazione di un esecutivo non sono andate a buon fine. Il 7 luglio 2018 l’Assemblea nazionale del Pd lo elegge segretario del partito, ruolo che ricopre fino alle sue dimissioni, ufficializzate il 17 novembre dello stesso anno. Cinque giorni dopo, il 22 novembre, annuncia la sua candidatura alle primarie del 3 marzo 2019

    Piace a 1 persona

    • * anail,
      Tutto esatto , ricordo bene,, Però la storia che Renzi avesse posto a Di maio come condizione il ministero per Lotti e Boschi è vera.Poi Renzi, da presentatore televisivo quale è , fece sapere in tv che non se ne faceva più nulla perché Di maio poteva tollerare Lotti ministro ma non la Boschi.Di più, Di Maio voleva Di Battista ministro, ma a Renzi disse assolutamente no, e dunque Di Maio rispose allora neppure la Boschi.

      Piace a 1 persona

      • Sì, Mari, so che ha girato questa versione e anche che Mattarella ha tagliato la testa al toro e ha considerato concluse le consultazioni coi 2 partiti per l’accordo…
        Facevo solo notare che Martina venne bypassato e Giuda, dimissionario per la seconda volta, si comportava comunque come il padrone del vapore…ancora lo si ricorda così e ancora si COMPORTA così. Non lo sopporto. GRRRRR. 😤

        "Mi piace"

  7. Renzi vive di luce riflessa, è un’invenzione di quelli che, in un momento storico propizio, son riusciti a fare di un sindaco di provincia sconosciuto un PdC ponte perfetto tra una sedicente sinistra ormai arresa e una destra schiava di Berlusconi. L’operazione, grazie al martellamento continuo di stampa e televisione e finanziamenti a profusione da parte di tutto il mondo liberal-affarista è andata brillantemente in porto ed è questa l’unico spunto di genialità che vedo in tutta la vicenda, essere riusciti a far credere agli italiani che un personaggio vago e ambiguo col solo talento di saper parlare,parlare,parlare.. potesse davvero mettere finalmente d’accordo un Paese da sempre diviso in caminetti e campanili. Non è servito molto tempo per capire che dietro alla retorica renziana dei tempi d’oro diffusa dalle prime leopolde,non ci fosse un granchè di concreto, poco o niente di tutti quei buoni propositi e delle belle parole si è concretizzato in azione concreta o provvedimento efficace per l’economia italiana, solo fumo negli occhi. Sarebbe facile esordire ora col classico “io l’avevo detto” ma a me questo interessa poco, mi piacerebbe solo che gli elettori aprissero bene gli occhi e andassero a vedere a cosa sia servito questo Renzi negli ultimi dieci anni, se doveste trovare qualcosa di davvero utile al Paese allora fatemelo sapere.

    Piace a 1 persona

  8. “i Cinque Stelle non esistono praticamente più e hanno già tradito buona parte dei loro cavalli di battaglia e la fiducia della maggior parte dei sostenitori”.

    C’era una volta un contadino cinese, era molto povero, per vivere lavorava duramente la terra con l’aiuto di suo figlio, ma possedeva il grande dono della saggezza.

    Un giorno il figlio gli disse:

    – Padre che disgrazia, il nostro cavallo è scappato dalla stalla!

    – Perchè la chiami disgrazia? rispose il padre!

    – Aspettiamo e vediamo cosa succederà nel tempo!

    Qualche giorno dopo il cavallo ritornò portando con sè una mandria di cavalli selvatici.

    – Padre che fortuna! Esclamò questa volta il ragazzo.

    Il nostro cavallo ci ha portato una mandria di cavalli selvatici.

    – Perchè la chiami fortuna! rispose il padre. Aspettiamo e vediamo cosa succederà nel tempo.

    Qualche giorno dopo, il giovane nel tentativo di addomesticare uno dei cavalli, venne disarcionato

    e cadde al suolo fratturandosi una gamba.

    – Padre che disgrazia, mi sono fratturato una gamba.

    Ma anche questa volta il saggio padre sentenziò:

    – Perchè la chiami disgrazia? Aspettiamo e vediamo cosa succede nel tempo.

    Ma il ragazzo per nulla convinto delle sagge parole del padre, continuava a lamentarsi nel suo letto.

    Qualche tempo dopo, passarono per il villaggio gli inviati del re con il compito di reclutare i giovani da inviare in guerra.

    Anche la casa del vecchio contadino venne visitata dai soldati reali, ma quando trovarono il giovane a letto, con la gamba immobilizzata, lo lasciarono stare per proseguire il loro cammino.

    Qualche tempo dopo scoppiò la guerra e molti giovani morirono nel campo di battaglia, il giovane si salvò a causa della sua gamba zoppa.

    Fu così che il giovane capì che non bisogna mai dare per scontato né la disgrazia né la fortuna, ma che bisogna dare tempo al tempo per vedere cosa è bene e cosa è male.

    Piace a 1 persona

  9. Naturalmente i fans acefali di Travaglio Fido Coniglio censurano Vecchi con la vecchia tecnica di vedere il dito che indica la luna e non la luna anche perché Davide Vecchi se non erro è uno dei giornalisti della scuderia >Chiarelettera che è consocia del FATTO stesso quindi criticare Davide Vecchi per quello che scrive senza mai fare un esame vero sullo stato dei fatti è una di quelle abitudini dei fans acefali per far scomparire definitivamente il Movimento…E comunque dissento. Sai che gliene frega ai 5 stelle di ingoiare anche il rospo Boschi avenmdo rinnegato TUTTO delle originarie lotte che hanno portato il Movimento a raggiungere il 32% della presenza parlamentare! hanno consegnato un intero governo nei posti nevralgici e decisiva a quel D’Alema il cui governo in Parlamento Toninelli accusava di aver consegnato Autostrade ai benetton! Figuriamoci! Gli stenderanno il tappeto rosso alla Boschi pur di mantenere il c..o sulle comode poltrone parlamentari fino al 2023!

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...