Renzi non nasce da circostanze fortuite

(di Francesco Erspamer) – Renzi ha sempre e coerentemente pensato solo alla propria personale affermazione, fin da quando faceva il boyscout o partecipò alla berlusconiana Ruota della fortuna o, fiutato il vento liberista, cominciò a fare politica nel Partito Popolare Italiano per poi confluire nella Margherita (insieme ai radicali il gruppo che più ha contribuito all’americanizzazione dell’Italia) e con quella nel Pd per allontanarlo dal socialismo (mission accomplished). Ha sempre fatto e soprattutto detto quello che gli faceva comodo e che i suoi interlocutori volevano sentire, non importa se al prezzo di travisare e svilire concetti un tempo nobili. In maniera trasparente è ed è sempre stato un narcisista, un cazzaro e un bullo: “Voleva vincere sempre, se no portava via il pallone e tutti zitti”, spiegò un suo amico d’infanzia.

Ciò nonostante decine di milioni di italiani lo hanno apprezzato e sostenuto, una parte di loro solo per un paio di anni, altri molto più a lungo. Non dimentico che il 40% degli elettori lo votò alle europee e un’identica percentuale disse sì al suo progetto di rottamazione del Senato al referendum costituzionale (il 40% lo aveva preferito a Bersani già alle “primarie” del 2012, che divenne il 70% a quelle del 2013 – se non avesse vinto immagino che ce ne sarebbero state altre nel 2014 ed eventualmente nel 2015: certa gente non molla mai). Non dimentico neppure di esser stato insultato, in quegli anni, da tanti piddini perché fin dall’inizio (nella mia vita ho fatto errori ma non questo) ho sostenuto che si tratta di un pallone gonfiato più pericoloso di Berlusconi perché Berlusconi legittimava l’egoismo di chi già era egoista mentre Renzi ha reso individualisti tanti italiani in precedenza capaci di solidarietà e generosità. Per questo sono stato accusato di essere un fascista. Adesso sembra che i suoi consensi siano precipitati eppure sto ancora aspettando qualche autocritica, qualcuno che ammetta di essere stato un idiota e ne spieghi le ragioni, a evitare che possa ricapitare in futuro. Invece in troppi sono convinti che avevano ragione allora e hanno ragione adesso – chiaro sintomo di una renzizzazione profonda, forsde irreversibile.

In sostanza, Renzi non nasce da circostanze fortuite né è un’anomala parentesi della Storia: è ciò che la maggioranza degli italiani (tutti i berlusconiani, inclusi quelli pentiti, e buona parte dei piddini) hanno permesso, voluto, desiderato. Infatti nessuno gli tira monetine, neanche adesso, come invece fecero (giustamente) con un politico molto più intelligente di lui e molto meno dannoso per il paese. Ma era un’altra Italia.

15 replies

  1. E ..l’appoggio dei massoni dove lo vogliamo mettere? Perché niente si crea e niente si distrugge tutto si trasforma, ce lo siamo dimenticati come RE GIORGIO lo trasformò in presidente del consiglio? Letta non era decisionista, stava li, tentennava, dicevano.
    Fu fatto scendere da cavallo con una pedata nel c… senza tanti complimenti. Si perchè la delicatezza, le buone maniere sono proprie del BOMBA. Nessuno ne parla mai, ma RE GIORGIO fu l’artefice dell’ascesa del boyscout e probabilmente anche suggeritore del referendum. In questo tutti hanno una parte di colpa: i papaveri del PD, intenti a proteggere i propri privilegi e via via tutti gli altri.
    Aspetto il deguejo, inteso come musica che accompagna il suo funerale politico.

    "Mi piace"

    • C’è un’imprecisione: Napolitano, per quanto facente parte di quella massoneria deviata che lo sostenne, non lo vedeva di buon occhio. Troppo ambizioso, troppo intrigante, troppo vanaglorioso: caratteristiche potenzialmente controproducenti persino in un progetto neo-oligarchico come quello pensato da re Giorgio e dai suoi amici. Ci vollero le interviste “compromettenti” di Friedman per forzargli la mano e farglielo mandare giù – ricordate che dopo il tweet “arrivo, arrivo” durante il conferimento del mandato a formare il governo, passò un’altra mezz’ora prima che renzi uscisse dal colloquio, durante la quale il presidente probabilmente gli fece una sonora lavata di capo per l’impudenza.

      Fu probabilmente Draghi a spingerlo, convincendolo a pugnalare Letta; si tenne così, al tempo stesso, aperta la possibilità di scaricarlo rapidamente se avesse fallito, dal momento che gli mancava la legittimazione popolare. Il resto è storia…

      "Mi piace"

  2. Emmobbasta co’ ‘sta storia di Renzi “genio del male”, il serpente a sonagli che ha incantato i poveri creduli italiani con la
    sola forza dello sguardo (e delle chiacchiere) per poi inoculargli il suo veleno mortale.
    Renzi non è altro che un galoppino costruito a tavolino dagli stessi che prima gli hanno confezionato il vestito su misura
    (il PD) e poi lo hanno letteralmente assiso sulla poltrona di PdC perché facesse i LORO interessi.
    Gli hanno dato mano libera di trafficare a suo piacimento per sistemare gli affari suoi e quelli della sua cosca, i vecchi
    “compagnucci della parrocchietta”, ma per le cose che contano veramente lo hanno sempre tenuto al guinzaglio corto,
    esattamente come stanno facendo anche in questi giorni.

    Piace a 1 persona

  3. Io ho conosciuto un ex renzianissimo super fissato col Renzi segretario PD.
    L’ho rivisto quando aveva fatto Italia viva e parlò di lui male, ma in una maniera tale che mi fece quasi dubitare che, in passato, fosse stato Renziano.
    Ecco perché nessuno gli tira monetine: fanno tutti finta di aver sempre avuto ragione.

    Piace a 1 persona

  4. Mo basta! ! Un poveraccio proveniente da una famiglia di bari e malfattori ; vince la ruota della fortuna e così si gasa a morte !e comincia a scalare Il partito piu mortifero d italia, che finge di piangere Berlinguer e la questione morale ! É diventano sempre più immorali contando sul cavallo pazzo.. qui non c è nessun pazzo! Sono tutti concordi nel togliere potere a 5 stelle ! I soldi li debbono ciucciare loro ( il potere rosso) comme d habitude! Tutto il resto è solo frutto delle promesse del piu grande lobbista che abbiamo sperimentato al governo , si è venduto anche la first lady ! Le lobby sono i suoi nuovi vicini di casa che a piazzale Michelangelo a Firenze ci stanno da un pezzo ! Le ville come la sua non potrebbe nemmeno comprarsela e tantomeno mantenerla! Un poveraccio che speriamo si possa autoestinguere insieme a tutti i ladri da lui nominati , tutti inclusi le 2 ministre senza titoli ed istruzione minima per amministrare un condominio!

    Piace a 1 persona

  5. Renzi non ha solo scalato il pd, altrimenti avrebbe avuto massimo un 20/25% di voti. Tutta l’imprenditoria neoliberista lo vedeva come il nuovo referente, il nuovo Berlusconi.
    Ricordo lo squallido imprenditore Brambilla, che a cena in diretta TV, sulla 7, brinda con vini carissimi al nuovo Berlusconi, mentre suggerisce ai degni compari di tavolata, di impresa e di voto, di prendere per fame gli operai a 700 euro al mese.
    Beccato dalle telecamere, non fece una piega.
    Ma neanche Formigli.
    Il bello è che hanno continuato ad invitarlo a tutte le trasmissioni. Tuttora vomito al solo vederlo.

    "Mi piace"

  6. Mario Rossi.
    Matteo Renzi ha finito di ricattare (con i suoi 12 senatori), trovati 12 senatori pronti a sostenere il premier Giuseppe Conte.
    L’attuale maggioranza si libererà della spina nel fianco, Matteo Renzi, e proseguirà molto più speditamente con la formazione del nuovo esecutivo sempre a guida Giuseppe Conte.
    Per l’inizio del 2021 nascerà l’esecutivo Conte ter, sostenuto dalle attuali forze politiche, tranne Renzi, e con 12 senatori responsabili che garantiranno i numeri in parlamento.
    I nomi dei 12 senatori non sono stati ancora resi noti, ma già circolano insistenti voci su chi siano.
    Le fibrillazioni create da Matteo Renzi al governo sono insostenibili in un momento così difficile e delicato per la nostra nazione.
    I suoi ultimatum, i suoi ricatti, le sue proposte sempre contradditorie, per creare solo caos non sono più tollerabili.
    Ci sarà una crisi, ma non sarà al buio, sarà pilotata per la nascita del terzo esecutivo di questa legislatura, il Conte ter.
    Ora si procede con il voto finale sulla legge di bilancio e poi si conclude con la cacciata di Matteo Renzi dalla maggioranza.
    La sua collocazione naturale in parlamento è con le opposizioni di destra: con Meloni, Salvini e Berlusconi, non con chi responsabilmente vuole uscire dalla crisi.
    Matteo Renzi minaccia di togliere la fiducia al governo, di andare via dalla maggioranza, ebbene saremo noi a cacciarlo prima, perché non solo ha stufato, ma è un danno alla nostra nazione.
    Verrà relegato nella totale irrilevanza politica, potrà parlare quanto vuole, ma nessuno più lo ascolterà.
    Matteo Renzi è giunto al game over politico, per le prossime elezioni politiche sparirà dal parlamento e ce ne dimenticheremo in fretta.
    ..
    ..e una volta che Italia Viva uscirà dal governo molti la abbandoneranno e a Renzi non resterà che meditare sui propri errori, mentre i vecchi protettori della P2, della Lega e della Chiesa si sbarazzeranno presto di lui.
    “I mulini del Signore macinano lentamente ma macinano molto fine”. (Agata Christie-Il natale di Poirot)
    I mulini di Conte lo stesso. Cioè il bene vince sul male.

    Piace a 1 persona

  7. Mi piace molto, dal punto di vista letterario, l’anatema di Viviava V: ma nella realtà andrà propio così? Se sì, Viviana, convoca da questo blog una dimostrzione di piaxxa in cui si possa esprimere, debitamente distanziati, il priprio giubilo

    "Mi piace"

  8. X Sergio
    non credo che le manifestazioni di piazza siano mai servite a qualcosa
    e poi ora col lockdown sarebbero solo pretesto per una strage
    Io non ho fatto anatemi ma auguri e qualcuno di questi auguri sono convinta che si realizzerà

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...