Negazionisti e complottisti

(Tommaso Merlo) – I complottisti non si accontentano delle versioni ufficiali e scorgono dietro le quinte chissà quali malvagie trame ai danni dell’umanità. Perfino il coronavirus sarebbe una mezza bufala o comunque sarebbe stato esasperato apposta a fini politici. Nemmeno migliaia di morti e la scienza mondiale schierata li hanno scoraggiati e questo perché le ragioni che muovono i complottisti sono in realtà più profonde di quello che appaiono. Il complottista ha una visione cupa del mondo. Crede vi siano persone e cricche malvagie sedute in qualche occulta stanza dei bottoni che complottano contro di lui e l’intero pianeta. Il fatto che il mondo sia così malvagio, li fa sentire migliori di quello che sono. Che vi sia qualcuno più sporco, li fa sentire più puliti. Siccome poi il mondo è così malvagio, molti complottisti si sentono autorizzati a fregarsene di tutto e di tutti o a perpetrare senza freni le proprie malvagità. Complottismo che serve a giustificarsi e lavarsi la coscienza. Spesso infatti i veri malvagi sono loro, i complottisti. Sono loro quelli che tramano alle spalle degli altri e spettegolano e alla lunga finiscono per proiettare sul mondo che li circonda malvagità che in realtà esistono solo nel loro animo. Ma c’è di più. Il complottismo è anche un modo per sfogare le proprie frustrazioni. Invece di assumersi la responsabilità delle proprie sconfitte o delusioni o traumi, il complottista scarica tutta la colpa all’esterno e cioè su un mondo malvagio manovrato da chissà quali oscuri complotti. Accampa cioè scuse, infangando il mondo per ripicca. Dietro al complottismo c’è anche molto ego. I complottisti si ritengono le uniche persone intelligenti in grado di comprendere davvero come stanno le cose al di là delle apparenze. Mentre la maggioranza delle persone sarebbe composta da fessacchiotti sprovveduti che abboccano a qualsiasi sciocchezza. I complottisti si credono più furbi degli altri e con la verità sempre in tasca. Ma non tutti i complottisti sono autentici e cioè credono davvero ai castelli complottistici che costruiscono in aria. Vi sono anche molti complottisti fasulli come i negazionisti virali de noialtri. Quelli che millantano complotti al misero scopo di mettersi in mostra e conquistare il centro dell’attenzione. Per strappare qualche comparsata o qualche titolo in modo da rinverdire il proprio personaggio e magari intascare qualche gettone in più. Complottisti della domenica che si mettono controvento solo perché rende. Poi ci sono i complottisti a fini politici. Forse i più deleteri perché inquinano la società coi loro deliri. Quelli che si rendono perfettamente conto delle fregnacce complottistiche che raccontano, ma lo fanno lo stesso allo scopo d’infangare i nemici politici. Il complotto lo usano cioè per rovinare la reputazione ai loro avversari e strappare qualche voto in più. Se comandano loro è sempre tutto lindo e trasparente. Se comandano gli altri allora è tutto uno sporco complotto. Negazionisti e complottisti. Teoremi e manovre occulte. Cricche malvagie sedute in qualche stanza dei bottoni a complottare contro l’umanità. Poveretti. Non si rendono conto che l’unico vero complotto è quello che fanno a se stessi.

64 replies

  1. Nessuno nega che il virus esiste. Il punto è che adesso non è più letale…..meno di una influenza. Merlo continua a fare articoli per l’applausometro. A quando un articolo contro qualcosa di non , pompato dal mainstream? Possibile che sia sempre tutto come dice la TV?

    "Mi piace"

      • Ma allora se la mettiamo in questo modo, e la considerazione ha un senso, dovremo fare distanza per trenta anni visto che siamo 60 milioni. Allora dovevamo chiudere il 31 gennaio quando OMS ci avvertì. Non si prendono certi provvedimenti se la situazione non esiste.

        "Mi piace"

      • Il 31 gennaio si era completamente impreparati e ancora molto scettici sulla reale letalità del virus. E comunque si, il distanziamento e le regole anti-Covid andrebbero applicate finché non arriva un vaccino.

        "Mi piace"

  2. Sembra di sentir parlare Crepet: povero Merlo che fine trista!

    “…Il complottista ha una visione cupa del mondo. Crede vi siano persone e cricche malvagie sedute in qualche occulta stanza dei bottoni che complottano contro di lui e l’intero pianeta (cit.)”: e anche a Fantomas!

    “Il fatto che il mondo sia così malvagio, li fa sentire migliori di quello che sono. Che vi sia qualcuno più sporco, li fa sentire più puliti (cit.).”: chi crede invece che il mondo non lo sia (ma proprio il Merlo iettatore viene a dirci questo, che un giorno sì e l’altro pure non vede altro che lobby malvagie, caste malvagie, destre malvagie, sovranisti malvagi, piddini malvagi… ma che cazzo stai a dddìì?) si dovrebbe pensare che fosse perché lo fa sentire peggiore di quello che non è? Che vi sia qualcuno di più pulito, perché lo fa sentire meno zozzo?

    “Dietro al complottismo c’è anche molto ego (cit.).”: dietro agli “affermazionisti” invece, c’è il “davanti”!

    “Complottisti della domenica che si mettono controvento solo perché rende (cit.).”… e “affermazionisti” del resto della settimana che si mettono a favore di vento solo perché ci perdono: uno su tutti Bill Gates!

    Vi sono anche molti complottisti fasulli come i negazionisti virali de noialtri. Quelli che millantano complotti al misero scopo di mettersi in mostra e conquistare il centro dell’attenzione. Per strappare qualche comparsata o qualche titolo in modo da rinverdire il proprio personaggio e magari intascare qualche gettone in più. (cit.).”: cambiando il sostantivo “complottisti” con “affermazionisti” non vi sembra che la descrizione calzi proprio a pennello all’estensore dell’articolo?

    Per amor di patria, sorvoliamo sul resto…

    "Mi piace"

  3. Chi mai potevano essere i due c0gli0ni che sono accorsi a commentare per primi.
    Non avevo dubbi.
    Marco stocaxx & SOMARO CRIMINALE NEGAZIONISTA.

    Siete la coppia comica del momento.
    Indegni eredi di Stanlio e Ollio, Gianni e Pinotto, Totò e Peppino, Ric e Gian, Cochi e Renato.

    Continuate così, a coprirti di ridicolo e a farci ridere. 😂😂😂😂😂

    Piace a 1 persona

  4. CHI SIETE?
    Sono un GIUSTIZIERE

    COSA FATE?
    Elimino i SOMARI CRIMINALI NEGAZIONISTI

    COSA PORTATE?
    Un carico di NAZI-COMPLOTTARI, NEGAZIONISTI E FASCIO-SOVRANARI

    DOVE ANDATE?
    A scaricarli in discarica, NELL’UMIDO, In attesa di trasformarli in concime organico e metano.

    UN FIORINO!
    No! Col DUCATO che è più capiente per caricarvi tutti.

    😊😂😂😂🤣🤣🤣🤣
    BACIUONI😘😘😘😁😁😁

    Piace a 1 persona

      • @GATTO
        Visto che sei tanto attento agli errori degli altri e che, praticamente, il tuo evidente ed unico scopo è quello di fare l’esegesi dei commenti altrui, col solo intento di denigrare e diffondere disinformazione, ti faccio notare che è la seconda volta che scrivi CILIEGE, invece che CILIEGIE.

        "Mi piace"

      • Tratto dalla Bibbia de i dizionari, come la chiama il “milite ignoto”, la Treccani:
        “In base alla regola empirica che si usa per il plurale dei nomi in ➔-cia, -gia, -scia, la grafia corrente del plurale di ciliegia è ciliegie.
        Tuttavia, fino alla metà del secolo scorso ha avuto una certa diffusione anche la grafia ciliege (LATINO *CERESEAE). La si ritrova ancora nel titolo dell’ultimo romanzo di Oriana Fallaci, pubblicato postumo: “Un cappello pieno di ciliege”.”.

        Inoltre:

        “Sul plurale di nomi e aggettivi che terminano in -cia e -gia c’è GRANDE INCERTEZZA: ciliege o ciliegie? Province o provincie? L’incertezza nasce dall’etimologia, cioè dalla storia della parola (dal greco étymon, significato vero, e logos, discorso, trattazione, studio). Siccome sarebbe impossibile ripercorrere ciascuna di queste storie per trovare una risposta [che in questo caso è risolta da ciò che è stato evidenziato in maiuscolo sopra, ndr.], PER RISOLVERE IL PROBLEMA SI È TROVATA UNA “REGOLA DI COMODO” [quella sopra descritta, ndr.].

        Tutto calcolato, Anail, tutto calcolato; mettici pure che non sono affatto un uomo di questi tempi, anzi che li aborro, ed il gioco (o giuoco?) è fatto!

        "Mi piace"

      • @SOMARO CRIMINALE NEGAZIONISTA

        Stai fornendo sempre più prove di demenza senile.
        Mettersi in mostra per impartire lezioni, MAI RICHIESTE.
        Tipico degli anziani andare fuori di testa E ti parte l’embolo complottista, negazionista, sovranista, Cojonista
        Tipico degli anziani fare il guardone sugli altrui lavori. Scommetto che avrai il master in umarell da cantiere.
        Essere puntiglioso e scassacaxxi, per andare a pesare l’aria delle flatulenze e i puntini sulle i.

        Ecco perchè, con l’andropausa, non potendoti esercitare in compiti virili, trai il tuo piacere nel cercare modalità per denigrare i SANI.

        Ma siediti sulla panchina del parchetto sotto casa e lancia il becchime ai piccioni.
        NON HAI NULLA DA DIRE.

        "Mi piace"

      • @ ARI GATTO
        “Sino alla metà del secolo scorso..”
        Ecco, io sono proprio degli anni ’50, quindi d’altri tempi, forse più di te, e se nel ’60 avessi scritto ciliege sarei stata “bacchettata” sicuramente, quindi come mai tu ti ispiri ad una grafia superata già dall’epoca? Prova a fare il plurale di camicia e vediamo che cosa viene.. CAMICE, in casa mia, è sostantivo maschile singolare (e non femminile plurale di camicia) ed il suo plurale è CAMICI.
        Bene, COMUNQUE se la regola empirica dice che SI USA CORRENTEMENTE LA GRAFIA ” CILIEGIE”, mi chiedo:
        A) perché ti appelli ad una regola che conferma esattamente ciò che IO ti ho fatto notare, come se invece dicesse il contrario
        B) è proprio nella tua natura prendere vie traverse per stabilire la realtà dei FATTI? Vedo che è il tuo modus operandi anche in altri campi…
        C) È stato proprio per l’affidarsi ai titoli dei libri che è entrato in uso il termine “famigliare” invece che FAMILIARE. Lungo tutto il corso dei miei studi, instancabilmente, i docenti sottolinearono il fatto che il termine fosse licenza poetica, NON IMITABILE, nel “Lessico famigliare” di Natalia Ginzburg. Evidentemente, ad un certo punto della nostra storia culturale, qualcosa dev’essere andato storto, purtroppo non solo nella grammatica… il caso è emblematico del prevalere e diffondersi dell’errato e dell’antiestetico rispetto al tradizionalmente corretto e bello. Non sono una fondamentalista della lingua( né dei costumi) come potrebbe apparire, anzi, tendo ad essere piuttosto aperta all’introduzione di neologismi che migliorino e facilitino l’espressione linguistica e a volte oso persino essere critica verso talune scelte dell’accademia della crusca (es. Perché mai allarme – derivante da “all’arme!” – è maschile, mentre allerta – “all’erta! ” – è femminile? Mi sfugge la logica, mio grande faro),
        ma sono disgustata, ogni volta che leggo quel termine, specie nei miei adorati libri, proprio perché ne ho seguito l’ingiustificata introduzione nel linguaggio scritto (se almeno quella fosse la pronuncia…), quasi come quando sento il termine latino PLUS pronunciato PLAS😝😭
        Finiremo per scrivere ITAGLIA o CAMPAGNA (al posto di Campania) a forza di sentirlo pronunciare così dal tristemente noto LETTERATO leghista?
        Vogliamo a tutti i costi morire IGNORANTI?

        "Mi piace"

      • Cara (mi è parso di capire che tu sia una donna) Anail, non sono affatto uso ad adeguarmi alle innovazioni del linguaggio, sia per quanto riguarda la semantica che la grammatica, in quanto sono del parere che non siano altro che accomodamenti dovuti proprio all’insistenza dell’ignoranza dilagante, di cui questo mondo sta proprio per morire, per rispondere alla tua domanda retorica finale.

        Perciò quando i termini non rappresentino un vero e proprio anacronismo, preferisco sempre quello più antico.

        Per tagliar corto, mi preme, però, rispondere ad una tua “illazione” (questo termine cade a fagiolo per quello che stiamo dicendo, in quanto ha subito una deriva semantica che da “deduzione” logica che significava è stato fatto uguale a “congettura” o “supposizione” vedere qui https://dizionari.corriere.it/dizionario-si-dice/I/illazione.shtml …a proposito di ignoranza…) esplicitata al punto B).

        Io non prendo mai vie traverse per stabilire la realtà dei FATTI, di conseguenza non può essere il mio modus operandi anche in altri campi…

        Sempre dalla Treccani (la Bibbia dei dizionari, secondo alcuni…): “ciliègia (tosc. ciriègia) s. f. [lat. *ceresia per *cerasia; v. ciliegio] (pl. -gie o -ge).”; e con questo mi pare che possiamo cordialmente salutarci.

        "Mi piace"

      • Signora Anail, ha visto come quasi tutti i giornalisti accettano adesso la locuzione “ma comunque”? Altro che brioches…

        "Mi piace"

  5. “complottismo” è un vocabolo usato da chi complotta per screditare chi se ne accorge.

    Se per esempio io mi accorgo che c’è stata una trattativa stato-mafia, sono un complottista?

    Se poi qualcuno immagina che ci sia un complotto mondiale per far credere che la terra sia sferica quando in realtà per lui è piatta, significa che chiunque si accorge di un complotto è deficiente?

    "Mi piace"

    • A prescindere che i “terraspessisti” hanno ridotto il globo a una discarica, però sanno che la terra è tonda, sai quanto me ne può fregare, e quanto gliene può fregare, in riferimento a ciò che sta accadendo, a chi si fa delle domande vere che la terra sia piatta o tonda? Questi sono i paralogismi di battaglia (parlare di sofismi sarebbe sopravvalutare l’intelligenza di chi li usa…) per screditare le richieste legittime di chi ancora usa il cervello e non la “mascherina”!

      "Mi piace"

      • D’accordo (o daccordo?), la colpa e’ di chi se mette la maschera di prevenzine e di quelli che credono all amaestra delle elementari quando dice che la terra e’ tonda.

        Presto fatto, massimalismo “a’ la carte”.

        "Mi piace"

    • In genere, anche se non sempre, i suffissi – ismo/ista indicano una distorsione, una degenerazione del termine che li supporta e danno a quest’ultimo un significato negativo. L’esempio più semplice è dato dai termini “liberale” e “liberista”, dove si apprezza la differenza tra i due approcci politico culturali. Anche Garantismo e Giustizialismo, sarebbero buoni esempi, se non fossero stati coniati da chi si reputa Garantista invece che, più correttamente, INGIUSTIZIALISTA (cit. Travaglio), seguendo la loro stessa logica.. ma si potrebbe comunque interpretare come un esagerato uso, nel primo caso delle garanzie costituzionali e nel secondo della giustizia, (intendendo il vecchio concetto di “forcaioli” che, a mio parere, non trova riscontro, se non nel medesimo atteggiamento dei suddetti, quando riguarda non i loro degni compari, ma avversari politici, migranti ed extracomunitari in genere)
      Ma torniamo a noi.
      Il complottista non è colui che sgama il complotto, ma colui che vede complotti OVUNQUE, colui che, non sapendo interpretare la realtà, adotta la versione più rispondente al suo mondo interiore.
      Il mondo è pieno di analfabeti funzionali (in entrambi i sensi.. anche funzionali, purtroppo, allo sfruttamento a scopo elettorale da parte delle destre fascio sovraniste, che dell’ignoranza si alimentano), ma, a quanto pare, anche di persone con lampanti problemi PSICHIATRICI. Come definirla se non PARANOIA, o per dirla in modo più tecnico SCHIZOFRENIA PARANOIDE, quella di chi vede nemici ovunque e arriva a NEGARE L’EVIDENZA, oltre ogni dimostrazione logica?
      Il guaio è che hanno libero accesso ai mezzi di comunicazione e considerano DEMOCRAZIA che la loro opinione, un tempo confinata al bar e preceduta e/o seguita da gare di rutti, o da Tso, abbia lo stesso peso e lo stesso valore probante della parola di un esperto o tecnico della materia.
      Per dirla breve: Basaglia ripensaci! (troppo tardi, eh?🙄)
      In alternativa: sana verifica, non dico del Q. I., ma almeno delle condizioni psichiatriche (come per il rilascio del porto d’armi) prima di permettere a costoro di mettere mano a scheda elettorale e matita, che possono uccidere un intero paese, ben più di un’arma.

      Piace a 1 persona

  6. A proposito di complottisti, sto tizio si permette pure di insultarci sulla base di false ricostruzioni dei fatti: https://uploads.disquscdn.com/images/b622fba18ef57eae3761dcf2b3963dead6485f5f37eb6d23a04567d906202596.png?w=600&h=1058

    Vediamo cosa dice in realtà il verbale del 7 marzo:
    “Tenuto conto che quanto più le misure di contenimento sono stringenti tanto più si ci attende una maggiore efficacia nella prevenzione della diffusione del contagio , sulla base delle informazioni in possesso del Comitato tecnico-scientifico e ferma restando la facoltà prevista dall’articolo 3 della legge n. 833 del 1978 di adottare ulteriori misure da parte delle autorità locali qualora le stesse siano in possesso di ulteriori e più aggiornate informazioni, il Comitato tecnico-scientifico propone ALMENO l’adozione delle misure indicate di seguito.”

    Il cts suggerisce di fare ALMENO, cioè COME MINIMO, la zona gialla per le zone meno colpite, in base ai dati raccolti fino al 7 marzo, e dice di tener presente che più le misure sono restrittive e più sono efficaci. Ciò è stato consigliato PRIMA della “fuga” dalla Lombardia, ed è esattamente ciò che ha fatto il governo. Solo DOPO la “fuga” dalla Lombardia, e l’aumento dei contagiati/morti, il governo decide di passare dalla zona gialla alla zona ARANCIONE. Dopo arriverà la zona rossa su tutta l’Italia.

    Non c’è stato nessun contrasto tra il govero e il cts, ma il complottista la racconta diversamente e decine di migliaia di persone, sulle sue pagine/siti, insultano e minacciano il governo che, secondo loro, sarebbe andato contro il parere dei tecnici e della scienza. Questo è il complottismo!

    Sul “mistero del perchè sono stati pubblicati solo 5 verbali” , in realtà non c’è nessun mistero:

    Raggiunto da Open l’avvocato Rocco Todero, uno dei tre legali della Fondazione Einaudi che hanno chiesto la desecretazione degli atti, ha chiarito perché ne sono stati pubblicati solo alcuni:

    «Oggettivamente il Governo ci ha dato tutto quello che noi abbiamo chiesto. Quando il Comitato tecnico viene istituito nessuno di noi sospetta della presenza di verbali. Ma quando vengono pubblicati i primi Dpcm restrittivi delle libertà, nelle premesse vediamo che ci sono dei rimandi a dei verbali. A quel punto veniamo a conoscenza della loro esistenza. Siccome noi, in quel momento, eravamo interessati solo a quelli relativi alla restrizione delle libertà, gli unici di cui in quel momento conoscevamo l’esistenza, abbiamo chiesto di vedere proprio questi, che sono citati nei Dpcm.

    Facciamo quindi la richiesta a fine aprile raccogliendo, ripeto, tutti i verbali citati nei Dpcm. Questo vuol dire che ci sono verbali precedenti che non abbiamo chiesto perché non ne conoscevamo l’esistenza, e perché in quel momento non ci interessavano per le restrizioni su tutto il territorio nazionale; e ci sono poi verbali successivi (maggio e giugno) che non abbiamo chiesto perché la nostra istanza si è fermata a fine aprile».
    —————————————————————————-

    Il complottista fa DISINFORMAZIONE e crea pericoloso odio con le sue bufale! Non ci cascate e verificate le informazioni che vi danno!

    "Mi piace"

    • “Il complottista fa DISINFORMAZIONE e crea pericoloso odio con le sue bufale! Non ci cascate e verificate le informazioni che vi danno! (cit.)”: ecco, non ci cascate ma verificate anche che le informazioni che vi danno per non cascarci siano tutte provenienti da giornalisti deontologicamente “disinteressati” o meglio, sempre per scomodare Jonny Dio (non me ne volere Jonny, non è un fatto personale…), che siano “interessati “… dato che quasi tutti i pareri sono sempre interessati…(cit.)” all’unico modo lecito che “…nel caso del giornalismo (…) dovrebbe (mai condizionale fu più azzeccato, ndr.) essere quello dell (sic) lettore ad essere informato (cit.)”.

      Dopo aver avuto la certezza matematica di questa “cosuccia” da niente, iniziare pure a smontare pezzo per pezzo la vulgata complottara, non prima, NON PRIMA!

      "Mi piace"

    • Il “MITICO IGNOTO” sembra una carpa sguazzante nelle acque limacciose di una risaia che sogna di essere un leviatano delle profondità!

      PS: come al solito, il Nostro, senza le figurine dei fumetti, nun ‘je’a fa, nun ‘je’a p’o ffa…

      "Mi piace"

      • @SOMARO CRIMINALE NEGAZIONISTA

        So essere ironico e sarcasticamente SPREZZANTE verso i presuntuosi rinchiusi nelle loro manìe..
        Ora, dopo aver NEGATO il numero dei ricoverati in Terapia INTENSIVA durante il picco della pandemia, non avendo argomenti tangibili per ribattere alle mie informazioni, stai provando a denigrare o demolire persino l’arma della risata.
        E ala fine TUTTI hanno visto che sei stato seppellito dalle risate che cercavi di demolire.

        Riposati vegliardo. E’ l’ora del sonnellino post-pranzo.

        "Mi piace"

      • “Ora, dopo aver NEGATO il numero dei ricoverati in Terapia INTENSIVA.. (cit.)”: questo tira dritto al punto che, persino il doganiere di “Non ci resta che piangere” risulta essere duttile e flessibile… PORACCIO…

        Comunque:
        #CHI SIETE? COSA FATE? COSA PORTATE? DOVE ANDATE?…UN FIORINO! #elasagacontinua…

        "Mi piace"

      • CHI SIETE?
        Sono un GIUSTIZIERE

        COSA FATE?
        Elimino i SOMARI CRIMINALI NEGAZIONISTI

        COSA PORTATE?
        Un carico di NAZI-COMPLOTTARI, NEGAZIONISTI E FASCIO-SOVRANARI

        DOVE ANDATE?
        A scaricarli in discarica, NELL’UMIDO, In attesa di trasformarli in concime organico e metano.

        UN FIORINO!
        No! Col DUCATO che è più capiente per caricarvi tutti.

        😊😂😂😂🤣🤣🤣🤣
        BACIUONI😘😘😘😁😁😁

        "Mi piace"

    • Avete presente LOST? quella, inizialmente, bellissima serie tv di qualche anno fa?
      aveva previsto una cosa del genere, uno è rimasto rinchiuso in un bunker di un’isola per un anno perchè gli avevano detto che fuori c’era un virus letale, ma non era vero niente, poi ci sono altri libri di fantascienza che raccontano quasi la stessa cosa. Questi complottisti-negazionisti sono anche senza fantasia oltre che di cognizione se non di intelletto.

      "Mi piace"

      • Micio pulcioso impertinente ed insistente
        smettila di stolcherare
        hai perso la ragione da un bel pò
        il tampone non te lo do
        chiedilo ai tuoi amichetti di crocchette

        "Mi piace"

      • Di’ al tuo correttore automatico che “pò” non si scrive così, che poi le senti da @Anail… pò pò, porompompèro, però…

        "Mi piace"

    • No, ma questa gente va curata…😱Da questi scritti si evince un livello di ideazione di una realtà parallela che indica un disturbo psichiatrico… Ma quanti sono? Perché non parte un TSO immediato per queste persone? I parenti che cosa aspettano? Non è possibile argomentare con questi poveri casi umani.. Hanno bisogno di farmaci! Se li si lascia dialogare tra di loro, il loro mondo parallelo assume quasi consistenza, la realtà che percepiscono allarga i suoi confini in modo esponenziale…e si aggiungono maggiori dettagli sempre più inquietanti alla loro costruzione fantastica…
      E, come se tutto ciò già non bastasse, per quanto riguarda il problema umano e sanitario…POI QUESTI ELEMENTI VOTANO.

      "Mi piace"

      • @Jerome B
        Avevo risposto a te, in rif. alla pubblicazione di quell’ammasso di idiozie complottiste degli amici di Trump, non so perché abbiano posizionato il mio post qui..

        "Mi piace"

      • @Gatto
        Perché mi tiri in ballo e mi “brandisci” nei confronti di persone a cui non andrei mai a fare le pulci come le ho fatte a te? Lui non passa il tempo, come te, a punzecchiare e a cercare il pelo nell’UOVO DEGLI ALTRUI COMMENTI, come fai tu.
        Sì, sono molto sensibile agli errori di grammatica e sintassi, grazie ad un’adorata insegnante di lettere del liceo (il suo spirito gentile aleggia ancora su di me, mentre scrivo, anche se ciò non mi esimerà, purtroppo, dal commettere errori), ma tendo a guardare oltre, quando sento che il mio interlocutore è sincero, onesto, ha qualcosa da dire e lo fa nel merito, senza usare mezzucci.
        Sappi che è proprio perché mi urtava il nomignolo GLI, affibbiato ad Adriano58, ed usato in modo CONTINUO E SLEALE, che mi sono decisa a rivolgerti la parola, usando le tue stesse armi, alla pari, da persona LEALE quale ritengo di essere.
        Tra l’altro, pensi DAVVERO di avermi convinto che, ogni volta che devi usare una parola, vai a controllarne l’etimologia per usare il termine più antico? Ma veramente mi credi così boccalona?
        Ho solo notato che, come al solito, sei bravissimo a girare intorno agli ostacoli, evitando di affrontare a muso duro e nel merito l’argomento…
        Non ho veramente più voglia di approfondire la cosa, ma ti prometto che ogniqualvolta leggerò che REITERI ad Adriano58 il “GLI” , io, immancabilmente, replicherò “CILIEGE” .

        "Mi piace"

      • Voi siete come i muri di gomma, se qualcuno ha addosso le pulci, voi c’avete le zecche gonfie come una noce! Forse tu hai uno scotoma visivo che ti fa vedere solo quello che ti aggrada: hai letto il mio ultimo messaggio di ieri?…No?

        ALLORA, LEGGI ATTENTAMENTE “CILIEGINA” E IMPARA!

        «Sempre dalla Treccani (la Bibbia dei dizionari, secondo alcuni…): “ciliègia (tosc. ciriègia) s. f. [lat. *ceresia per *cerasia; v. ciliegio] (PL. -GIE O -GE).”; e con questo mi pare che possiamo cordialmente salutarci.»: TI HO INGRANDITO QUELLO CHE CI INTERESSA, COSÌ MAGARI IL TUO CAMPO VISIVO FUORI DALLO SCOTOMA RIESCE A VEDERLO!

        LO VEDI O NO CHE È CORRETTO ANCHE “CILIEGE”? LO VEDI O NO CHE SE SCRIVI “CILIEGE” IN UN DOCUMENTO DI VIDEO SCRITTURA, ANCHE IL CORRETTORE AUTOMATICO IN AVARIA DI “GLI” NON LO SEGNA COME ERRORE? LO VEDI O NO CHE NON È QUESTIONE DI RICERCA ETIMOLOGICA (CHE IO, AL CONTRARIO DI CERTI LINGUISTI DELLA DOMENICA, CONTROLLO SEMPRE, E CHE AVEVO TIRATO IN BALLO PERCHÉ È LA VERA DISCRIMINANTE, ANCHE SE I “BOCCALONI” NON VOGLIONO!) PER VALUTARE SE “CILIEGIE” È GIUSTO O MENO? RIMANDO PERCIÒ AL MITTENTE IL SUO “Ho solo notato che, come al solito, sei bravissimo a girare intorno agli ostacoli, evitando di affrontare a muso duro e nel merito l’argomento…”.

        VEDI QUINDI DI AFFINARE MEGLIO LA TUA SENSIBILITÀ ALLA GRAMMATICA PERCHÉ VEDO SOLO UN GRAN SUPERFICIALITÀ …

        …“Non ho veramente più voglia di approfondire la cosa, ma ti prometto che ogniqualvolta leggerò che REITERI ad Adriano58 il “GLI” , io, immancabilmente, replicherò “CILIEGE” .(cit.) (SAI CHE CAZZO ME NE FREGA, NDR.!)”…

        …AAAAAH, ADESSO NON HA PIÙ VOGLIA LA SIGNORA; SAPPIA CHE IO REITERERÒ “GLI”, QUANTO E COME MI PARRÀ (VISTO TUTTA LA MERDA DI IMOPROPERÎ CHE “LA COMPAGNIA DELL’INSULTO” MI SCARICA ADDOSSO GIORNALMENTE E DI CUI IL SIG. “GLI” FA PARTE, MI PARE IL MINIMO SINDACALE…) E “BRANDIRÒ” LEI QUANTO E COME VORRÒ; E SE LEI MI FARÀ OSSERVARE “CILIEGIE”, DIMOSTRERÀ SOLO DI NON AVER CAPITO UN CAZZO, PER CUI, IO, IMMANCABILMENTE, REPLICHERÒ CON QUANTO SCRITTO SULLA TRECCANI, FINCHÉ QUALCUNO DEI DUE SI STANCHERÀ!

        MA PENSA TE…

        PS: SALUTAMI “GLI” E LE PULCI….

        "Mi piace"

      • Secondo me non è un problema di patologie invece, ma di informazione.

        Qualcuno ha interesse a spingere la popolazione a negare la pandemia (immagino principalmente per interessi economico-finanziari) e attraverso la disinformazione di massa e approfittando della superficialità e della paura di molti nega la realtà propagandando che sia un complotto, e chi non ha tempo modo o mezzi per informarsi ci casca.
        Ecco … ho fatto del complottismo …

        Levare loro il voto sarebbe un errore credo, perchè se lo levi a uno inizi un processo che alla fine ti porterà a levarlo praticamente a tutti.
        La soluzione sarebbe invece avere un sistema di informazione migliore, cosa che grazie alla rete (non completamente controllabile coi soldi) sta succedendo da un paio di decenni, anche se lentamente.

        "Mi piace"

    • @Marco Sixth
      Senta, prof delle medie private Giannini ALIAS, usi pure il termine LETAME. In questo caso, mai parola fu più adatta a definire le tesi complottiste… poi, capire chi azioni il badile è un problema secondario e di facile soluzione. .. Ah, se solo lo si usasse per spalarlo via, il letame, invece che per distribuirlo meglio in giro…

      Piace a 1 persona

      • @ Gatto
        OH, ma guaaaaarda… Ho fatto SBROCCARE IL GATTO!!
        Ho scoperto il tuo punto debole, quindi.
        Ti sei mai chiesto perché la “compagnia dell’insulto” ce l’abbia con te?
        Forse perché invece che trattare gli editoriali nel merito, stai sempre lì a rompere e a fare le pulci ai commenti altrui per sentirti superiore? Sai come mi è saltata agli occhi questa cosa? .
        Io certi editoriali proprio non li reggo o magari diffido, secondo la testata o l’autore.. allora LEGGO PRIMA I COMMENTI.
        OH, mai una volta che dai tuoi capissi l’argomento… solo attacchi, citazioni, correzioni… Che problemi hai? Ti senti vivo così, CILIEGE?
        (Ma come, prima ti dichiari uomo d’altri tempi, poi adotti la versione tradizionalmente ERRATA in tutte le scuole del Regno da almeno 60/70 anni? A quando l’adozione di PIUTTOSTO CHE o degli avverbi divisi tipo in oltre, sopra tutto, tutta via – unitisi in matrimonio taaaanto tempo fa- o del terrificante “da quando SONO piccolo”?)
        Sai qual è il concetto? Io non avevo e non ho più “voglia” di trattare l’argomento semplicemente perché volevo farti passare un messaggio che evidentemente non ti è giunto.
        Che NON ti comporti IN MODO LEALE.
        Che usi LE ARMI DELLA TUA PRESUNTA SUPERIORITÀ CULTURALE, in modo VUOTO ED INUTILE, solo per COLPIRE GLI ALTRI.
        Che potresti DARE QUALCOSA (magari non NEGAZIONISMO E COMPLOTTISMO, please) invece di ACCANIRTI sulle SCIOCCHEZZE.
        Ti senti così FRAGILE E DEBOLE, da chiuderti nella tua torre d’avorio a CONTROLLARE gli errori degli altri… E CROLLI MISERAMENTE, appena la prima arrivata ti fa un appunto… E, credimi, LO FA APPOSTA, proprio perché SA che tu SEI COSÌ.
        CILIEGIE, CILIEGE, LI, GLI… credi davvero che sia questo il tema della nostra discussione?
        Anche io, col nuovo smartphone, ho iniziato una terribile lotta col correttore automatico, che osa accentarmi le e congiunzione, mi banna (ora aveva scritto banana!) lo slang e il sardo… ma sono stanca e può sfuggire…
        Sai che cosa ti sto dicendo, con questo?
        Che dovresti essere PIÙ EMPATICO e COMPRENSIVO col tuo prossimo, invece che sempre così GRAFFIANTE e sulla difensiva… È così rilassante poter sbagliare!
        Io ho approfittato di CILIEGE solo x farti passare QUESTO concetto.
        Cerca di NON vedere sempre e solo il MALE intorno a te…è questo che rende negazionisti e complottisti.
        Le torri d’avorio non solo proteggono, ISOLANO ed IMPRIGIONANO.
        Ciao ciao
        p.s. Se, per caso, la scelta del tuo nickname fosse stata dettata dal tuo cognome, sappi che è anche quello di mia madre.
        E piantala con GLI: appare davvero NOIOSO E STUPIDO.

        Piace a 1 persona

      • @fabriziocastellana
        Sì, Fabrizio, sono d’accordo con te, se ti riferisci a questo caso specifico… Ma io alludevo all’incredibile quantità di persone fuori di testa che popola Facebook e che è ben rappresentata in vari siti, tipo “Commenti clericali”, “Adotta anche tu un analfabeta funzionale”, etc.
        Non stiamo parlando di persone semplicemente ignoranti… ci sono medici, vescovi… e la cosa non è riferita solo al negazionismo nei confronti della pandemia.
        Io riscontro DAVVERO segni di paranoia, che necessita di attenzione e di cure.
        Inoltre non intendevo dire che bisogna togliere il voto tout court ai complottisti sulla base della diversità di opinioni (ORRORE), ma un sano test di valutazione psichiatrica, come per il porto d’armi, non credi che sarebbe quantomeno opportuno?
        Non credi che il voto sia una cosa seria come un’arma?
        Tu mi dirai: “ma sono 4 gatti” NOOOO 😱😱😱😱😱 è questo il terrificante problema!!
        Sono una MAREA. Prova ad entrare nei siti che ti ho indicato e SPAVENTATI!

        "Mi piace"

      • Di tutto il tuo filantropico, melenso e bolso pippone altruista, mi preme chiarire due, tre cose, sul resto non vale nemmeno la pena rispondere.

        La maestrina dei “modi leali di comportamento”, dalla quale non accettiamo lezioni, deve sapere che:

        1) “Ma come, prima ti dichiari uomo d’altri tempi, poi adotti la versione tradizionalmente ERRATA in tutte le scuole del Regno da almeno 60/70 anni? (cit.)”: è proprio “perché” sono un uomo d’altri tempi che adotto la versione – quella più arcaica – non ERRATA, ma EQUIVALENTE del sostantivo in questione, non “nonostante” (mi pare ovvio): chiaro?
        FICCATELO BENE IN QUELLA TESTA (questa volta lo mettiamo tutto in maiuscolo, hai visto mai che…):

        «SEMPRE DALLA TRECCANI (LA BIBBIA DEI DIZIONARI, SECONDO ALCUNI…): “CILIÈGIA (TOSC. CIRIÈGIA) S. F. [LAT. *CERESIA PER *CERASIA; V. CILIEGIO] (PL. -GIE O -GE).”: HAI VISTO COSA SI DICE CIRCA IL SUO PLURALE? TI È CHIAROOOO ADESSO?

        Se nel Regno d’ItaGlia, da 60/70 anni a questa parte, in tutte le scuole, la considerano errata è perché, le scuole sono lo specchio dell’idiozia dilagante che pervade non solo l’ItaGlia ma tutto l’orbe! OK?

        2) Quando parlavo di correttore automatico, non mi riferivo a quello dello smartphone, ma al correttore ortografico del documento di “Word”, che non segna affatto errore quando si scrive CILIEGE, in questo ben più preparato delle scuole del Regno!

        3) “Io ho approfittato di CILIEGE solo x farti passare QUESTO concetto…(cit.)”: se il concetto che volevi farmi passare è pari all’attendibilità dell’ostinata petizione di principio che alberga nella tua testolina riguardo al sostantivo “ciliege”, STIAMO FRESCHI!

        E per cocludere in bellezza: Intorno a me, magari vedessi sempre e solo il MALE, vedo invece una ridicola e nauseante STUPIDITÀ, sempre più frequente, per la quale, se mai fossi in una torre d’avorio (ma che banalità sesquipedali!), me ne guarderei bene da abbandonare!

        "Mi piace"

  7. @GATTO
    Sentimi bene, IDIOTA,
    visto che insisti ed INSULTI (non rimproveravi Jerome B per la maleducazione? Intanto LUI è una perrsona COLTA ed intelligente e tu solo un essere INFANTILE ed invidioso della stima che gli altri sanno meritarsi), oltre a non aver CAPITO o non aver VOLUTO capire che hai stufato con le tue reiterate punzecchiature a chicchessia, ti invito CALDAMENTE a rileggere le prime righe della Treccani che tu stesso hai condiviso.
    Peccato, eh? Avevi cominciato così bene!
    Ma poi NOOOO, non c’è la potevi fare a non ARRAMPICARTI.. d’altronde sei un gatto, no?.
    Di tutto quello che ho scritto e SPERATO che tu afferrassi, benché Sommerso dalle tue ondate di VELENO, hai saputo solo CONTINUARE a rimarcare ciò che, secondo te, ti vedeva in vantaggio… Che brutta vita dev’essere, quella di chi ha questi limiti e rodimenti continui, quella di chi è IN CONTINUA COMPETIZIONE per essere il migliore..
    Che c’è? Mammina o paparino ti preferivano il fratellino o la sorellina?
    POOOOVERO POOOOVERO PICCOLO MICETTO INDIFESO….
    ECCO, siccome CON TE ho esaurito tutto l’altruismo melenso che mi attribuisci, ora, DA BRAVO, va’ a guardarti sul sito dell’ACCADEMIA DELLA CRUSCA, come SI SCRIVE IL PLURALE DI CILIEGIA, SENZA SE E SENZA MA. Approfittane per vederti anche tutto l’elenco degli altri vocaboli che mantengono o perdono la i nel plurale E TACI, una buona volta, perché te l’ho lasciata passare fin troppo, visto che intendevo DIRTI ALTRO.
    PURTROPPO NON CI SEI ARRIVATO.
    Quindi io non cercherò di FICCARTI IN TESTA, come vorresti fare tu, qualcosa che la TUA TESTA NON È IN GRADO DI CONTENERE… e non per mancanza di intelligenza, ma per EVIDENTI problemi di evoluzione psicologica.
    In poche parole: CRESCI!

    "Mi piace"

    • Il moderatore o “l’algoritmo”, boh… mi ha cancellato il commento precedente lasciando in bella vista il “sentimi bene IDIOTA…”, rivolto al sottoscritto, non si capisce perché…

      Di tutto quello che avevo scritto, e che non cambierei comunque una virgola, mi preme evidenziare alla “ciliegina” dallo scotoma prêt-à-porter, che indossa a seconda di quello che le comoda vedere, cosa in realtà, la prestigiosa Accademia della Crusca, dice in proposito di CILIEGE, giusto perché il sottoscritto non ci sta ad essere passato per scemo:

      “Per ricordare in quali casi la i si mantiene e in quali si perde, basta fare attenzione a un particolare: se la c e la g sono precedute da una vocale (ciliegia, camicia, fiducia), allora la i si mantiene nel plurale; se invece la c e la g sono precedute da una consonante (pioggia, pancia), allora la i si elimina. LA COSA MIGLIORE DA FARE È CONTROLLARE I PLURALI DIFFICILI SUL VOCABOLARIO. Oltre a indicarvi la forma giusta, esso avverte che, accanto ai plurali considerati corretti, anche forme come CILIEGE, valige, e provincie SONO ORMAI USATE E LARGAMENTE ACCETTATE.”, con la precisazione che il sostantivo CILIEGIE, non doveva affatto essere largamente accettato, in quanto preesistente a quello attualmente ufficiale considerato, non esclusivamente, corretto.

      "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.