L’appello di Conte e l’alleanza col Pd

(Tommaso Merlo) – Giuseppe Conte chiede alle forze di maggioranza di provare a dialogare in vista delle regionali. Il premier auspica un fronte riformista che si contrapponga alle destre. La sua visione in teoria ha senso, il problema è la pratica. Se l’ostacolo a questa fantomatica alleanza fosse l’ego di qualche galletto, Conte avrebbe ragione da vendere. La politica non è litigio tra persone, è scontro tra idee e valori. Chi s’impuntasse per risentimento personale dovrebbe fare un passo un dietro e lasciare che prevalga l’interesse collettivo. Ma se invece il nodo è politico, allora la questione si complica. Quando rispunta la questione dell’alleanza tutti puntano i riflettori sul Movimento. Come se il Pd non aspettasse altro e fossero i testoni a 5 stelle a fare i capricci. Poi però il Pd ricandida gli stessi indigeribili tirannosauri e Zingaretti stronca brutalmente la ricandidatura della Raggi a poche ore dall’annuncio. Qualcosa non torna. Ricandidare personaggi come De Luca e compagnia bella e denigrare il sindaco di Roma vuol dire non credere affatto in una alleanza ed avere in testa ben altro. Tipo un disegno egemonico. Tipo normalizzare il Movimento in modo da comprometterlo e mangiarsi i suoi voti. Ma non è una questione solo di nomi. È anche una questione di modo d’intendere la politica da parte del Pd. Il Movimento nasce per scardinare le vecchie pratiche clientelari e baronali senza parlare della questione amorale. Se il Pd vuole davvero un’alleanza col Movimento allora certe derive della vecchia politica dovrebbe cominciare ad accantonarle. Cosa che per paura di perdere qualche poltrona non ha invece il coraggio di fare. Poi ci sono programmi ed idee. Al di là dei bei discorsi, le politiche del Pd degli ultimi anni sono state sostanzialmente di destra. Nei riguardi del mondo del lavoro, dello smantellamento dello stato sociale, del cemento e dell’ambiente. Al governo fino ad oggi si è trovata una sintesi, ma se il Pd vuole un’alleanza non può pretendere che il Movimento lo segua in quella deriva. L’uscita di Renzi potrebbe aiutare, ma quello che rimane del Pd deve mettersi d’accordo con se stesso. Di certo, contrariamente a quanto pensano le volpi del Pd, l’alleanza auspicata da Conte conviene al Movimento nel lungo periodo. E questo per un motivo molto semplice. Il Pd è il passato. Il Movimento è il futuro. E la storia non ha la retromarcia. Il Pd è un partito mai decollato e politicamente scarico con alle spalle anni di fallimenti politici. Un partito che stava scomparendo il 4 marzo e che galleggia grazie a questa immeritata esperienza di governo. Il Pd come lo conosciamo oggi è destinato ad estinguersi, una certezza data dalla sua totale incapacità di rinnovarsi. Dopo decenni di disastri e scandali, il Pd è sostanzialmente in mano alla stessa cricca di tirannosauri. Il Movimento è invece una forza giovane e innovativa con un modello pensato per il continuo ricambio delle persone e delle idee. Un Movimento in continua evoluzione, che propone addirittura una versione più avanzata di democrazia e che in pochi anni ha alle spalle già due governi con una lista di cose realizzate da far vergognare i vecchi partiti come il Pd che non solo non mantenevano le promesse ma spesso facevano l’opposto. Contrariamente a quanto pensano le volpi del Pd, sarà il Movimento ad ereditare tutti i voti del fantomatico campo riformista quando la loro estinzione si compirà. Ma questo a condizione che il Movimento non tradisca se stesso, che non svenda i suoi valori, che non si rimangi le sue idee. Altrimenti scompare anche lui. È questo il nodo politico sul piatto dell’alleanza. Chi cambia chi. Chi compromette chi. Chi egemonizza chi. Una lotta tra passato e futuro. Tra forze politiche espressione di ere politiche differenti. Se gli restasse anche solo un briciolo di buonsenso, il Pd coglierebbe questa storica opportunità di cambiamento invece di sfoderare la consueta miope arroganza. Ma ci hanno abituato a tutto. Peggio per loro. La storia non ha la retromarcia e gioca tutta a favore del Movimento. Quanto alla fragile quotidianità, una disastrosa sconfitta alle regionali potrebbe avere ripercussioni sul governo e un tentativo di sedersi al tavolo come auspica Giuseppe Conte andrebbe comunque fatto.

23 replies

  1. Emiliano è un soggetto particolare, MA NON E’ RENZI. Infatti se lo ritrova contro nella persona de candidato Scalfarotto.
    Spesso ha fatto aperture alle rivendicazioni del 5 Stelle.
    Sono pugiesi sia Boccia che Conte, i maggiori fautori dell’accordo pd M5S.
    Volete continuare a vivere mettendo i puntini sulle i?
    Bene, anzi MALE.
    Continuerete le vostre rivendicazioni di principio mentre Fitto tornerà a devastare la Puglia.

    Piace a 3 people

    • Sono in vacanza, sotto l’ombrellone e sto “spippolando” su blog che non leggevo da un po’…
      Cosa sarebbe Infosannio senza i commenti criptici di Untu? :))

      "Mi piace"

  2. Per arginare le destre il pd dovrebbe arginare se stesso.

    Geniale anche il concetto di alleanza piddino: voi sostenete i nostri candidati anche se bvi fanno schifo, mentre noi i vostri li schifiamo a prescindere …

    Peccato che la storia non abbia la retromarcia, sennò dopo essere passata sopra al pd avrebbe potuto metterla sta retromarcia, e ripassarci sopra di nuovo, per sicurezza.

    Piace a 2 people

  3. D’accordo su tutto con Tommaso Merlo. Che Zinga pretenda supporti dopo avere a lungo sabotato la sindaca di Roma, che pretende di silurare pur non avendo un candidato minimamente credibile, è semplicemente osceno

    Piace a 2 people

  4. Illudersi che i baroni e i parrucconi vetero-partitocratici del Partito Democratico e dintorni (LEU, Italia Viva) possano in qualche modo essere promotori di un qualunque cambiamento in meglio di questo Paese, ingessato da oltre 30 anni di berlusconismo, renzismo e zingarettismo, è pura illusione.
    PD + LEU + Italia Viva = più corruzione e malaffare nella politica, più impunità per la casta, più evasione fiscale, più tasse per gli onesti, più mafie, più immigrazione clandestina, meno diritti e meno lavoro per gli italiani, più disagio sociale.

    Piace a 1 persona

      • Egregio sig. Jerome B., ho preso nota e salvato copia HTML del suo commento ingiurioso. Provvederò nei prossimi giorni a presentare denuncia-querela presso le autorità competenti, ci penserà la Polizia Postale a identificarla.

        "Mi piace"

      • @Coriano
        UAHAHAHAHAH
        Ma poi mi arriverebbe un avviso di garanzia, notificato in una busta verde, per aver offeso CORIANO CHIII?

        Sei veramente un GAGLIOFFO.
        UN RINCOGLIONITO
        UN RIMBAMBITO
        Soprattutto un IGNORANTONE che vorrebbe maneggiare materie a lui sconosciute.
        E se invece dalla Polizia Postale ci andasse il sottoscritto a presentare denunzia querela, sai si che il blog sarebbe CORPO DEL REATO e verrebbe bloccato apponendo sigilli ai server?
        E sai che, come primo atto, chiederei l’indirizzo IP di ogni utente per capire chi vi si nasconde dietro lo schermo anonimo del nickname?
        Ti chiami CORIANO di nome e di cognome?
        Si di CORIANO, le colline dietro Rimini?
        O sei la solita merde che crede di spaventarmi miagolando cazzate?

        SEI RIDICOLO.
        VAI, CORRI A NASCONDERTI PER LA FIGURA DI MERDA CHE TI SEI APPARECCHIATO.
        Dammi il tuo nome, coglione rimbambito, che ho voglia di fare esercizi a braccia e mani.

        "Mi piace"

      • Preso nota e salvato backup HTML di tutto il thread. Presenterò denuncia-querela presso le autorità competenti, ci penserà la Polizia Postale a identificarla attraveso il suo IP che i blog sono tenuti a conservare.

        "Mi piace"

      • @coriano.
        IL TUO NOME COGLIONE.

        Non posso aver offeso un nickname che risiede nell’iperuranio del webbe.
        Ma a parte ciò,
        FUORI IL NOME. IL TUO, Leone rintronato da tastiera.

        "Mi piace"

    • Coriano io sono anche d’accordo su quello che dici (do del tu a tutti non per mancanza di rispetto, ma per abitudine), se ho capito bene che denunci la situazione a 360 gradi, centrodestra compreso.
      Spezzo una lancia a favore di Jerome, che ha uno stile aggressivo che non gli facilita la comunicazione, ma almeno è in buona fede … anche se eventualmente dovesse sbagliare secondo me quindi denunciarlo è eccessivo.
      Ovviamente la scelta è tua.

      Lascia che si esprima come vuole e se non ti piace ignoralo.
      QUesto è solo un consiglio ignorabile, solo un parere non richiesto.
      Altrimenti il rischio è che si passi il tempo a denunciarsi a vicenda, e fra l’altro anche tu mi pare potresti essere denunciato per i tuoi accenni (che condivido eh ..) alla corruzione, all’evasione, alle mafie …

      "Mi piace"

      • Ed ecco il Fabrizio nazionale qui a spezzare lance come se piovesse! Quindi siccome in ItaGlia parlare di mafia e corruzione e accostarle alla politica è un esercizio puramente congetturale (nessun morto, nessuna sentenza è stata finora emessa per suffragare tali immonde insinuazioni, con le quali, il nostro, sarebbe pure d’accordo: ma pensa!), la “lancia spezzata” Geronimo dovrebbe essere lasciato in pace, in quanto si basa, nell’insultare tutto l’orbe terracqueo, sulle stesse insinuazioni di quelli che accostano la mafia alla politica: mal comune mezzo gaudio! Honestà, honestà, trallallèro, trallallà…

        "Mi piace"

      • @fabrizio castellana.
        Nel ringraziarti per il gentile pensiero, mi corre, con l’occasione, ricordare a TUTTI GLI UTENTI, che per far partire una denunzia querela per calunnia e diffamazione debbano ricorrere alcuni presupposti imprescindibili.
        Innanzitutto DEVE ESSERE CHIARAMENTE INDIVIDUABILE la persona oggetto delle offese.
        Presentarsi con il nickname CORIANO e minacciare querele si configura IMMEDIATAMENTE come un atto di bullismo, di prepotenza e minacce, passibili questi si di querela, nel caso il sottoscritto fosse riconoscibile a terzi.
        E PURTROPPO PER CORIANO LO SONO.
        Pensa come si capovolgono le situazioni quando ci si approccia alla legge CON L’IGNORANZA.

        Queste pseudo-minacce mi fanno ridere, RIDERE, perchè figlie dell’ignoranza.
        Sarà così coraggioso questo rimbambito da osare un intervento col nome e cognome umano e non da coglione anonimo digitale?
        RESTO IN ATTESA DEL LEONE DA TASTIERA.

        "Mi piace"

      • SOMARO con l’alias da felino, la smetti di ragliare scempiaggini?
        Sei nato per essere umiliato da me. RICORDALO.
        Hai preso la biada?
        E le carrube?
        Vai a pascolare all’ombra di un albero e lascia in pace il prossimo.

        "Mi piace"

      • Se il capo de La Compagnia dell’Insulto, supportato dai suoi “adepti” (ci abbassiamo anche noi all’ignoranza dilagante…) sostiene che:

        “…mi corre, con l’occasione, ricordare a TUTTI GLI UTENTI, che per far partire una denunzia querela per calunnia e diffamazione debbano ricorrere alcuni presupposti imprescindibili. Innanzitutto DEVE ESSERE CHIARAMENTE INDIVIDUABILE la persona oggetto delle offese. Presentarsi con il nickname CORIANO e minacciare querele si configura IMMEDIATAMENTE come un atto di bullismo, di prepotenza e minacce, passibili questi si di querela, nel caso il sottoscritto fosse riconoscibile a terzi…”,

        informiamo anche noi L’TENTE JEROME che per quanto riguarda il DIFFAMATO:

        “Per parlare di diffamazione, l’offesa deve essere rivolta a un soggetto determinato O DETERMINABILE (cioè ad esempio menzionando nome e cognome). Se si parla male di una persona senza far capire di chi si tratta non c’è reato. Il reato invece sussiste se si inseriscono riferimenti che consentano di risalire alla persona offesa (ad esempio con riferimenti ad un “NICKNAME UNIVOCO” CHE POSSANO RENDERLA COMUNQUE IDENTIFICABILE).

        Circa il DIFFAMANTE, che in più ha la gentilezza di confidarci che “…nel caso il sottoscritto fosse riconoscibile a terzi. E PURTROPPO PER CORIANO [E ANCHE PER JEROME, ndr.] LO SONO.”, postiamo quanto segue:

        “D’altra parte è anche vero che trattandosi di discussioni che avvengono online, molti utenti coperti dal loro nick-name e forti del fatto di trovarsi dietro a un computer, si lasciano andare a commenti molto coloriti o accuse del tutto gratuite pensando che la rete sia una zona franca dove sia ancora possibile dire (o meglio scrivere) quello che si vuole. Infatti, capita sempre più spesso che gli autori in buona fede di commenti critici e informali, scritti magari di notte sul forum, siano trascinati in un procedimento penale…”.

        Un esempio non del tutto calzante ma esplicativo è questo:

        “La Corte di cassazione, con la sentenza n. 8824 del 7 marzo 2011, ha confermato la condanna per diffamazione impartita dai giudici di merito nei confronti di un uomo che, in un forum online, aveva offeso ed ingiuriato il suo avversario politico. ANCHE SE L’UOMO AVEVA UTILIZZATO ED UTILIZZAVA UN NICKNAME ANONIMO, LO STESSO È STATO RINTRACCIATO DALLA POLIZIA POSTALE PER MEZZO DELL’INDIRIZZO IP, il numero di identificazione, cioè, che viene assegnato sulla rete internet mondiale e che – sottolineano i giudici di legittimità – APPARTIENE “IN VIA ESCLUSIVA A UN DETERMINATO COMPUTER CONNESSO”. SECONDO LA CORTE, NON ERA POSSIBILE PENSARE CHE, NELLA SPECIE, SI FOSSE CONCRETIZZATA UN’INTRUSIONE SU INTERNET DA PARTE DI UN TERZO CHE AVESSE UTILIZZATO IL NICKNAME DELL’IMPUTATO; e ciò in quanto troppi erano i dettagli che l’eventuale terzo avrebbe dovuto conoscere sulla vittima.”.

        Come si può ben vedere, anche l’Iperuranio del webbe non è poi così ‘iper’: pensa come le situazioni ritornano al loro posto quando qualcuno si approccia alla legge CON L’ARROGANZA!

        PS: ciò che ho scritto ha valore esclusivamente documentale, per me, ribadisco, il soggetto non è degno nemmeno di essere querelato…

        "Mi piace"

  5. Vorrei capire meglio: Il PD chiede ai candidati ed elettori 5S soprattutto in due regioni, Marche e Puglia di ritirarsi e votare PD, mentre loro fanno MARAMEO ai canditati 5S, Ma che accordo è?
    Un’altra cosa i tre dell’apocalisse fanno un accordo ANTI-INCIUCIO (tradimento) contro loro stessi e tutti ad elogiare la loro compatezza, mondo alla rovescia?

    Piace a 2 people

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.