I Mastella, Scajola &C.: il ritorno dei voltagabbana

Campania, Toscana, Puglia: alla vigilia delle urne si moltiplicano i passaggi sul carro del (presunto) vincitore

(Giacomo Salvini – Il Fatto Quotidiano) – “La crisi della democrazia italiana è una persona che si immagina di essere salita chissà dove, ma in realtà è scesa nel sotto scala del trasformismo politico… il trasformismo è il cancro dell’italia”. Era il febbraio del 2013 e Vincenzo De Luca, a pochi giorni dalle elezioni politiche, non risparmiava parole di fuoco nei confronti di Mario Monti, reo di essere passato in due mesi da premier tecnico a candidato di Scelta Civica. Chissà cosa penserà oggi, sette anni e molta acqua sotto i ponti più tardi, il governatore della Campania degli innumerevoli candidati e sostenitori delle sue liste che in poche settimane sono passati dal centrodestra a sposare la sua causa alle Regionali di settembre.

Gli ultimi sponsor per eccellenza, loro sì da far impallidire il teorico del trasformismo Agostino Depretis, sono i coniugi Mastella: Clemente da Ceppaloni, ex ministro del Lavoro del governo Berlusconi I e quindi ministro della Giustizia del governo Prodi II, aveva già abbandonato da tempo la causa berlusconiana per fondare “Noi campani con De Luca”, mentre è dello scorso fine settimana la dipartita della moglie, la senatrice di Forza Italia Sandra Lonardo. Che i rapporti tra Lonardo e i vertici azzurri fossero ridotti al lumicino era cosa nota, ma Lonardo ha deciso di lasciare Forza Italia con un coup de théâtre: è andata a un evento a Castelfranci, nell’avellinese, per presentare la lista del marito. Bum. Il segretario di Forza Italia, Fulvio Martusciello, l’ha liquidata spiegando che “politici come lei vanno archiviati perché sono il peggio della politica campana” ma la diatriba si è trasformata in una faida: Martusciello ha sfilato ben cinque consiglieri di Forza Italia al sindaco di Benevento, Clemente, dicendo che appoggeranno Caldoro. E adesso la maggioranza dell’ex Udeur traballa.

I MASTELLA PERÒ non sono gli unici partecipanti al valzer del cambio di casacca in Campania. Prima di loro c’era già stata l’ex consigliera regionale del Pdl, Paola Raia, e un bis di uscenti, sempre berlusconiani: Flora Beneduce (“Per me Vincenzo è come l’albero della vita”), fedelissima di Luigi Cesaro eletta nel 2015 con 14 mila preferenze e Carmine Mocerino. Ma anche l’ex capogruppo di FI a Napoli, Felice Dimaiolo e la presidente del’asi Napoli, vicina a Mara Carfagna (da tempo in pessimi rapporti con Caldoro), Giosy Romano.

IL VALZER DEL CAMBIO di casacca riguarda anche altre regioni al voto: in Toscana i renziani candideranno l’ex consigliere comunale del Pdl Massimo Pieri mentre, a Firenze e Prato, Italia Viva ha scelto l’ultimo arrivato dal Pd Maurizio Sguanci e l’ex consigliere comunale, Antonio Longo . Il candidato Eugenio Giani, avrà dalla sua una lista – “Svolta!” – piena di ex 5 Stelle tra cui il consigliere regionale Gabriele Bianchi e soprattutto il livornese Mau r i z i o Pascucci, campione di giravolte nella sua lunga carriera politica: dalla scuola del Pci era diventato il simbolo del M5S come candidato sindaco a Corleone prima che Luigi Di Maio lo sconfessasse per una foto nel bar del nipote di Bernardo Provenzano, Salvatore.

Oggi Pascucci sostiene apertamente Giani: “Vengo dal mondo della sinistra”, dice convinto.

In Puglia, invece, ha impressionato la foto del governatore Pd, Michele Emiliano, con i 14 rappresentanti delle liste che lo sostengono: si va dal Partito animalista ai rautiani di “Emiliano sindaco di Puglia” ai neo borbonici di “Sud Indipendente”. Tra loro, spuntano anche i “Popolari con Emiliano” dell’ex sottosegretario al Lavoro di Ncd, Massimo Cassano.

In Liguria, dopo la candidatura di Sansa, le due coalizioni si stanno muovendo per formare le liste. E, come un giglio di campo, rispunta il deus ex machina della politica ligure: Claudio Scajolache sosterrà Giovanni Toti.

Categorie:Cronaca, Interno, Politica

Tagged as: , ,

6 replies

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.