Alessandro Di Battista: “Accordo eccellente. Ora va cancellato il Patto di Stabilità”

(di Luca De Carolis – Il Fatto Quotidiano) – “Aspetti in linea, devo recuperare mio figlio”. Da una località di mare in Abruzzo, Alessandro Di Battista. L’ex parlamentare dei 5Stelle aspetta la nascita del secondogenito: “Ma qui sto incontrando tanti attivisti e studio”.

Il premier ha davvero vinto in Europa?

È stato un risultato eccellente. Questo è il primo tempo della partita, e stiamo vincendo. Vinceremo il secondo se l’Europa abolirà il Patto di Stabilità.

Non corre troppo?

Sono preoccupato dal fatto che tra qualche anno qualche Paese europeo possa svegliarsi e provare a rinfacciare all’Italia il suo indebitamento.

Lei è preoccupato dalle condizionalità del Recovery Fund.

No, il mio problema resta proprio il Patto di Stabilità, fatto di regole ormai obsolete di oltre 20 anni fa, e sono contento che Luigi Di Maio la pensi come me. Mi fiderò totalmente dell’Unione europea solo quando se ne sarà liberata.

Anni fa, voi 5Stelle parlavate di referendum sull’euro, ora festeggiate i soldi che arriveranno dalla Ue. Bella giravolta, no?

Ho sempre pensato che un’Europa davvero unita sia necessaria per contrastare i Paesi emergenti come Cina e India. E una Ue forte serve anche per non farsi dettare l’agenda da Washington. Penso alle sanzioni all’Iran, assolutamente ingiustificate.

L’Italia saprà gestire i miliardi della Ue? Già si discute se fare un cabina di regia o una task force.

Non so, non mi interessano i nomi o le squadre. Il M5S deve fare delle proposte chiare su come utilizzarli, e io ho delle idee.

Prego.

Innanzitutto, si potrebbe investire nel servizio ambientale, la mia proposta per dare lavoro a centinaia di migliaia di giovani impegnandoli in interventi per l’ambiente e contro il dissesto idrogeologico. Servirebbero tra i 4 e 6 miliardi all’anno.

Poi?

Bisogna riconvertire aree come Bagnoli, Marghera e l’Ilva di Taranto, dove va chiusa l’area a caldo. Ho visto che il ministro dello Sviluppo economico Stefano Patuanelli ha proposto di creare a Taranto un hub dell’idrogeno, e sono d’accordo. Poi va fatto un lavoro di modernizzazione delle aree interne del Paese.

Si vedrà anche in base alla tenuta del governo. Ora Conte è davvero più saldo?

Assolutamente sì. Tanti italiani, a cominciare da Carlo De Benedetti, hanno tifato contro di lui. I poteri forti volevano e vogliono mettere le mani sui soldi per ricostruire l’Italia. Gli è andata male.

Però la maggioranza resta agitata, con il Pd che insiste sul Mes.

Non so perché lo facciano. Ora dobbiamo pensare a come sfruttare al meglio le risorse del Recovery Fund.

Conte è sempre più un possibile capo del Movimento?

Questo va chiesto a lui. Di certo io in squadra voglio sempre grandi giocatori.

Luigi Di Maio ha detto che dovrebbe iscriversi ai 5Stelle.

Lo avevo auspicato anche io settimane fa, parlando a Mezz’ora in più sulla Rai.

Il M5S sembra sfiancato: quindi bisognoso di aggrapparsi a Conte.

Il M5S è forte quando si compatta su grandi battaglie. E a Conte serve un Movimento forte: lo si è visto sul tema Autostrade, dove siamo stati fondamentali.

Lei era ritenuto un problema per Conte.

Il premier non ha mai pensato una cosa del genere.

Vi sentite?

Abbiamo un buon rapporto. Gli ho fatto i complimenti dopo la sua presa di posizione sul Fatto su Autostrade.

Conte vorrebbe alleanze tra Pd e M5S nelle Regioni. E lei?

Io chiedo: dove sono i programmi? Li tirino fuori, poi si vedrà.

Chissà dove sono finiti gli Stati generali del M5S. Si parla di uno slittamento al 2021.

Gli Stati generali sono fondamentali per costruire l’agenda del M5S dei prossimi dieci anni. Vanno fatti il prima possibile.

6 replies

  1. PENSATE ALLE IDIOZIE DELLA LEGA- Viviana Vivarelli.

    Dicono che basterebbe vendere Btp e si potrebbe fare a meno dei 209 miliardi dell’Europa, come se i titoli di stato non fossero prestiti e come se non fossero stati fatti in passato giochi di acquisto o non acquisto dei titoli pubblici per far fallire uno Stato e come se i titoli di stato della Grecia fossero stati utili per salvarla dal fallimento.
    Non intendono riconoscere la bravura e la determinazione di Conte e la sua capacità di far cambiare idea all’Ue, quando loro ai convegni europei non ci andavano nemmeno e dall’Europa non avrebbero ottenuto nulla.
    Parlano di uscire dall’Unione europea ora, il che significherebbe non solo perdere i 40 miliardi che abbiamo dato all’Ue, ma perdere anche i 209 miliardi che l’Ue deve a noi per la ripresa e perdere anche l’acquisto di titoli che viene fatto dalla Bce, perdendo anche l’export che abbiamo grazie all’Europa.
    Fanno del terrorismo minacciando gli elettori e dicendo che il Recovery Fund contiene delle condizionalità pericolose che porteranno alla diminuzione delle pensioni, al taglio dello stato sociale e alla cessazione degli aiuti a chi ne ha bisogno, quando il loro programma neoliberista mira proprio ad abbassare le pensioni, tagliare lo stato sociale (basta guardare a cosa hanno fatto in Lombardia con gli ospedali!), annullare il reddito minImo di cittadinanza e gli aiuti a chi ne ha bisogno. Inoltre il loro piano di portare le tasse al 15% significa aiutare fortemente i più ricchi senza dare vantaggio a chi le tasse nemmeno le paga perché troppo povero, mentre, mancando soldi nelle casse dello Stato, lo Stato sarebbe costretto ad eliminare tutte le spese pubbliche, senza rilancio, senza servizi sociali ai cittadini, in una privatizzazione di tutto, facendo pagare interamente ai cittadini le medicine, le scuole, i trasporti …ed eliminando qualsiasi forma di investimento pubblico che porterebbe ad aumentare l’occupazione.
    Solo l’ignoranza estrema dei loro elettori impedisce loro di vedere i paradossi della Lega, un partito di corrotti che avanza sulle menzogne e sulle mazzette.
    Quando poi si passa al lato morale della Lega, cadono proprio le braccia, perché rappresenta un forte regresso culturale ed etico, fatto di razzismo, omofobia, odio alle donne che vorrebbe tutte in casa a far figli, con la chiusura dei consultori, la negazione del controllo delle nascite e la fine della parità femminile, per cui in Europa ha votato contro la parità di stipendio tra uomini e donne.

    Piace a 1 persona

    • Credo che tu sia in preda a delirio. O propagandi il governo europeista (a guida PD).
      A parte che continui a prendertela con la Lega, quando la Lega NON HA ALCUNA CARICA da nessuna parte, a differenza del PD, che è la causa dell’italica disfatta (ti ricordo il tenore di vita PRE euro e quello attuale). Sugli ospedali del nord, mi limito a ricordarti che sono un’eccellenza nazionale; tutta la sanità del nord lo è, tanto che arrivano lì pazienti da tutta Italia (e ti ricordo anche che la reclusione è servita a risparmiare alle sanità della meridiolonia e della piddinia un assalto che non avrebbero potuto sostenere).

      Poi, l’emissione di Btp che la BCE sta comprando per far fronte all’emergenza, è esattamente quello che stanno facendo Francia e Germania; in Italia invece deve continuare il paradigma della scarsità, perchè qualcuno, che a cuore interessi altri (PD), deve spingere i cittadini ad accettare il MES e vincoli vari, chiesti da anni dai coloni krukki. Ques’anno uscirà il film “Adulti nella stanza”, che è una sorta di documentario sull’ammore dei krukki verso la democrazia e verso i paesi del sud. Censurato in krukkia, ovviamente. Vai a vederlo, te lo consiglio.

      Riguardo ai fantamiliardi “regalati” dall’UE, non si può negare la capacità di trattare di Conte, ma ti ricordo che i vincoli ci saranno eccome, perchè l’UE pretenderà riforme che NON SARANNO A FAVORE DELLA GENTE (Monti docet), ma andranno a erodere la ricchezza privata; naturalmente NON quella dei milionari, ai quali il PD aveva già elargito la “legge paperoni”. L’Italia darà all’UE una cifra tale, da rendere i 209 fantamiliardi, bruscolini (considerando soprattutto il calo del Pil VOLUTO dal governo con il blocco totale, che, ti assicuro, si ripeterà se il MES non sarà firmato), in cambio del commissariamento. L’UE (grazie alla krukkia), quei soldini non li ha concessi per solidarietà e Ammore, ma perchè diversamente l’Italia non avrebbe avuto scelta che l’Uscita dall’euro (cosa che terrorizza i krukki, ovviamente).

      Ma con voi è inutile parlare, in preda al delirio come siete, perciò facciamo una cosa: conta quanti fondi vuoti ci sono nella tua città oggi e ricontali tra un paio d’anni; poi vedremo chi aveva ragione. L’UE non farà all’Italia ciò che ha fatto alla Grecia, perchè NON siamo la Grecia, l’Italia è solida e ancora abbastanza ricca, ma la impoverirà progressivamente, bollendovi come rane.
      Vedrai, se non ho ragione. Riparliamone tra un paio d’anni. Se 20 non ti sono bastati.

      "Mi piace"

      • @Master Class
        Tutto giusto tranne una cosa … ma… Salvini non è a favore del MES? Sono io che ho capito male?
        Gielo dico francamente: gli unici che resistono alle lusinghe (o le minacce) degli amici di Bruxelles, sono: parte dei 5Stelle e Conte.
        Con qualunque altro governo, sarebbe andata peggio. Del PD non ne parliamo, mi sale lo schifo, ma crede che con un Governo di centrodestra sarebbe andata megio? Sarebbe anda peggio, sia onesto.
        La Lega (tranne 4 gatti) vuole il MES (se non l’annessione del nord alla Germania direttamente), Berlusconi vuole il MES (sta scalando aziende in U€ e gli interessi, sono interessi!), Fratelli d’Italia dice di no; certo, per rastrellare i voti degli antieuropeisti; ma una volta al Governo con cotanti alleati, stia certo che per AMOR PATRIO (!!!) accetterebbe di buon grado e gusto.
        Teniamoci caro Conte, mi dia retta.

        "Mi piace"

  2. Master Class
    scrivi un sacco di idiozie.
    Tu ripeti a pappagallo teorie truffaldine senza dare un vero senso a quello che scrivi.
    I tuoi amici, quando erano al governo, grazie alle sparate idiote, hanno fatto trading e hanno giuadagnato sulla pelle degli idioti beoni come te e purtroppo anche sugli italiani.

    Per confutare le tue idiozie leggi (se ne sei capace) i reports sugli interessi passivi che sono stati pagati durante la permanenza della Lega nel precedente governo e quello di adesso.

    "Mi piace"

  3. Viviana Vivarelli: se un datore di lavoro potesse risparmiare anche solo un millesimo di euro, assumendo una donna piuttosto che un uomo, la disoccupazione sarebbe un fenomeno quasi esclusivamente maschile, con la crisi che c’è.
    Ma si da’ il caso che i contratti di lavoro non prevedano alcuna differenza di genere, e non certo da ora, pertanto ti informo del fatto che la parità salariale è già consolidata realtà.

    E allora come mai, a parità di incarico, tutte le statistiche indicano che le retribuzioni femminili siano mediamente inferiori? Un motivo valido esiste. Indizio: ha a che fare col fatto che uomini e donne, checchè ne pensi una certa vulgata politically correct neo-femminista NON sono perfettamente uguali.

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.