La riforma del CSM non può più aspettare

(Stefano Rossi) – L’incredibile caso dell’intercettazione del 2013, tirata fuori nel 2020, dopo che l’interlocutore è deceduto, dalla quale emerge che il relatore di quella sentenza ha dichiarato che si è trattato di una sentenza pilotata, e pure dall’alto, ci induce a due pacate riflessioni.

Primo. Il livello morale e professionale della magistratura è oltre la soglia di tollerabilità! E’ inutile che il dott. Sabella ricordi il sangue e i sacrifici di molti magistrati che hanno onorato tutta la magistratura. A questo punto è solo retorica. Nessuno può cancellare la memoria dei tanti caduti e dei tanti giudici dabbene. Quello che emerge dagli ultimi fatti di cronaca ci induce a pensare che non si tratta più di poche “mele marce”, qui il marcio sta interessando tutta la cesta ed il rischio è che le poche “buone” comincino a marcire.

Secondo. Il Movimento 5 Stelle ha sul piatto d’argento l’occasione per riscattarsi e far vedere all’intero Paese di essere all’altezza di riformare la parte malata che deve essere curata. Non basta fare proposte. E’ ora di agire. La riforma del CSM non può più aspettare. Il Pd, è chiaro, frena e temporeggia. E’ parte in causa. A questo punto si deve prendere una decisione drastica: o riforma o tutti a casa.

Non credo che i piddini, abituati a stare al governo come le cozze sugli scogli, vorranno far cadere il governo e spianare la strada a Salvini e compagnia. Qui si gioca il futuro del Movimento. Ora. O mai più!

3 replies

  1. Se vogliono davvero onorare i magistrati caduti facciano subito la separazione delle carriere che era voluta anche da G. Falcone . Dimostrino che vogliono il bene anche della stessa magistratura .
    La politicizzazione della magistratura deve finire , e’ inutile che qualcuno continui a tergiversare .
    Basta vedere come hanno cercato di mettere i bastoni tra le ruote a Salvini nel gov. scorso , ed io non sono ne’ di destra ne’ della Lega . ma le prevaricazioni e le ingerenze nella normale e legittima attivita’ politica se uno e’ obbiettivo non puo’ non averla vista .

    "Mi piace"

  2. servirebbe almeno
    – una seria legge sul conflitto di interesse;

    – la sparazione del potere politico da quello amministrativo con annessa abolizione della legge legge 15 luglio 2002, n. 145 e, smi c.d. legge spoil system che, in massima parte, é stata foriera dell’aumento della corruzione (vedasi alla voce consip/giglio magico);

    – la separazione del potere politico e amministrativo da quello giudiziario con la cessazione, sopratutto, delle “porte girevoli” (vedasi alla voce palamara, alla voce cantone e alla voce di tanti altri utilizzatori di “porte girevioli” che, pare, assicurino impunità politico affaristica?);

    – servirebbe l’abolizione della regola “uomo solo al comando” che consente alla malapolitica di insediare docili e servizievoli capi in tutte le ammistrazioni: giudiziarie, aziendali e amministrative. facilmente controllabili. per ripristinare l’autonomia gudiziaria e i consigli di amministrazione. tenendo conto che: “il potere corrompe, il potere assoluto corrompe assolutamente”!
    lo aveva capito Montesquieu (vissuto tra il 1654 e il 1713) più di trecento anni fa…!!!

    ma temo sia parlare vano… visto che quelli che erano stati eletti dalla parte onesta del paese hanno preferito svestire gli abiti da lavoratori, che avevano promesso di aprire il parlamento coma una scatola di tonno, e indossato i gessati e i tailleur da buffoni con annesse auto blu, autisti, scorte e pure, spesso, cene luculliane…!

    il tutto forse per difendersi, pure loro, dai cittadini onesti…?

    "Mi piace"

  3. Faccio replay pure io:

    Ho un castello di carte fatto male. Invece di aggiustarlo partendo dal vertice mi incaponisco a muovere una carta li’, cambiarne una la’. Non puo’ funzionare.

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.