Il bonus vacanze è già un flop? Lo accettano 4 hotel su 100

(Carmelo Leo – tpi.it) – Da ieri, mercoledì 1 luglio 2020, si può richiedere il bonus vacanze fino a 500 euro per l’estate 2020, previsto dal Decreto Rilancio e voluto dal ministero dei Beni culturali e del Turismo per incentivare il turismo in Italia dopo la crisi legata al Coronavirus: eppure, dopo il primo giorno, il bonus si candida a diventare un flop. Non tanto per il numero di richieste (sono già 134mila i sussidi erogati, per un valore di oltre 62 milioni sui 2,4 miliardi di euro stanziati), ma quanto per il numero di alberghi che accettano di far pagare i clienti con il voucher. Secondo un’indagine condotta dal Corriere della Sera, che ha provato a prenotare delle strutture usufruendo del bonus vacanze, solo 4 hotel su 100 permettono di utilizzare il sussidio.

Il motivo potrebbe essere legato alle lunghe tempistiche, per i titolari delle strutture ricettive, per arrivare al rimborso del bonus. L’importo assegnato al cliente, infatti, va speso per l’80 per cento sotto forma di sconto per il pagamento del pernottamento e per il 20 per cento come detrazione di imposta nella dichiarazione dei redditi. Per quanto riguarda l’80 per cento, gli albergatori recupereranno quell’importo attraverso il credito d’imposta. “Ma deve essere chiaro – ha precisato Barnabò Bocca, presidente di Federalberghi, al Corriere della Sera – che il recupero del credito avviene subito, il mese successivo con l’F24 e non con la denuncia dei redditi dopo un anno”.

Proprio i ritardi nell’ottenere il rimborso del bonus starebbero spingendo gli albergatori a non aderire al progetto. Nell’indagine svolta dal Corriere su italyhotels.it (un sito che unisce un grosso numero di strutture, realizzato da Federalberghi), quando si provava a prenotare una camera doppia per tre notti (1-4 luglio), le risposte positive alla domanda se si può sfruttare il bonus vacanze sono state pochissime: 1.151 sulle 27.370 offerte presenti sul sito, circa il 4,2 per cento. La Regione con il numero più alto di hotel disponibili al bonus è l’Emilia-Romagna: 233 su 4.275. In Lombardia ce ne sono 88 su 2.531, in Liguria 56 su 1.284, in Sardegna 33 su 740, in Sicilia 56 su 1.064. E, addirittura, zero hotel in Basilicata, Calabria e Molise. Sulle singole città, stupisce il dato di Roma (35 hotel su 976), di Milano (2 su 393) e Firenze (22 su 335).

Il presidente di Federalberghi, Bocca, smentisce però che gli alberghi non accettino il bonus vacanze: “Sento in giro polemiche di alberghi che non accettano il bonus, è una falsità. Con questa situazione, non credo che nessuno mandi via i clienti anche con il buono vacanze. Abbiamo occupazioni anche del 20-30 per cento, figuriamoci se non accettiamo tutto quello che arriva. Poi se magari si pensa di utilizzare un buono vacanza a Ferragosto a Forte dei Marmi probabilmente ci sarà qualche difficoltà. Saremo contenti se tante famiglie scaricheranno i buoni, verranno negli alberghi e saremo smentiti. Li aspettiamo a braccia aperte però torno a ripetere che la situazione degli alberghi italiani è gravissima e pesantissima, non ci sono segnali di ripresa neanche minimi”.

Nonostante i numeri impietosi, ieri il ministro del Turismo Dario Franceschini si è detto fiducioso sul bonus vacanze e ha risposto a Matteo Salvini, che ha definito “demenziale” il sussidio: “Informo Salvini che, mentre lui tifa per un flop del bonus vacanze sulla pelle di cittadini e alberghi, i bonus già erogati da mezzanotte hanno superato i 100.000 e il tempo medio di attesa tra richiesta e ricevimento è di 1 minuto”. La speranza, adesso, è che il Governo faccia in modo che sempre più strutture aderiscano al progetto, per far sì che il sussidio venga davvero sfruttato per dare un input al turismo italiano. Il bonus vacanze, ricordiamo, prevede fino a 500 euro per le famiglie composte da almeno tre persone, da sfruttare per le spese per le ferie in alberghi camping, agriturismi e b&b italiani, senza però l’utilizzo di intermediari (come Airbnb o Booking). L’importo scende a 300 euro per famiglie di due persone e a 150 euro per i single.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.