Il sinistro della Giustizia

(Marco Travaglio – Il Fatto Quotidiano) – In uno strepitoso articolo sul Corriere, Luigi Ferrarella racconta tre storie di ordinaria “giustizia” che dovrebbero far riflettere un governo e un ministro seri, quindi non quelli attuali. C’è il procuratore capo di Piacenza che da due anni scrive al ministero perché copra i vuoti d’organico amministrativo (vicini al 50%) e, in mancanza di risposte, […]

Categorie:Cronaca, Interno, Politica

Tagged as: , ,

25 replies

  1. Il sinistro della Giustizia

    (Marco Travaglio – Il Fatto Quotidiano) – In uno strepitoso articolo sul Corriere, Luigi Ferrarella racconta tre storie di ordinaria “giustizia” che dovrebbero far riflettere un governo e un ministro seri, quindi non quelli attuali. C’è il procuratore capo di Piacenza che da due anni scrive al ministero perché copra i vuoti d’organico amministrativo (vicini al 50%) e, in mancanza di risposte, chiede a un’associazione di volontariato convenzionata col Comune “l’inserimento del nuovo pensionato L. B. che ha dato disponibilità a prestare attività presso questa Procura 2 o 3 giorni a settimana” per controllare le notifiche degli “avvisi di conclusione delle indagini” al posto di cancellieri e segretari mancanti. C’è la Procura di Milano che ha visto dirottare gli uffici della polizia giudiziaria dal palazzo di giustizia a uno stabile in periferia e, siccome i collegamenti telematici non sono sicuri, sono gli stessi pm a caricarsi in macchina montagne di fascicoli per portarli a destinazione. E c’è la presidente del Tribunale di Sorveglianza di Bologna che, a corto di personale, si improvvisa centralinista.

    Ma il cosiddetto ministro della Giustizia Nordio non bada a queste faccenduole, cioè dell’unico compito che gli assegna la Costituzione (“l’organizzazione e il funzionamento dei servizi relativi alla giustizia”)? Lui vola alto. Lui vuole separare le carriere dei magistrati perché non se ne può più di tutti questi pm che diventano giudici e viceversa: ben 21 toghe su 9 mila in un anno, una vera emergenza nazionale. Lui vuole salvare le legioni di italiani messi alla gogna e rovinati dai media con intercettazioni penalmente irrilevanti: il Garante della Privacy ha contato ben 20 casi in 27 anni, di cui quasi nessuno ha rovinato nessuno. Lui vuol tagliare le intercettazioni perché ci costano ben “200 milioni all’anno”. Cioè, per avere un’idea: un ottavo di quanto ci costano i 12 condoni del suo governo (gli unici della storia che, anziché portare soldi allo Stato, lo rapinano); poco più della metà della sola frode fiscale da 368 milioni di dollari dello scandalo Mediaset, costato la condanna definitiva a B.; lo zero-virgola-zero-qualcosa di tutti i miliardi recuperati dallo Stato grazie alle intercettazioni su reati mafiosi, finanziari, fiscali e contro la Pa (solo quelle per Messina Denaro hanno portato a sequestri per 200 milioni, ripagando le intercettazioni di tutte le Procure per un anno intero). Forse il costo delle intercettazioni è fuori controllo? Al contrario: il costo è sceso dai 255 milioni l’anno del 2009 ai 218 milioni del 2021, con un trend in calo costante. Nel 2005 lo Stato spendeva 2.297 euro per “bersaglio”: oggi 1.364. Per questo chiediamo, insieme a già 140 mila lettori, le dimissioni del ministro della Giustizia: per averne uno.

    Piace a 15 people

  2. Quanti giri di parole, basta che la nostra classe politica di Destra e Pseudo Destra dica chiaramente che non si possano inquisire e condannare loro, i loro amici e gli amici degli amici, e la chiudiamo qui. Poi tutti a ridere quando ci dicono che nel nostro stato di diritto, la legge è uguale per tutti.

    Piace a 5 people

  3. Grande Travaglio e tutti quelli del Fatto .Spero che coloro che per ripicca hanno votato per questi capiscano la cosa grave che hanno fatto.

    Piace a 3 people

  4. 250esimo editoriale consecutivo di Travaglio su Nordio,ma davvero per il fatto quotidiano le non riforme di Nordio sono il primo problema del paese?si può incentrare un giornale da un mese solo su Nordio ?

    "Mi piace"

    • Vede, seppur terrena e quindi per nulla perfetta, dalla giustizia discende tutto il vivere civile.
      Giustizia e carità.
      Purtroppo carenti in Italia e nel mondo.
      Doveroso ringraziare Travaglioche non smette di ricordarcene almeno un aspetto.

      Piace a 2 people

    • Marco perché non leggi Paperino?
      Leggilo tutto il Fatto, c’è molto altro, anche se non capisci che dalla Giustizia discende tutto il resto e ne sminuisci l’importanza.

      Piace a 2 people

    • Dei 21 casi in un anno di cambio carriere su 9000 magistrati e i 20 casi che ha stabilito il garante della privacy io non ne sapevo nulla ,e di questa informazione documentabile ringrazio il direttore, se già lo sapevi potevi andare a pagina 2 o potevi scriverlo in qualche post precedente.

      "Mi piace"

  5. Bene bravo sette più, quando parli di Nordio. Perché questo ministro dell’ingiustizia sta facendo danni incalcolabili alla democrazia. Proteggendo ladri, concussi e corrotti. E se lo fai mattino, mezzogiorno e sera fai bene perché si, questa è una grave emergenza del paese. E ti dovresti limitare solo a quello. Vi immaginate cosa succederebbe se si aumentasse a dismisura la licenza di delinquere in un paese dove il livello di corruzione è già altissimo: diventeremmo peggio della Russia, e anche per fare una cacata “nce’ bisognu di carta bullata” o ungere qualche politicik di puttin. Un’ altra cosa sono le tue ragliate quando parli di politica come fan dei cinqueseghe, proprio tu che come cronista politico ne vali quattro e confondi un fatto squisitamente politico con un un assassinio parlando di conticidio. Ma per favore …

    "Mi piace"

  6. Il problema non è tanto Nordio, ma questa maggioranza. Nella remotissima eventualità che lo caccino metterebbero al suo posto uno equivalente, magari più furbo (dunque più pericoloso) di Nordio.

    "Mi piace"

  7. Nordio è un pessimo soggetto, che odia la magistratura, e chi conosce la sua storia personale sa anche perché cova propositi di vendetta contro i suoi ex colleghi. detto ciò, la raccolta firme è una pagliacciata che non metterà capo a nulla: certo la Meloni non sostituirà uno dei suoi ministri più fedeli perché glielo chiedono quattro sguaiati (i voti della sola FdI sono milioni, 140 mila firme sono una bazzecola. ma anche fossero dieci volte tanto, certo la Meloni non farebbe un favore ai suoi avversari. e questo Travaglio lo sa benissimo, quindi non si capisce che senso abbiano queste baracconate, se non fomentare ancora di più gli inca**ati). il punto che sembra sfuggire a chi se la prende con Nordio è che Nordio non è una scheggia impazzita in un governo che, invece, vorrebbe tutelare la legalità: Nordio riflette appieno le scelte della maggioranza in materia di giustizia. se parla di separazione delle carriere, di eliminazione delle intercettazioni, di eliminazione dell’abuso d’ufficio ecc. è perché la maggioranza vuole queste cose. se la Meloni mandasse a casa Nordio, non lo sostituirebbe con uno Scarpinato, ma probabilmente con qualche avvocaticchio berlusconiano ancora più infoiato con queste battaglie. quindi bene le critiche a queste riforme assurde, ma è inutile personalizzare il dibattito, come fa MT, versando tonnellate di veleno su Nordio come persona e identificandolo come il Male: è la politica del governo in materia di giustizia che va criticata.

    "Mi piace"

    • Mazzuolatore, quindi meglio lasciar perdere, no? Il vero problema è che tu non capisci l’importanza di denunciare, raccogliere firme e tutte le iniziative possibili. No, per te è meglio far finta di niente. La mobilitazione è una pagliacciata. Vai a firmare anche tu, dai, riabilitati.

      Piace a 1 persona

      • non ci credono tutti allo stesso modo, ma sono tutti di una banda.
        di FI non c’è neanche da parlare: per loro lasciar celebrare un processo è un crimine contro l’umanità.
        la Lega, nonostante l’approccio muscolare, ha promosso i referendum dei radicali (separazione carriere, responsabilità diretta dei magistrati, no misure cautelari)
        FdI era la meno coinvolta, ma comunque contraria ai magistrati (vuole la separazione delle carriere), e sul resto non può inimicarsi gli alleati.

        Piace a 1 persona

  8. E qui ci siamo, dopo il governo dei migliori oggi il popolo italico comprende che aver votato questi signori le sciagure che ci aspettano saranno esiziali

    "Mi piace"

  9. E se il sinistro-ministro pagasse le tasse invece di proteggere gli evasori come lui e i suoi compagnucci di merende?

    "Mi piace"

  10. …è divertente quando i destri, i seguaci di Onlio&Onlio, quelli rinchiusi nel fortino della ZTL, in generale quelli che: sterminare il M5S è l ‘unico punto del loro unico programma, arrivati al dunque, ovvero quando i loro eroi annegano nel ridicolo….cercano di argomentare con lunghe supercazzole prematurate con scappellamento a destra, risultando più ridicoli, se possibile, dei loro eroi. Siamo solo all’inizio, dovete rimanere li dove siete adesso fino a quando non vi saranno monetine e pomodori in quantità adeguata per voi tutti. Ho il supermercato vicino casa, pop corn, patatine e birra non mi mancano….che spettacolo, in questa vostra commedia si ride già dai primi 5 minuti.

    "Mi piace"