Armi all’Ucraina, il Parlamento verso il via libera al sesto invio. M5s contrari, Conte: “Lavorare per la via diplomatica”

Il provvedimento è già stato approvato dal Senato e dovrebbe ricevere il via libera definitivo da Montecitorio entro giovedì

(ilfattoquotidiano.it) – È iniziato a Montecitorio l’esame del decreto legge che prolunga per tutto il 2023 l’autorizzazione al governo ad inviare armi all’Ucraina, un provvedimento già approvato dal Senato e che dovrebbe ricevere il via libera definitivo da Montecitorio entro giovedì. Si tratta di un passaggio che dovrebbe confermare quanto avvenuto a Palazzo Madama e in Commissione, vale a dire la compattezza della maggioranza sul sì al provvedimento, con la Lega che però solleva dubbi sull’efficacia delle sanzioni alla Russia, e una nuova differenziazione nelle opposizioni, con Pd e Terzo Polo a sostegno dell’appoggio militare a Kiev, e M5s e Avs contrari all’invio di armi, tra le quali – ha confermato il ministro Antonio Tajani – dovrebbero esserci i nuovi missili terra-aria di costruzione franco-italiana. Intanto, oggi, il leader M5s ha ribadito il suo No all’invio di nuove armi: “Riteniamo che questa prospettiva di escalation non porti ad alcuna via d’uscita. Vediamo soltanto una prospettiva di continuo invio ma nessuna prospettiva di negoziato di pace. A Ramstein si è parlato di tutto ma non di negoziati e di pace. La nostra posizione la conoscete: sosteniamo l’Ucraina ma dopo gli invii l’Italia deve essere in prima fila per dare un contributo alla via diplomatica. Quindi non siamo favorevoli a un ulteriore invio”.

La scorsa settimana nelle Commissioni Esteri e Difesa Pd e 5 stelle si sono spaccati sul tema: qui M5s, con Marco Pellegrini, ha affermato che “il decreto, prorogando l’invio di armi, allontana l’obiettivo di salvaguardare le vite umane e prolunga la durata di un conflitto”. Tesi subito contestata dai dem con Piero Fassino, che ha sottolineato come piuttosto sia la parità militare di Kiev e Mosca a costringere Putin a trattare. Opinione sostenuta anche dagli esponenti del centrodestra. M5s e Nicola Fratoianni hanno presentato due emendamenti, bocciati dalle Commissioni, che chiedevano che ciascun invio di armi fosse autorizzato dal Parlamento. Una dialettica, che però non si traduce in una divisione nel voto, si registra nel centrodestra con la Lega che contesta l’efficacia delle sanzioni contro la Russia: lo ha fatto Simone Billi in Commissione così come Massimiliano Romeo in Senato. Ma il problema sarà nel campo delle opposizioni: a fronte, anche oggi, del convinto sì dei due candidati alla segreteria del Pd Stefano Bonaccini ed Elly Schlein al sostegno militare a Kiev, si contrapporrà un nuovo “niet” di Giuseppe Conte che però, come al Senato non farà ostruzionismo.

Finora, con altrettanti decreti ministeriali, ci sono stati nel 2022 cinque invii di armi e in una intervista al Corriere della Sera il ministro Tajani ha spiegato che è in preparazione “il sesto pacchetto“, nel quale dovrebbero esserci i missili terra-aria Samp-T, di fabbricazione italo-francese, essenziali per la difesa aerea dell’Ucraina per abbattere i missili russi e i droni forniti dall’Iran” ma anche “altre azioni a cui lavoriamo riservatamente”. L’Italia, del resto “sostiene ogni pista possibile per arrivare a una pace giusta, che significa l’indipendenza e l’integrità territoriale dell’Ucraina”, ha sottolineato osservando che se è vero che “il conflitto deve finire al più presto, allora per i Paesi alleati dell’Ucraina deve essere ben chiaro che dobbiamo fare tutto il possibile per aiutare questa nazione nella sua battaglia per l’indipendenza”. Il Parlamento, ha infine rassicurato, “sarà sempre informato di ogni iniziativa e di ogni eventuale futuro invio di materiale militare. Ricordo che il decreto Ucraina ha esteso al 2023 la possibilità di forniture. Rispetteremo l’impegno preso”.

Categorie:Cronaca, Interno, Politica

Tagged as: , ,

27 replies

  1. Sostegno invece alla Russia vittima delle porcherie Usa-Nato e speranza nella sua vittoria che porrebbe fine al macello inziato nel 2014 e alla mire criminali espansionistiche economico-militari-culturali delle decadenti colonialiste nazioni anglo americane occidentali.

    Piace a 3 people

    • Ora che Scholtz ha deciso sciaguratamente di inviare i tank Leopard 2, la guerra può solo avere un’escalation. Cosa succederà quando Putin deciderà di mettere mano ai micidiali missili supersonici (non atomici) che sfuggono ai radar?? La Nato non ne ha neanche uno. Può solo rispondere con testate nucleari. Da gettare in territorio russo. Dove, se no?
      L’unico possibile negoziato può partire solo dalla prioritaria NON ADESIONE alla Nato dell’Ucraina per scongiurare l’installazione di missili sul confine con la Russia a una distanza di poche centinaia di km da Mosca. I russi, in caso di attacco, non farebbero in tempo a lanciare le contromisure. Troppo breve la distanza. Gli Usa prima devono garantire la neutralità dell’Ucraina come suggerito dallo stesso Kissinger (il che è tutto dire), solo dopo si potrà discutere sulla questione Donbass, magari decidendo un nuovo referendum. Tertium non datur!
      Anche il papa sarebbe d’accordo.

      Piace a 1 persona

      • leopard 2 sono già stati visti in Ucraina a Nikolaev. Mentre l’opinione pubblica è preoccupata per la delicata questione per la Germania della fornitura di carri armati Leopard 2 allo Stato ucraino, fonti operative del progetto wargonzo riferiscono che almeno 2 unità di equipaggiamento tedesco sono state viste a Nikolaev.
        Presumibilmente i trattori con carri armati si stavano dirigendo verso il territorio dell’impianto corazzato Nikolaev.

        "Mi piace"

  2. Avessi anche solo rubato una mela, non mi sarei fatto difendere dall’avvocato Giuseppe Conte. Sono sicuro che mi avrebbro commminato l’ergastolo.Però so di certo che mi avrebbe presentato una parcella salata. Grillo poteva suscitare passioni, voglia di mobilitazione. Uno poteva esser invogliato a iscriversi al partito di Grillo. Possiamo sostituire Grillo con Conte ? Sull’episodio delle vacanze a Cortina di Conte : è vero che ognuno puo’ spendere i propri soldi guadagnati onestamente , come vuole. MA SE VA A CORTINA E PER DI PIU’ IN UN HOTEL LUSSUOSO SIGNIFICA CHE E’ PROPRIO UN ” P A R V E N U”. Forse ha capito che questa categoria esprime una gran massa di italiani ? SONO GRADITI COMMENTI.

    "Mi piace"

    • Il bello è che mr tentenna sancho panza il bradipo leader dei penultimatum sbava dal desiderio di farsi accettare dai suoi idoli pdini e nonostante questo suo evidente desiderio in molti lo credono un vero leader dei veri mv5s*

      Piace a 1 persona

    • Ancora Cortina? Ma quanto vi rode? Da quello che risulta pubblicamente, Conte e Signora sono benestanti. Conte guadagnava bene prima di mettersi in politica, ha rinunciato mi sembra a indennità come PDC , ha fatto politiche mai viste per il popolo, RDC, cashback, 110% che ha sbliccato il settore edilizio e dato un pil eccezionale all’Italia. A, dimenticavo il PNRR che anche se pare una cosa di Draghi, l’ha ottenuta lui con le unghie in una nottata concitata in europa. Quindi per me se va in un hotel a Cortina spiace solo che non ci sia anch’io la a salutarlo.

      Piace a 1 persona

    • La Russia è il paese più ricco del mondo in termini di risorse naturali:

      La nazione è uno dei principali produttori di carbone, diamanti, alluminio, amianto, pietre preziose, diamanti, calce, piombo, gesso, minerale di ferro, bauxite, gallio, boro, mica, gas naturale, potassa, platino, petrolio, metalli delle terre rare, maiale ferro, torba, azoto, cadmio, arsenico, magnesio, molibdeno, fosfato, zolfo, spugna di titanio, silicio, uranio, tellurio, vanadio, tungsteno, cobalto, grafite, argento, vermiculite, selenio, renio, rame e oro.

      "Mi piace"

  3. Invece per rimanere in tema oggi il porta voce di FdI ha detto che bisogna inviare armi per ottenere la pace.
    Pezzo di … esonerato alla leva(per legge) vorrei chiedergli se vuoi la guerra a scapito della tua pellaccia vai al fronte se hai coraggio.
    Infine si vede che fa parte di una generazione(per fortuna)che non ha mai visto una guerra o una guerretta vera,ma solo nei films.
    Non lo auguro a nessuno quello che ho visto e subito nell’ultima!
    Indegno di essere in parlamento perchè traditore come altri dei principi costituzionali.

    Piace a 1 persona

  4. La posizione del M5S sulla guerra è molto ambigua e generica. Non una posizione netta e di rottura a questo conformismo atlantista.

    "Mi piace"

  5. Conte: Potrebbe anche evitare di sprecare tempo nostro e fiato suo…Giuseppe Conte parla parla fa finta di avercelo duro.. Epperò non farà ostruzionismo.

    "Mi piace"

    • Questo mi fa rabbia e molto.

      Dirà NO ma non si metterà di traverso. Bella roba.

      E come penserà di far capire ai media le sue ragioni se voteranno e via così?

      Almeno all’Ucraina gli mandassero pure il BOMBA.

      "Mi piace"

    • E da quando mai ha fatta opposizione?
      È della banda pure lui, il poliziotto buono e il poliziotto cattivo,
      solo giochi di ruolo

      "Mi piace"

  6. Su Cortina e hotel di lusso non c’è nulla da commentare ne da biasimare, mi sembra una stronzata grande quanto una casa. Per il resto ognuno la pensa come vuole ma Conte e 5 Stelle restano il vero punto di riferimento della politica italiana e il partito antisistema.

    Piace a 1 persona

  7. La Russia è il paese più ricco del mondo in termini di risorse naturali:

    La nazione è uno dei principali produttori di carbone, diamanti, alluminio, amianto, pietre preziose, diamanti, calce, piombo, gesso, minerale di ferro, bauxite, gallio, boro, mica, gas naturale, potassa, platino, petrolio, metalli delle terre rare, maiale ferro, torba, azoto, cadmio, arsenico, magnesio, molibdeno, fosfato, zolfo, spugna di titanio, silicio, uranio, tellurio, vanadio, tungsteno, cobalto, grafite, argento, vermiculite, selenio, renio, rame e oro.

    "Mi piace"

    • E tutte queste ricchezze sono nelle mani di pochi oligarchi che se ne sono impadroniti con metodi mafiosi.
      Scommetto che, nel caso di metà ricchezze riversate alla popolazione, oggi la Russia attirerebbe immigrati da tutti gli stati confinanti, rendendoli ostili a qualsiasi interferenze straniere.
      Invece succede l’opposto, cioè che aspirino alla democrazia occidentale invece che alle dittature mafiose.
      Invece di ripetere a pappagallo la lezione di geografia da scolaretto delle medie bisognerebbe avere l’onestà intellettuale di criticare come vengono dilapidati i frutti di quei monopoli. In vite, proprie e dei familiari, da nababbi Occidentali, che vivono, studiano e spendono in quella parte di mondo che criticano a chiacchiere ma bramano per entrare a farne parte.
      Cominciando dalle figlie di Pootteen.

      "Mi piace"

      • Invece Zelensky che ha un patrimonio aumentato nell’ultimo anno da 650 mln a ben 1,5 MLD DI DOLLARI, Kuleba 1 MLD e altri politici ucraini, sempre sul miliardo, sono dei francescani.

        "Mi piace"