Meloni-Berlusconi, l’affarismo attenua lo scontro

(Paolo Maddalena, Vice Presidente Emerito della Corte Costituzionale – ilfattoquotidiano.it) – Fosche nubi si addensano sulla prosecuzione della guerra in Ucraina. Infatti, dopo il bombardamento russo su Kiev e altre città di questo Paese, i militari ucraini hanno risposto bombardando città russe di confine. Intanto gli Usa promettono l’invio di armi, fra le quali anche missili a lunga gittata. Quella che si profila è dunque un’escalation che rende ancora più forte il timore di un olocausto globale con l’uso delle armi nucleari.

Da notare inoltre che al Congresso cinese per il rinnovo del leader del Partito comunista, Xi Jinping, che certamente sarà rieletto, ha ribadito che Taiwan fa parte della Repubblica popolare Cinese e che sarà ricongiunta alla madrepatria, in ultima analisi, con la forza.

In Italia siamo alla rottura per molti versi sconcertante tra Silvio Berlusconi, il quale pur avendo ormai un partito di piccole dimensioni continua a sentirsi il padre padrone della politica, e Giorgia Meloni, che egli considera – forse in quanto donna – in una posizione ancillare rispetto a lui. Meloni, comunque, ha dimostrato fermezza, facendo eleggere Presidente del Senato Ignazio Benito Maria La Russa, noto per le sue tendenze fascistoidi, e alla Camera Lorenzo Fontana, noto tra l’altro per il suo atteggiamento ostile contro gli immigrati.

Tuttavia ora sta prevalendo il forte interesse di tutti a occupare posti di governo e sarà d’obbligo che Berlusconi e Meloni si accordino sulla lista dei ministri. Da parte sua Mattarella mira ad assicurare un governo stabile e sembra propenso a dare il mandato per la costituzione di questo al Meloni soltanto se la destra si presenta unita in modo da costituire una maggioranza solida. In caso contrario egli potrebbe dare un mandato esplorativo proprio a Ignazio La Russa, oppure procedere alla costituzione di un governo tecnico, ovviamente con Draghi come Presidente del Consiglio dei Ministri.

Non è dubbio che il voto a Fratelli d’Italia da parte degli italiani sia da interpretare come una richiesta di cambiamento, ma, come sempre è accaduto, tutto tende in sostanza a restare immutato. Ed è veramente sorprendente che si torni a parlare di Draghi, il quale, come ultimo atto del suo governo, ha deliberato, con il ddl Anziani, un disegno di legge delega che prevede una ghettizzazione dei malati cronici terminali, i quali costituirebbero una categoria a sé e sarebbero curati dal servizio sanitario nazionale solo entro i limiti delle possibilità finanziarie (solo il 4% dei malati cronici), in modo che superati detti limiti rimanessero abbandonati a se stessi o alle improbabili cure delle loro famiglie, il più delle volte indigenti.

Come si nota il cinismo neoliberista continua a farsi strada colpendo un popolo confuso e smarrito. La salvezza resta solo nell’attuazione della Costituzione, ma si fa sempre più difficile trovare “chi ponga mano ad essa”.

Categorie:Cronaca, Interno, Politica

Tagged as: , ,

4 replies

  1. Oggi scorrendo il blog di Maurizio Blondet ho trovato qualcosa di assolutamente orripilante: gli USA hanno il vizietto di sperimentare virus. I ricercatori hanno collegato la proteina spike di Omicron al ceppo selvatico originale emerso per la prima volta a Wuhan all’inizio della pandemia. I ricercatori hanno esaminato come se la cavavano i topi con il nuovo ceppo ibrido rispetto alla variante originale di Omicron.

    I ricercatori hanno aggiunto la proteina spike di Omicron al ceppo Wuhan Covid originale.

    La punta di Omicron è altamente mutata, il che l’ha resa la variante più contagiosa di sempre.

    Otto topi su 10 infettati dal ceppo creato in laboratorio, sono morti nel laboratorio della Boston University.
    Cosa vogliono fare? Distruggere la popolazione mondiale, privandola di assistenza o infettandola con virus altamente letali?
    Questo spiega intuitivamente come mai c’erano più di 30 laboratori chimici per lo studio di virus in Ucraina, vicinissimi al confine con la Russia e forse spigherebbe intuitivamente come farebbero a ridurre la popolazione cinese che ammonta oggi a quasi di un miliardo e mezzo di persone e che si rivela un forte deterrente in caso di conflitto.
    Non si tratta a questo punto di cinismo neoliberista, ma di azioni criminose che violano la sopravvivenza della collettività.
    La nostra costituzione purtroppo, come abbiamo già visto, può essere ignorata senza conseguenze, nessuno dei costituzionalisti ha eccepito, se non a parole, ma non con i fatti, che l’Italia ripudia la guerra e che doveva rimanere neutrale-

    Piace a 1 persona

    • Guarda, è folle anche solo pensarlo. Spero che almeno tra quei 8 su 10 ci siano anche i negazionisti del vairus che continuano a chiamarlo influenzetta.

      Considera che nel 2005 riuscirono a ricreare l’influenza spagnola, detta 100 volte peggiore dell’influenza normale, sempre sui topi di laboratorio.

      Quanto a Maddalena, spiace ricordarlo, ma ha detto: ” Infatti, dopo il bombardamento russo su Kiev e altre città di questo Paese, i militari ucraini hanno risposto bombardando città russe di confine. ”

      EH NO, gli ucronazi da mò che sparano oltreconfine. Certo non da prima dell’inizio dell’OMS, ma nondimeno, è da un pezzo che cannoneggiano Belgorod e zona di Kursk in generale.

      Piace a 2 people