Finiremo dal medico dei pazzi: vivremo da malati per morire sani

(di Roberto Del Balzo) – Siamo tutti un po’ Ciccillo, zio Felice e quel coacervo di personaggi della commedia di Totò “Il medico dei pazzi”. È lì che finiremo, dal medico dei pazzi, e siamo sulla strada giusta. Terza dose fatta. La quarta è dietro l’angolo, il ghiaccio da mettere sul braccio sempre pronto in frigorifero tra avanzi e preparativi per le feste che avanzano. In un calderone dove ognuno mette il suo ingrediente preferito c’è tutto e il contrario di tutto, fino alle laconiche parole dell’ormai onnipresente professor Crisanti: “Ormai l’unica cosa che serve veramente è la mascherina Ffp2”.

E quindi noi, intendo noi che tutti i giorni che Dio ha messo in terra siamo lì sul divano, col blefarostato sugli occhi a guardare giornalisti che intervistano giornalisti, giornalisti che intervistano virologi, giornalisti che intervistano no vax (ma solo per capire meglio la loro posizione, vero Formigli?), giornalisti che intervistano politici che affogano nelle loro stesse parole confuse e tutto l’assembramento televisivo, quel coacervo di personaggi di cui sopra, noi cosa dovremmo pensare?

Dopo due anni passati in questo modo se anche la mente di un filosofo può andare in cortocircuito figuriamoci la nostra, così programmata per una vita passata sul doppio binario lavoro-casa tra la stazione Fornero e un orizzonte non più così lontano. È veramente la paura l’unico strumento di cui un governo dispone per farci andare avanti tra certezze che non sono mai tali e dubbi che rimangono appesi ad ogni parola pronunciata da chiunque? E perché questo strazio di provvedimenti, di regole mai omogenee piuttosto che un vero unico e insindacabile obbligo vaccinale?

Ci servirà il medico dei pazzi: nonostante le inoculazioni, le attenzioni e tutto quello che serve per non far entrare nel naso il parassita, vivremo da malati per morire sani non prima di aver visto qualche zuffa da cani in calore in uno dei tanti talk televisivi, il tutto in alta definizione.

5 replies

  1. Evidentemente le continue violenze stanno caricando un popolo allo stremo ! Inutile dire che a furia di squilibrarci con decreti e puttanate varie ci hanno totalmente tolto la pelle di dosso ! Ma loro ( i politici e i molto benestanti ) stanno tutti ok ! Non muoiono mai di Covid ! Si ammalano brevemente e in maniera leggerissima poi vanno comunque in vacanza ovunque! O si permettono i catering lussuosissimi in spregio alla miseria di tanti ! Che la Livella se li porti per il prossimo anno ! Il tutto senza invidia , ma molto rancore !

    "Mi piace"

  2. È la tecnologia “bellezza” è l’organico che si sta plasmando secondo il mondo delle macchine.
    Prima disposizione:
    Io uomo, sposo te computer e vivremo felici insieme finché morte non ci separi.
    Seconda disposizione:
    Io uomo prometto di esserti sempre accanto e di aiutarti nelle difficoltà, di raccomodarti o di sostituirti nel caso che un fulmine ti bruci le schede.
    Terza disposizione
    Io uomo prometto di onorarti e di glorificarti in nome della mia intelligenza che ti ha dato vita.
    Io Zeus e Deus macchina sarò sempre al tuo fianco .
    .. continui lei.

    "Mi piace"

  3. Divide et impera. Stanno tirando sempre di più la corda per vedere fin dove “possono”.
    In un popolo “medicalizzato” come il nostro (solo negli US c’è una medicalizzazione simile della società) sanno bene che la salute è la parte sensibile che bisogna solleticare.
    Il Medico ed il Prete – l’ antico stregoine ora sdoppiato, nulla di nuovo sotto il sole – sono personaggi dal potere immenso, ai quali, anche senza sapere nulla di loro, confidiamo i nostri problemi più sensibili anzi, la nostra stessa vita – con una fiducia di default che ad altri, anche se amici di lunga data, non concediamo. Ora poi, con il Paziente completamente nelle loro mani e senza alcuno che ne possa controllare i comportamenti, la potenza è massima.

    L’ abbiamo ben visto con la Lorenzin (non a caso Forza Italia e poi PD) che ha reso obbligatorie, unico Paese al mondo, una decina di vaccinazioni. Hanno visto che funziona e ora spingono lì. Per vedere fin dove si arriva. Poi, solleticando ben bene il benaltrisamo ( ne abbiamo già dieci, perchè non undici, dodici, tredici… Non ubbidisci? Verrai punito, ed in modo sempre più grave…) non si tornerà più indietro. Squadra che vince non si cambia.
    Ci sono molti modi per controllare un Paese. E questa pandemia offre più di una opportunità…

    "Mi piace"

    • in effetti l’introduzione del 5G da una grossa mano per controllare
      i neurotrasmettitori ad isotopi che ci hanno impiantato con la vaccinazione.
      senza sarebbe impossibile.
      per questo stanno aggiornando le torri
      stanno già studiando il 6G, dato che hanno verificato che il 5G da solo non ce la può fare

      io, se fossi in lei, inizierei a sabotarle con il T N T, ma quello di Alan Ford

      "Mi piace"

      • Non mi aspettavo da uno come Lei una simile mistificazione offensiva del mio pensiero.
        Mi scusi mi pare che non sia il modo giusto per argomentare, tra persone civili.

        "Mi piace"