Conferenza stampa di Draghi: “Presidè, ma che minchia ha detto?”

(Bartolomeo Prinzivalli) – Ricordate quando, durante la lezione d’italiano, l’insegnante vi faceva leggere una poesia del Leopardi o un canto di Dante chiedendovi di spiegarne i versi? Secondo Tizio voleva dire questo, secondo Caio si riferiva a quest’altro, orde di studiosi si scervellavano analizzando contesti, sfaccettature e dicerie per dare un senso a parole che potevano significare tutto o niente. Interpretazioni, appunto. Infatti chi avrebbe potuto mai negare che fossero messe lì a cazzo di cane semplicemente per colmare un vuoto creativo? “Fanculo, ci metto questo che tanto fa rima e chi vuole trovarci un senso si arrangi!” Sarebbe potuta andare tranquillamente così, no? E via con i dibattiti, gli scontri, le diverse scuole di pensiero intente a tradurre secondo le proprie intuizioni poche righe di autori defunti da tempo a cui neanche un medium potrebbe più chiederne direttamente spiegazione.

Ecco, questo è più o meno quel che succede oggi dopo la conferenza stampa di Draghi, con l’unica differenza che lui è vivo, o almeno lo sembra. Cosa si cela dietro quel “nonno”? Che è vecchio e vuol fare il presidente della Repubblica? Che è stanco? Che è amorevole verso il popolo come con i nipoti? Che si sta rincoglionendo e vorrebbe guardare cantieri con le mani giunte dietro la schiena o bestemmiare al circolo per una carta giocata male? Ma sì, dai, ognuno ci veda quel che vuole.

Nessuno però che si prenda la briga della richiesta di chiarimenti, di un “presidè, ma che minchia ha detto?” No, no, tutti genuflessi a trovare l’interpretazione più aulica, eroica e semidivina a quella frase buttata lì. E lui lo sa, e secondo me sciala di brutto, altroché. Quel suo dire e non dire è figlio della sicurezza di essere intoccabile, di colui che se volesse potrebbe scendere in strada con un kalashnikov a sparare sulla folla, trovando stampa e partiti pronti a giustificarlo in qualsiasi modo, addirittura colpevolizzando le vittime per il fatto di essere passate da lì o tramite dossieraggi a descriverle come terroristi, untori e pezzi di merda inutili alla società.

“Ci pensi la politica a fare quello che voglio io senza che io l’abbia detto, cazzi loro. Se davvero mi amano sapranno cosa fare.” Che spettacolo! D’altronde ha la stampa in pugno, l’impunità garantita e la certezza che elezioni anticipate siano improponibili poiché oltre il 60% degli attuali residenti saprebbe di non essere rieletto e dover tornare in anticipo nel paese schifoso che ha contribuito a creare. Tanti per paura di deluderlo lo farebbero presidente del consiglio, della Repubblica e Papa contemporaneamente, così da assicurarsi di non sbagliare. Altrimenti si blocca la ripresa, le riforme, e poi in piena pandemia, l’Europa, i mercati, la transizione ecologica, laggente che guardano, le cavallette, la beddra matre di Trapani e u santu patre ri pirrere, ma che scherziamo? Non si fa.

Intanto la mia l’ho detta, professorè, mi becco un bel 3 e ritorno al posto…

10 replies

  1. Non lo conoscevo, l’ho “incontrato” qui qualche giorno fa, ma a me ‘sto Bartolomeo Prinzivalli fa impazzire! Ma che tipo fantastico è?!

    Piace a 2 people

    • È quello che mi ha “portato” su Infosannio… “seguendo” un suo articolo, come sempre ultra ironico.
      A volte lo è così tanto da sembrare serio…e qualcuno si arrabbia😆🤣😂

      "Mi piace"

  2. Invertendo, in senso tutto italiano, la frase di Churchill ” visto che ci siamo liberati del suonatore di organetto, perché dovremmo mettere la scimmia”…..in Italia siamo sul podio del mondo nell’ impresa storica di mettere il suonatore di organetto al Quirinale e la scimmia a palazzo Chigi!

    Piace a 2 people

  3. hahhha ottimo commento,però ,c’è un però …sapevano già quello che avrebbe detto, altrimenti non sarebbero stati giustificati gli applausi prima del dire!
    hahhha che stampa …tutti a spellarsi le mani… e poi, insistere però sul bis di mattarella è però un non senso o no?..
    Sono effettivamente dei burattini in mano al sistema,ma quello che mi fa schifo è il fatto che i cittadini vanno dietro loro a seconda dell’umore di questi pennivendoli.
    Ci metteranno la scimmia? hahahha. o il cammelliere?

    Piace a 1 persona

  4. Intanto la mia l’ho detta, professorè, mi becco un bel 3 e ritorno al posto…
    Brrrrrrrr! déjà-vu.
    A chi non è capitata ‘na Stubb’ t che si incazzava per una visione più lunga del suo naso, mentre le transitava uno stupido
    commento nel…

    "Mi piace"

  5. Ripeto: fa il nonno perché i nostri, “rappresentanti” glielo lasciano fare. Per ora funziona ancora così. Per quanto tempo ancora, di questo passo, non so.
    Tutto il resto è fuffa e … letteratura, ed anche articoli come questo spostano il problema. Quindi servono a Draghi e ai suoi.

    "Mi piace"

  6. Dott. Prinzivalle, COMPLIMENTI VIVISSIMI !!! Mi sono divertita da morire e ho persino rischiato che il caffè mi andasse di traverso.! IL SUO NON è SOLO UN RITRATTO PERFETTO DELLA POCHEZZA DELLA POLITICA, DELLA VERGOGNOSA STAMPA APPECORONATA E INFAME MA ANCHE UN QUADRETTO SOCIALE DAVVERO GODIBILE. CHE MI HA FATTO RICORDARE SCENE VISTE E VISSUTE. Non l’avevo mai incontrata prima di oggi e sono davvero contenta del regalo che questa vigilia di Natale mi ha portato. AUGURI E GRAZIE ! P. S.- Ho volutamente usato tanti caratteri maiuscoli per dare risalto maggiore al mio scritto. BUON NATALE !

    "Mi piace"