Salvate il soldato Crisanti

(di  Massimo Gramellini – corriere.it) – Dei tre Re Mogi in camice bianco che stonano la canzoncina natalizia «Sì sì vax», l’imbucato è chiaramente il professor Crisanti. Dagli altri due, gli istrionici Pregliasco Bassetti, ce lo si poteva aspettare, anche se avrebbero fatto meglio a intervenire un po’ sul testo, che sembra scritto da un Cacciari in vena di sfottò: «Se vuoi andare al bar — felice a festeggiar — le dosi devi far» potrebbe essere fischiettato senza rischi in Corea del Nord, dove per legge in questi giorni è vietato ridere. Nessun comico, poi, canterebbe «mangia il panettone e vai a fare l’iniezione», nemmeno sotto tortura.

Ecco, forse Crisanti è stato rapito e torturato. Il suo sguardo perso nel vuoto trasuda un imbarazzo di cui ci rende partecipi. Magari gli ideatori hanno pensato che creasse un effetto ipnotico tale da indurre anche il più accanito no vax a offrire il braccio alla patria. Ma allora lo spietato Galli sarebbe risultato più credibile dell’impacciato Crisanti, il quale scatena la stessa reazione di un Draghi che si candidasse al Quirinale cantando «Su di noi» di Pupo.

Riguardando il video con attenzione, sembra di scorgervi in controluce un fumetto che esce dalla sua bocca: «Che ci faccio io qui?» Un equivoco, un ricatto, una scommessa persa al gioco dei quattro tamponi: non lo sapremo mai. Una sola cosa è certa: i medici hanno l’obbligo di vaccinarsi, mentre il prestarsi a certe figure di palta rimane facoltativo.

9 replies

  1. Che cazzo gli è preso a quei tre di prestarsi a cotanto obbrobrio? Se qualche no-vax stava pensando di vaccinarsi, sicuramente questo video gli ha fatto passare la voglia!

    "Mi piace"

    • Daaaaiiii… È una canzoncina per i BAMBINI!
      PERRIMA🤦🏻‍♀️… ma diciamo che è l’intenzione quella che conta😆🤣

      Ps Aiutooo.

      "Mi piace"

    • Non è invece che, per caso, a qualche sì-vax che stava pensando di non vaccinarsi più, questo video gliel’ha fatta venire la voglia? No eh?

      Ah, voi duri e puri…

      "Mi piace"

  2. non sono medico
    ma la diagnosi da me fatta sulla “sindrome da microfono” che,
    per inciso, a confronto, la sindrome dell’Avana

    -che il FQ da per risolta, mentre ancora non hanno capito
    del perché insorga ad alcuni mentre ad altri, che sono nelle vicinanze, no visto
    che le supposte microonde elettromagnetiche, che bastava dire microonde perché è noto che
    fanno parte delle radiazioni elettromagnetiche, difficilmente hanno una precisione di una pallottola,
    già di per se relativamente precisa, chiusa nota sulle inchieste giornalistiche che “meglio che no”-

    è una burletta, si sta rivelando corretta ed ha colpito ancora
    sarà l’effetto pressorio dello show business, dei reality a pioggia, delle gazzarre spacciate per
    spazio informativo, comunque per me è gran un brutto vedere (anche se poi non ho visto ne sentito l’esibizione)

    se volevano rendere simpatica la categoria dubito che, a parte i lettori assidui di spino2a o quelli di os4o che
    avranno, in un modo o nell’altro, gradito, ci siano riusciti

    anzi, la categoria a cui appartengono dovrebbe chiedergli i danni per offuscamento di credibilità.

    "Mi piace"

  3. SCUSATE ma… non avete visto che è un deep fake?

    Striscia la Notizia ne fa tantissimi così.

    Ma veramente pensate che abbiano cantato quella canzone?

    Forse perché ci sono Bassy e Preglia, che lo farebbero anche in tutù e con Dudù?

    "Mi piace"

    • Ho già ammesso IERI e in altro post che mi sono sbagliato.

      A differenza tua, che di errori non ne fai, nel senso che sei effettivamente così, è un tuo limite di quadrupede equina.

      "Mi piace"

      • Ammettere l’errore ti fa onore.
        È CREDERE di capire sempre più degli altri e, quando non afferri, pensare che chi scrive sia il deficiente e NON TU CHE NON HAI CAPITO, che ti frega.
        Ma non impari MAI. Almeno a tacere.

        "Mi piace"