Mente sapendo di smentire

(“Mente sapendo di smentire” di Marco Travaglio – Il Fatto Quotidiano) – La notizia più esilarante fra quelle, già spassosissime, sulla corsa al Quirinale è che c’è ancora qualcuno che parla con Zerovirgola. Memori delle rocciose prove di affidabilità fornite nei suoi primi e ultimi 10 anni di carriera politica, diversi leader o presunti tali di destra, di centro e di sinistra trattano con lui sul futuro […]

Categorie:Cronaca, Interno, Politica

Tagged as: , ,

62 replies

  1. Mente sapendo di smentire

    (Marco Travaglio – Il Fatto Quotidiano) – La notizia più esilarante fra quelle, già spassosissime, sulla corsa al Quirinale è che c’è ancora qualcuno che parla con Zerovirgola. Memori delle rocciose prove di affidabilità fornite nei suoi primi e ultimi 10 anni di carriera politica, diversi leader o presunti tali di destra, di centro e di sinistra trattano con lui sul futuro capo dello Stato che, ça va sans dire, dev’essere “condiviso”. Con chi? Ma con lui. Il fatto che lo Statista di Rignano non abbia mai mantenuto la parola data in vita sua, è un dettaglio trascurabile, in una classe politica affetta da una coazione a ripetere a livelli sadomaso. Stiamo parlando di uno che si fece eleggere segretario del Pd col programma di Grillo e poi realizzò il programma di B.. Uno che giurò fedeltà al governo Letta e poi lo rovesciò nello spazio di un mattino, anzi di untweet (“Enricostaisereno”). Uno che promise a Gratteri il ministero della Giustizia e poi ci piazzò Orlando. Uno che fece il Patto del Nazareno con B. impegnandosi a condividere il successore di Napolitano e poi si elesse da solo Mattarella, mentre l’altro che sperava in Amato restò con un palmo di naso, anzi di nano. Uno che giurò di ritirarsi per sempre dalla politica se avesse perso il referendum, poi lo straperse ed è ancora lì (anche se, coerentemente, si occupa soprattutto di affari). Uno che trattò con Di Maio per il governo 5Stelle-Pd, poi andò da Fazio e disse che non ci pensava proprio. Uno che un anno dopo propose il governo 5Stelle-Pd contro Salvini e, appena nacque il Conte-2, si scisse dal Pd per farsi un partito dopo aver detto peste e corna di tutte le scissioni, e prese a trescare con Salvini per buttar giù Conte e riportare su Salvini, fallendo solo a causa del Covid.
    Ci riuscì 14 mesi dopo, mentre fingeva di trattare sul Conte-3, poi prese a dire che il governo Draghi l’aveva inventato lui (per la gioia di Draghi, immaginiamo): come uno che scassa la sua macchina e poi si vanta perché arriva lo sfasciacarrozze o un piromane che incendia il suo palazzo e poi si pavoneggia per l’intervento dei pompieri. Uno che chiedeva a tutti i politici di esibire il loro estratto conto perché chi sta in Parlamento non deve fare affari, poi corse a incassare da Bin Salman e si mise a piagnucolare perché i pm rovistavano nel suo conto corrente e i giornali ne parlavano. È per questo pedigree che l’altro Matteo, la cui affidabilità è quasi altrettanto proverbiale, tratta con lui sul Colle. E lo fa pure quel gran genio di Miccichè: “Renzi mi ha detto che voterà Berlusconi”. L’altro ovviamente l’ha negato. Ora, visti i precedenti, non si sa se abbia mentito quando gliel’ha detto o quando l’ha smentito. Ma è probabile che, violando pure il principio di non contraddizione, abbia mentito sia la prima sia la seconda volta.

    Piace a 10 people

  2. E invece è il paradosso dei cretini…

    Basti ricordare l’affossamento del DDL Zan, di cui oltretutto ha pure dato la colpa al PD.

    Letta che diceva serio che Renzi era inaffidabile e al di fuori della casa del piddì, e adesso ci parla ancora per l’elezione di berlus.. errr del prossimo presidente e la costruzione della casa de sinistra.

    Piace a 2 people

  3. Vale ancora la pena di spendere parole su questo ” personaggetto” che ha vinto la ruota della fortuna ? Qualsiasi fiorentino è in grado di smerd.. sono tutti così ! Furbetti e loquaci e sostanzialmente inconsistenti ! L unica sostanza!è quello che incassano !

    "Mi piace"

  4. Renzi è un pavone la cui ruota invece di essere di piume colorate consiste in sgargianti fogge con cui presentarsi ai telespettatori che tra il riso, l’ironico, il serio , il sarcastico e l’odio politico non possono fare altro che amoreggiare con la scatolina catodica o al massimo spaccare il pannello di cristalli liquidi sui quali si riflettono le immagini ingrandite e tristemente bituminose.
    Questo è il genio, basta il lascia passare televisivo ed ecco che la marea ingrossa a prescindere .
    Renzi non lascerà mai la politica e non sa lasciarla, primo perché gli è entrata nelle ossa e perché ormai sa di essere un circuito essenziale di questa narrazione che altresì la tiene in vita.
    I suoi discorsi sembrano gli arrembaggi di capitan uncino e tutto segue il filo che viene tirato, per questo ha anche bisogno di dire bugie e di farsi carico dei pesi maestosi che lo avvolgono del mantello fantasma e fantastico, ora di ermellino, ora di tessuto di lana scozzese, ora di cammello, perché ormai le bugie sono note e strumento, per gettare discredito sui presunti nemici e presunti amici in un eterno rebus ribaltabile ed ormai privo di conflitti d’interessi, in quanto confluibili gli negli altri .

    Piace a 4 people

    • Lei è la ghost writer? Avremo persino una serie televisiva ( un altra ? Una ci era piu che bastata! Uno schifo infamante nonostante i propositi di incassare! ) ma cosa scrive pro Renzi un altra macchina del fango pro domus sua ! Ma non avete gia rubato anche troppo! C è un momento nel quale se non non ancora morti la gente si incazza di essere presa per il culo da gente che non ha mai lavorato ! Si vergogni!

      "Mi piace"

    • Cara Francesca, “basta il lascia passare televisivo”! Quanta amarezza in questa frase… E c’hai visto proprio giusto. E’ proprio così… Ma non mi soffermerei più di tanto a occuparsi di questa gentucola…. Quanto tempo perso… E’ la crisi, la crisi politica la cosa più importante. Non ho mai visto nella mia vita un periodo di confusione simile a questo. Non si capisce più chi rappresenti cosa. Anzi, meglio spiegare. La destra è chiarissima. Tutto si può dire della destra tranne che nei secoli non sia fedele ai propri valori, e soprattutto delle categorie che rappresenta. Confindustria, liberi professionisti, partite iva, commercianti grandi evasori, e tutti quelli che alla parola “legalità”, gli si alza la pressione… La sinistra. Questo è il vero punto dolente del discorso. La crisi di oggi nasce dal suicidio della sinistra. Di quello che è iniziato dall’avvento di Berlusconi. Un figuro che ogni sinistra del mondo avrebbe dovuto combattere come il peggio, e invece la sinistra italiana ci ha trafficato sopra banco e soprattutto sotto banco con tutti i mezzi e i modi possibili. Vero, Violante? Vero D’Alema? Vero Veltroni? Lo sapete solo voi cosa avete trafficato con Berlusconi. Per reazione, metà o di più del suo elettorale nel 2018 ha votato per il mov. 5 stelle. Un vecchio militante del pd avrebbe preferito tagliarsi un braccio, piuttosto che votare per un Letta o un Renzi… Il mov. 5 stelle dicevamo…. sono bastati tre anni per concludere questo esperimento di psicologia sociale voluto da Gianroberto Casaleggio. Risultato: il caos di oggi. Con una delle destre peggiori del pianeta, contrapposta…… al nulla dell’altra parte. Riuscirà in questo caos, a nascere qualcosa di veramente nuovo, che possa riprendere gli ideali di una sinistra seria e coerente buttati nel cesso dal pd? Chi vivrà, vedrà….

      Piace a 1 persona

  5. Lei cosa farebbe, signora @manna altrimenti detta Cuor di leone?
    La televisione italiana è di infimo livello tranne perle rare e Renzi, come altri che hanno quote azionarie di società pubbliche o parzialmente tali, date in pasto ai magnati di ogni ordine e grado, ci sguazzano come appunto fanno i cinghiali al trogolo.
    Se lei dice che è una vergogna ha pienamente ragione ma dove inizierebbe a togliere le foglie di fico per alzare il livello se non altro del pudore?
    l’Italia assommata al paese, nella mente dei tipi come costui, ha mantenuto la sua trivialità contadina generando una ricchezza su di una economia basata sul cemento e la strozzatura dei doveri a tutela delle fasce più deboli, a sua volta redistribuita come macroscopicamente si vede cioè soldi ai ricchi.
    Chi aveva un ideale o almeno ne aveva uno stralcio, come me, si trova adesso con solo pane azzimo e potrebbe essere anche un bene se la povertà e la disillusione alimentassero una nuova forma di politica solidale che cinga anche parte del ventre della società, ad oggi, ancora concepito come una sacca purulenta di poveri diavoli condannati ai margini anche della loro stessa vita.
    Se tutta l’Italia iniziasse a spengere la TV a favore di un pensare libero quanto critico e non condizionato dai quotidiani battibecchi, forse certi personaggi, entrati nel grande portafoglio di Stato, con tanto di buco per la caduta di monete sul selciato, chissà cosa farebbero!, Sicuramente qualcuno si adopererà per trovargli un impiego, almeno per sopravvivere, come raccattare ghiande e altri frutti e fiori di stagione. Stia bene!

    Piace a 1 persona

  6. Piermatteo è solo la versione 2.0 del Conte Mascetti della politica italiota. Una pericolosa e ridicola supercazzola vivente, come se fosse Antani, la supercazzola con scappellamento a sinistra.

    Piace a 1 persona

      • Gentile, diciamo che lo scappellamento nel tempo si è spostato sempre più da sinistra, al centro ed ora a destra. Invece resta immutata la nostra rottura di scatole nei confronti di Renzie D’ARABIA. Cordialità.

        "Mi piace"

  7. Comunque, a parte questa scorreggina fiorentina, tenuta su da un ambiente che non e’ certo migliore, dove cogli,cogli, prepariamoci al “mozzarella-bis”.

    "Mi piace"

  8. C’è qualcuno che spende una parola positiva per questo personaggio? No perché sennò alle 8.45 la discussione sembra finita😅

    "Mi piace"

  9. gli altri partiti devono trattare con Renzi solo perché ha ancora in Parlamento delle truppe cammellate, assolutamente sproporzionate rispetto al consenso che avrebbe oggi alle urne, ma purtroppo ancora lì perché se le è fatte eleggere nel 2018, quando era ancora il capo del PD.
    nessuno vuole fare accordi con Renzi, perché sa benissimo che potrà essere pugnalato alle spalle mezzo secondo dopo.
    il centrodestra è fatto da tali e tanti volponi che non l’ha capito, continua a brigare col Bomba sperando che mantenga la parola, per la prima e unica volta nella sua vita. nessuno si ricorda del Nazareno e dell’elezione di Mattarella: tutti sperano che Pinocchio abbia capito la lezione e, da burattino di legno, sia diventato un ragazzo vero.
    ma ovviamente non è così.
    si accorderà col centrodestra per un nome di centrodestra, poi all’ultimo farà una piroetta e voterà per mandare su qualche sinistroide bollito.
    oppure farà il contrario. a seconda della convenienza del momento.
    unica consolazione: prima o poi, nel 2022, nel 2023, nel 2024 o quando lorsignori si degneranno di farci votare, potremo dare la possibilità al Bomba di dedicarsi a tempo pieno alle sue conferenze e ai suoi viaggi internazionali, non rimandandolo in Parlamento. ma c’è da stare sicuri che per allora avrà intortato qualcuno per farsi eleggere tra le sue fil

    Piace a 1 persona

    • Epperò cazzuolatore,
      stavolta ha bisogno lui del centrodestra, quindi prima dovrà votare in un certo modo per avere poi qualcosa in cambio.
      Ma non è detto che questo qualcosa non gli venga offerto dal centrosinistra, eh! Infatti la coazione a ripetere è davvero una brutta bestia, ci vuole una vita per liberarsene.

      Piace a 1 persona

  10. Le lattine di chinotto dei “moderati”
    Autore originale del testo: Alfredo Morganti

    C’è una cosa che mi lascia davvero perplesso (e preoccupato). Ed è il livore con cui Renzi e Calenda attaccano i 5 stelle. Non si tratta soltanto di normale polemica politica. È di più. C’è una voglia di rottamazione, c’è la volontà di cancellare una volta per tutte quella componente politica, per primo Giuseppe Conte e, forse, soprattutto lui. Nessun altro nel cosiddetto “campo” del centrosinistra manifesta una tale carica rottamatoria, una tale volonta di eliminazione, un tale desiderio di cancellazione di intere componenti politiche, solo perché disturbano le proprie stolide ambizioni. Calenda è stato chiarissimo: bisogna mandare i 5stelle a vendere chinotto allo stadio, così pare abbia twittato. Di Renzi non dico altro rispetto a quello che dico da anni: aver indicato la rottamazione (anche di esseri umani) come segno del compimento di un ciclo politico e avvio di un altro è un peccato originale irredimibile. Questi moderati, questi riformisti, questi centristi, sono in realtà quanto di più estremista la cattiva politica di questi anni ci abbia offerto. Sono la testimonianza autentica, genuina, di come l’epoca dell’uomo solo al comando abbia prodotto solo ambizione personale e, dunque, arroganza e intolleranza politica, culturale, finanche personale. Ci troviamo in un bailamme competitivo che non prevede, a quanto sembra, prigionieri. E dunque stringiamolo questo campo, stringiamolo.

    Piace a 6 people

  11. Dovrebbe sembrarci così assurdo avere una classe politica così (non riesco a definire i nostri politici).. eppure nonostante tutto ancora argomentiamo di certi personaggi e ci infliggiamo fustigate a profusione e ci adattiamo, non rimane altro, certi personaggi in altri paesi, sarebbero mai saliti a sedersi su uno scanno, in Italia invece, fanno ancora il buono ed il cattivo tempo e noi qui a scrivere il nostro grandissimo disappunto e sdegno!! Verranno tempi migliori? La qualità della società sta scendendo ogni giorno che passa, persone di buona volontà e spessore ce ne sono ma sempre meno, le parole d’ordine al giorno d’oggi sono: individualismo, ambizione sfrenata, egoismo ed egocentrismo, la fanno da padrone e finché vigerà questo modus vivendi, l’Italia precipiterà nell’abisso, non esagero perché quello che accade, lo vediamo tutti ma siamo impotenti perché per cambiare veramente, ci vuole tanto coraggio, tanta forza, tenacia, onestà e grinta.. gli italiani si adattano sempre alla fine, siamo fatti così.. male cioè!!

    "Mi piace"

  12. “Devo essere sincero: Renzi non mi convince per come gestisce il potere. Se vorrà veramente cambiare verso a questo Paese dovrà guardarsi dal più temibile dei suoi nemici: se stesso. Una personalità egocentrica è irrinunciabile per un leader. Quella del presidente del Consiglio è ipertrofica. Ora, avendo un uomo solo al comando del Paese (e del principale partito), senza veri rivali, la cosa non è irrilevante.

    La sua squadra di governo è in qualche caso di una debolezza disarmante. Si faranno, si dice. Il sospetto diffuso è che alcuni ministri siano stati scelti per non far ombra al premier. La competenza appare un criterio secondario. L’esperienza un intralcio, non una necessità. La muscolarità tradisce a volte la debolezza delle idee, la superficialità degli slogan. Un profluvio di tweet non annulla la fatica di scrivere un buon decreto. La fedeltà (diversa dalla lealtà) fa premio sulla preparazione, sulla conoscenza dei dossier. E se addirittura a prevalere è la toscanità, il dubbio è fondato.

    Il marketing della politica se è sostanza è utile, se è solo cosmesi è dannoso. In Europa, meno inclini di noi a scambiare la simpatia e la parlantina per strumenti di governo, se ne sono già accorti. Le controfigure renziane abbondano anche nella nuova segreteria del Pd, quasi un partito personale, simile a quello del suo antico rivale, l’ex Cavaliere. Il patto del Nazareno Sarebbe opportuno conoscerne tutti i reali contenuti. Liberandolo da vari sospetti (riguarda anche la Rai?) e, non ultimo, dallo stantio odore di massoneria.”
    24/09/2014

    “Un premier a cui il voto del 31 maggio ha abbassato un po’ le penne”
    02/06/2015

    “Parla di sé in terza persona.Lui pensa che per governare basti raccontare una bella storia al Paese. Il renzismo è un prodotto di sintesi del berlusconismo di sinistra. È la dimostrazione di come il Pd, che ha sempre combattuto Berlusconi, sia stato conquistato da un suo clone. Ultimamente però inizia a battere qualche colpo a vuoto, tanto da sembrare in uno stato quasi confusionale.
    Dopo aver scelto un chirurgo genovese che non sa nulla di politica, una sorta di Forrest Gump. Marino tuttavia è stato il candidato di Renzi alle primarie. Va perciò difeso. Non è buona norma – scrive De Bortoli – scaricare i propri candidati nel momento in cui non ti servono più. Lo trovo meschino perché se ti limiti a scaricare chi non ti conviene più non sei uno statista, sei un’opportunista.
    L’Italicum, un mostro è stato disegnato come un abito su misura per un premier con la tendenza alla pinguedine.
    Il Pd è destinato alla scissione, a meno che prima non imploda il renzismo.”
    02/07/2015

    ecc. ecc. ecc. negli anni a seguire

    Ferruccio De Bortoli: espressione della borghesia meneghina e nordica in generale (di certo non un estremista), con malcelata ambizione di aplomb all’ inglese

    C’è ancora qualcuno che afferma che RENZI alias CAZZARO ROSA non sia espressione della MASSONERIA ?

    Piace a 4 people

    • Non ho alcuna prova per dire che Renzi sia espressione della Massoneria. Può darsi che ne abbia fatto gli interessi mentre si occupava massimamente dei suoi. Sono indotto a pensare che il tipo di personaggio stoni con la Massoneria che generalmente non si mette in mostra in modo così sguaiato e si circonda di gente affidabile… forse caro Adriano58 ha ragione lei, ma al momento non vedo evidenze e per me è vero solo quello che è dimostrato.

      "Mi piace"

      • x rassegnato1962

        O sei troppo buono o ingenuo. Adriano ha ragione. Leggi tutto il materiale disponibile sul Internet sulla LOGGIA P2 di
        Licio Gelli e Il piano di rinascita democratica
        https://it.wikipedia.org/wiki/Piano_di_rinascita_democratica e la relazione di Tina Anselmi sulla P2

        Quando parla del Piano Rinascita di Gelli, Tina scrive: ” …lascia intravedere che la scrittura e la redazione sia riconducibile a persona in grado di finezza interpretativa, cultura raffinata e conoscenza istituzionale giuridica….un vero piano di azione con dettagli: per il controllo (e non per il governo) dei processi politici e sociali”

        "Mi piace"

      • “a persona in grado di finezza interpretativa, cultura raffinata e conoscenza istituzionale giuridica” qui di sicuro non parla dello smargiasso di Rignano

        Piace a 1 persona

      • x ras

        ‘Le parole di Tina Anselmi riguardano la P2 1981, Renzi è la conseguenza. Interpreta da politico quello che la rinascita di Gelli
        prevedeva

        Un progetto di controllo o di lobbismo sui mass media.

        Il piano prevedeva il controllo – tramite acquisizione di quote e fondazione di nuove testate – di quotidiani e la liberalizzazione delle emittenti televisive

        Superamento del bicameralismo perfetto attraverso una “ripartizione di fatto di competenze fra le due Camere (funzione politica alla Camera dei deputati e funzione economica al Senato della Repubblica

        Provvedimenti economico-sociali
        eliminazione delle festività infrasettimanali e dei relativi ponti (eccettuato il 2 giugno, il Natale, il Capodanno e Ferragosto) da riconcedere in un forfait di 7 giorni aggiuntivi alle ferie annuali di diritto;
        alleggerimento delle aliquote sui fondi aziendali destinati a riserve, ammortamenti, investimenti e garanzie, per sollecitare

        l’autofinanziamento premiando il reinvestimento del profitto;
        concessione di forti sgravi fiscali ai capitali stranieri per agevolare il ritorno dei capitali dall’estero;

        Riforma del mercato del lavoro;
        Trasformare le università in Italia in fondazioni di diritto privato.
        Abolizione delle Province

        Ti ricorda qualcuno che ha provato realizzare questo piano di rinascita democratica ?

        Piace a 1 persona

      • Stiamo parlando due lingue diverse. Io non metto in dubbio la strada eversiva disegnata da elementi della P2 e dalla Massoneria deviata. Dico che A TUTT’OGGI non ho visto prove che il bomba sia legato alla Massoneria. Non sostengo nemmeno che queste prove non esistano. Dico che se esistono non le ho ancora viste.

        "Mi piace"

      • Caro (si fa per dire) Ras bisogna darle atto del suo coraggio, ma con questi Sherlock Holmes de noantri, molto più Holmes (John) che altro, non c’è nulla da fare.

        D’altronde quando qualcuno riporta come prova:

        “Le parole di Tina Anselmi riguardano la P2 1981, Renzi è la conseguenza. Interpreta da politico quello che la rinascita di Gelli prevedeva. Un progetto di controllo o di lobbismo sui mass media.”: che cosa aspettarsi?

        Ma quand’anche fosse, quale sarebbe il problema?

        La Massoneria e non Renzi?

        I 5 Stelle e non Di Magno?

        La Chiesa Cattolica e non i pedofili?

        Infosannio e non Adriano58?

        Paolapci e non il BONOBO ANALFABETA MENTECATTO?

        Ecc., ecc…

        "Mi piace"

      • Io cerco di essere onesto e per quanto l’operato di Renzi mi disgusti, per quanto mi farebbe piacere vederlo scomparire per sempre dalla scena politica italiana, non ho elementi per definirlo o sospettarlo massone. Posso sospettarlo di altre nefandezze, ma se non posso provare i miei sospetti allora devo tenerli per me.

        "Mi piace"

      • Massone è il Renzi padre, massone è Verdini (consigliori di Renzi J.). massone è Boschi padre, ecc.ecc.
        massoni sono molti amici del Cazzaro Rosa che hanno fatto carriera nella finanza e nella politica.
        non basta?

        Piace a 2 people

      • Se ci sono le prove, potrebbe bastare. Sì. Mamma mia che elenco di brutti ceffi comunque. Non c’è bisogno che siano massoni…

        "Mi piace"

      • x Gatto

        Il sipario del venerabile

        Licio Gelli morto 6 anni fa

        «Ho una vecchiaia serena. Tutte le mattine parlo con le voci della mia coscienza, ed è un dialogo che mi quieta. Guardo il Paese, leggo i giornali e penso: ecco qua che tutto si realizza poco a poco, pezzo a pezzo. Forse sì, dovrei avere i diritti d’autore. La giustizia, la tv, l’ordine pubblico. Ho scritto tutto trent’anni fa.

        Gatto o negare Gelli cosa aspettarsi ecc,ecc,ecc, ?

        "Mi piace"

      • @Tracia: queste sono cose troppo semplici per te da capire, tu sei oltre!

        E poi siete quelli che venite qui a cianciare di complottismi e complottisti …

        "Mi piace"

      • Oh Tracia, vedo che abbiamo una passione in comune! Ovviamente ho letto tutti i romanzi, anche quelli di Robert Goldsborough.

        "Mi piace"

    • Cassese: «Renzi ha dato una lezione alla destra, ai 5s e persino al Pd»

      “Renzi ha messo in imbarazzo Salvini e Meloni, ha separato Forza Italia dalla destra estrema, ha dato una bella lezione ai “ricostruttori”, diviso il M5S (e l’ha costretto a fare quel che non voleva fare) e spinto il Pd a cambiare idea in una notte.
      Io aggiungo che ha impedito l’affermarsi del marginalismo in politica, cioè di dare la voce determinante alle briciole, ai “responsabili”.

      Il giurista Sabino Cassese, giudice emerito della Corte costituzionale!

      Dopo Geli , ecco il vecchio giudice emerito e tutto il potere che manovra e decide per Italia con un Renzi a tutto campo, fare
      e disfare.
      Non illudiamoci, Renzi rimarrà in politica serve anche alla destra lobbista ,affarista . Faranno il centro e tutto il suo cucuzzaro sarà
      rieletto .Ordine: Non dare alla briciole la possibilità di governare.

      Piace a 1 persona

  13. Ma sarà vero o sono solo dicerie,
    Si sussurra che giuseppi e i 5stron.i stiano seduti insieme al bomba nei banchi del governo e che alcuni personaggi non troppo raccomandabili vengono invitati alle presentazioni dei libri scritti da spada dentro e Gigino o bibitaro, trattasi del ragioniere rosé, uno da tenere ben lontano

    "Mi piace"

  14. Zerovirgola tendente a zero.
    L’unica cosa che lo tiene in piedi è l’associazione semisegreta che ha alle spalle e che lo rilancia continuamente in tv, dimostrando fra l’altro così di non avere di meglio, e di essere quindi strafinita.

    Piace a 1 persona

  15. ” Io nun ce l’ho con te ma co’ quelli che te stanno vicino e nun t’ hanno buttato de sotto” Petrolini. ……ed io non posso avercela con Andreotti, Craxi, Berlusconi e Renzi, ma con quelli vicini che non li hanno buttati di sotto, cioè gli italiani che ci mettono in media 20 anni prima di osare una spintarella, uno schiaffetto, una pacca, e dopo aver chiesto il permesso ad Europea, Usa, Nato, Vaticano, Massoneria, capitalisti e banche di mezzo pianeta, in futuro anche di Marte, e pure alla Madonnuzza che piangeva lacrime strillando : ma vi decidete o no a buttarli di sotto?

    "Mi piace"