I più ricchi d’Italia nel 2021: John Elkann in top 30

(calcioefinanza.it) – Classifica più ricchi Italia 2021 – Cresce anche nel 2021 il numero di miliardari italiani. Oggi le persone che vantano un patrimonio di almeno un miliardo di dollari sono infatti 49, cioè nove in più di un anno fa, ma due in meno rispetto al mese di aprile. La somma dei loro patrimoni – spiega la rivista Forbes –, 211,1 miliardi di dollari, è invece aumentata sia rispetto al dicembre 2020 (182,1 miliardi), sia rispetto ad aprile (204,5).

Giovanni Ferrero chiuderà l’anno in vetta alla classifica degli italiani più ricchi. Il suo patrimonio è pari a 33,3 miliardi di dollari, in crescita di quasi sei miliardi rispetto a dodici mesi fa. Ferrero mantiene quindi il primato nella graduatoria, esattamente come accaduto nel 2020. Anche in quell’occasione l’imprenditore si posizionò davanti a Leonardo Del Vecchio.

Allegri: “Kean devastante in campo aperto. Cuadrado? Grandissimo gol”

Il patron di EssilorLuxottica – più volte accostato all’Inter – si è arricchito più di tutti negli ultimi 12 mesi: da 24,7 a 32,9 miliardi di dollari (+8,2 miliardi). Ferrero e Del Vecchio sono 37esimo e 39esimo nella classifica dei più ricchi al mondo. Sono inoltre settimo e ottavo in Europa, subito alle spalle del fondatore di Lvmh, Bernard Arnault (188,4 miliardi). Il terzo posto – per quanto riguarda la classifica italiana – è occupato invece da Stefano Pessina (presidente esecutivo della multinazionale delle farmacie Walgreens Boots Alliance), con un patrimonio di 9,5 miliardi di dollari.

Classifica più ricchi Italia 2021 – Berlusconi in top 10

Pessina scalza Massimiliana Landini Aleotti, proprietaria dell’azienda farmaceutica Menarini, che scende dal terzo al quarto posto e da 10,6 a 9,4 miliardi, ma rimane la donna più ricca d’Italia. Al quinto posto, con 7,5 miliardi, c’è Silvio Berlusconi – attivo ancora nel mondo del calcio come patron del Monza – dopo un anno in cui si è parlato di lui soprattutto per la presidenza della Repubblica.

Giorgio Armani scende invece da 8,9 a 7 miliardi e dal quarto al sesto posto. Settimo posto per Piero Ferrari (5,5 miliardi di dollari), figlio di Enzo e proprietario del 10,2% dell’azienda fondata dal padre. La graduatoria prosegue poi con Gustavo Denegri (5,4 miliardi), presidente di DiaSorin, una biotech che produce kit di reagenti. Di lui si è parlato anche in tempi recenti come possibile acquirente del Torino, attualmente nelle mani di Urbano Cairo.

Le prime dieci posizioni sono completate da Luca Garavoglia (5,2 miliardi), presidente di Campari, e dai fratelli Augusto e Giorgio Perfetti (5,1 miliardi), proprietari di Perfetti Van Melle, il gigante italo-olandese delle caramelle di marchi come Mentos, Chupa Chups e Golia.

Classifica più ricchi Italia 2021 – I miliardari del calcio

Tra gli altri miliardari presenti in classifica, alcuni sono coinvolti nel mondo del calcio come ad esempio Renzo Rosso (patrimonio da 2,6 miliardi) che con la sua OTB è proprietario del Vicenza. Presente anche John Elkann (24esimo con 2,2 miliardi), che ha inaugurato l’anno con la nascita di Stellantis, frutto della fusione tra Fca e Peugeot. Elkann è amministratore delegato di Exor, la holding che controlla la quota di maggioranza (63,8%) della Juventus.

Al 39° posto – con 1,5 miliardi di dollari – troviamo invece l’ex patron dell’Inter Massimo Moratti, che supera in classifica il proprietario dell’Atalanta Antonio Percassi (1,2 miliardi di dollari) e l’ormai ex patron del Genoa Enrico Preziosi, che chiude la graduatoria con un patrimonio da 1 miliardo.

Classifica più ricchi Italia 2021 – La graduatoria completa

Questa la classifica completa dei miliardari italiani 2021:

  1. Giovanni Ferrero: 33,3 miliardi di dollari
  2. Leonardo Del Vecchio e famiglia: 32,9 miliardi di dollari
  3. Stefano Pessina: 9,5 miliardi di dollari
  4. Massimiliana Landini Aleotti e famiglia: 9,4 miliardi di dollari
  5. Silvio Berlusconi e famiglia: 7,5 miliardi di dollari
  6. Giorgio Armani: 7,0 miliardi di dollari
  7. Piero Ferrari: 5,5 miliardi di dollari
  8. Gustavo Denegri: 5,4 miliardi di dollari
  9. Luca Garavoglia: 5,2 miliardi di dollari
  10. Augusto e Giorgio Perfetti: 5,1 miliardi di dollari
  11. Patrizio Bertelli: 5,0 miliardi di dollari
  12. Miuccia Prada: 5,0 miliardi di dollari
  13. Giuseppe De’ Longhi e famiglia: 4,9 miliardi di dollari
  14. Alessandra Garavoglia: 4,4 miliardi di dollari
  15. Remo Ruffini: 4,1 miliardi di dollari
  16. Sergio Stevanato: 3,7 miliardi di dollari
  17. Paolo e Gianfelice Mario Rocca: 3,7 miliardi
  18. Francesco Gaetano Caltagirone: 3,6 miliardi di dollari
  19. Giuliana Benetton: 3,4 miliardi di dollari
  20. Luciano Benetton: 3,4 miliardi di dollari
  21. Renzo Rosso: 2,6 miliardi di dollari
  22. Alberto Bombassei: 2,6 miliardi di dollari
  23. Brunello Cucinelli e famiglia: 2,5 miliardi di dollari
  24. John Elkann: 2,2 miliardi di dollari
  25. Luigi Cremonini e famiglia: 2,2 miliardi di dollari
  26. Marina Prada: 2,1 miliardi di dollari
  27. Alberto Prada: 2,1 miliardi di dollari
  28. Maria Franca Fissolo: 2,1 miliardi di dollari
  29. Nicola Bulgari: 2,0 miliardi di dollari
  30. Romano Minozzi: 1,9 miliardi di dollari
  31. Sabrina Benetton: 1,8 miliardi di dollari
  32. Sandro Veronesi e famiglia: 1,7 miliardi di dollari
  33. Marina Caprotti: 1,6 miliardi di dollari
  34. Giuliana Caprotti: 1,6 miliardi di dollari
  35. Barbara Benetton: 1,6 miliardi di dollari
  36. Mario Moretti Polegato e famiglia: 1,6 miliardi di dollari
  37. Diego Della Valle: 1,6 miliardi di dollari
  38. Paolo Bulgari: 1,5 miliardi di dollari
  39. Massimo Moratti: 1,5 miliardi di dollari
  40. Antonio Marcegaglia: 1,3 miliardi di dollari
  41. Emma Marcegaglia: 1,3 miliardi di dollari
  42. Domenico Dolce: 1,2 miliardi di dollari
  43. Stefano Gabbana: 1,2 miliardi di dollari
  44. Antonio Percassi: 1,2 miliardi di dollari
  45. Nerio Alessandri: 1,1 miliardi di dollari
  46. Enrico Preziosi: 1,0 miliardi di dollari
  47. Simona Giorgetta: 1,0 miliardi di dollari
  48. Andrea Della Valle: 1,0 miliardi di dollari
  49. Manfredi Lefebvre D’Ovidio: 1,0 miliardi di dollari

6 replies

  1. Con questi dati, ci vuole una Patrimoniale per riequilibrare l’Italia. Draghi, che non so dove sta in classifica, ci starà pensando oppure è ancora dell’idea che lo Stato deve dare più che incassare? Oppure sta solo pensando al Quirinale. Questione di priorità. Tanti Auguri di Buone Feste.
    G. Mazz.

    "Mi piace"

  2. La patrimoniale sarebbe una tantum che non risolve i problemi. Sarebbe più giusto pensare alla redistribuzione con aumenti salariali e diminuzione orario di lavori

    "Mi piace"

    • La patrimoniale per cominciare andrebbe benissimo.
      Poi riforma strutturale del sistema fiscale, mettendo in correlazione fra loro:
      -Il catasto, per le abitazioni e locali commerciali.
      -L’R. C. A. per i veicoli, soprattutto i più costosi a due e quattro ruote.
      -Il Registro nautico, possibilmente bypassando le bandiere usate per schermare fiscalmente gli yacht di lusso che restano perennemente attaccati nei porti nostrani.
      -Disponibilità liquide sui conti correnti.
      -Somme presenti nei Fondi d’investimento.
      -Somme presenti nelle assicurazioni vita o pensionistiche.
      -Somme presenti in altre attività finanziarie.

      Già solo così si potrebbe chiedere conto ai possessori se tali patrimoni fossero INCONGRUENTI con i redditi da lavoro.

      La tecnologia per gestire un simile database esiste già, con una massa di dati infinitamente inferiori a quelli elaborati da giganti del web come il gruppo META ( Facebook, Instagram, WhatsApp), Google e suoi derivati, Amazon con il commercio e il CLOUDAWD, Oracle che ha come missione la gestione di database complessi, le varie Telecom nazionali e sovranazionali etc etc.
      E metterei una franchigia in basso da 1 Milione di euro sotto la quale non accanirsi.
      Quello che manca è la volontà POLITICA per procedere in tal senso.
      Già me le immagino le destre sfasciste ad aizzare il popolino ignorante e povero contro lo Stato che vorrebbe mettergli le mani in tasca, usati come utili idioti per difendere le rendite parassita rie dei grandi evasori.

      "Mi piace"

  3. E la classifica 2021 delle vittime la facciamo?
    Quanti artigiani, commercianti – PMI, madri, padri si sono tolti la vita perché schiacciati da uno stato marcio e corrotto?
    In subordine i dati della astensione e il numero degli espatriati in cerca di un futuro che qui appartiene alla classe dominante, per nulla intenzionata a mollare l’osso, e sostenuta da un apparato mediatico ultra reazionario.

    "Mi piace"

  4. Ragazzi, guardate il 18, chiedetevi come ha fatto ad arrivare al 18 e poi tornate a parlare di quel delinquente di Mimmo Lucano.

    "Mi piace"

  5. La cosa imbarazzante è che guardando in quest’elenco vedo solo o figli di papà o di n.n.

    Sartini che hanno fatto miliardi, magari eludendo il fisco in Lussemburgo, come DG (1 mld di euro).

    Berlusconi… vabbé.

    El Kann, che ve lo dico a fare.

    Palazzinari come Caltagirone.

    Del Vecchio e Ferrero, un occhialaio e un pasticciere, come possono essere così smodatamente ricchi? cosa producono per essere così indispensabili per la società? La Nutella? E poi?

    Due Benetton (e gli altri dove caxxo stanno? Davvero non hanno almeno 1 mld???)

    Ferrari, con la macchina più tamarra del mondo voluta da tutti i pidocchi arfatti del mondo come simbolo di ricchezza (vedi gli affari in Cina e Arabia).

    Tutta gente che andrebbe messa a l’Asinara o al confino, non dimentichiamoci che l’anno scorso Giuseppi assegnò alla FIAT (perché?) pure le mascherine (che facevano piuttosto schifo). Ma come, ditte come la Wrangler falliscono, e questo pensa alla FIAT/FCA?

    Ce ne sarebbero tante da dire, ma una cosa è sicura: grandi ricchezze sorgono su grandi ruberie.

    "Mi piace"