Silvio for president…

(Bartolomeo Prinzivalli) – So di intraprendere una crociata solitaria scrivendo questo post, ma l’urgenza di esprimere la mia opinione mi impone di farlo: voglio Berlusconi presidente della Repubblica.

Capisco le polemiche che stiano nascendo attorno alla sua candidatura, ma cerchiamo di analizzare obiettivamente il soggetto: è un poveraccio che ha cercato in ogni modo di arricchirsi riuscendoci, coglie ogni scorciatoia che gli si apre davanti, si circonda di persone che può sfruttare ricompensandole, non fa differenza fra metodi leciti ed illeciti per raggiungere un obiettivo, corre ogni rischio pur di non rinunciare ad un vizio, pretende giustizia per gli altri ma indulgenza per sé, è pronto a contraddirsi più volte nella stessa frase pur di cadere in piedi, si crede l’anima della festa ed un ospite dal fascino ineguagliabile, professa valori che è il primo è calpestare per comodità, pretende di avere sempre l’ultima parola.

Sapete cosa vi risponderebbero nel mondo dopo la lettura di quest’elenco senza conoscerne il soggetto? Italiano!

Ecco, un presidente della Repubblica dovrebbe rappresentare il proprio paese, e ad oggi nessuno può farlo meglio di lui. Negate, vero? Ovvio, ci sta.

Quindi non conoscete nessuno che pur di vincere un concorso si è fatto raccomandare, o ha cercato di farlo, dall’ultima ruota del carro fino al Papa? Non avete mai sentito nessuno lamentarsi della sporcizia per poi buttare il pacchetto di sigarette dal finestrino? Non avete mai visto gente scavalcare la coda inventando una scusa qualsiasi? Nessuno vi ha mai ribadito con forza la necessità di una giustizia più ferrea per successivamente lamentarsi della multa ricevuta per eccesso di velocità, mancato uso della cintura o telefonino all’orecchio mentre guida? Non avete mai sentito di chi cerca un sistema per evadere il fisco o accetta di non farsi rilasciare la fattura per uno sconto sulla spesa? Non avete mai visto qualcuno urlare alla pena capitale quando il reato viene commesso da altri e poi puntare su attenuanti ed empatia qualora il reo fosse un parente o un amico?

Mai capitato di conoscere chi cerca di tenersi buono il delinquentello di zona per quieto vivere o perché nella vita non si può mai sapere? Mai successo sentirvi dire un “ecco, te l’avevo detto” da chi aveva detto tutto ed il suo contrario?

Certo che avete visto elementi del genere, ne avete visto e conoscete a centinaia se non migliaia, ed alcune volte ne siete stati protagonisti direttamente, altroché.

Quindi Silvio è il vostro presidente. Punto.

Ma poi li avete visti i contendenti? Casini, Gentiloni, Amato, Letta (zio), Prodi, addirittura Draghi con Franco a prendere il suo posto a mò di marionetta e la costituzione ridotta definitivamente a brandelli per essere scaricata nelle fogne.

Certo, esisterebbero candidati migliori e più degni, ma proprio per questo sono i primi a non volersi infilare in questo letamaio.

Ma ve l’immaginate un discorso di fine anno di Casini o di Prodi? Io deglutirei il primo boccone di cenone a febbraio inoltrato, rischiando l’usura della mascella per eccesso di rimasticazione.

Con Silvio invece sarebbe uno spasso, il giusto antipasto per una cena goliardica in famiglia. Pensate per un attimo ad un incontro istituzionale con Macron e consorte, con Biden, con gli alunni nelle scuole, nelle varie commemorazioni e giornate della memoria, sarebbe una gag continua. Tanto nella merda ci siamo già, almeno affogheremo ridendo, e la totale impunità dai processi sarebbe veramente un prezzo irrisorio in cambio di tanta ilarità, soprattutto con la Cartabia che incombe. Senza contare che un’intera ala del San Raffaele si libererebbe all’istante diventando fruibile a chi ne ha bisogno.

A chi reputa l’età un ostacolo dico solo di stare tranquillo, quello ci seppellirà tutti, assieme alla regina Elisabetta.

Vedetelo come il vecchio truffatore buontempone a cui Hollywood ha dedicato infinite commedie, chissà quante risate vi sarete fatti dietro quelle pellicole, adesso potrebbe succedere dal vivo nel più ambizioso dei reality targati Mediaset.

Perché nella patria dell’ipocrisia proprio quello che fa più schifo potrebbe rivelarsi l’emblema più degno.

Silvio for president…

23 replies

  1. Con una disamina del “genere” non si può che aver ragione.Complimenti per la lucidità e l’onestà.

    "Mi piace"

  2. mi arrendo, la ragione è dalla tua, purtroppo per noi, almeno per il 50% dei votanti, go mr pompetta go, fine delle mani morte e più fila per tutti

    "Mi piace"

  3. Anch’io sono per berlusconicavalierepresidente, ma non per le stesse ragioni di Prinzivalli, almeno non tutte.

    L’italiano medio intanto secondo me è meglio di quest’ometto che si è sempre comprato tutto quello che non è con soldi sostanzialmente nostri.
    L’italiano medio è in caduta libera, ne convengo, e anche per colpa dell’omino che appena ha avuto in mano le tv ha cominciato la rieducazione popolare col trash-tv, ma ancora non è arrivato così in basso.
    Molti ci sono arrivati, ok, ma molti di più gli stanno ancora sopra.
    La maggioranza delle persone, per dire, a fare le stragi degli anni 90 non ci avrebbe nemmeno pensato …

    Quindi rappresenta (per me) la parte peggiore del paese, e se mi mettessi a elencarne i difetti ci vorrebbe un’ora.

    Però lo voglio anch’io presidente (spezzo una lancia sulla sua schiena), per il semplice fatto che le candidature alternative fanno schifo ad altissimo livello e farebbero comunque del loro peggio per il paese e del loro meglio per i loro padroni … allora preferisco un impresentabile totale, talmente squallido da risultare comico, e che ogni volta che decide qualcosa di negativo per il paese sarebbe ovvio o almeno chiaro ai più (una piccola parte di irriducibili gliela concedo), anche se in tv tenterebbero di tutto per rivendercelo come integerrimo, al di sopra delle parti ecc ecc, tutto il repertorio presidenziale classico.

    Silvio for president, mi associo.

    Piace a 1 persona

    • Mi associo sarcasticamente anch’io, ma giusto perchè sarebbe una sonora pernacchia a quell’Europa che da un decennio ci impone o tenta di imporci a colpi di spread e debito i vari Monti, Draghi, le politiche di austerity, il MES, i governi tecnici e tecnicamente dittatoriali, la sospensione a tempo indeterminato della Costituzione ed il commissariamento della democrazia.
      Come quando, per far dispetto alla moglie che se la tira, la si tradisce con una cessa.

      Piace a 2 people

      • Hai ragione Feankie, senza l’Europa staremmo meglio, soldi ed opportunità per tutti, come in passato all’epoca dei pensionati baby e del debito pubblico che schizza alle stelle.

        Evviva il sovranismo, soprattutto se ladro come quello italici, del resto non siamo un Paese di ladri e mafiosi?

        Il sovranismo diminuusce il potere dell’Europa sull’Italia ed aumenta il potere dei politici italiani, non dei cittadini italiani.

        Essere sovranisti non è tanto opporsi ai politici europei ma fiancheggiare i politici italiani, i ladroni che hanno spolpato tutto.

        Non stai in buona compagnia.
        Meglio una Merkel che un Dell’Utri.

        "Mi piace"

      • Quien sabe?
        La differenza fra Dell’Utri e i mandanti della Merkel è la stessa che c’è fra una una rapina a mano armata ed un furto con circonvenzione di incapace

        "Mi piace"

  4. Grandissimo Prinzivalli!! Silvio è l’essere che rappresenta più l’Italia al mille per mille!!! “Tanto nella merda ci siamo già almeno affogheremo ridendo” fantastica!!! Per fortuna che Silvio c’è

    Piace a 1 persona

  5. Anch’io Papi for president.

    Pensate quando andrà in visita all’estero con la Fascina, che tutti scambieranno per la nipote.

    A proposito: ma non stava male fino all’assoluzione?

    Piace a 1 persona

  6. Si dimentica qui il discorso del presidente della repubblica alla prossima festa della fi.. cioè della donna, l’otto marzo 2022. Ce lo invidierebbero da tutto il mondo!

    Piace a 1 persona

  7. Mi chiedo chi frequenti il sig.Prinzivalli. L’italiano che ha descritto è solo un delinquente o un colluso, un corrotto/corruttore come ne esistono, a milioni, in tanti altri Paesi. Quanto alla fogna politica nazionale, si guardi alla Svezia dove il primo governo guidato da una donna, la sig.ra Andersson, è durato 7 ORE.

    "Mi piace"

    • Signor Paolo, un delinquente no, ma un furfantello sì.
      Poi ci sono tutti quelli accomodanti col primo tipo e poi il resto (la maggior parte) di persone perbene tra cui lei, che inorridisce al pensiero del primo.
      Non ci credo che la descrizione di questo italiano medio (e mediocre) le suoni tanto estranea.

      "Mi piace"

  8. Ho scritto altrove che Berlusconi a mio avviso non diventerà mai PdR. Ma l’ottimo Prinzivalli fa una riflessione provocatoria eccellente. Al netto delle tante ( ma minoranza) persone perbene ce lo meriteremmo Berlusconi Presidente della Repubblica. Io comunque il cabaret di altissimo livello che potrebbe mettere in scena il Caimano in quella veste me lo godrei alla grandissima. Non avrei più bisogno di Crozza per scompisciarmi. E se le Istituzioni, lo Stato, la Politica, l’umanità stessa non sono e non è una cosa seria, beh fatemi ridere. Fa buon sangue.

    Piace a 1 persona

  9. Quel cittadino italiano di cui Berlusconi sarebbe la maschera, come un arlecchino in teatro, è già stato rappresentanto egregiamente da Alberto Sordi negli anni del Dopoguerra. Quel tipetto codardo ce lo siamo -per fortuna- lasciato alle spalle. Perciò non apprezzo la provocazione di Prinzivalli, il quale a mio avviso, a forza di insufflare aria nella mummia pur in modo ironico, pare dar ragione a certi azzurri sostenitori. Meglio non scherzare col fuoco … meglio firmare l’appello del FQ.

    "Mi piace"

  10. Si,si , siamo coerenti sino in fondo…20 di Berlusconismo non si può concludere con una condannna sacrosanta,ma con la promozione a Presidente della repubblica delle Banane.
    Oramai siamo conosciuti al mondo come mafiosi,voltagabbana,opportunisti,ladri e intrallazzatori.
    Con B. alla presidenza prendiamo due piccioni con una fava:
    Draghi rimane alla spartizione del Recovery,dopo di che si andrà ad elezioni e con il delinquente alla Quirinale,la destra potrà governare tranquillamente con i voti favorevoli del PD e Italia morta…. e gli italiani? Si gratteranno la rogna voluta.
    PS; si ritornerà alle ideologie e ai vecchi partiti per far credere agli italiani che le cose sono cambiate,cabieranno i musicanti ma lo spartito sarà sempre lo stesso…già Draghi lo sta dimostrando…hanno trovato le briciole per non intaccare le rendite d’oro,non si sa dove li hanno trovati,ma tanto basta dirlo per far tacere i contestatori….. hahahha…. grandi ladri!

    "Mi piace"

  11. Ricordatevi di Nanni Moretti 15 anni fa:

    BERLUSCONI COMUNQUE HA GIA’ VINTO, perché ci ha cambiato la testa (il Caimano, film osteggiato dalla sinistra perché ‘faceva vincere Berlusconi’)

    "Mi piace"