Guardare programmi in streaming sta diventando estremamente difficile e costoso

(Study Finds) – Al giorno d’oggi non mancano le opzioni quando si tratta di televisione e streaming. La maggior parte di questi servizi offre contenuti esclusivi a una tariffa mensile conveniente, ma basta abbonarsi a più di uno e il costo può aumentare rapidamente. Secondo un nuovo sondaggio più di due americani su cinque (il 44%) hanno intenzione di cancellare almeno uno dei loro abbonamenti TV nei prossimi sei mesi a causa di problemi di budget.

L’indagine sull’indice di spettatori TV include i dati di 1.200 adulti americani attualmente abbonati ad almeno un servizio TV. In tutto, la persona media guarda sette ore di TV ogni settimana. Più di un terzo (35%) ammette di essere incollato al proprio schermo per oltre sette ore settimanali.

Mettendo da parte per un momento le preoccupazioni finanziarie, il sondaggio rileva anche che la maggior parte degli americani (86%) ha aggiornato la propria postazione acquistando una nuova TV nell’ultimo anno. In effetti, una buona esperienza di visione della televisione è così importante per gli americani che il 64% ha acquistato nuovi articoli per la casa, come i mobili, solo per migliorare la propria postazione.

Quattro americani su cinque hanno anche acquistato almeno un dispositivo di streaming, come Roku, Amazon Fire Stick o Apple TV. Il 59% si abbona a più servizi TV o streaming oggi rispetto all’anno precedente, con il 44% che è abbonato a quattro o più servizi.

Allora, perché così tanti stanno pianificando di annullare gli abbonamenti? La maggior parte (80%) per via dell’aumento dei costi dei servizi. Allo stesso modo, lo stesso numero concorda sul fatto che semplicemente non apprezzano abbastanza il contenuto o che il loro programma preferito non è più disponibile. Tre intervistati su quattro affermano di aver avuto troppi problemi tecnici con i propri dispositivi di streaming, mentre due terzi ritengono che il prodotto sia troppo difficile da usare o da navigare.

Molti spettatori stanno però diventando creativi pur di continuare a guardare i loro programmi preferiti. Un buon 55% sfrutta regolarmente periodi di prova gratuiti e un altro 48% condivide/scambia le informazioni di accesso con amici e familiari. Altri (48%) hanno ridotto la spesa in altre aree della loro vita per continuare lo streaming e il 54% ha tagliato completamente il cavo.

«L’accesso alla TV non è più solo bello da avere, è un’urgente necessità per ogni americano di rimanere aggiornato su notizie e informazioni critiche. Il problema è che guardare questo programma sta diventando estremamente difficile e costoso, ma non deve essere così», afferma Richard Schneider, CEO e fondatore di Antennas Direct e Mohu, in una dichiarazione.

Le opzioni sembrano essere al centro del gioco, visto che il 74% degli americani intervistati si abbona a più servizi TV per godersi più contenuti. Un altro 78% si è abbonato a un servizio di streaming solo per guardare un programma in particolare. Circa quattro su cinque segnalano anche la cancellazione di un servizio a causa della mancanza di opzioni di visualizzazione.

La principale rivalità in gioco qui è il cavo contro lo streaming, ma molti intervistati (63%) affermano che stanno diversificando i contenuti abbonandosi ad entrambi. Milioni di persone si affidano ancora ai notiziari locali (54%) e nazionali (46%), che si possono trovare solo sulla TV tradizionale. I servizi di streaming, invece, sono preferiti quando si tratta di film (57%) e programmi TV (50%).

Categorie:Cronaca, Inchieste, Media, Mondo

Tagged as: , , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...