Il certificato verde ce lo porteremo fino all’inizio dell’estate

(Paolo Russo – la Stampa) – A parlare di quarta ondata ora, con gli ospedali lontani anni luce dalla pressione alla quale erano stati sottoposti in passato, c’è da passare per menagrami. Ma che il virus stia rialzando la testa lo dicono oramai inequivocabilmente i numeri. E per questo il governo pensa non solo di prorogare fino a inizio estate l’obbligo di Green Pass nei luoghi di lavoro e in quelli dello svago, ma anche di accelerare il più possibile con la terza dose.

Perché la ripresa dei contagi tra i vaccinati over 80 e i sanitari, anche loro immunizzati della prima ora, stanno lì a dimostrare che evidentemente qualche falla si sta aprendo nella barriera alzata dai vaccini nei primi mesi dell’anno. Ieri ci si è avvicinati al muro dei cinquemila contagi, per l’esattezza 4.866, che sono mille e cento in più di quelli conteggiati il giovedì della settimana scorsa, mentre i morti sono 50, non proprio un numero trascurabile. Ma il trend lo ha fotografato bene il report settimanale della fondazione Gimbe.

Dal 20 al 26 ottobre si è passati da 17.870 a 25.585 casi, pari a un aumento del 43,2%. L’incremento potrebbe essere imputato al forte aumento dei tamponi di chi non vaccinandosi ha comunque bisogno del Green Pass. Ma le due curve non stanno marciano parallelamente, perché a ridosso del 15 ottobre, giorno dell’entrata in vigore dell’obbligo, i test facevano boom ma i contagi continuavano a scendere, mentre ora risalgono anche quando l’altalena quotidiana dei tamponi plana verso il basso. E poi che il virus minacci un colpo di coda lo indicano anche i ricoveri, aumentati del 7,5% rispetto alla settimana scorsa.

Anche se il maggior numero di letti occupati in più è tutto nei reparti di medicina (+181), mentre almeno per ora nelle terapie intensive si può annotare ancora un piccolo calo (-14). Merito probabilmente dei vaccini, che riducono drasticamente il rischio di evoluzione grave della malattia, anche quando diminuendo la reattività del sistema immunitario non riescono più a proteggere appieno dal contagio. Ma c’è anche da dire che nelle epidemie – e questa non fa eccezione – solitamente si vedono salire prima l’Rt, poi i contagi, poi ancora i ricoveri ordinari e a seguire quelli nelle terapie intensive, per finire con i decessi.

Tutte le regioni al momento sono comunque ampiamente al di sotto delle soglie di sicurezza del 15% di letti occupati nei reparti di medicina e del 10% in quelli di terapia intensiva. Anche se in qualche area del Paese i ricoveri iniziano a salire più che altrove. In Alto Adige, dove è vaccinato solo il 66% della popolazione, contro una media nazionale del 75,1%, i ricoverati Covid in terapia intensiva sono il 6% contro la media del 4% e nei reparti ordinari si è al 9% contro il 5% nazionale. E l’incidenza dei casi settimanali ogni 100 mila abitanti è volata a 101,9, ben al di sopra della soglia di sicurezza di 50, sopra la quale l’attività di contact tracing inizia ad andare in affanno, con il rischio di veder trasformare in incendi i singoli focolai.

A Trieste, dove si sono fatte più manifestazioni No Vax che vaccini, l’incidenza dei casi è addirittura balzata oltre quota 150, mentre nel Friuli Venezia Giulia è al 96,7, con una percentuale di vaccinati (73,1%) di quasi due punti sotto la media nazionale. Male con le vaccinazioni vanno anche Calabria (68,9% di immunizzati), Sicilia (68,5%), Valle d’Aosta (70,4%) e Campania (71,5%). A eccezione della Valle d’Aosta, dove l’incidenza dei casi è al 23,2, tutte le altre sono sopra la soglia di sicurezza di 50. Segno che una correlazione tra aumento dei casi e popolazione refrattaria a vaccinarsi c’è.

Per questo il governo è sempre più intenzionato a prorogare e di molto l’obbligo di Green Pass, in modo da scoraggiare chi pensava con una spesa di 200 euro al mese in tamponi di resistere ancora da qui al 31 dicembre, quando senza interventi normativi l’obbligatorietà andrebbe a scadere. E allungare i tempi del Green Pass alla soglia dell’estate sarebbe anche da sprone per over 60 e fragili, che ancora fanno resistenza a mettersi in fila per la terza dose.-

42 replies

  1. Demistificare la Propaganda di regime ( e di sgoverno, a “reti unificate”…) di butaclax sui vaccini con autorizzazione Condizionata ( “sperimentali”) , Stimolare i Senso Critico contro i fideismo indotto dalla Propaganda predetta :

    "Mi piace"

    • Troll Ennio, Studia (!!), Ma non nella latrina Mistificatoria del butaclax , e manco dal youtuber Polemico sgrammaticato, e maccheronico , che manco si ricordava in che libri studiato la sua sIenSSa, anche denigratoria degli altri.

      Studia ( visto che Non devi lavorare da quel che si intuisce…)!!

      "Mi piace"

      • Ciao latrina infame, stessa persona stessi contenuti. Prego, informa il pisquano che da me si becca la qualifica di fregnacciaro.

        Ripeto: fregnacciaro.

        "Mi piace"

      • Ma tra i tuoi nik multipli , perché non ti metti mai il Nik più realistico tipo ER PATACCA, che si beve avidamente il butaclax ?

        "Mi piace"

      • Studia, che poi magari riesci a trovarti un lavoro più serio, rispetto allo spammatore di fregnacce della Tua sienSSA .

        "Mi piace"

    • Coap ladro di stipendio infame, queste sono notizie gia’ smentite da BUTAC e soprattutto insiste colla storia della bassa infettivita’, argomento farlocco gia’ ben illustrato da Cattivi Scienziati, BUTAC e poi qui:

      Piace a 1 persona

      • Ahaahhahhha… dico ma almeno gli ha insegnato a parlare con un minimo di liguaggio tecnico, o spara le solite fregnacce click bait, in un italiano volgare e maccheronico da studente modello della CEPU ?

        Ma che lavoro fa e dove lo fa sto lavoro, sto youtuber Polemico dallo scarso seguito,tolti i Tuoi 5000 nik multipli?

        Fa il portinaio alla CEPU, e da lì dispensa le sue “””perle di saggezza” Maccheroniche, nei momenti di noia ?

        "Mi piace"

      • Ha gli occhi parecchio affossati il Polemico youtuber con scarso seguito ( sono i tuoi 5000 diversi Nik ?) , è per caso un segaiolo anche maccheronico che ciancia su youtube perchè Non gliela danno?

        "Mi piace"

      • Nel video, dopo aver detto che il suo canale “è piccolo” ( Ma Perchè ???) chiede un dibattito con Montanari, che manco lo ha cagato di striscio ( Ma perchéééé, mondo infame ???)… interessante monologo ( pratica pure autoerotismo, di frequente ?) polemico…

        Ad occhio, questo non è che non gliela da nessuna, questo non se lo caga Proprio nessuno, salvo Tu con le tue 5000 varianti di nik Multipli ( più delle varianti del virus…)….

        "Mi piace"

    • Ho letto l’articolo e concordo pienamente….,ma aggiungo un aspetto poco “enfatizzato” in generale,che quando si introduce un “nuovo farmaco” in modo massivo si dovrebbe avere la precauzione di attuare una sorveglianza “attiva” di tutti i possibili effetti collaterali (sorveglianza attiva per l’appunto),ma invece hanno scelto la misera “sorveglianza passiva” (passiva già dice tutto…) e questo è dimostrazione di scarso interesse per le eventuali conseguenze è il sempre eventuale riconoscimento di danni materiali,fisici,psichici,ecc, e di eventuali eventi ripetuti che sarebbero rilevati in un regime di “sorveglianza attiva”….

      Saluti

      "Mi piace"

      • Ennio
        29 Ottobre 2021 alle 21:09

        Salve, ma siete scemi a scrivere questa roba? Come e’ possibile che Anna continui a contribuire in una testata digitale che va a pescare una notizia di ricerca da una fonte come quella da voi citata che con la medicina non ha nulla a che fare.

        A parte che il titol sembra ispirato da una pubblicita’ di detersivo, chiunque abbia scritto il pezzo non ha fatto il suo dovere; la testata esiste dall’anno scorso e basta, ha pubblicato titoli che non sopno di ricerche ma di veicoli per opinioni. Cribbio, guardate qua branco di pisquani:

        Inaugural Issue Vol. 1 No. 1 (2020)
        COVID-19 Vol. 1 No. 2 (2021)
        Epidemic NCDs Vol. 2 No. 1 (2021)

        E poi questi documenti:

        "Mi piace"

  2. Receipt of HPV Vaccine Associated with Increased Prevalence of High-Risk HPV Infections Gayle Delong

    Worse Than the Disease? Reviewing Some Possible Unintended Consequences of the mRNA Vaccines Against COVID-19 Stephanie Seneff, Greg Nigh

    Vaccine Practice Payment Schedules Create Perverse Incentives for Unnecessary Medical Procedures at What Cost to Patients? James Lyons-Weiler, Paul Thomas

    Messianic Mad Men, Medicine, and the Media War on Empirical Reality Discourse Analysis of Mainstream Covid-19 Propaganda
    Daniel Broudy, Darwin Hoop

    SOLO COME ESEMPIO!!! Stephanie Seneff si occupa di inquinamento ambientale e impatto, ad esempio, dei glicofosfati – https://stephanieseneff.net/ – e poi si mette a parlare di cose che non le competono – https://vaxopedia.org/2017/07/28/who-is-stephanie-seneff/
    Insomma, sembrate dei puttanelli da troll, e se lo siete, forse e’ per questo che vi leggono in quattro gatti come quell’infame dell’Anonimo.
    COME E’ POSSIBILE CHE ANNA LOMBROSO ACCETTI DI UNIRE LA PROPRIA FIRMA A DEGLI SCARTAFACCI DEL GENERE!

    "Mi piace"