Il P.U.N. e il suo duca

(Andrea Zhok) – Per chi non avesse ancora capito la situazione, Mario Draghi è la Troika, entrata da noi su gentile invito, che ora sta governando con un supporto plebiscitario di partiti che costituiscono a tutti gli effetti un Partito Unico Neoliberale.

E’ importante capire che questa NON è un’iperbole.

L’agenda che unifica il 100% dei partiti in parlamento (nella misura in cui hanno un’agenda, molti sono là semplicemente perché aspettano il 27 del mese) è legata ad un’idea di Stato il cui unico compito è di ottimizzare le funzionalità di mercato e di introdurre meccanismi di mercato dove ancora non ci sono (e questa è la definizione di stato neoliberale).

Secondo la classica definizione di David Harvey: il Neoliberalismo è “una teoria delle pratiche economico-politiche che propone che il benessere umano sia promosso al meglio liberando iniziative e capacità imprenditoriali individuali, entro una cornice istituzionale caratterizzata da forti diritti di proprietà privata, liberi mercati, e libero commercio. Il ruolo dello Stato è di creare e preservare una cornice istituzionale appropriata a tali pratiche. Lo Stato deve garantire, ad esempio, la qualità e integrità della moneta. Deve anche disporre quelle strutture e funzioni di natura militare, difensiva, poliziesca e legale richieste per assicurare i diritti di proprietà privata e per garantire, con la forza se necessario, il funzionamento adeguato dei mercati. Inoltre, se mercati non esistono (in aree come la terra, l’acqua, l’educazione, la sanità, la sicurezza sociale o l’inquinamento ambientale) allora essi devono essere creati, con l’azione dello Stato se necessario.

“In questa visione il funzionamento dei mercati è il Bene. Il resto della società, dell’ambiente, dell’umanità, del mondo sono strumenti secondari da adattare al perseguimento del Bene.

Lo Stato può intervenire, anche duramente, ma solo come funzione ausiliaria per manipolare gli strumenti utili al perseguimento del Bene.

Il PNRR è una grande manovra di condizionalità, simile a quelle che hanno operato per decenni nel Terzo Mondo, manovrate allora dal Fondo Monetario Internazionale o dalla Banca Mondiale (ora dall’UE): soldi, prevalentemente nella forma di prestiti a interessi bassi, in cambio di riforme che facilitino l’esercizio della sovranità da parte dei mercati. Con assoluta regolarità questo tipo di riforme conduce ad un ulteriore allargamento della forbice sociale tra abbienti e non abbienti (che coincide in sempre maggior misura con la differenza tra la minoranza di chi vive di capitali fruttiferi e la maggioranza di chi vive del proprio lavoro). Tutto ciò in Italia viene portato a termine con il sostegno totale di tutti i poteri che contano (Confindustria, Media, Parlamento), da un capo del governo che non risponde a nessuno (non almeno in Italia), e che reagisce tra lo stizzito e l’annoiato a qualunque atteggiamento che non sia un solerte battere i tacchi.

Gli stessi partiti, nella misura in cui avessero qualche dubbio, sono ricondotti all’ordine dalla minaccia delle dimissioni del Salvatore (con tacita minaccia di un riacutizzarsi dello spread) e con il timore di venire distrutti mediaticamente se dovessero ostacolare il lavoro dell’Unto del Signore.

Qui sotto, per chi si stupisce dell’attuale discussione sulle pensioni, le raccomandazioni del PNRR.

E a chi parla di “dittatura” rammento che non è esatto: le dittature storicamente note, magari all’estero, un’opposizione ce l’avevano.

47 replies

    • La potresti piantare di romperci i coglioni con i tuoi cxxi di commenti e video ! Ci hai scassato i coglioni e spero che Infosannio intervenga poiché stai intasandoci i suddetti ! Piantala ! Tanto nessuno ti legge piu !!! Mister ? ! Sarà tornata la Bestia ai domiciliari o chi per lui ? Sei persino piu molesto della Bruna . .. o forse siete gli stessi!

      Piace a 2 people

  1. Mi ha colpito di brutto l ‘ultimo periodo, la dittatura una opposizione c’è l ‘hanno sempre, in questo scarcagnato caso è inesistente.

    "Mi piace"

  2. Vorrei portare alla vostra attenzione il fatto che queste cose Anna Lombroso le dice da prima che il signor Zhok prendesse la patente.

    "Mi piace"

  3. Sei proprio un infame. Anna scrive qui.

    Sul Simplicissimus scriveva fino a qualche tempo fa ma tutto quello che porta la sua firma e’ sciroppato da qui.

    SEI PROPRIO UN PUTTANO INFAME.

    Avanti, ti chiami forse Davide Coen?

    "Mi piace"

    • No, ma postavo fra i tanti, i link suddetti seguenti a mie commenti o precedenti a mie commenti, per descrivere la deriva Autoritaria di questo disgraziato Paese, il sito de’ ilsimplicissimuss esiste da Almeno (!) 10 anni e lì da almeno 10 anni ha scritto la Lombroso con la quale ho avuto svariate polemiche ma anche “scambi di idee” sui generis…

      "Mi piace"

  4. Si può vedere (Il il destino dell’italia che “prevedevo” tipo 4 anni fa e postavo sto video su ilsimplicissimuss…):

    "Mi piace"

  5. Che fai? Ti masturbi?

    E’ chiaro che non sei quella persona, la scrittura e’ diversa, la logica e’ diversa. Mo’ siccome ti sei messo a fare l’Anonimo mica puoi pretrendere di essere la stessa persona. Qualunque idiota puo’ notare la differenza, figurati un non idiota.

    E questo vuol dire, tu pretendendo di essere creduto, che vali niente pure come idiota.

    "Mi piace"

  6. Infosannio , please! Potete trovare una soluzione a questo mr ? Che intasa il normale scambio di messaggi con video e commenti piu che spesso inadeguati! Oramai ci eravamo abituati ad ignorare la Bruna! Ma questo nuovo personaggio sta diventando davvero molesto ! Grazie

    Piace a 2 people

      • Vorrei aggiungere che l’eccessivo e, riconosco, inopportuno profligavit di contestazione e dovuta osservazione critica sulla fallibilita degli altri (insulto) sono frutto di unas dolorosa scelta alla quale sono stato obbligato dalla inefficenza delle salvaguardie insite nella predisposizione di questo WordPress (ovvero: l’algoritmo non e’ “tarato” bene). Basterebbe che i contenuti identici non siano permessi. Potete chiedere al vostro antennista di fiducia, e’ tutto gia’ compreso nel pacchetto ma bisogna lavorarci un poco di lima.

        Ad ogni modo, credetermi, la suddetta scelta e’ stata davvero sofferta, quanto a malincuore! Massi’, sono sicuro che mi credete…

        Piace a 1 persona

      • Ennio, conosco te e capisco il tuo scopo.
        Ma l’assoluta protervia di questo troll e la sua incredibile capacità di rivoltare la frittata, mettono chiunque scenda al suo livello nella condizione espressa dal famoso detto: “non metterti a discutere con un idiota, chi assiste potrebbe non notare la differenza…”
        Specie se è idiota anche lui, aggiungo io… perché chi frequenta questo blog dovrebbe avere gli strumenti per distinguere un commentatore “storico” e serio (per quanto spesso criptico😉) da un troll della peggiore specie…
        Io ad Infosannio, invece che impedire i doppi post (aggirabile con vari espedienti), chiederei piuttosto di bloccare gli elementi che spammano disinformazione a manetta e invadono il blog in modo ossessivo.
        Questo/a è pure più odioso/a della Gazzella.
        Inoltre, capisco (ma neanche tanto) il consentire l’invio di sporadici POST a gente “di passaggio”, ma, specie a simili disturbatori alieni e dopo un certo nr di post, 0si dovrebbe richiedere almeno di essere “ISCRITTI”, fornendo la email.
        Altrimenti, via… pedalare.
        Ps visto come la pensa(si fa per dire) sui migranti? (giusto quei commenti ho letto… di tutti gli altri suoi link, non ne ho aperto uno)
        Il più becero leghismo da 4soldi. 🤮

        Piace a 1 persona

  7. Infatti non se ne può più: sono trolls che servono a sviare l’ attenzione riguardo ad un argomento e buttarla in caciara. Infatti ben presto la discussione (si fa per dire) si riduce a due o tre soggetti, sempre gli stessi.

    Per tornare a noi. Notato l’ ordine con cui Biden ha organizzato la visita di stato da noi? Prima dal Papa (e la più lunga), poi da Mattarella, poi dal “sottoposto” Draghi. E nel frattempo un incontro con Macron, ma sempre in Vaticano.
    Siamo ancora ai tempi del Papa Re, anzi, imperatore. Con la gestione della pandemia in mano alla sanità privata e ciellini nei ministeri più sensibili.
    Teniamolo a mente.

    Piace a 1 persona

  8. UNA PAROLA AL GIORNO: PROTERVIA. Viviana Vivarelli.

    C’é una parola che si attaglia a questa gentaglia che tiene sospeso il Paese fuori da ogni democrazia, fregandosene delle sofferenze e dei bisogni di tutti, come se questo non fosse il loro Paese ma una terra da nessuno da svendere o saccheggiare, ed è la parola “PROTERVIA”.
    E’ una parola tutta italiana che non ha sinonimi né è traducibile in una lingua straniera.
    Indica l’altezzosità prepotente della canaglia che ci comanda, la sua superbia, boria, sfrontatezza e insolenza. La sua disumanità assoluta, come se una invasione aliena avesse messo sotto malefizio 60 milioni di Italiani e li avesse addormentati come nella fiaba, in un ginepraio di rovi da cui è impossibile uscire.
    E’ una parola che riporta a una cattiveria profonda, incarnata, arrogante, non emendabile, la sfacciataggine spudorata di chi è attaccato al male e si crede, in virtù di quello, di poter schiacciare gli altri.
    A questa protervia si devono tutte le leggi e riforme di Berlusconi di Monti, di Renzi, che hanno sempre più affossato il Paese togliendo ai cittadini valori, tutele, futuro. A questa protervia si rifanno le riforme e le leggi di Draghi, in centinuità peggiorativa con quelle, che fa da solo, in totale autonomia, senza consultare nessuno, presentandole ai suoi Ministri pochi minuti prima dell’approvazione obbligata o al Parlamento con una fiducia che ormai danno come ciechi e insani, calpestando i più elementari principi della democrazia che vieta che tutto il potere sia nelle mani di uno solo in assoluto. Ma questo è. E non lo nota nessuno, mentre la plebaglia si scanna tra No Vax e Pro Vax o in altre divisioni pretestuali e inutili come quella pro o contro Di Battista, espedienti demenziali per dividere gli idioti.
    A questa protervia si deve il patto infame del Rosatellum che, pur di non far vincere il M5S, ha creato artificiosamente un sistema elettorale talmente fallace che prevedeva tre sole possibilità: o l’inciucio infame e contro natura di partiti che si odiano, o l acessione di ogni potere a uno solo, col che si esce dalla demcorazia, o nessun Governo possibile.
    A quella protervia si attaccano quei renzioti stile Martina che hanno la faccia di dire: “Avete vinto? E allora fatelo, un governo! O non siete capaci?”, sapendo benissimo che con la loro legge non solo non avrebbe possibilità di Governo un M5S in Italia, ma nessun partito in nessuno Stato europeo, dove, come in Italia nessuno avrà mai il 50%, il che è come a dire a uno a cui hai tagliato le gambe: “Vuoi camminare! E allora cammina! O non ne sei capace?” A questa protervia si accompagna quella di tanti sciocchi che, se obietti loro qualcosa, ti ribattono:; “E allora candidati! e fattelo da sola il tuo Governo!”
    E dunque con questo schifo di legge che cosa sono stati capaci loro che se la sono fatta su misura? E che ora con quella nemmeno l’opposizione sanno fare!!
    A questo protervia si deve il voto barbaro contro il decreto Zan di ieri come tutti i voti passivi, non discussi, inghiottiti come veleni amari ma indiscutibili che piovono su questo Paese dall’incauto incarico che Mattarella ha dato a Draghi fino a non si sa quando, con poteri pressocché assoluti e un’opposizione imbavagliata, inesistente, traumatizzata, zombizzata, nel peggior spettacolo politico di vigliaccheria e insussistenza dato dai politici italiani negli ultimi 75 anni: un intero Paese consegnato al boia perché ne faccia quello che vuole.
    E intanto i poveri sono sempre più poveri, i giovani sono sempre più precari, i vecchi sempre più abbandonati, i lavoratori sono sempre più disperati e la democrazia si nasconde raminga in qualche anfratto me nessuno sa più cosa sia, cosa è stato o doveva essere perché non gliene frega più a nessuno.
    E’ questo che volevano ottenere? E’ di questo bel risultato che Rosato si andava a vantare in televisione con la sua bella faccia da pirla??

    Piace a 1 persona

  9. Provo solo sgomento, se penso ai sorrisi della tv generalista, alle menzogne intensivamente seminate. alle minacce usate a mò di randello, alla sinistra che pulisce le scarpe al ras del governo, alla destra che parla e non dice, alla stampa mendace, quasi tutta. Uno scientismo imperante, passato per verità irrefutabile, che non chiede pareri ma solo un asservimento totale . Una cancellazione dell’io. Automi felici.

    "Mi piace"

    • Signor Pino, si puo’ concordare in linea generale col la sua disistima dell’idea di “consenso generalizzato” e della pretesa di aver la scienza esatta. Ma lo scientismo al quale lei fa riferimento possiede da tempo, per poter produrre se’ stesso – ovvero: risultati da verificare – strumenti della quale validita’ io e lei beneficiamo ogni volta che purtroppo ne sorga il bisogno. Essendo l’Italia quello che e’ ed essendo il corrente indirizzo al sistema di potere derivato dalle cronache di cui spess qui si discute, sarebbe meglio impegnarsi per incidere sul possibile (inverare il contenuto democratico e parlamentare della Costituzione) invece di contestare il necessario (la presenza di mezzi utili della cui natura io mi fido grazie alle salvaguardie insite in essa, ma non nell’uso che se ne fa – ad esempio la commercializzazione dei ritrovati scientifici).

      "Mi piace"