Storia di ordinario Consiglio dei ministri

(“U Tiradrittu” di Marco Travaglio – Direttore de Il Fatto Quotidiano) – Storia di ordinario Consiglio dei ministri svelata dal Corriere. I capidelegazione dei due partiti più votati, Patuanelli (M5S) e Orlando (Pd), esprimono un sommesso disagio a Draghi per un fatto “mai successo”: devono approvare il Documento programmatico di bilancio “senza che ci sia stato nemmeno distribuito il testo”. A scatola chiusa, come si usa da […]

Categorie:Cronaca, Interno, Politica

Tagged as: , ,

47 replies

  1. U Tiradrittu

    (di Marco Travaglio – Il Fatto Quotidiano) – Storia di ordinario Consiglio dei ministri svelata dal Corriere. I capidelegazione dei due partiti più votati, Patuanelli (M5S) e Orlando (Pd), esprimono un sommesso disagio a Draghi per un fatto “mai successo”: devono approvare il Documento programmatico di bilancio “senza che ci sia stato nemmeno distribuito il testo”.
    A scatola chiusa, come si usa da quando fu posta fine al “vulnus democratico” di Conte e tornò la democrazia con Draghi.
    Poi Franceschini chiede di rifinanziare il bonus per le facciate. Il premier lo gela: “Le risorse sono finite, se no il sistema salta”. Franceschini fa notare che il Consiglio dei ministri si chiama così perché è un organo collegiale che prima discute e poi decide: “Le riunioni di governo servono proprio a costruire un compromesso”. Ma Draghi, abituato a Bankitalia e alla Bce, dove lui decideva e gli altri obbedivano, stronca sul nascere la rivolta di Spartacus “visibilmente infastidito”, con un perentorio “Eppoi basta”.
    Il Corriere, per nulla scandalizzato dalla trasformazione del Consiglio dei ministri in Gran Consiglio del Draghismo, censura il pigolio di Franceschini come pericolosa “curvatura politica”: come si permette un politico, per giunta ministro, di fare politica?
    Se i commessi di Palazzo Chigi cercano negli archivi, potranno affiggere sul portone uno di quei bei cartelli che campeggiavano negli uffici pubblici quando c’era Lui: “Qui non si fa politica: si lavora”.
    Nel 1929 l’Unione Fascista degli Industriali pubblicò un libretto di istruzioni: “Qui non si fanno previsioni né discussioni di alta politica o di alta strategia. Si lavora”. È quel che dice anche il presidente democratico degli industriali Carlo Bonomi al Corriere: “I partiti non capiscono, stanno assediando il premier. Ognuno dà battaglia per la sua bandierina: un partito per le pensioni, un altro per il reddito di cittadinanza, un terzo per qualcos’altro”.
    Orrore: i partiti fanno politica, ovvero ciò per cui sono stati votati. Dove andremo a finire. Già che ci siamo, insieme a Forza Nuova, perché non sciogliamo pure gli altri partiti?
    Per fortuna la stampa libera disperde subito con gli idranti i frenatori dell’aratro che traccia il solco e della spada che lo difende. Repubblica: “Draghi tira dritto”. Riformista: “La svolta di Draghi: prima decidere, poi tirare dritto”.
    Il copyright è del Duce, che l’8 settembre 1935, dal balcone di Palazzo Venezia, replicò “Noi tireremo diritto!” alla Lega delle Nazioni che sanzionava l’Italia per la guerra d’Etiopia. Ne nacque anche una canzoncina: “Noi tireremo diritto, se pur la Lega ci taglieggia il vitto.
    Questa è l’Italia: un popolo poeta: crede e combatte, fisso alla sua meta, ed obbedisce, se obbedir non è viltà”. Ma che andate a pensare: quella era una dittatura.

    Piace a 8 people

  2. Spezzeremo le reni alla Grecia!
    Ah no, anche questo è già ri-avvenuto
    È incvedibile quanto anti-fascisti ci siano oggi, a sosteneve in manieva complice questo scempio

    Piace a 2 people

    • ma QUESTO è anche il famigerato, inutile, vessatorio green pass. Questo è il tam tam perenne sui vaccini non obbligatori ma fortemente consigliati con prima, seconda, terza dose, ma QUESTO è un governo ossequiato dalla stampa, quasi tutta, ma Questo mena gli operai e ha paura di forza nuova, ma QUESTO ha trasformato i cittadini in sudditi.

      "Mi piace"

      • “ma QUESTO è anche il famigerato, inutile, vessatorio green pass.”
        Secondo il tuo illuminato parere.
        Non il mio, né quello della grande maggioranza degli italiani.

        "Mi piace"

  3. Continuo a dire: anzichè “pigolare”, perchè non lo sfiduciano? Se il m5stelle in questa occasione si “alleasse” con Salvini e Meloni più LEU e “scontenti” vari che riempiono i media di distinguo e poi votano la qualunque…
    Ma il m5stelle non era quello “nè di destra nè di sinistra ” che straprometteva di guardare nel merito delle proposte votando ciò che ritenesse utile senza guardare “chi” lo proponeva?
    Non è per questo che è stato votato, o per essere la stampella indispensabile alla resurrezione del “partito di Rignano”?
    Farsi la domanda, ecc…ecc…

    Piace a 1 persona

    • Prima di tutto perché siamo in pieno semestre bianco e le camere non si possono sciogliere, per cui uno strappo adesso sarebbe perfettamente inutile, poi per una banale questione numerica. Come ci ricorda la caduta del Conte-2, le alternative per raggiungere la maggioranza assoluta sono solo 2: M5S + Pd + Mr. 2percento, oppure M5S + Lega, entrambe impraticabili perché i due Matteo sono con Draghi (Renzi è uomo di Confindustria tanto quanto Draghi, Salvini parla tanto ma quando si tratta di passare ai fatti ha sempre chinato la testa).

      Piace a 2 people

      • Ennio, Bersani è articolo1, con Fratoianni di SI=LEU.
        Ti sembra che sia bastato, a febbraio? 😖
        Come non basterebbero affatto m5s +Lega, visto che la lega ha preso anche meno voti(quindi seggi) del PD.
        Ma poi FI e centrini vari, e pure il Pd, per Draghi si svenano, in linea con Confindustria, leghisti compresi.
        Tutto ciò non tenendo conto del semestre bianco, come giustamente ricorda Jonny, e del fatto che Conte è troppo responsabile per fare una simile mossa inutile.

        Piace a 1 persona

      • Ennio, Bersani è articolo1, con Fratoianni di SI=LEU.
        Ti sembra che sia bastato, a febbraio? 😖
        Come non basterebbero affatto m5s +Lega, visto che la lega ha preso anche meno voti(quindi seggi) del PD.
        Ma poi FI e centrini vari, e pure il Pd, per Draghi si svenano, in linea con Confindustria, leghisti compresi.
        Tutto ciò non tenendo conto del semestre bianco, come giustamente ricorda Jonny, e del fatto che Conte è troppo responsabile per fare una simile mossa inutile, in questo momento.

        "Mi piace"

      • A proposito di commenti doppi… non ricordavo di averlo già inviato e, avendo aggiunto 3 parole è ripartito.
        Visto, Ennio? 😏

        "Mi piace"

      • Caro Jonny,
        ma il fatto che non si possano sciogliere le camere non vuol dire che il CDM debba durare 20 minuti. Non vuoi togliere la fiducia al governo? Va bene, ma non può essere che l’unico pigolio sia della lega.

        Piace a 3 people

      • Forse tu puoi, a me dopo la prima modifica non ha pubblicato piu’, anche con altri innesti. L’ho provato ieri.

        "Mi piace"

  4. Ma travaglio sponsorizza Conte senza se e senza ma e Conte sponsorizza Draghi senza se e senza ma ,allora anche Travaglio sponsorizza Draghi senza se e senza ma. Quindi anche Travaglio è responsabile e critica se stesso. Poveri noi come siamo messi male .E non si può più nemmeno manifestare pacificamente perché ci sono gli infiltrati ai quali viene permesso tutto dicendo che non si possono fermare prima.

    Piace a 1 persona

    • Antonio, Conte non sponsorizza Draghi, ma il governo d’emergenza che ha sostituito il SUO.
      Anche perché è un signore e non avrebbe mai pestato i piedi, come sicuramente avrebbero fatto altri elementi senza dignità…

      Piace a 1 persona

      • Perdonami, ma come evidente anche dal discorso del tavolino, Conte non aveva (giustamente) nessuna intenzione di farsi da parte, lo ha fatto per le forti pressioni di Mattarella e di chi sopra di lui.
        Il resto (purtroppo) è storia.

        Piace a 2 people

  5. Il marchese del Draghi è messo lì a garanzia da Mattarella e chi ci dà i soldi del recovery, sostenuto da confindustria e poteri marci vari. Nessuno ha le palle per sfancularlo, altrimenti i padroni gli sguinzagliano i cani da riporto. È la solita democrazia dell’italietta, franza o Spagna purche se magna. Poi davanti alle telecamere tutti a far finta di stupirsi e a piangere lacrime di coccodrillo se la ggente s’è rotta le palle di andare a votare per non contare nulla. Tanto lo hanno già deciso e detto, al prossimo giro ci sarà ancora il marchese a ricordarci che lui è lui, e noi non siamo un cazzo.

    Piace a 2 people

  6. Beh?
    Non risulta ci sia nessun obbligo da parte dei nostri rappresentanti nei Consiglio dei Ministri (rappresentanti in quanto nominati dai nostri rappresentanti in Parlamento) di sottostare ai dicktat del Drago.
    Quindi dove sta il fascismo, caro Marco?
    Diciamo che Draghi e Bonomi sfruttano al meglio una situazione politica favorevole ai loro interessi.
    Una situazione che vede i partiti che ci dovrebbero rappresentare e organizzare, che non sanno più neppure loro cosa sono.

    La destra è solo un’accozzaglia di proclami fasciorazzisti appecorata ad un grande furbacchione a capo di un partito messo in piedi unicamente per i suoi interessi di imprenditore dedito al malaffare.
    La Sinistra vede un PD dove a funzionare sono solo gruppi dirigenti fuori controllo, che camminano da soli e senza verifiche di base a causa dell’inesistenza (da anni) di una vita partecipativa del suo elettorato.
    Il partito di Bersani ci prova ma il l’errore di uscire dal PD (e resa a Renzi), non gli è perdonato.
    Il Movimento 5Stelle è stretto dalle sue contraddizioni: diventa una cosa seria con un programma chiaro e un’organizzazione partecipata dal basso o si preferisce crogiolarsi nell’illusione che gli slogan diventino miracolosamente realtà?

    Di fronte ad uno scenario di questo tipo vuoi che Draghi non ne approfitti forzando le regole ma senza mai violarle?

    Ma questa prospettiva similfascista, è colpa di Draghi che lavora per gli interessi che rappresenta o dei Partiti, cioè di tutti noi che abbiamo abdicato dal parteciparvi preferendo stare a casa a ubriacarci di talk show davanti alla scatola magica salvo scaricare qualche frustrazione imprecando su qualche social via telefinino?

    "Mi piace"

  7. Travaglio non ha torto su una cosa: il draghismo è una deriva antidemocratica. Forse non è nemmeno colpa di Draghi ma di chi ne ha fatto un salvatore della patria, un uomo infallibile, l’uomo della provvidenza, come prima si diceva di Conte, e prima ancora di tanti altri, a partire da Lui: gli italiani ce l’hanno nel sangue, quello di pensare che arrivi uno che metterà tutto a posto, quindi bisogna far fare tutto a lui, dargli i famosi pieni poteri e non rompergli.
    pochi mesi fa si sentiva dire che “non c’è alternativa a Conte”, adesso si sente dire che Draghi deve rimanere anche oltre il 2023.
    oltre il 2023? e perché mai? si candida? fa un partito? diventerà leader di una coalizione? pare di no, ma i draghisti e i giornaloni se ne fregano delle più elementari regole della democrazia. loro lo vogliono lì, e di quello che vogliono gli italiani chissenefrega.
    fosse per loro il 2023 nemmeno si andrebbe a votare: si inventerebbero che col PNRR non si può rischiare che vadano al governo quelli sbagliati, che ce lo chiede l’Europa, che c’è l’emergenza, che bisogna finire la campagna vaccinale ecc.: tutte le scuse possibili, pur di evitare che il popolo dica la sua.
    solo ragionando così si può pensare di tenere Draghi oltre il 2023: questi pecoroni italioti li mandiamo a votare, poi ce ne sbattiamo del risultato delle elezioni e facciamo un’altra ammucchiata che tenga Draghi al governo per altri mille anni, a fare quello che comandano l’Europa e Confindustria.

    Piace a 2 people

  8. Giuseppi troppo responsabile, non sia mai che metta in gioco la sua prossima poltrona x ostacolare il rettiliano che sta distruggendo ogni residuo rimasto del fu mv5 stronzi e l’itaglia

    "Mi piace"

  9. Tirare dritto: continuare per la propria strada, senza fermarsi | fig., tendere con decisione verso uno scopo (De Mauro).
    Praticamente si commenta un editoriale di Travaglio su un retroscena del Corriere e un titolo di Repubblica.

    "Mi piace"

  10. “Franceschini fa notare che il Consiglio dei ministri si chiama così perché è un organo collegiale che prima discute e poi decide: “

    Questa frase, cui stento a credere, mi ha profondamente commossa,

    Piace a 2 people

    • 😄😄👍
      …e pensare che questo è uno dei papabili PdR, massimo custode della Costituzione!!
      Me lo immagino tutto tremolante con il ditino alzato fare questa (giusta) osservazione, e poi essere preso per l’orecchio e riportato all’ultimo banco da dove si era alzato, con il perentorio “Eppoibbasta!” 🤣
      Per il resto, che dire? Un CdM veramente di alto profilo e spessore umano prima che politico!!

      "Mi piace"

  11. Secondo me l’Italia è un paese fascista da sempre. Lo erano tutti nel Ventennio, lo erano i “comunisti” al loro interno e nelle loro idee e molti lo sono ancora pur chiamandosi piddini, lo è il renzismo e il candelismo, lo erano i “democristiani” (per non parlare dei socialisti) che si alleavano con la mafia (fascista anch’essa nel DNA), lo è visceralmente la Chiesa e il vangelo che la rappresenta, lo è il mondo dello Sport e lo stilizza perfettamente nei suoi regolamenti, nelle figure arbitrali, nel calcio degli idoli che vengono pagati miliardi, lo è il modello perseverante di famiglia patriarcale immortalata nella pubblicità, lo è da sempre e fortemente il mondo della Scuola che ha eletto, quella “Buona” Dirigenti e caporaletti di giornata per addestrare all’ubbidienza i giovani balilla siano essi alunni o docenti, fatta salva la parentesi decennale degli ipocriti decreti delegati che mai sono stati attivati proprio perché siamo un paese di sangue fascista, raccomandatorio, fondato sulla conoscenza, il pietismo, il favore, l’esaltazione del potente. Le marionette intorno a Fratelli d’Italia scovate da Fanpage sono gli utili idioti di tutti questi mondi che non ce la faranno mai a non pensare fascista, nel condominio, alla circoscrizione, alla bocciofila: “si fa così perché io so’ il presidente. Sennò quella è la porta”. Gli idioti pensano di entrare nella Lega e in Fratelli d’Italia perché pensano che solo qui c’è posto per i fascisti. Lì ci sarà intasamento, ma il posto – vorrei dire loro – c’è ovunque.

    Piace a 2 people

  12. “le alternative per raggiungere la maggioranza assoluta sono solo 2: M5S + Pd + Mr. 2percento, oppure M5S + Lega”

    No, c’è anche quella Centrodestra + Renzi + responsabili assortiti, che è quella che sarebbe nata se Grillo avesse confermato il no a Draghi prima che vedesse la luce con la famosa telefonata.

    "Mi piace"

  13. Quando un uomo solo comanda e tira dritto e non ascolta nessuno e nessuno si oppone, non è democrazia.

    E tutti coloro che per “senso di responsabilità”, o per quieto vivere, o per raccogliere le briciole del banchetto, o per collusione, o per comodità, o perchè hanno altro a cui pensare, gli reggono il gioco e gli rinnovano le fiduce, o gli si oppongono per finta, sono complici, complici, complici.

    Il M5S si è andato volontariamente a schiantare contro un muro, spappolandosi, ma le ragioni sinceramente non le ho ancora capite, e sarei curiosissimo di conoscerle.

    "Mi piace"

  14. Con il debito pubblico che abbiamo, è “normale” che i cittadini e quindi anche i partiti contino poco. Ringraziamo che ancora non siamo andati in default. E’ per questo che c’è Draghi, i poteri forti, confindustria. Abbiamo un debito pubblico che se volessero specularci sopra andremmo tranquillamente a finire come l’Argentina, Congo, Grecia, ecc.
    Ogni mattina ci lamentiamo che ci sottraggono diritti e liberta e il voto non conta ma dovremmo ringraziare che lo stipendio ci arriva le pensioni vengono pagate, gli ospedali funzionano, le illuminazioni nelle strade si accendono, i risparmi li abbiamo ancora in banca …

    "Mi piace"

    • Finalmente un commento sensato e non ideologico.

      Draghi è lì e nessuno lo contrasta perché gli basterebbe una telefonata per fare alzare lo spread di 500 punti in un giorno, o per far mettere sul mercato qualche decina di miliardi di euro in derivati e titoli di Stato detenuti da banche e/o fondi esteri, o per mandare a gambe all’aria aziende di Stato o banche decotte o spolpate dalla politica.
      Ha contatti ed influenze a livello mondiale con chi detiene le leve anche del signoraggio finanziario, con chi batte moneta infinita senza dover dare conto a nessuno.
      Gioca su questo, per mettere in atto quelle politiche di “risanamento” (dal suo punto di vista) tanto invocate dai falchi europei.
      Persino la Merkel si è scomodata (è stata spinta) a venire a baciargli la pantofola, prima di congedarsi.

      Questo la politica lo sa, sa di essere colpevole e per questo, in un istinto di auto-conservazione, lo sostiene e lo copre. Perché sono tutti colpevoli, hanno tutti responsabilità per come è stato costruito il debito pubblico e per come è stato gestito il sistema bancario e non vogliono che queste vengano a galla, sperando in un risanamento sulla pelle degli sventurati cittadini.

      Ciò che è inspiegabile è perché il sacco gli venga retto anche dagli ultimi arrivati 5S, che in teoria sarebbero gli unici privi di pregresso, ci deve essere qualche imperscrutabile motivazione che non ci è dato conoscere e di cui il sedicente elevato dovrà rendere conto alla Storia, essendone l’unico responsabile.

      Piace a 1 persona

  15. Non entra nel merito delle questioni, si limita a contestare i modi di Draghi senza valutare cle proposte di chi Draghi lo contesta.
    Se entrasse nel merito delle proposte scoprirebbe che il superbonus non è stato un buon modo di incentivare il settore, sta producendo conseguenze negative nonostante la montagna di denaro speso.

    Troppe opinioni, pochi fatti in alcuni articoli di Travaglio.
    Discutiamo sia dei modi di Draghi che dei modi della partitocrazia imperante… e di quello che propone per mantenere il POTERE.
    Si aspettano che essendo noi avversi a Draghi saremo solidali con chi Draghi lo avversa?

    "Mi piace"

  16. Semestre bianco? Ovvio, ma non votargli tutti i dictat si può. Per il bene del Paese? E questo sarebbe il bene del Paese?
    Almeno diciamo le cose come stanno: sono “obbligati”. Il figlio di Grillo ( che salta fuori a singhiozzo) e il continuo sputtanamento di Salvini ( un tempo Capitano) sono più che eloquenti. E per ora Conte se ne sta buono, e serve a portar voti al PD, altrimenti…

    "Mi piace"

  17. “Certo, ma si parlava di alternative per sfiduciare Draghi.”

    Infatti. E quella sarebbe l’unica che potrebbe sfiduciarlo. Meloni e Salvini perché non lo possono vedere, Berlusconi e Renzi perché se gli offri qualcosa di importante (tipo Quirinale e Chigi) mollano chiunque.

    "Mi piace"

  18. Per colpa di Nvidia noi abbiamo avuto un decennio buono di driver del cacchio, poi si sono inchiodati su EGL, poi si mettono a comprare ARM e buonanotte al codice dei blob di nizializzazione.

    Insomma, come disse Linus (NO! NON PAULING!!!):

    "Mi piace"