Complottisti, il vaccino è farli parlare

(pressreader.com) – di Antonio Padellaro – Il Fatto Quotidiano – Negli anni ’90, il grande Mordecai Richler scrisse per “Playboy” un reportage dal titolo “Un mondo di cospiratori” che andrebbe riproposto come testo scolastico, e come podcast di sicuro successo, per spiegare di che pasta sono fatti i fuori di testa di ogni epoca e foggia. Dei fenomeni convinti che Charles Manson fosse un sicario al soldo del controspionaggio militare, che dietro il successo dei Rolling Stones c’era il “menticidio”, arma del Kgb per indurre al suicidio mentale i ragazzi americani, che Lee Oswald aveva una mira schifosa e lavorava nello spionaggio della Marina (come Nixon del resto), che i cosiddetti grandi della terra possono concedersi robuste dosi di alcol, droga e sodomia perché burattini dei veri reggitori del mondo, riuniti nella “minoranza sifilogiudaica”, e così vaneggiando. Narrazione che spiega l’ascesa di Donald Trump alla Casa Bianca, e i No-vax. I quali dopo avere annunciato sui “social” di voler mettere a ferro e a fuoco le stazioni ferroviarie, contro l’obbligo di green pass sui treni, alla vista della polizia sono spariti. Probabilmente rintanati sotto le gonne di mammà, come il leone da tastiera immortalato da Maurizio Crozza. Del resto, cosa aspettarsi da soggetti che hanno come cifra politica la codardia, quando insultano il prossimo coperti da un nickname, o quando spalleggiati dagli eroi di Forza Nuova picchiano i giornalisti? Adesso il direttore del “Foglio” teme che nella stagione dei talk show, i conduttori “possano far diventare più grandi di quello che sono i nuovi professionisti del complottismo”, e chiede di evitare che “alle opinioni no vax sia data la stessa dignità delle opinioni si vax”. Sarebbe ragionevole se non fosse che l’arma preferita dei cospiratori è il vittimismo (mutuato dagli ispiratori della destra sovranista), e che dunque costoro sarebbero ben contenti di denunciare censura e persecuzione, su ordine impartito dal potere rettiliano. Infatti, noi moriamo dalla voglia di ascoltarli, anche a lungo, lasciati liberi di esporre le loro sensazionali teorie. Senza però alcun contraddittorio (cosa c’è da contraddire?) e nel silenzio assoluto dello studio. Per poi vedere l’effetto che fa il vuoto spinto.

6 replies

  1. Anto’!! Non ti riconosco più!!
    Hai scritto per trent’ anni dei segreti di stato ( tuttora ancora secretati, Sic!!)
    Da Moro alla stazione di Bologna passando per Piazza Fontana e finendo in una miriade di misteri di stato!
    E improvvisamente ti fidi acriticamente, dogmaticamente, violentemente dello stesso stato che ti ha fatto paura quando hai capito che quello che raccontava il cosiddetto main stream non quadrava con quello che avevi scoperto

    "Mi piace"

    • “Anto’!! Non ti riconosco più!!”. Quanta ingenuità, quanta ingenuità, mammamia… Queste situazioni grottesche hanno un pregio però: ai farabutti di tutte le risme, intellettuali, politici, semplici ladri, ipocriti, stupidi, in mala fede, in buona fede (i peggiori), vuoi per strizza, vuoi per interesse, vuoi per convinzione, cadono i tutti veli e si palesano all’unisono per quello che sono sempre stati, unendosi in un grottesco gregge.

      SCHIERAAARSIIII!

      "Mi piace"

  2. Padellaro e Gomez hanno linee diverse rispetto a Travaglio, il quale si espone poco sul punto e quelle poche volte non la pensa affatto come i 2 colleghi, i quali stanno facendo il gioco della propaganda governativa, terroristica e discriminatoria

    "Mi piace"

  3. Perché sono incazzati:Il targhet era i 3 milioni e passa di non imbecilli di cui volevano liberarsi?Il sospetto cresce.I cinquantenni e i e sessantenni sono la maggioranza dei ragionanti?O sono anche i più critici a eventi avversi alla medicina?Questo risulta solo un calcolo “economico” a favore dei soliti figli di puttana. Chi non lo capisce?

    "Mi piace"

  4. Giusto per capire: Padellaro che ne pensa dello scandalo EPSTEIN, visto che parla di complottismo a proposito dei potenti della Terra che fanno sesso proibito e non vengono perseguiti?

    "Mi piace"

  5. Gentile Padellaro,
    la storia, il presente e (probabilmente) il futuro sono pieni macchiette pittoresche, a volete un po’ troppo vivaci e qualche volta anche violente. Purtroppo però i danni più seri son stati fatti grazie a roba che prendeva il nome di “LEGGI raziali” ed era supportata dalla teoria SCIENTIFICA delle razze. Stesse SCIENTIFICITA’ e ossequio alle NORME nell’abiura di Galileo e nella morte di Giordano Bruno. Lei è persona perbene; si liberi dall’incantesimo. In piazza c’è una valanga di gente che ha cultura e argomenti. Cercare di screditare tutti liquidandoli con la sigla NO VAX è un gioco troppo puerile per un giornalista della sua statura.

    "Mi piace"