Afghanistan: per fortuna ci sono le donne

(Stefano Rossi) – Tutta la diplomazia occidentale è fuggita con la coda tra le gambe senza nemmeno provare a trattare con questi talebani che dicono di essere cambiati e di voler limitare i danni di questo cambiamento.

Intanto Russia e Cina lasciano aperte le ambasciate e dialogano con questa tribù.

Tra le tante notizie che riguardano più il gossip che la politica internazionale mi hanno colpito invece due fatti.

Zarifa Ghafari, sindaca di Maidanshahr, ha 27 anni ed ha rilasciato un’intervista al New York Times dicendo che non ha paura di morire e rimarrà al suo posto.

Sono distrutta. Non so su chi fare affidamento. Ma non mi fermerò ora, anche se verranno di nuovo a cercarmi. Non ho più paura di morire”, questo mentre il presidente Ashraf Ghani fuggiva come una lepre.

Miraqa Popal è una giornalista che conduce il notiziario di Tolonews ed ha intervistato un rappresentante talebano incurante del fatto che questi non vogliono donne troppo libere o con incarichi di potere.

A Kabul alcune donne hanno improvvisato una protesta alzando dei cartelli mentre arrivavano i talebani.

E niente. Nessuno pretende il martirio ma la differenza è abissale.

E poi parlano di quote rosa……

1 reply

  1. ““Sono distrutta. Non so su chi fare affidamento. Ma non mi fermerò ora, anche se verranno di nuovo a cercarmi. Non ho più paura di morire”, questo mentre il presidente Ashraf Ghani fuggiva come una lepre.”

    Il coraggio delle donne: roba di tutti i giorni.

    "Mi piace"