Cartabia, la ministra del Nulla

Estratto dell’editoriale di Marco Travaglio sul Il Fatto Quotidiano del 01/08/2021 dal titolo “La ministra del Nulla” – Dodici anni fa a Repubblica bastava un giornalista (D’Avanzo) per fare 10 domande a B.. Ieri a Repubblica si son messi in undici, direttore compreso, per non farne neanche una alla Cartabia. E riempire due pagine con le sue risposte sottovuoto spinto. Fior da fiore.

1. “La riforma attua il principio costituzionale di ragionevole durata del processo”. La poverina pensa che, per abbreviare i processi, basti scrivere che devono durare meno e stecchirli alla scadenza. Come dire che, perché i treni arrivino in orario, basta bloccarli dopo un tot anche in aperta campagna, facendo scendere e proseguire a piedi i passeggeri.

2. “La politica si occupava delle proprie bandierine ignorando i contenuti della legge”. L’unica a ignorare la sua legge è lei, che non l’ha scritta e forse neppure letta. Dice alla Camera che la mafia non c’entra perché l’improcedibilità è esclusa per i reati da ergastolo (omicidi e stragi). Poi le spiegano che i processi di mafia non sono quasi mai di omicidio e strage, ma replica che la riforma non cambia perché l’han votata tutti. Infine Conte deve minacciare l’astensione dei ministri M5S per costringerla a escludere associazione mafiosa e voto di scambio, a triplicare da 2 a 6 la scadenza degli appelli per i reati aggravati dalla mafia e a raddoppiarla da 2 a 4 per gli altri. A proposito di “bandierine”. […]

65 replies

  1. Senza il m5s al Governo sarebbe stato una riforma da liberi tutti, ma proprio tutti, mafiosi compresi, fa benissimo Travaglio a insistere su questa schiforma, che fa sempre schifo ma grazie al m5s fa molto meno schifo. Senza il m5s al Governo “la Cartabia” sarebbe oggi una riforma salva mafiosi già bella e fatta e tra 6 mesi la Presidente della Repubblica.

    Piace a 3 people

    • Concordo pienamente con te! Ad ogni modo, la ministra Ciellina emerge come l’ennesimo pupazzetto in mano ai peggiori interessi economici e finanziari dell’ancien regime italiano (e forse anche internazionale, vista quanta liquidità la mafia e le altre organizzazioni malavitose riversano nelle varie banche d’oltralpe). In tutto questo, Mr Draghi è assolutamente responsabile, oltre che alquanto ambiguo e sfuggente. Povero maestro Federico Caffè, tradito sia nella forma sia nella sostanza da Mr Pilota automatico. Non dimenticatevi l’espressione antidemocratica ed eversiva “pilota automatico” pronunciata da Mr Draghi all’indomani dell’ottima affermazione del M5S alle elezioni politiche del 2013. Per non dimenticare chi dovrebbe onorare le istituzioni democratiche. Povera, miserrima Patria.

      Piace a 2 people

    • C’è solo una cosa che non mi è chiara nella tua pur rispettabilissima opinione ed è la seguente: ti sei posto una cosiddetta linea del Piave cioè un confine che ritieni inammissibile venga oltrepassato?
      Oppure pensi sia fuori discussione il fatto che il M5* sia e resti “dentro” e tanto ti basta, nel senso “mi accontento di ciò che il M5*riesce a conquistare, piuttosto di niente”?

      Piace a 2 people

    • La faranno franca corruttori e concussori, piccoli e grandi elusori ed evasori, truffatori e bancarottieri di ogni risma, picchiatori, usurai ed estorsori, piccoli e grandi boiardi di stato che abusano d’ufficio e fanno traffico di influenze, tutti i reati ora previsti senza l’aggravante mafiosa, i responsabili di Rigopiano, delle morti sul lavoro, della strage del Morandi, della funivia ed assimilabili, ma cosa vuoi? Quisquilie, l’importante è che abbiamo tolto 100 grammi di merda e ce ne siano rimasti 99,9 kg.
      Auguri.

      Piace a 2 people

    • Grazie Giancarlo anche io concordo con te, e se non mi sbaglio la frase del pilota automatico fu detta per tranquillizzare l’ europa che in Italia non sarebbe cambiato niente nonostante il 25% del m5s del 2013.. e grazie pure a Giansenio e Frankie che mi danno modo di poter rispondere che in Italia oggi non abbiamo un governo politico, ma un governo tecnico o istituzionale comunque un governo di tutti con tutti dentro: per chi vuol capire che significa si informi per bene, per chi non vuol capire o fa finta di non capire è tutto molto più facile, basta dare le colpe di tutto a rotazione ai poltronari, al m5s e/o a Conte.

      Piace a 1 persona

      • Grazie a te, qui non si vuole dare nessuna colpa a nessuno, ma se si sta in un governo con il pretesto di difendere i propri risultati facendo finta di non capire che questo fra due anni ci porterà ad un governo plebiscitario di destra che spazzerà via tutto, questo per me si chiama poltronismo e carrierismo..

        Onore al merito a Conte che ci ha provato, da solo contro tutti, ed in primis contro URL Giuda di Grillo, che ha tradito 11 milioni di cristi per salvare Barabba..

        Ma lasciare la sola opposizione alla Meloni ė folle ed anche criminale, e ci riporterà indietro al 1922…

        Piace a 1 persona

      • Rob Erto

        La mia impressione è che si capisca ancora poco e male quello che la riforma prevede.
        Emendano e subemendano, e il risultato finale continua a cambiare.
        Rischiamo di parlare di riforme diversissime.
        Da quello che ho capito, ma non sono un giurista, i reati di mafia saranno esclusi dall’improcedibilità solo se “particolarmente complessi”, con l’incognita del giudice che deve dichiarare che il suo processo lo sia (e se non lo fa?), e dell’imputato che può ricorrere in cassazione dicendo che secondo lui il processo non era particolarmente complesso e quindi ha diritto all’improcedibilità.

        Questo l’intervento di L’alternativa c’è, che ne parla tecnicamente al minuto 3:50, dopo una premessa politica. Per ora ho trovato solo questo.

        Ci vuole un parere attendibile e competente che ci permetta almeno di fare considerazioni sulla stessa riforma, e non su mille riforme diverse, cambiate di volta in volta da emendamenti e subemendamenti.

        "Mi piace"

    • Rob erto, siccome sei sempre ben informato su dinamiche interne del movimento mi viene il dubbio che tu sia un eletto o comunque uno interno al sistema parlamentare.
      Forse per questo ragioni con un’ottica un po’ diversa da gran parte di chi è fuori.

      Chi è fuori vede che ancora una volta c’è un rospo enorme da ingoiare, e siccome non ha posizioni da mantenere non ci guadagna niente.
      Vede che il M5S che era entrato al governo per difendere le sue riforme le ha perse tutte e è ancora dentro, manca solo il reddito di cittadinanza, ma immagino che sia la prossima.
      E vede che questa riforma ciellina fa schifo anche cambiata.
      Certo, non rattoppata era peggio, e hai ragione a dire che Conte ha ottenuto di tamponarne in parte gli effetti mostruosi, ma fa vomitare comunque, un sacco di reati saranno comunque impuniti, specie quelli dei colletti sporchi, e c’è anche la possibilità che le toppe si scuciano, e che poi nella realtà processuale salti fuori che in realtà cavillando si salvano anche i mafiosi (aspetto un parere autorevole e non governativo).
      E chi è fuori vede anche che si è passati dal minimizzare i compromessi (metodo col quale si sono ottenute molte riforme), all’ottica del compromesso al ribasso e del meno peggio (con la quale abbiamo perso quasi tutto).

      Mi sembra una strategia perdente e mi chiedo come mai si insista.
      Il movimento ritengo si sarebbe rilanciato uscendo dal governo e facendo una sana opposizione a questi sicari della democrazia. Invece ha scelto e continua a scegliere di stare con loro e di mettere anche la sua firma sotto ogni martellata al paese.
      La cartabia sarebbe passata intera ma non nel nostro nome, e avremmo potuto denunciare la cosa, recuperare consenso, e far capire alla gente cosa sta succedendo fuori dalla televisione, nella realtà. E nel 2023 avremmo potuto ripartire anzichè, come temo, sparire o quasi.

      Poi fra l’altro vedremo cosa succede in parlamento, perchè immagino che altri parlamentari 5S usciranno dal movimento, almeno quelli più svegli direi.

      E per il presidente della repubblica non vedo cosa cambi stare dentro il governo o fuori, perchè i voti che ha il movimento sono sempre gli stessi, dentro o fuori, e la casta da sola ne ha abbastanza per eleggerselo da sola.

      Sai cosa mi ricorda quello che è successo? Tsipras: che sembrava dovesse opporsi alla troika e guidare la salvezza del paese, con tanto di referendum, e invece si è rimangiato tutto, e la Grecia è finita come sappiamo e lui è passato alla storia, ma non esattamente come aveva sperato.

      Può darsi che non abbia capito niente o quasi io, e nel caso se mi rispondi e mi spieghi te ne sono grato.

      Piace a 1 persona

      • Ahahah fabrizio no non sono eletto o un interno, sono solo un iscritto, uno che una volta chiamavamo attivista (e al massimo sono stato il responsabile della comunicazione del m5s nel mio comune in provincia di roma), mai iscritto ad altri partiti e mai candidato per mia scelta; e l’ottica diversa è semplicemente la mia, di uno che ha sempre odiato la politica, che è schifato dal sistema, che si è sempre informato, e che ha una sua idea di come e da chi viene governata l’ Italia, motivo per cui auspico che il m5s non esca dal governo.
        Poi, e qui rispondo anche a Frankie, a me se il consenso sale o scende non me ne frega assolutamente niente, per me l’importante è limitare i danni il più possibile, che è il massimo che si può fare in questo tipo di Governo non politico.

        Piace a 1 persona

      • Ok, d’accordo con te sul limitare i danni.
        Però non esiste solo i presente, c’è anche il futuro.
        Non ne faccio una questione di solo consenso, anche per me vengono prima i principi e se un provvedimento giusto fa diminuire il consenso per me va realizzato comunque.
        Qui però si tratta di mettere la firma del movimento sotto una riforma disastrosa, che abolisce in un botto solo spazzacorrotti e riforma Bonafede, e di perdere contemporaneamente un mare (perso io) di consenso, che verrà meno quando domani si dovrà tentare di riraddrizzare la situazione.
        Legittimo comunque che Conte vada avanti per la sua strada e ritenga che limitare i danni oggi sia più importante di mantenersi vivi e forti per domani.
        Per me è sbagliato e lascio però.
        Io avrei sacrificato un pezzo (subire la riforma non rattoppata), per tentare di vincere la partita con le mosse successive.

        "Mi piace"

      • Io preferisco non sacrificare le vittime di mafia che spero otterranno giustizia e spero che i processi Trattativa Stato Mafia e il maxi processo di Gratteri ecc ecc ecc possano andare avanti senza improcedibilità. ….E la firma sulla legge Cartabia non è del movimento ma di tutti, mentre per quanto riguarda gli emendamenti alcuni sì sono del m5s e altri sono di altri partiti. Il movimento aveva firmato la Bonafede….emendata da renzi dal pd ecc
        Poi…. io sono convinto che in molti fate più che bene ad allontanarvi dato che non vi riconoscete più, poi quando sarà il momento deciderete il da farsi.

        Piace a 1 persona

      • Io preferisco non sacrificare le vittime di mafia che spero otterranno giustizia e spero che i processi Trattativa Stato Mafia e il maxi processo di Gratteri ecc ecc ecc possano andare avanti senza improcedibilità. ….E la firma sulla legge Cartabia non è del movimento ma di tutti, mentre per quanto riguarda gli emendamenti alcuni sì sono del m5s e altri sono di altri partiti. Il movimento aveva firmato la Bonafede….emendata da renzi dal pd ecc
        Poi…. io sono convinto che in molti fate più che bene ad allontanarvi dato che non vi riconoscete più, poi quando sarà il momento deciderete il da farsi.

        "Mi piace"

      • @ Fabriziocastellana:

        Se ragioni esclusivamente dal punto di vista del movimento, non si può certo dire che tu abbia torto, nel sostenere che avrebbero solo da guadagnare uscendo da questo Governo (che giudico tra i più infami della Storia Repubblicana recente).
        Io, che ho sostenuto il Movimento ma non ho sposato nessuno, preferisco però ragionare dal punto di vista del popolo (cui mi pregio di appartenere) e non posso fare a meno di notare che la strategia che tu proponi, per quanto moralmente coerente e certamente foriera di una risalita, se non nei voti, quantomeno nei sondaggi, sarebbe certamente causa di sofferenze per il suddetto popolo: sotto forma di una giustizia ancor meno giusta, di un PdR che potrebbe ancora tranquillamente essere Berlusconi, di una brusca eliminazione del RdC (che è un’importante conquista sociale, perchè permette una vera redistribuzione della ricchezza verso gente che, al netto di qualche furbo, per la gran parte è gente che versa in stato di bisogno, oltretutto senza le solite elemosine e/o contropartite, leggi social card e voto di scambio) e di chissà cos’altro hanno in mente, questi biechi restauratori funzionali solo al potere padronale.
        Inoltre, lasciare campo libero agli avversari equivale a darla vinta su tutta la linea a chi, dal 2018, ha solo questo obiettivo in testa: condannare all’irrilevanza chi è uscito vincitore dalle urne, in modo che determinate istanze, che fatalmente sono destinate a collidere con gli interessi del padronato (in quanto riguardanti una bella fetta di popolo e non solo gli interessi dell’élite, come è sempre avvenuto), se ne tornino da dove sono venute, ovvero nel dimenticatoio, non essendo mai rappresentate da nessuno (tranne che a parole, purchè destinate a rimanere tali, di cui il Ddl Zan è solo uno degli ultimi esempi).

        Anche se non lo condivido, capisco il tuo scoramento e il tuo rifiuto della logica del meno peggio, ma se gli contrapponi quella del “tanto peggio, tanto meglio”, ebbene questo equivale ad arrendersi, e il solo modo sicuro per perdere è quello di smettere di lottare.

        Piace a 1 persona

      • Jonny

        penso sia solo una questione di previsioni diverse.
        Io, magari pessimista, prevedo che il popolo soffrirà comunque e allo stesso modo.
        .
        L’Ingiustizia troverà il modo di raggirare le toppe di Conte (già una gelida manina è riuscita senza farsi accorgere a togliere i reati contro la pubblica amministrazione da quelli che evitano l’improcedibilità, e già solo questo secondo me dovrebbe far saltare l’accordo di Conte, visto che il testo è cambiato successivamente all’accordo stesso), il pdr sarà comunque pessimo e scelto dalla casta unita, come gli ultimi due, magari proprio berlusconi, perchè no, arebbe perfetto per questa repubblica in coma, e il reddito di cittadinanza salterà comunque, perchè è letteralmente insopportabile per chi ci comanda che parte delle risorse del paese vadano a chi ha bisogno anzichè ai soliti noti.

        E questa Caporetto del M5S condannerà in più anche all’irrilevanza politica temo, perchè i sostenitori si renderanno conto che non si è ottenuto nulla per perdere tutto.

        Questo naturalmente a oggi, ore 19, perchè la vicenda continua ad evolvere e cambiare.

        Per il resto d’accordissimo con te e anche con roberto, e spero davvero abbiate ragione voi sul fatto che almeno i danni sono limitati.

        Piace a 2 people

      • @ Fabrizio
        Io sto con Te , i tuoi non sono solo dubbi ma verità inconfutabili!! Non aggingo altro : ripeterei a iosa quanto già sstraddetto da altri: difficile far cambiare idea a chi è’ ottuso per natura, convinzione o idea !

        "Mi piace"

  2. Si continua a dare addosso ai 5stelle come se la legge l’avessero scritta loro. Conte ha fatto quello che ha potuto. Anzichè insultare chi questa legge l’ha scritta si denigra il MoVimento, il che vuol dire che o la trolleria ormai si palesa per la qualunque oppure che l’onesta intellettuale non abita qui.

    I poteri forti non l’hanno voluta la legge Bonafede, è stata cassata insieme al governo Conte e da lì è cominciata la restaurazione, non è difficile da capire.

    Quello portato a casa è un buon risultato. Essere fuori dal governo a urlare contro serve solo a urlare, da dentro urli e cerchi di cambiare quello che ti danno la possibilità di cambiare.

    @ Frankie
    Non cominciamo a fare i furbi sul peso della merda, i chili tolti sono 20 (copyright Dibba) e non 100 grammi.

    Piace a 3 people

    • @Chaltron

      Ma poi scusa, se i POTERI FORTI fossero davvero così forti il M5S no sarebbe nemmeno nato.

      Se i poteri forti fossero così forti il governo Conte sarebbe caduto prima della Bonafede o forse non sarebbe mai nato.

      Sti poteri forti per me, almeno in Italia, sono quattro mafiosi ed una pletora di politicanti ladri di polli.
      Niente di così invincibile.
      Non sono la Spectre!
      Vogliono indurci a pensarlo proprio per instillare l’idea che sono imbattibili e tanto vale rassegnarsi.

      Non sono più così potenti i potenti, non hanno più il totale controllo dell’informazione come ai tempi del duopolio Rai/Merdaset, esistono molti canali TV, esiste internet, i social, si viaggia molto più all’estero…

      "Mi piace"

      • @ Andreaex: se i poteri forti non fossero davvero così forti, quello che è uscito dalle urne come il primo partito avrebbe comandato, come succede praticamente da sempre (in nome della “maggioranza degli italiani”, peraltro quasi sempre relativa, in passato si è giustificato qualunque porcheria, non credo serva l’elenco).
        Nel 2018 è stato semplicemente commesso un piccolo errore, sopravvalutando il potenziale renziano (e sottovvalutando di conseguenza quello pentastellato), ma il sistema si è attivato immediatamente come un sol uomo per correre ai ripari, e ormai la restaurazione è sotto gli occhi di tutti; cosa che più conta, la pagnotta è rientrata nella sua sede naturale: tra le mani dei padroni di sempre.

        La televisone ha perso peso specifico rispetto agli anni novanta e primi duemila, questo è vero, ma l’informazione resta ancora saldamente nelle mani di pochi soggetti, tutti appartenenti alla stessa cricca (l’epoca della neutralità della rete è già tramontata, visto che i cosiddetti aggregatori di informazione, che vanno per la maggiore, fanno capo sempre agli stessi). Questo è dimostrato vieppiù, ora ci fossero dubbi, dalla quantità di disinformazione che tutti possiamo riscontrare semplicemente dialogando con le persone (a mero titolo di esempio, due temi come riforma Cartabia e vaccini, tanto per citare la punta dell’iceberg).

        Piace a 1 persona

  3. Sembra che travaglio, essendosi assunto il compito di santificare Conte , continui a perdere la lucidità necessariaer analizzare le parole e i contesti.
    La Cartabia conosce la legge e non poteva non sapere cosa fossero i delitti di mafia. I pidini e e i renzisconiani sono dei marpioni e conoscono perfettamente i politicanti e in particolare gli ultimi arrivati che, con la loro furbizia erano stati capaci di attrarre i voti degli onesti cittadini, cioè quelli comunemente definiti fessi sulle cui spalle campano da sempre loro e i loro sostenitori.
    Caro Travaglio, quando la Cartabia sosteneva alla Camera che i resti di mafia non sarebbero rientrati nella sua legge non diceva cazzate perché non conosceva la legge, ma parlava del testo definitivo che lei conosceva già, mentre ai polli ex grillini, diventati onorevoli moderati e liberali, aveva consegnato un testo per consentire loro di abbaiare . Dopo qualche latrato, i marpioni hanno accolto quello che avevamo utilizzato come esca, per evitare che i cani latranti si accorgessero che il vero obiettivo dei migliori era abolire la spazza corrotti e non le leggi antimafia. Per i corruttori, a meno che non siano siciliani o calabresi, non verrà mai richiesta l’laggavante mafiosa. Così facendo hanno dato cani latranti l’ossicino che consentisse loro di giustificare la permanenza nel governo sostenendo che se non ci fossero stati loro sarebbe passata passata una riforma peggiore, perché gli altri, abbracciati tutti insieme appassionatamente, avevano la maggioranza.

    Piace a 1 persona

  4. @ Cialtron Heston

    Tu lo definisci un buon risultato perché sarebbe potuta andare molto peggio visto che i poteri forti non volevano la Bonafede.
    Posta così la questione, verrebbe anche voglia di darti ragione ma… tanti “ma”.

    I poteri forti non hanno trovato un M5S a “cazzo dritto” (mi si perdoni la sottile metafora ma vedo che la similitudine con la merda finisce per soddisfare tutti coloro che grazie al 20% di merda evitata, mangiano con pacata serenità – tanto non poteva andare meglio, giusto? – l’80% di merda rimanante) ma “a pecora”.

    Dimentichi che Grilllo, dopo una tefonata con Draghi, convinse (secondo me sfondando porte aperte) i suoi ministri a sottoscrivere la schiforma.

    Nella trattativa di Conte questo ennesimo SÌ senza condizioni offerto dal Guru e dai suoi nominati ha rappresentato una zavorra incredibile.

    Se i poteri forti hanno avuto la meglio non è per l’ineluttabilità del destino, come sembra vorresti far credere, ma perché hanno trovato un M5S debolissimo, senza convinzione, con leader e leaderini intenti solo a pararsi il culo (il primo da un processo, i secondi dalla prospettiva di perdere la poltrona).

    Non è stato affatto il miglior risultato possibile.
    Non puoi trattare come troll tutti coloro ai quali, giustamente, girano ad elica.

    Non bisogna mai smettere di indignarsi.

    Piace a 2 people

    • @ andeaex

      Grazie Andrea per darmi la possibilità di chiarire.

      Per me è un buon risultato visto che col 32% dei parlamentari a suo tempo la legge sul TAV è passata e al governo non c’era questa ammucchiata, e nonostante il “membro turgido” allora mostrato dai 5stelle, Messi “a pecora” anche allora,

      non conosco il contenuto della telefonata tra Draghi e Grillo e non so quindi interpretare le motivazioni che hanno indotto Grillo a convincere i ministri a sottoscrivere ma un pò di stima per Grillo io l’ho mantenuta nonostante Ciro,

      I poteri forti esistono, eccome se esistono, questa legge è fatta per loro è sen hai il 51% puoi dolo portare a casa quello che ti concedono, basta guardare come hanno bombardato la Raggi, la Appendino, i governi Conte 1 e 2 , come hanno fatto manipolare le elezioni col “rosatellum”, come hanno massacrato gli zebedei col MES

      Per me – e dico per me – il MoVimento ha veramente fatto paura e lo si capisce dalla mole di cannonate piovute addosso e dall’odio viscerale di alcuni partiti che ancora rosicano per gli schiaffi ricevuti dagli elettori; le cannonate hanno prodotto macerie e su quelle macerie va ricostruito il MoVimento, un nuovo MoVimento solo per dare ancora speranza a tanti elettori che si sentono confusi.,

      per concludere aggiungo che i scuso se qualcuno si è offeso per la trolleria ma ogni volta che leggo critiche per me distruttive penso al troll, di default,

      Costruire è più difficile cdistruggere.

      Piace a 4 people

      • @Chaltron

        “non conosco il contenuto della telefonata tra Draghi e Grillo e non so quindi interpretare le motivazioni che hanno indotto Grillo a convincere i ministri a sottoscrivere…”

        Vedi, in questa tua frase si intravvedere quella partigianeria che rende difficile per chiunque una veduta obiettiva dei fatti.

        Non è importante conoscere le sillabe e le virgole di quella conversazione (anche se pagherei oro per ascoltarla) bensì il contenuto e le conclusioni, che sono ben note.
        Quindi, a prescindere che Grillo abbia appellato Draghi come grillino o come Presidente, quella telefonata è servita a Draghi per convincere Grillo che ha convinto i ministri 5S. Punto.

        Ma la realtà potrebbe essere anche un’altra: che Draghi ha contattato Grillo che era già convinto e Grillo ha chiamato i ministri che erano già convinti.
        Un carosello di porte aperte sfondate.
        E poi si sono accordati sul contentino (non 20 kg di merda in meno ma 20 g) da fornire alla base.

        Ma sono dettagli fissarsi sui quali serve solo a perdere di vista la veduta d’insieme.

        Il M5S dopo quelle telefonata si è calato le braghe.
        È questo il punto.

        Bisogna ricordarsi (MA IN QUESTO SPAZIO VE LO DIMENTICATE TUTTI) che i partiti sono il MEZZO e non il FINE. Ciò che conta sono solo le LEGGI che vengono emanate.

        I PARTITI devono essere usati per perseguire il progresso civile, economico, tecnologico e poi buttati nel cesso con tutti i loro leader quando hanno esaurito la loro funzione. Senza rimpianti, senza nostalgia. Selezionando leader così seri che gioiscono anche loro della propria rottamazione, perché pensano al bene comune e non a perpetuare il loro potere. Ma non possono essere bibitari, perché tornare a vendere bibite è inaccettabile dopo aver fatto il ministro o il presidente della camera. Chi ricopre un ruolo delicato non può essere ricattato con la minaccia di tornare a fare la fame.

        Sembra che concepiate i partiti come la vostra casa, la casa del gruppetto di italiani a cui appartenete, una visione della politica che apre le porte al clientelismo.

        Bisognerebbe essere critici soprattutto nei confronti del movimento che si sostiene.
        Più severità verso il proprio partito che verso i partiti avversi.

        Se un figlio si droga, un padre serio non lo difende dall’inevitabile disprezzo di chi vuole denigrarlo ma fa i salti mortali per indurlo a smettere di drogarsi.

        “E allora il PD” è l’epitaffio del M5S.

        Piace a 1 persona

      • Ti do ragione ma secondo me manca un pezzo.

        La riforma ciellina per ora è stata indebolita, direi che non ci piove, ma resta irricevibile.
        E’ il contrario della Bonafede.

        E poi come ne esce il movimento?
        Se ne uscirà integro ha indovinato la tattica, ma se ne uscirà a pezzi la ha sbagliata.
        Il mio voto lo ha perso, e ok, è solo uno, ma tu hai dato un’occhiata ai commenti sul FQ o sotto i post di Di Maio (che trattano di compleanno del presidente o di olimpiadi, mai di quello che succede) o di Grillo?

        C’è un fiume di critiche, unanimi. Pensi davvero che il M5S farà passare l’idea di aver vinto?

        Secondo me Caporetto era un pareggio in confronto, e già oggi, alle votazioni, perderete dei parlamentari immagino, ma comunque questo stare al governo col profeta delle banche vi sta facendo perdere una marea di consensi.
        Non c’è solo il 2021, c’è anche il 2022, il 2023 …

        "Mi piace"

  5. Approfitto della calura di questo primo agosto per porre e tentare le rispettive risposte a due importanti domande:
    1) Perche’ e’ stata deliberata la schiforma della Cameriera Secca (dubbi? Forse qualcuno la vede in carne?)?
    2) Perche’ e’ arrivata proprio ORA?

    1) Togliamoci subito il primo dubbio: come scritto da Travaglio qui ci ritroviamo in una situazione tipo quella della Legge Gasparri: il SISTEMA predispone una legge e ORDINA all’inserviente di turno (il Maggiordomo Strabico o la Cameriera Secca) di portare a termine il compito.
    E l’inserviente esegue il compito.
    Che la Cameriera Secca abbia scritto quella Legge e’ escluso: le cameriere non predispongono Leggi: riassettano i letti, portano la colazione e magari quando sono un po’ piu’ in carne e gradevoli, soddisfano qualche voglia meno perversa del PADRONE (in questo caso si e’ andati ben oltre in quanto ad accondiscendenza e prostrazione).
    Probabilmente, proprio come nel caso di “Gasparri, la Legge neppure l’ha letta” (cit.) la Cameriera Secca altrimenti non avrebbe fatto la figura da cioccolataia che ha fatto (ma non divaghiamo: i Ciccolatai sono nel Reparto Cucine e son di livello ben superiore).
    Spettera’ comunque poi al Responsabile degli Inservienti (Responsabile del Personale mi pare fin troppo elevato come titolo per il nostro draghetto che in qusto caso ha pure fatto la sua pessima figura: per punizione turno da lavapiatti per lui la prossima settimana).

    Ma torniamo al sodo:
    il PERCHE’ e’ stata deliberata questa schiforma (prendiamo nota: per un paese dove i CRIMINALI sono stati sdoganati (e spesso premiati) dal Ventennio Berlusconiano ci saranno effetti DEVASTANTI. Gia’ mi immagino, tanto per dirne una, migliaia di procedimenti per GRAVISSIMI reati AMBIENTALI che andranno… al macero…).

    Ed IL PERCHE’ e’ stato magistralmente esposto da Giuseppe Di Maio in un articolo di 10/15 giorni fa.
    Copio-incollo (nota: dovrebbe essere tutto in maiuscolo cio’ che segue):
    “Il sistema giudiziario è uno strumento della lotta di classe, e il ceto dominante se lo modella a misura del proprio interesse. In questo sistema il processo penale è l’istituto che infligge sanzioni quando sono violate le regole. Una classe dominante che si rispetti non lascia al caso la formazione delle leggi, e l’individuazione dei reati; una classe dominante stabilisce una giustizia corporativa che scoraggi e punisca il ceto rivale e gregario, ma rende impotente il sistema a castigare le proprie trasgressioni.”

    Chiarissimo. Indiscutibile. Sacrosanto.

    2) Passiamo al punto due.
    Perche’ proprio ORA?

    Per diversi motivi che, per questioni di tempo, riepilogo solo brevemente.
    Perche’ la congiunzione astrale era favorevolissima-issima-issima.
    Un po’ come quando si allineano sole, luna, i pianeti, meteoriti e persino le molliche sul tavolo.
    Chi avrebbe potuto parlare, scrivere, protestare, organizzare manifestazioni, etc…era occupato a far altro o impossibilitato a muoversi liberamente.
    1) della Stampa completamente “inginocchiata” (…al posto dell’inguardabile Cameriera Secca) non parliamo: lo sappiamo bene: siamo a livello di Cina e Russia in quanto a liberta’ di stampa. O poco piu’ giu’.
    2) la Magistratura e’ completamente ko dopo i casi di Palamara ed il polverone mediatico su Davigo: divisa, confusa…
    3) Partiti e Movimenti: non c’e’ bisogno di dir nulla situazione chiarissima e tristissima. La DESTRA di Fratelli d’Italia, Renzi e Salvini era quello che aspettava da tempo. Il partito del Pregiudicato e’ ormai parte integrante del SISTEMA e quindi proprio tra i primi e fattivi artefici (vero Ghedini?) di questa Vergogna. Il PD-L ormai calato nel ruolo del Palo e’ completamente avulso alla legalita’ (cit.). Leu…: non pervenuto. Poi c’e’ il Movimento.. o quel che ne resta: era/e’ nella condizione peggiore. I motivi li conosciamo. E proprio la condizione dell’attuale Movimento e’ stata una delle ragioni principali per cui il SISTEMA ha deciso di agire ORA(!): partito diviso, incerto, un capo politico che ha appena preso le redini, etc…
    4) Poi c’e’ la questione del semestre bianco alle porte…

    – to be contuined (forse, chissa’ quando)

    p.s.: chiedo scusa a tutte le cameriere (ed i maggiordomi e cioccolatai):si fa solo un po’ d’ironia: QUESTI SONO CRIMINALI E NON INSERVIENTI.

    p.p.s.: saluti dalla mia Genova (chi ha tirato giu’ il ponte Morandi, ora ha pieno motivo per preparasi a godere della classica “grigliata d’agosto”… esattamente come tre anni fa, appena caduto il ponte).

    Piace a 3 people

    • Quindi i 209 miliardi e le riforme necessarie (poste dall’ europa all’ Italia per ottenerli) non sono dei buoni motivi per creare un governo del genere secondo te?

      "Mi piace"

      • La serie A del circoletto

        tu sei buono solo a parlare di giocatori di calcio. Quando ti trovi davanti a un commento sensato e chiaro come quello di FranzGE perdi completamente la bussola. Ti mancano i tuoi riferimenti veri, cioè FINTI e FALSATI, quelli che pensi di avere ma non hai. E subito ti frana la terra da sotto ai piedi.

        I discorsi INSENSATI sugli arbitri venduti, i giocatori comprati, la serie B e la serie C, le riserve, il cambio dei giocatori. Non hanno più senso, tutto non ha più senso, difronte alla chiarezze delle cose reali sbattute davanti al muso. Vorresti aggrappartici, ma affondi con le idiozie calcistiche nel pressappochismo della tua logica da bar sport.

        La serie C. La serie D. Meglio gli amatori per te, dammi retta. Quella è la tua categoria di riferimento.

        La squadretta degli amatori della parrocchieta del paesino. La squadretta di mediocri CIALTRONI. Cerca lì, quello è il tuo riferimento.

        Più che in categoria amatoriale uisp non vai, per quanto tu ti possa sforzare…

        "Mi piace"

      • Grazie, dette da te certe parole sono medaglie al valore. Sono felice di non essere da te considerato uno al tuo livello e sono orgoglioso di trovarti insofferente e mal disposto verso di me. Se mi eviti non mi dispiace, se non mi eviti mi fai un favore…

        "Mi piace"

      • Unico commento a sfondo calcistico su post di Pedullà che parlava di gol a 5 stelle:

        Rob Erto

        1 g fa

        Quando giochi con una squadra di serie B in 9 contro una di champions che gioca in 11 e quando – nonostante tutto – giochi la partita avendo contro pure arbitro, guardalinee, var e tutto lo stadio….. qualsiasi risultato è un buon risultato. Se ti ritiri dal campo o dal campionato perdi 0-3 a tavolino tutte le partite. Pedullà fattene una ragione e ci rivediamo più in là (pensioni, rdc, pnrr ecc)

        "Mi piace"

      • Io penso che Travaglio non voglia i soldi perché noi i soldi li possiamo avere combattendo la mafia con Giuseppe Conte e Rocco Casalino

        "Mi piace"

    • @ FranzGE:
      Non ti dimenticare l’urgenza costituita dalla grandinata di miliardi che sta per abbattersi sulle casse pubbliche, destinati ad essere smaltiti passando attraverso le solite, rapaci e ben note mani che, per forza di cose, hanno necessità di essere (incredibilmente) ancor più libere di quanto già non siano di solito; in pratica, è scattato l’allerta meteo, e la Riforma Cartabia è l’ombrello.

      Piace a 1 persona

  6. La ministra del Nulla
    (di Marco Travaglio – Il Fatto Quotidiano) – Dodici anni fa a Repubblica bastava un giornalista (D’Avanzo) per fare 10 domande a B.. Ieri a Repubblica si son messi in undici, direttore compreso, per non farne neanche una alla Cartabia. E riempire due pagine con le sue risposte sottovuoto spinto. Fior da fiore.
    1. “La riforma attua il principio costituzionale di ragionevole durata del processo”. La poverina pensa che, per abbreviare i processi, basti scrivere che devono durare meno e stecchirli alla scadenza. Come dire che, perché i treni arrivino in orario, basta bloccarli dopo un tot anche in aperta campagna, facendo scendere e proseguire a piedi i passeggeri.
    2. “La politica si occupava delle proprie bandierine ignorando i contenuti della legge”. L’unica a ignorare la sua legge è lei, che non l’ha scritta e forse neppure letta. Dice alla Camera che la mafia non c’entra perché l’improcedibilità è esclusa per i reati da ergastolo (omicidi e stragi). Poi le spiegano che i processi di mafia non sono quasi mai di omicidio e strage, ma replica che la riforma non cambia perché l’han votata tutti. Infine Conte deve minacciare l’astensione dei ministri M5S per costringerla a escludere associazione mafiosa e voto di scambio, a triplicare da 2 a 6 la scadenza degli appelli per i reati aggravati dalla mafia e a raddoppiarla da 2 a 4 per gli altri. A proposito di “bandierine”.
    3. “I processi di mafia sono trattati con priorità anche per la presenza di imputati detenuti… Il pericolo di mandare in fumo i processi di mafia non c’è mai stato”. E allora come mai il procuratore nazionale antimafia, il Csm e l’Anm han detto l’opposto? Basta leggere la relazione Lattanzi cui dice di essersi ispirata: l’arretrato medio delle Corti d’appello è di 2 anni; quindi i nuovi processi, secondo il suo progetto-base, sarebbero nati in media tutti improcedibili. Raramente i processi di mafia hanno imputati detenuti (vedi Cuffaro e Dell’Utri, mai arrestati prima del giudizio): il che conferma che la ministra della Giustizia non sa di cosa parla.
    4. “Abbiamo sempre ascoltato i magistrati… tant’è che il presidente dell’Anm dice che parte delle loro preoccupazioni si sono un po’ allentate… I termini che abbiamo messo sono raggiungibilissimi”. Se ha ascoltato i magistrati, vuol dire che non ha capito cosa dicevano. E se sono un po’ meno allarmati dai nuovi termini “raggiungibilissimi”, è perché Conte l’ha obbligata ad annullarli per i reati di mafia e a triplicarli o raddoppiarli per gli altri. Risparmiandole un surplus di figuraccia.
    5. “Si è giunti qui per via del contesto politico che conosciamo”. Sì, un contesto politico chiamato “elezioni” che lei non conosce, non avendo mai preso un voto in vita sua, e che tributò il 33% al M5S perché facesse l’opposto di quel che vuole lei. O chi per lei.

    Piace a 4 people

    • Prima di tutto (ma ,vi assicuro,non sono il titolare della Farnesina) Grazie per il servigio offerto dalla Infosannio.
      Condivido l’antipatia a tatto che l’esimio M.T.prova per il ministro e prossimo pdr spettante per quote rosa (non vedo altro merito).
      Per il resto sono esterefatto per il livello d’indecenza della solita disinformatia et propaganda del regime ma ancor di più per la pusillanimità dei miei eletti del movimento.

      "Mi piace"

  7. Qualcuno ci spieghi che caz.. Ci stanmo a fare i 5* in quedto governo di criminali visto che numericamente non contano nulla e le loro presunte conquiste sono come le vittorie di pirro,
    Qualcuno penserà che sono li per controllare, vedi la cartabria, ma di fatto non contano e non controllano assolutamente niente, sono li solo x continuare ad occupare qualche poltrona e godere dei benefici essa comporta, questa permanenza nel palazzo ha solo lo scopo di minare e distruggere quel poco che resta del mv5 * e della sua credibilità,
    Solo i grulli e pdini continueranno a supportare con i loro voti questa masnada di furbi del deserto.

    "Mi piace"

    • Questo dovrebbe spiegarlo Travaglio : preferisce invece annebbiare i suoi lettori col suo stile denigratorio, senza entrare nel merito. Ci spieghi perché la sua marionetta Conte, dopo la sceneggiata, si è accodato ancora al Governo, spiegando una vittoria dei 5S. L’ impianto della Riforma Cartabia e’ molto più ampio dei 2 o 3 punti spiegati da Travaglio che a suo parere hanno cambiato la riforma. Nell’ insieme della nuova legge, la riforma Bonafede e’ totalmente cancellata.

      Piace a 1 persona

      • Se il M5* esce dal governo cambia qualcosa. Non so se la variazione possa essere determinante e fino a che punto, in ogni caso il panorama risulterebbe questo:
        draghi si troverebbe alla opposizione il partito di maggioranza relativa (M5*) assieme a quello che alcuni sondaggi danno come primo nelle intenzioni di voto (fdi). E il PD, già coi suoi bei problemi, praticamente da solo in un governo di cdx (anche se a tanti elettori del pd penso non dispiacerebbe affatto, o cmq la cosa non creerebbe fastidio più di tanto).
        Però rimane la domanda delle domande: perché il M5* dovrebbe uscire dal governo, con quale importante motivazione?
        Io posso dire la mia: perché quello italiano è un popolo di veri autentici cialtroni. Analfabetismo funzionale alle stelle, incapacità di decifrare e distinguere propaganda da informazione, passione sfrenata per il proprio oricello, l’italiano subisce fino alle estreme conseguenze, poi si sveglia, quando ci sono metri di macerie. E allora accontentiamolo!
        Ma è normale dover fare barricate perché i migliori, nei palazzi, prendono provvedimenti criminogeni e non vogliono sentire ragioni?
        Col 99% del letame mediatico a favore di queste porcate?
        Ma per carità.. se rimani dentro passi da scemo della compagnia, quello che intralcia, che si mette di traverso, che ostacola coi suoi capricci l’arrivo dei fondi europei, quello che se ottiene un risultato la stampa lo divide anche fra tutti gli altri . Quello che ha perso per strada pezzi da 90 come Morra o Di Battista e si tiene il moderato e liberale Di Maio a fare il bello e cattivo tempo.
        A parte Fdi, tutti i partiti, in verità, soffrono la situazione, ma il M5* santi in paradiso non ne ha. Salvini se bacia un rosario in pubblico sale di un punto, il M5* deve sudare sette camicie per lo stesso risultato, ammesso arrivi. Il M5* , per riprendere una navigazione sicura, deve portare lo scafo in secca e tappare le falle, il prima possibile.
        Chi non le vede, le falle, ingaggi pure anche una orchestrina.

        Piace a 1 persona

  8. Travaglio al posto di continuare a starnazzare col suo giornalismo di denigrazione, più che di sostanza, perche’ non spiega il motivo per il quale i 5S e la marionetta Conte, rimangono in questo Governo? Invece di analizzare la linea editoriale dei cosiddetti giornaloni, ci spieghi la sua linea editoriale di denigrazione e nomignoli di tutti i componenti del Governo, nel quale siedono i suoi pupilli e marionetta Conte a chiamata.

    "Mi piace"

    • In Italia oggi non abbiamo un governo politico, ma un governo tecnico o istituzionale comunque un governo di tutti con tutti dentro: per chi vuol capire che significa si informi per bene, per chi non vuol capire o fa finta di non capire è tutto molto più facile, basta dare le colpe di tutto a rotazione ai poltronari, al m5s e/o a Conte, addirittura a Travaglio e alFatto Quotidiano….

      "Mi piace"

    • Ma tu hai mai letto un editoriale di Travaglio? e se sì, cosa hai capito? UN CAZZO, non hai capito un CAZZO. Sei solo l’ultimo arrivato dei troll ignoranti.

      "Mi piace"

  9. Una domanda: ha ragione Gratteri quando durante la trasmissione IN ONDA asserisce che la richiesta “dell’Europa” in merito alla riforma della legge sulla giustizia riguarda il diritto civile e non il penale?

    "Mi piace"

  10. Niente regime speciale per i colletti bianchi: la “manina” di FI e Lega – Il Fatto Quotidiano

    di Giacomo Salvini | 1 AGOSTO 2021

    Raccontano che le “manine” siano due. Che si sono mosse all’unisono, coordinate insieme ai capidelegazione in Consiglio dei ministri e in collegamento diretto – via telefono – con quel Roberto Garofoli, sottosegretario alla Presidenza del Consiglio, che ormai è l’uomo intitolato a raccogliere gli umori e a trasformarli in leggi durante le trattative più difficili. Se Mario Draghi e Marta Cartabia lo sapessero è tutt’altra storia. Fatto sta che quelle due “manine” – del sottosegretario alla Giustizia berlusconiano Francesco Paolo Sisto e della responsabile Giustizia della Lega Giulia Bongiorno – alla fine hanno ottenuto il risultato sperato: far sparire il “regime speciale” di improcedibilità per i reati contro la Pubblica amministrazione. Il testo entrato giovedì mattina in Consiglio dei ministri infatti prevedeva che il “regime speciale” per cui il giudice poteva allungare il periodo di improcedibilità da 2 a 3 anni in Appello e da uno a a uno e 6 mesi in Cassazione, valesse sia per i delitti di mafia sia per quelli contro la Pubblica amministrazione. Cioè quelli dei colletti bianchi: corruzione, concussione, abuso d’ufficio, corruzione in atti giudiziari e così via.
    Un emendamento proposto dalla ministra Marta Cartabia nella versione originale grazie alla pressione del Movimento 5 Stelle. Solo che alle 18 di giovedì, quando il testo è stato approvato all’unanimità in Consiglio dei ministri, quella norma era sparita. Cancellata con un tratto di penna. La trattativa, su cui si è sfiorata la crisi di governo, si è concentrata sui reati di mafia e sulle aggravanti mafiose su cui il M5S ha ottenuto quello che voleva: per i reati di mafia, terrorismo, voto di scambio, violenza sessuale e droga le proroghe possono essere infinite. Per le aggravanti mafiose (416-bis1) invece è previsto il “regime speciale”: si può arrivare fino a 6 anni in Appello e 3 anni in Cassazione (sono possibili tre proroghe fino al 2024). Da questo pacchetto però i reati dei colletti bianchi sono rimasti fuori. Nessun binario speciale. A questi si applicheranno le norme che valgono per qualsiasi altro reato, anche se con tempi più lunghi rispetto alla versione iniziale: fino al 2024, come prevede il “lodo Serracchiani”, si dovrà celebrare il processo in 3 anni in Appello e 1 e 6 mesi in Cassazione (con possibilità di proroga fino a 4 e 2 anni). Dal 2025 però anche per i delitti contro la Pubblica amministrazione entreranno in vigore le regole originarie: 2 anni in Appello e 1 in Cassazione prorogabili al massimo di un anno e 6 mesi.
    Di fatto quindi i tempi di improcedibilità per i reati dei colletti bianchi non cambiano rispetto alla versione originale. Epperò quella che era stata una vittoria del M5S nel primo testo approvato nel Cdm dell’8 luglio è stata spazzata via: i reati contro la Pubblica amministrazione sono stati esclusi dal “regime speciale” che avrebbe permesso ai processi di corruzione, concussione e abuso d’ufficio di avere tempi più lunghi come quelli di mafia. Paradosso: la corruzione, la concussione e la corruzione in atti giudiziari saranno equiparati allo spaccio o a un furto. O ancora di più: l’associazione criminale finalizzata al traffico di droga potrà godere di tempi molto più lunghi rispetto a chi intasca o paga le mazzette a un politico.
    La norma è stata cancellata grazie alla pressione dei due dioscuri di Forza Italia (Sisto) e Lega (Bongiorno) sul tema giustizia. E alla fine sono stati accontentati, visto che il M5S ha ottenuto tempi più lunghi sui reati di mafia. Una versione confermata da Pierantonio Zanettin, capogruppo di FI in commissione Giustizia e braccio armato dei due avvocati di Berlusconi, Sisto e Niccolò Ghedini: “In Cdm era entrata la versione con i reati contro la Pubblica amministrazione, noi l’abbiamo fatta togliere”. Tant’è che ieri il coordinatore nazionale di Forza Italia, Antonio Tajani, sul Corriere della Sera ha spiegato la ratio della richiesta: “I reati non possono essere tutti imprescrittibili – ha detto – E aggiungendone uno si poteva dire: e perché l’altro no?”. E la destra esulta: “Finalmente abbiamo eliminato l’incostituzionale doppio binario per i reati contro la Pubblica amministrazione”dicono i forzisti. Il deputato M5S in commissione Giustizia Eugenio Saitta invece allarga le braccia: “Questo è il massimo che potevamo ottenere”.

    Piace a 1 persona

    • Sta cosa della “manina” che tutte le volte salta fuori nottetempo e non si riesce mai a capire chi/come/quando (il perche’ e’ l’unica cosa nota)…mi fa impazzire: ma dove caz.z.o le scrivone le bozze di legge… sui tovaglioli di carta?
      Francamente io non capisco.
      Tutti armati di tablet (li usano come vassoi per poggiarci la tazza del the ed i pasticcini?), notebbok (pagati da noi come tutto il resto) e poi scrivono proposte e leggi su lavagne d’ardesia o, essendo estate, sulla sabbia dorata?
      Votano norme che non sanno cosa contengono ne’ se/quando/da chi sono state modificate?
      Quando si riempono la bocca di questa famosa “digitalizzazione” fanno sempre e solo riferimento al nostro culo?
      Spiegatemi… davvero non comprendo…

      "Mi piace"

  11. “Un emendamento proposto dalla ministra Marta Cartabia nella versione originale grazie alla pressione del Movimento 5 Stelle. Solo che alle 18 di giovedì, quando il testo è stato approvato all’unanimità in Consiglio dei ministri, quella norma era sparita. Cancellata con un tratto di penna.”

    Ogni giorno c’è qualcosa che ti fa cambiare il pensiero , una presa in giro intollerabile

    Piace a 1 persona

  12. E meno male che gigino o bibitaro e poltronari sono nel governo draghi x vigilare,
    Questi oltre al culo hanno svenduto anche l’italia.

    "Mi piace"

  13. Però oggi via, due azzurri hanno vinto le meddagglieee d’orrrroooooooo campiioni del mondo campioni del mondo campioni del mondo!

    Bisogna ammettere che Dragula ha un culo sfacciato: ha fatto approvare la cartabia tra europei e olimpiadi, con i tg e i giornali che dedicano alla riforma quella sì FONDAMENTALE per tutti noi, altro che la vittoria di una coppa o una medaglia, uno spazio a livello di annuncio di lavoro part-time.

    "Mi piace"