Quanto rende la catastrofe?

(Anna Lombroso per il Simplicissimus) – La voluttà con la quale i giornaloni ci comunicano le cattive notizie va ben oltre le regole del sensazionalismo profittevole e del rapporto costi/benefici delle catastrofi, che pende sempre dalla parte  della provvidenziali emergenze che fanno vendere e permettono leggi speciali, autorità eccezionali, trasgressioni a norma di legge,  tutti ingredienti che piacciono ai velinari, perché così è chiaro da subito, anche per i più ottusi, da che parte stare, quella cioè del portafogli.

E difatti eccoli qua a sventagliare mitragliate di pubbliredazionali sulla necessità del green, pass chiave di volta della campagna vaccinale: “il passaporto verde (per il quale sarà necessario una vaccinazione con doppia dose o un tampone negativo nelle 48 ore precedenti) si prepara dunque a diventare l’elemento di vera discontinuità rispetto a quanto abbiamo conosciuto dall’inizio della pandemia. Perché la sua obbligatorietà – come accaduto in Francia – aiuterà a sostenere la campagna di vaccinazione, a mantenere sostenuto il numero di tamponi giornalieri effettuati, ad avvicinare il momento dell’immunità di gregge e a chiamare non solo la Politica ma l’intero Paese a un’assunzione di responsabilità”, scrive Molinari su Repubblica, per concludere: “la libertà di tutti non può essere tenuta in ostaggio, né messa a repentaglio dalla libertà di pochi di rifiutare il vaccino, le mascherine, i tamponi”.

Ecco qua plasticamente espressa la visione della libertà secondo i paradigmi del ceto oligarchico dominato dall’industria: una libertà selettiva che permette licenze controllate agli obbedienti grazie a uno strumento di persuasione e repressione inutile dal punto di vista sanitario, da adottare anche nelle assegnazioni dei posti letto per studenti alla Statale e probabilmente anche nelle liste del collocamento o degli alloggi per i nuovi disoccupati e senzatetto, e che riserva persecuzione ferocemente muscolare a  disertori, renitenti,  insubordinati,  ai quali, si legge di continuo nella rete e nei social ormai contenitori del pensiero sociopatico, si devono negare cure mediche, perché metti caso, “se io vaccinata ho un infarto mica posso correre il rischio di non andare in intensiva perché è occupata da un no vax”, magari anche lui colpito da infarto, ma immeritevole tout court di accedere a quelli che una volta erano diritti conquistati con il rispetto delle leggi, comprese quelle fiscali, e oggi  diventati elargizioni arbitrarie concesse in cambio di fidelizzazione e ossequio ai comandi delle autorità.

Ormai la tifoseria di quelli che si ostinano all’abuso inappropriato di categorie e stilemi inopportuni e ripetuti come un mantra  apotropaico:  novaxnegazionistino mask, oggetto di emarginazione e anatema morale ma pure di Tso, ha preso la testa.

E si sente autorizzata a esorbitare da qualsiasi ragionevolezza per scivolare nell’enfasi più dissennata  come reazione all’offesa mortale di essere additata come moltitudine ottusa di pecore, benché dicano di perseguire la salvifica immunità, appunto, di gregge; rivendica  un superiore senso civico e perfino di sacrificio, tanto da far pensare che tanto astio punitivo, tanto anelito a discriminazioni  brutali che dovrebbero convergere in misure eccezionali, lager confinamento, coercizioni  nasconda il dubbio che si fa strada in chi non è certo della scelta fatta, sospetta che i rischi superino i benefici,  quindi vuole giustificare la decisione avventata, non solo per andare in traghetto in Sardegna, non solo per mangiarsi la capricciosa in pizzeria, ma per il bene comune e per l’interesse generale.

Inutile ricordare loro che il vaccino, a detta delle fonti ufficiali cui danno indiscusso credito, non blocca la diffusione del virus, se in UK o in Israele, ad esempio, dove la vaccinazione è stata generalizzato, i contagi hanno subito impennate non trascurabili, e tantomeno il contagio, quindi la professione di responsabilità personale e individuale è fasulla. E inutile ricordare loro che qualsiasi appartenente alla comunità scientifica aveva sostenuto prima dell’occupazione militare da parte dei piazzisti di BigPharma, che praticare la vaccinazione di massa con i contagi ancora alti avrebbe fatto proliferare la diffusione delle varianti.

E d’altra parte come comunica qualche pensatrice su Fb, si tratta di partigiani che hanno vissuto la loro clandestinità combattente per  più di un anno sul sofà, davanti al pc o a Netflix o tutti e due, che adesso giustamente pretendono l’obbligatorietà della vaccinazione per tutti e il green pass anche per la milonga che sono legittimati a frequentare grazie all’immolazione simbolica esibita in rete con immaginetta del cerotto. E difatti la libertà secondo loro e Molinari, non importa se ereditata, trascurata, o invece conquistata, la si merita solo con l’obbedienza non alle leggi, non alla Costituzione, non alla propria coscienza, ma con l’atto di fede ai dogmi della casta politica, militare e sacerdotale della scienza.

È che in tutta questa retorica personale e nell’esercizio individuale  del senso civico e dello spirito di servizio,  si è persa ogni cognizione dello status di cittadini: aveva ragione chi sosteneva che la protezione è l’archetipo del dominio.

E difatti la gratitudine deve ispirare i nostri buoni sentimenti nei confronti delle “autorità” che ci tutelano rinchiudendo gli affini e mobilitando gli essenziali e le intendenze addetti alle salmerie, ai vettovagliamenti e ai servizi, con un green pass da adottare nelle Frecce ma non nei treni di pendolari, nei bus e nelle metro che da un anno e mezzo continuano a trasportare il bestiame produttivo, che ci salvaguardano vaccinandoci ma non investendo in strutture sanitarie pubbliche o medicina territoriale, che ci propinano un preparato per “immunizzarci”, ma non mettono a punto protocolli terapeutici.

Così succede che nell’ipotesi che il reparto di intensiva sia “occupato” da altro degente, diventi lecito, addirittura morale lanciare l’anatema contro i novax che potrebbero averne accesso ma non al susseguirsi di governi nazionali e locali che dopo aver tagliato le risorse della sanità, dopo lo scialo in mascherine, banchi a rotelle, tamponi, non prevede investimenti né per il sistema ospedaliero né per quello della medicina territoriale, e che ha generato un crimine aggiuntivo alla cancellazione ormai decennale della prevenzione, abbandonando i malati di cancro, patologie circolatorie, diabete, secondarie rispetto alla priorità assassina del contrasto al Covid e ora perfino alla sua innocua variante.

Adesso poi ci sono i morti buoni, quelli che servono all’offerta di statistiche apocalittiche, di moniti millenaristici, di minacce violente e di intimidazioni perentorie, quelli morti “di” o “con” o “per” Covid. E ci sono quelli cattivi che non meritano neppure di essere numeri o dati, quelli degli effetti avversi che non hanno diritto alla preposizione adeguata, ma pure i decessi per trascuratezza, per malasanità, per disperazione, di suicidio, di povertà. D’altra parte chi soffre di piaghe sociali, disoccupazione, sfratto, solitudine, isolamento non ha voce sui social e dunque non ha ascolto né in alto né in basso, perché lo spazio concesso a quella che un tempo di chiamava opinione pubblica è stato privatizzato e dato in concessione a un ceto cui vene data la guazza lasciandogli credere di possedere una superiorità culturale, sociale e quindi morale  che si riconferma tramite somministrazione promossa a atto di fede nelle scienza e nell’autorità.

Ormai è decreto il successo della strategia senza strateghi: non serviva un complotto per ottenere che si superassero, grazie a un virus che uccide le vittime predestinate di una emergenza sociale,  le profezie di Bentham o Orwell, è bastato che l’occhio invisibile che controlla tutto venisse sostituito dall’auto sorveglianza, rendendo superflui o almeno solo aggiuntivi  la vigilanza e il controllo centralizzato. È bastato instillare come un veleno lento la convinzione che assoggettandosi si possa essere salvati e sommergere gli “altri” immeritevoli, diversi, eretici, scomodi, in modo da trasmettere la percezione di una inviolabile qualità morale che permette di non discernere tra bene e male, giusto e ingiusto, dichiarando prioritario solo quello che interessa e che serve a garantire una sopravvivenza chimica e nel migliore di casi biologica, che quella della mente è diventata pericolosa.

18 replies

  1. non ho letto
    tanto è inutile, si scrive troppo e si guardano poco i fatti

    Boris Jhonson va in isolamento dato che è stato a contatto con il ministro della salute
    il Boris mi pare che abbia già fatto il covid, quindi dovrebbe avere la sua immunità acquisita
    naturalmente, e quindi va per non contagiare altri se pure lui fosse stato contagiato

    questo per tutti quei politici da 4 stracci (tipo i lombardi che raggiungono l’immunità di mandria giovedì p.v.*)

    * manco per niente la raggiungerebbero tra 15gg come scritto sui bugiardini, se solo avessero imparato a leggere.

    "Mi piace"

    • Dovevi leggerlo, era la volta buona che imparavi qualcosa, però scrivi.
      La Signora Lombroso ti sta antipatica ? Gira al largo..
      Saccente de de sti due coioni …

      "Mi piace"

      • E cosa s’impara, che è CONTRO il vaccino, esponendolo attraverso le sue pippe mentali?

        CONSIDERANDO CHE NOI VACCINATI MORIREMO TUTTI UCCISI DAL VACCINO,AI CONTRARI AL GREEN PASS CHIEDO SOMMESSAMENTE DI LASCIARCI GODERE CINEMA, STADI E RISTORANTI TRA NOI PER IL TEMPO CHE CI RESTA, CHE TANTO TRA POCO IL MONNDO SARA’ TUTTO VOSTRO E FARETE QUELLO CHE VI PARE QUANDO VI PARE.

        Si ma attaccandovi al caxxo.

        Così forse è più chiaro spiegato in modo Elementare
        Io sono vaccinato
        Io entro in contatto con la variante Delta
        Io prendo il raffreddore (ma forse neanche)
        Io però non replico il virus
        Il virus dopo qualche giorno muore

        Nei giorni in cui il virus non è ancora morto, se io entro in contatto con te potrei trasmetterti il virus

        Se tu sei vaccinato
        Tu non replichi il virus
        Il virus, che ha vita di qualche giorno, muore definitivamente

        Se tu non sei vaccinato
        Il virus si moltiplica
        Replicandosi può mutare
        La mutazione è casuale
        Una di queste mutazioni può produrre una variante resistente agli anticorpi prodotti col vaccino

        Conclusione:

        Se tutti siamo vaccinati, non replichiamo il virus, il virus non può mutare, e dopo un po’ scompare.

        Se molti non sono vaccinati il virus replica, quindi muta, quindi il rischio di una variante “cattiva”
        Se hai capito il concetto copia ed incolla sulla tua home. #fermiamoilvirus#

        Secondo una proiezione della situazione in Francia (Journal du dimanche) tra un mese i nuovi ricoveri per covid saranno circa sei volte più di oggi, indipendentemente da accelerazioni nella vaccinazione, il cui effetto si potrebbe vedere solo più avanti.

        Senza fare proiezioni in Italia la situazione attualmente è questa:

        Riepilogo settimanale al 18 luglio con tra parentesi la settimana precedente)

        Casi 16.176 (+8.204 +103%)
        Tamponi 572.004 (+46.206 +9,4%)
        Incidenza 2,83% (+1.30)
        Guariti 4.113.478 (+11.058 +0,3%)
        Decessi 127.867 (+92 +0,1%)
        Ric (H) 1136(+2) TI 156(-5) Iso (Domiciliari) 44.821(+5035)

        Come previsto nella settimana appena trascorsa abbiamo raggiunto il livello più basso di ricoverati e iniziamo la risalita, bisognerà vedere con quale pendenza.
        Per i morti al momento siamo ancora in discesa, probabilmente questa settimana smetteremo di decrescere e poi rinizieranno a salire seguendo la curva dei ricoverati, anche qui resta da stabilire la pendenza della risalita e soprattutto quando si comincerà ad appiattire e infine a invertire di nuovo.

        Quello che resta impressionante è il numero di contagiati in un focolaio.
        L’estate scorsa per contagiare 50 persone ad un matrimonio “servivano” sicuramente un numero di 5-10 persone infette che non sapevano di esserlo, quest’anno sembra di capire che basti anche 1-2 infetti per contagiare buona parte di quelli con cui vengono a contatto senza precauzioni.
        Spero davvero che entri in testa alle persone che se si fanno un giro per discoteche in sardegna, spagna, grecia e quant’altro poi non si azzardino a far visita all’anziana nonna (E non solo…) per almeno 7-10 giorni da quando sono tornati.

        I ricoverati non vaccinati hanno l’età mediamente più bassa degli ultimi mesi, si ricoverano persone ben più giovani di 60 anni. Sicuramente c’è un fattore dovuto al fatto che non sono poi così tanti gli over 60 non vaccinati rispetto al mare di under 60 non vaccinati.

        ____________________________________________________________________________________________________________
        Per quanto riguarda i vaccinati hanno polmoniti molto meno severe, sono spesso anziani o molto anziani, finiscono ricoverati o perchè il covid rompe il fragile equilibrio delle loro malattie di base (un pò come farebbe una qualunque malattia infettiva) o perchè hanno altre patologie scompensate e in più risultano positive a covid.

        Gli over 60 vaccinati han fatto tutto il possibile per non finirci, se finiscono in ospedale a ‘sto giro è per i bastardi novax.
        ____________________________________________________________________________________________________________

        Se Draghi, in caso di problemi covid, metterà le restrizioni solo per i non vaccinati e lascerà ZERO restrizioni per i vaccinati, diventerà, secondo la mia personalissima opinione, il miglior politico insieme a Prodi che l’Italia abbia espresso negli ultimi anni. E per me Prodi, soprattutto il suo primo governo del 1996, è stato il miglior politico post boom economico.

        Lo sciacallo BACIASALAMI:
        Salvini il 19 luglio sui vaccini: “sotto i 40 anni liberi di non vaccinarsi”
        Cosa significa “sotto i 40 anni sia libero”? Attualmente risulta che la vaccinazione è “libera” per tutte le fasce di età!
        Sta forse auspicando l’obbligo per gli over40?

        – dai 40 ai 50 magari non muoiono e non vanno in Ti ma se si ammalano rischiano di contagiare altri soggetti e in più sono in età lavorativa, quindi se i contagi salgono rapidamente e contemporaneamente bloccano intere aziende
        E questo sta succedendo nello stabilimento che la Stellantis ha a Luton, dove producono i furgoni a marchio Vauxhall.

        – i giovani possono anche non ammalarsi gravemente ma… sorpresa! vivono e incontrano anche altre persone e quindi rischiano di far ammalare gravemente soggetti fragili che, anche se vaccinati, in misura minore rischiano di prendersi il covid.

        Spero che almeno venga inchiodato alla sua contraddizione tra il lisciare il pelo ai freevax (nel senso di liberi di non vaccinarsi e dire cazzate tutti i giorni sul vaccino e di disprezzare chi si è vaccinato) e evitare di irritare i suoi elettori che invece si sono vaccinati.

        #Salvini “ sotto 40 vaccino non serve”, forse non serve ai 40enni ma serve sicuramente a non contagiare gli altri. Più contagi significa più chiusure. Più chiusure significa meno Pil e meno ricchezza. È questo ciò che vuole per gli italiani?

        E’ molto curioso, ma fino a un certo punto stante l’ignoranza diffusa, che in questo paese esista una enorme maggioranza di negazionisti del covid e invece quasi non esista un ala estrema che sostenga restrizioni pesanti per i non vaccinati.
        Almeno servirebbe a bilanciare e trovare un compromesso per cui le cose veramente pericolose per la circolazione del covid siano proibite ai novax come raduni medio-grandi senza mascherine (vedi stadi), aggregazioni vacanziere (vedi crociere/villaggi vacanze), lavori a contatto con malati (da badanti a ospedali).

        Nel link il video di un direttore di ospedale in Tunisia che piange per non riuscire a trovare OSSIGENO.
        Ma il covid è un’invenzione.

        Dati di IERI 19/07/2021:

        +2.072 nuovi casi
        +7 morti
        +651 guariti
        +1.412 attualmente positivi

        +16 ingressi in terapia intensiva
        +52 ricoveri covid
        +6 terapie intensive
        +1.354 isolamenti domiciliari
        +89.089 tamponi

        Prosegue il trend di aumento dei nuovi casi rispetto allo stesso giorno della scorsa settimana, visto che lunedì 12/7 le diagnosi furono 888 (+133,3%)
        Salgono i tassi di positività, contando solo le prc vanno quasi al raddoppio (4.3% vs 2.3%) stessa cosa contando tutti i test (1.2% vs 2.3%)
        Per quanto riguarda gli ospedalizzati abbiamo i ricoveri ordinari che oggi salgono di 52 unità mentre lunedì scorso salivano di 15, le TI oggi salgono di 6 unità mentre lunedì 12/7 calavano di 3
        Ingressi in terapia intensiva quadruplicati, questo è un dato piuttosto brutto, vediamo se è un caso oppure diventerà un trend (16 vs 4)
        Decessi in calo (7 vs 13)

        Variazione dei casi per giorno tra questa settimana e la scorsa

        – lunedì +23%
        – martedì +34%
        – mercoledì +30%
        – giovedì +58%
        – venerdì +75%
        – sabato +50 %
        – domenica +72%
        – lunedì +87%
        – martedì +69%
        – mercoledì +113%
        – giovedì +76%
        – venerdì +109%
        – sabato +122%
        – domenica +124%
        -lunedì +133%

        "Mi piace"

      • "Mi piace"

      • Il capitone dovrebbe LEGGERE e analizzare queste notizie, invece di parlare a vanvera in cerca di voti.

        Però questi sciacalli ignoranti ancora insistono con le cure domiciliari a base di idrossiclorochina, del plasma iperimmune che richiede più prelievi da più persone che si erano infettate, ED altri ritrovati del caxzo, LAST MINUTE, per i quali la mancanza di sperimentazione al vaccino NON VALE. PIU’ AVIGAN PER TUTTI.

        La cosa che maggiormente mi manda in bestia è la capacità di penetrazione che hanno quei 2/3 siti complottisti nelle menti di persone che non ti saresti mai aspettato. Radio Radio era un’emittente radiofonica nata per parlare della Roma calcio. Oggi è una centrale multipiattaforma, Facebook, youtube, sito etc, appiattita sulle posizioni di casapound e che ha lanciato l’aspirante sindaco di Roma per la destra Michetti.
        Byoblu di Claudio Messora diventò famoso all’inizio con pubblicazioni sul blog di Grillo, 10 anni fa. Oggi si è messo in proprio e rilancia le più astruse teorie complottiste, negazioniste e no vax. Dal digitle terrestre dopo essere stato eliminato da youtube.
        Lo sciacallo padano e la fascio coatta pesciarola romana cercano di tenere il piede in due scarpe e si avventurano in spiegazioni medico-scientifiche inventate di sana pianta, seguendo le minchiate di Trump negli USA.
        Per non parlare degli utili idioti di supporto attraverso le supercazzole sulla liberàh e la lotta di classeh!!!111|!!

        E ‘ tutto molto deprimente.

        "Mi piace"

      • I NOVAX AUSTRALIANI SONO INFEROCITI COL PROPRIO GOVERNO DOPO LA DECISIONE DI METTERE IN ONDA QUESTO SPOT.

        Anche nell’articolo della succitata cazzolara l’oggetto del contendere, IL COVID COME PATOLOGIA, è sparito dalla discussione per l
        lasciar spazio ad un dibattito sui massimi sistemi di sociologia 2.0 in salsa anarchico narcisista.

        Cosa ti provoca il covid quando raggiunge il suo scopo non lo si vuole dire.
        Chi si ricorda il primo paziente recensito in Italia? Mattia Maestri ERA GIOVANE, FACEVA GARE DI IRON MAN. ma rischiò di morire.
        Altri anche più giovani sono morti, pure recentemente.

        Andate a farvi fottere, manica di disagiati.

        "Mi piace"

    • Ma chi ti credi di essere ? I casi sono sempre due: o non capisci quello che scrivono gli altri e commenti a vanvera o non si capisce quello che scrivi tu. Ma che cavolo..? Basta…☹️

      "Mi piace"

  2. Forse è richiesta troppa soglia di attenzione, che invece viene subito catturata da pubblicità istituzionali presentate da Fiorello, Bonolis, e altri vips che con convinzioni a pagamento, sono capaci di indirizzare lo spettatore passivo nella giusta direzione utile a big pharma e a tutte le sue aziende che sennò non fatturano. Sembra il primo comandamento della religione medica: non avrai nessun rimedio all’infuori della mia vaccinazione.
    https://italiaoltre.wordpress.com/2021/07/10/questa-e-una-storia-vera-cera-una-volta-molti-anni-fa-il-medico-di-base/
    Che fine ha fatto il medico che prima di appiopparti una medicina, ti faceva accomodare e tu gli raccontavi come ti sentivi e cosa avresti voluto?

    "Mi piace"

  3. X Jerome:

    Capisco molte cose di quel che vuoi dire, ma tu esageri dall’altra parte.

    Non ho visto una che una parola sui rischi della vaccinazione stessa.

    Nessuno. Zero.

    E no, negli ultimi 30 giorni di persone ne sono morte dopo vaccinazioni. In Calabria 3 donne morte o gravissime dopo vaccino in appena 3 giorni, due sono morte, l’altra non so, tutte tra 24 e 49 anni.

    Da questo punto di vista è ridicolo che mi parli dei 7 morti non vaccinati under 40. Solo considerando maestri e maestre, infermiere, dottori e dottoresse, i numeri sono impressionanti. Secondo l’AIFA stiamo attorno a 320 morti sospette solo a maggio scorso, gli effetti collaterali sono 66.000, di cui il 10% gravi, quegli agli occhi 1000, di cui il 20% gravi.

    Come pensi che la gente non si chieda cosa succederà se si fanno il vaccino?

    La verità che sfugge a te e alla Lombroso è che siamo in un campo di fave. E questo significa che non possiamo rigirarci senza trovarcene una nel culo.

    "Mi piace"