Beppe ha le sue ragioni

BEPPE GRILLO

(Gaetano Pedullà – lanotiziagiornale.it) – Tra le poche cose certe nella rottura tra Grillo e Conte, c’è che se quest’ultimo vorrà continuare a fare politica, non potrà farlo con il simbolo dei Cinque Stelle. Avrà senz’altro una grossa fetta del Movimento pronta a sostenerlo, e potrà scriversi lo statuto che gli pare, ma per quanto ricalchi il migliore dei partiti, avrà detto addio all’unica forza politica capace di portare un comunissimo professore universitario fino alla guida del Governo.

Nei partiti, anche quelli più illuminati, non funziona così, e la classe politica prima ha bisogno del potere per sopravvivere (mica per servire i cittadini) e poi diventa casta. Dunque è quanto meno sorprendente che si sia arrivati al punto in cui siamo, a meno di non prendere atto che un uomo di innegabili qualità come l’ex premier abbia un progetto o, peggio, si sia fatto portare per mano da cattivi consiglieri, nonostante la disastrosa lezione della lista Monti e la facile previsione che i più lesti a saltare sul suo carro saranno alla bisogna i primi a scenderne.

Di sicuro, ovunque porterà quest’ennesima diaspora nel Movimento, né Conte né Grillo guadagneranno niente, mentre ieri le risate di Renzi e dei poteri marci che i 5S hanno sempre combattuto si sentivano da lontano. In realtà, però, non è mai troppo tardi per fare la cosa giusta, e seppure i toni usati sia da Conte nella sua conferenza stampa, che da Grillo nel post di ieri, lascino margini pari a zero virgola niente, il calcolo prima ancora della generosità potrebbero spingere i due a riparlarsi.

Lo facciano se hanno ancora a cuore i valori di un progetto che ha dato speranza a milioni di italiani, e che se naufragasse con un’ultima scissione porterà a una restaurazione dove non si faranno prigionieri. E se alle prossime elezioni Grillo uscirà di scena, Conte è difficile capire che altro possa fare se non il capo di una correntina del Pd. Davvero poco per gettare alle ortiche una storia politica che ha innovato come nessun’altra da decenni il nostro Paese.

Lo facciano se hanno ancora a cuore i valori di un progetto che ha dato speranza a milioni di italiani, e che se naufragasse con un’ultima scissione porterà a una restaurazione dove non si faranno prigionieri. E se alle prossime elezioni la stessa creatura di Grillo dovesse uscire di scena, Conte – a proposito di visione – è difficile capire che altro possa fare se non il capo di una correntina del Pd. Davvero poco per gettare alle ortiche una storia politica che ha innovato – come nessun’altra da decenni – il nostro Paese.

45 replies

  1. Caro direttore, mi ha fatto veramente piacere leggere il tuo editoriale. Ho sempre considerato il tuo giornale, insieme al Fatto Quotidiano, gli unici due giornali lontani dal main stream dei giornaloni unici e più vicini a raccontare la verità sul lavoro e la realtà sul movimento 5STELLE. Dopo due giorni di ascolto in tv dei Travaglio, degli Scanzi e di letture di tutti i giornalisti della redazione del Fatto, leggere il tuo editoriale è stato un conforto per la imparzialità della tesi e nella comprensione delle ragioni pro e contro dei due Giuseppe. Ma caro direttore perché nessuno dei favorevoli a prescindere all’ex primo ministro non chiarisce perché in 3 anni non ha mai avuto tempo di chiedere l’iscrizione al movimento di cui voleva diventare il capo? Perché nessuno ha mai chiesto conto dei pareri contrari su dossier importanti, tipo tav, tap, ilva ecc? Perché, Conte, fondamentalmente, non è mai stato un grillino e lo statuto da lui proposto semplicemente smontava tutto ciò che rappresentava il grillismo. E Beppe, che ne ha sbagliate tante, ha capito in tempo, dove Conte voleva portare il movimento. Tu caro direttore, a differenza dei Travaglio, dei Scanzi ecc. hai augurato un ripensamento, dif

    "Mi piace"

  2. Secondo Pedullà Conte è tornato a eessere un comune professore universitario miracolato da Grillo.
    Secondo lui i cattivi consiglieri ce li ha Conte. Grillo da febbraio in poi è consigliato proprio bene.

    Piace a 2 people

    • Secondo me dietro questa sua piazzata c’è anche Morra, valido e di spessore, ma anche presuntuoso, aristocratico e infido – ci ho avuto anche a che fare di persona. Ha appena approvato la defenestrazione di Conte, propugnando la gestione collegiale del M5S. Potrei giurare che intende sfruttare la sua autorevolezza e il suo rapporto personale con Grillo per imporre la sua influenza sul direttorio.

      Piace a 3 people

      • “Secondo me dietro questa sua piazzata c’è anche Morra, VALIDO E DI SPESSORE, MA ANCHE PRESUNTUOSO, ARISTOCRATICO E INFIDO”: ma pensa alle volte, se non fosse stato fatto un nome, avrei pensato che stesse parlando di Conte, con il quale mai vorrei avere a che fare di persona… DE GUSTIBUS!

        "Mi piace"

      • Sì ho notato, infatti è rientrato dall’oltretomba. E poi ci sarebbe da chiedersi a che titolo Morra approva? Morra non è stato cacciato dal movimento?
        Comunque io ho il mio misuratore personale e infallibile, e Morra, sì perbene e tutto quello che vuoi, ma chi smania per andare da Massimino D’URso, un senatore per di più, o un PM (Maresca) ha qualcosa, in fondo in fondo, di marcio.

        Piace a 2 people

  3. C’è un’altra strada per uscire da questa situazione. Per prenderla bisogna ritornare sui propri passi. Uscire dal l governo Draghi, e ricolloquiare con Di Battista ,Morra ,Lezzi etc . Grillo è ancora convinto che Draghi e Cingolani siano suoi fan ? In tal caso non c’è speranza.

    Piace a 1 persona

  4. “E se alle prossime elezioni Grillo uscirà di scena, Conte è difficile capire che altro possa fare se non il capo di una correntina del Pd. Davvero poco per gettare alle ortiche una storia politica che ha innovato come nessun’altra da decenni il nostro Paese.”

    E’ difficile per te capire che Conte non farà mai una “correntina” del PD . Conte non farà mai un suo partito personale,
    ficcatelo in testa tu e tutti i giornalai che non fanno altro che spernacchiare “Conte come lista Monti flop”
    Questa è la vostra pochezza giornalistica, non capire la situazione politica italiana.

    Se CONTE farà un partito non sarà suo, sarà un partito che tutti aspettano da anni, non sarà mai un PD , perchè il PD
    NON è modello per Conte. Se nasce un nuovo partito/movimento SARA’ SICCURAMENTE con statuto già pronto, chiaro
    sia come valori, sia come visione politica CHIARA , rivolto a quelli che non hanno più un riferimento politico.

    Piace a 4 people

    • “Questa è la vostra pochezza giornalistica, non capire la situazione politica italiana”.
      Meno male che ci sei tu @Tracia a indicarci la strada.

      "Mi piace"

    • @Tracia,
      Giusto.
      Conte ha un terribile difetto : è una persona pulita e non ricattabile a differenza di tanti.
      E non ha figli che….
      Per questo non è sopportato da a Grillo.
      Non più, almeno .
      Ridicoli coloro che sovrappongono Monti a Conte, augurandogli la stessa sfortuna elettorale .
      Il secondo è empatico , il primo (cit.Crozza:) “sprizza umanità da tutti i circuiti “.

      Piace a 1 persona

      • Pirgo
        … e ha troppa dignità per tollerare tutti gli insulti velenosi e infantili lanciatigli da Grillo.
        Mettere sullo stesso piano il comportamento di Grillo e quello di Conte, non è equidistanza o desiderio di pacificazione, è cecità, ipocrisia, giustificazione degli sproloqui di un despota.
        Significa non capire che, per una persona come Conte, rispetto e fiducia sono alla base di ogni rapporto.
        Ma qui passa che è stato Conte a VOLER diventare capo del m5s, ad aver votato contro TAV, tap, etc… A NON essersi VOLUTO iscrivere al mov, come se fosse normale e giusto che si dichiarasse di parte quando era pdc o lo avesse fatto in modo opportunistico, appena Grillo gli ha CHIESTO (sottolineo) di rifondare il mov,
        ad aver scritto uno statuto che stravolgeva tutti gli ideali, come se l’avessero mai potuto Leggere, giudicare e votare(e chissà come mai, ce lo chiediamo?), a essere presuntuoso(!), aristocratico (!!) e infido (!!!!!).
        Vabbé.
        Adesso è stato lui anche a tradire Renzi.

        Piace a 2 people

      • Conte ha la pazienza di un santo e potrebbe anche passare sopra le sparate del pazzo genovese. Il muro l’ha messo Grillo. Io mi illudo ancora di un suo possibile rinsavimento, magari deve solo cambiare farmaci.

        Piace a 2 people

      • E come fai a fidarti? Sarebbe una spada di Damocle puntata sulla testa, una bomba innescata… senza contare il danno irreversibile d’immagine. Non potrebbero più essere visti come un duo affiatato, ma come due eterni contendenti.
        È un meccanismo che funziona solo per la nostra orribile destra opportunista: i “ladroni di Pisa” , che litigano tutto il giorno, ma la notte vanno a rubare (le elezioni) assieme!
        Dalle nostre parti tendiamo più al tafazzismo… e in questo superiamo persino il PD.

        Piace a 1 persona

      • Se si trova il modo di approvare il nuovo statuto il garante ha dei paletti ben delimitati. Incrociamo le dita. Un ideologo, possibilmente un po’ utopista, è necessario.

        "Mi piace"

  5. Avrei dei dubbi sul fatto che un possibile partito di Conte sarebbe semplicemente una correntina del PD… ma bisogna aspettare: tutto dipende da scelte e decisioni concrete, e non da possibilita’ e scenari

    Piace a 2 people

  6. Veramente un partito di Conte dipende anche da una forte somma di denaro. Ricordate il partito di Di Pietro? L’Italia dei valori potè nascre solo perché una gentile signora gli diede una forte somma di denaro, la Contessa Borletti. Certo, Conte potrebbe fare una fondazione e aspettare gratifiche ma quando in Italia uno non promette benefici illeciti fondi non ne riceve. Ci fu solo Obama che disse che era stato finanziato solo da milioni di americani con piccoli bonus ma non era vero nemmeno quello. Voi pensate che tutti quelli che oggi inneggiano a Conte gli verserebbero una picola somma di denaro? IO non credo nemmeno questo, Verba volant, pecunia stat.

    "Mi piace"

  7. Nessuno si chiede come mai grillo non ha sottoposto a votazione la proposta di Conte?
    Il voto sarebbe stato sullo statuto non su Conte
    per cui come mai Grillo ha rovesciato il tavolo come un Berlusconi qualsiasi?

    Piace a 2 people

    • ma ti ci metti pure tu.

      1 Prima semmai voti su Conte che non è nemmeno iscritto al m5.

      2 Poi voti sullo statuto. Ritieni necessario si debba cambiare lo statuto e le regole alla base del m5s e che Conte le riscriva? SI o NO

      3 Poi Conte presenta lo statuto e voti sullo statuto.

      * vorrei far notare che il democratico e gentile Conte non ci ha chiesto nemmeno il permesso sulla privacy quando ha preso gli iscritti e se li è portati su un’altra piattaforma, ok? Ti pare gentile o padronale? Tanto per sapere, eh? grillo ce li chiese, il cattivone e dittatore grillo. Il PADRE PADRONE grillo. Ci chiese il permesso sul trattamento dei dati a tutti!

      Si chiama democrazia. Non potete raccontarla come pare a voi. Devi seguire i 3 punti sopra, non fare come ti pare. Sequenza delle cose e logica. E rispetto, rispetto che Conte NON ha avuto da perfetto ESTRANEO al m5s!

      Padre garbato un paio di coglioni!

      Voi tutti la raccontate male. Grillo non ha detto a Conte ti do le chiavi di casa e fai il cazzo che ti pare, cioè ti do il via libera sui punti 1, 2 e 3, riscrivi le regole e lo statuto, perchè sapete benissimo che è FALSO!

      Conte dentro il m5s, da perfetto SCONOSCIUTO, aveva margini AMPISSIMI di manovra e azione che ha sfruttato e che in nessun altro partito avrebbe MAI avuto. E continuate a menarla su Conte qui Conte là.

      Se Grillo ha detto a Conte di “riorganizzare il m5s” e quello ti prende il culo tu che fai, glielo dai?

      Io non so se lo fate perchè siete così, oppure ci marciate e ci prendete per il culo.

      Ti do un dito, ma non ti do il culo. E chiaro il concetto oppure no? Se ti dico ti do la bicicletta e poi mi porti via la macchina posso incazzarmi oppure no? Oppure dovrei mettere ai voti se mi puoi inculare l’auto? Mi può il PADRE GARBATO Conte rubare l’auto, si o no? Ma come cazzo ragionate?

      Hanno giocato alle spalle di grillo, TUTTI. Trattato come un vecchio rincoglionito, anche se in parte lo è. La cosa si vede benissimo. Lo avessero fatto dentro un partito, come ho già scritto, il figlio di Conte era sparito dentro l’acido.

      La dovete SMETTERE nell’indicare il m5s come problema di democrazia, perchè rimane ancora ad oggi il meno peggio di tutti, pur con i suoi 1000 difetti. Perchè il m5s ha sempre avuto difetti, ma difetti sani, sopportabili.

      Piuttosto chiediti un’altra cosa, invece delle stronzate che chiedi al m5s:

      1 Conte presenterà lo statuto che doveva presentare al m5s quando presenterà il suo partito personale? SI o NO?

      2 Conte applicherà nel suo partito il concetto di democrazia DIRETTA che avrebbe dovuto applicare nel m5s se quel CATTIVONE PADRONE di grillo non glielo avesse impedito? SI o NO?

      3 Tutti i cittadini iscritti al partito di Conte potranno come quelli del m5s votare i punti 1 e 2 sulla piattaforma online e votare tutte i successivi punti del programma che verranno proposti in futuro? SI o NO.

      Così si raccontano le cose, per chi è intellettualmente onesto. E così vanno spiegate.

      Altre vie non ce ne sono. NON ce ne sono.

      NON ce ne so no.

      "Mi piace"

      • quindi secondo te (decisamente il bipolarismo è infettivo) prima si fanno le elezioni poi la legge elettorale

        come il solito sposti l’argomento,
        l’argomento è Grillo non il MOV

        e io che ti rispondo anche (che mi sia infettato anch’io?)

        Piace a 1 persona

      • Il blog dei TRUFFATORI di pensiero

        quindi grillo ha detto a conte fai il cazzo che ti pare. E parti proprio dalle regole base del m5s e dal non statuto.

        Ti facevo onesto intellettualmente. Ti facevo…

        Sei contento? Va bene?

        Hai ragione tu. In questo blog di truffatori del pensiero AVETE RAGIONE voi.

        grillo, il pazzo rincoglionito e PADRE PADRONE ASSOLUTO, ha detto a conte, il padre gentile e nobile, prendi il m5s e fallo a tua immagine e somiglianza, fai quello che vuoi. Decidi tutto tu! E’ tuo!

        Sono io che perdo tempo con voi, è diverso.

        "Mi piace"

  8. Torno a scrivere in risposta a tante idiozie che leggo.
    .
    Il M5S era decisamente contro un sistema sclerotizzato dalla presenza del puttaniere mafioso e piduista a cui dava indirettamente spago un’opposizione rarefatta.
    L’entrata nel palazzo del 2013 fu un atto rivoluzionario soprattutto del corpo elettorale.
    Tutti si accorsero del potere della rete e di quanto fossero instabili le poltrone fino ad allora occupate da storici parassiti e collusi.
    Il successo del 2018 sembrò spalancare la strada verso la rivoluzione. Invece fu l’inizio della fine.

    Personaggi senz’arte ne parte, premiati dalla lotteria delle clickarie o cooptati dal sommo ignorante pomiglianese si adoperarono immediatamente per mettere a reddito la rendita di posizione appena conquistata.
    La sete di potere si impadronì dei sedicenti vertici che, guidati da una bulimica fame di poltrone, dimenticò con chi si fossero alleati.
    Infatti il capitone sciacallo e Baciasalami cominciò la sua propaganda monotematica sull’invasione degli africani e scalzò, nel giro di un anno, il M5S dal vertice del gradimento degli elettori.

    Cosa ho imparato da questa storia?
    Che UNO NON VALE UNO, perchè contano sempre le capacità, l’esperienza e la cultura di chi, già nella sua vita reale,, avesse dato prova di se.
    Che la conquista del potere non deve essere un fine in se ma un mezzo per cambiare realmente le cose.
    Che certe stronzate, tipo l’uscita dall’euro e dalla UE alla fine si pagano, vista l’impennata dello spread durante l’estate del 2018 che si tradusse in triplicazione dei costi di rifinanziamento del debito pubblico, nel crollo dei mutui erogati a famiglie e imprese con avvio di una RECESSIONE , cioè decrescita del PIL per più di 3 mesi consecutivi e altre scemenze fantozziane ma con grossi danni all’economia reale.

    Quel successo iniziale ha avuto, inaspettatamente inspiegabilmente un risvolto positivo con l’apparizione sulla scena del Prof. Giuseppe Conte.
    Frenato all’inizio da certe intemperanze dei giovani idioti dei due partiti, con un ruolo di raccordo istituzionale verso il Presidente della Repubblica precedentemente ingiuriato e vilipeso, ha potuto dispiegare tutte le sue abilità negoziale e di guida del governo nel momento di massima difficoltà vissuto dall’Italia nel dopoguerra.

    Nel M5S esistono tante persone oneste che credono sinceramente in alcuni voli pindarici che propongono. Mancano tuttavia di pragmatismo e di abilità nel saperle mettere in pratica, a volta per fortuna visto quanto potenzialmente pericolose potrebbero rivelarsi.

    Grillo ha impostato questo partito che ha portato la chiunque al potere, fidandosi delle persone sbagliate.
    Oggi dovrebbe essere chiaro a tutti che il suo primo obbiettivo, del tutto personale, è la difesa del figlio dalle accuse di stupro e dal rischio condanna. NON E’ SERENO.

    Ognuno è libero di vederla legittimamente dal proprio punto di vista questa divisione.
    Personalmente ho già scelto da che parte schierarmi.
    IO STO CON IL PROF. CONTE.
    Perchè oggi viene attaccato da tutto il marcio sistema mediatico e politico, arrivato nel suo insieme a santificare Grillo nelle sue oscene accuse, in funzione anti-Conte.
    Spero nella creazione di un suo partito con gli stessi presupposti morali del M5S, ma composto da persone innazitutto CAPACI e di SOLIDA CULTURA DI BASE e di livello superiore.
    Non che non ce ne siano stati, ma sono rimasti bloccati e imboscati, tenuti sotto schiaffo dal potere di vita e di morte del pomiglianese,

    Niente più cunial, ciampolillo, terese manzo, caiata, Sibilia.

    A quelli schierati con Grillo oggi posso ricordargli chi siano i loro compagni di viaggio:
    I fogliacci di destra libero, il giornale, la verità.
    I traditori come Pappagone e gli altri fuorusciti.
    La destraccia fasciolegaiola.
    Renzi, la Boschi e l’altro pattume italoviscido.
    Quel che resta di forzamafia e dei cespugli di contorno.

    E siete pure soddisfatti,
    Non so se vomitare prima o dopo essermi fatto un’amara risata.

    Piace a 5 people

    • Conte: “Il mio progetto politico non resterà nel cassetto. Grillo? Non dica falsità su di me, se vuole pubblichiamo lo scambio di mail”. Il garante pubblica un video: “Il suo statuto? Aveva al centro solo lui”

      Giuseppe Conte non tornerà a fare il professore di diritto civile, almeno per ora. La scomunica ricevuta da Beppe Grillo che gli ha tolto la guida del M5s prima ancora di prenderla non ferma l’ex presidente del Consiglio che, dopo una nuova uscita del garante (questa volta in formato video), ai giornalisti sottolinea: “C’è tanto sostegno dei cittadini: ho lavorato per 4 mesi. Ho aspettato Grillo in piena trasparenza. Il progetto politico non rimane nel cassetto per la contrarietà di una persona sola”. E’, con altre parole, quello che aveva detto al mattino: andiamo avanti? gli avevano chiesto, “mai indietro” aveva risposto lui, poco dopo aver parlato di “svolta autarchica”.

      "Mi piace"

      • Tracia, una tipa su Facebook, tale Silvia Bragatto(mi pare), che dev’essere un’alias della Gazzella (insieme a Bruna TOFANI) o una sua sodale, ha pubblicato luride illazioni di giornaloni/rotoloni (ricordo Libero) che danno Conte RICATTATO da Grillo per via di certe mail che si sarebbero scambiati, sottintendendo chissà quali loschi segreti e/o traffici.
        Non mi stupirei se questo accenno di Conte alla pubblicazione del “carteggiamento” tra lui e Grillo fosse una risposta indiretta a tali calunnie.

        "Mi piace"

    • @Jerome B.

      Padre padrone e pieni poteri

      Gurada che di idiozie ne scrivi tante anche tu, per capirsi.

      Se Conte farà bene al paese saremo tutti contenti, io per primo.

      Ma siccome le cose le penso e ci ragiono sopra parecchio, dico anche che il Conte che ho stimato infinitamente fino a pochi mesi fa, con questa uscita meschina e ignobile di attacco aggressivo al “padre padrone” dentro la casa che ti ha ospitato, mi è crollato tanto. Ma tanto. Ma tanto tanto.

      Per la prima volta ho visto l’uomo dentro, un pezzetto della sua anima, non la facciata che ci ha fatto GRANDI nel mondo. E guardando l’uomo DENTRO ti dico che preferisco grillo a conte. E voterò il nuovo m5s, cioè il vecchio m5s, cioè il m5s che ho sempre conosciuto e che tornerà prestissimo ad essere lo stesso che ho conosciuto.

      Comunque se Conte farà bene saremo tutti contenti, io per primo. Io per primo.

      Ora da Conte mi aspetto che mantenga la parola e se la mantiene dovrà fare quello che ha detto, cioè applicare la democrazia diretta che voleva applicare al m5s al suo partito. Altrimenti non ti puoi permettere di dare del padre padrone a casaccio e fare di peggio assumendo i pieni poteri. Secondo voi cosa farà????????

      Purtroppo so già come andrà a finire…

      …quando si è ospiti con vitto e alloggio in una casa calda per anni e si gira il mondo con i biglietti che il padrone di quella casa ti ha offerto gratis per girarlo, rendendoti famoso grazie sopratutto alla tua abilità e capacità, dare del padre padrone è come dare un pugno in faccia al padrone di casa che ti ha ospitato.

      E’ un brutto segnale. Un bruttissimo segnale. Il finale di questi film si sa già quale sarà. Non finirà come pensi tu.

      "Mi piace"

      • “con questa uscita meschina e ignobile di attacco aggressivo al “padre padrone””
        Conte. A Grillo. 😳
        Il cannocchiale impugnato al rovescio. 🙃

        "Mi piace"

    • Egregio jerome b. Bentornato era ed è bello leggere i tuoi post
      Io sono molto meno di lettere, ma la tua scelta è scontatissima e apprezzatissima
      Come si fa a sposare grillo? Alla soglia degli 80 anni parla di agenda 2050, propone cingolani e quesito farlocco, umilia in maniera vergognosa Conte, che da emerito sconosciuto ha gestito la pandemia da premio nobel, con nervi saldi e visione futura, ma se sapete un minimo di storia del Rf, lui e solo lui a messo tutta l’Europa ai suoi piedi, tutti hanno sposato la sua visione di vivere insieme a beneficio di tutti!
      Come si possa leggere Andrea, cagliostro è un mistero
      Arrampicarsi sugli specchi per difendere un emerito paziente geriatrico, capace di dire tutto e il contrario di tutto che del fare politica non ha la più pallida idea
      Io sono alto 1,80 mt. Il mio sogno( uno dei tanti) è giocare nell NBA, come pensate ci riesca? Facendo fuori lebron James o forse giocandoci assieme?
      Oggi ci sono circa 40 gradi all’ombra, il caldo ha dato alla testa
      Complimenti jerome b.
      Partecipa più spesso, ribadisco tu sei uno dei motivi per cui è bello leggere infosannio
      E dal mio punto piccolissimo di vista i tuoi post sono molto molto meglio di tantissimi articoli, anche se può capitare di non essere d’accordo
      Saluti

      "Mi piace"

      • Grazie per la stima Fabio c.
        Concordo su alcuni commentatori che si dilungano su questioni di superficie, di carattere, di massimi sistemi e senza mai quagliare un pensiero traducibile in azioni.
        Forse sono abituato a confrontarmi quotidianamente con i problemi reali e mi manca la capacità di “VISIONE” di Grillo e dei suoi assonnati seguaci spacciati per sognatori.
        Soluzioni applicabili, misurabili, qua e ora, con tutte le analisi costi e benefici, non supercazzole buone per slogan elettorali estemporanei ed acchiappaclick.

        Mi faccio condizionare, forse, dalle logiche che seguo nel lavoro.
        Ma tale bagno di concretezza dovrebbero farlo coloro che, IMMERITATAMENTE E SENZA ALCUNA Competenza si ritrovano a decidere per le sorti di tutti.

        Mi chiedo sempre come sia stato possibile che emerite nullità come Salvini, Meloni e Di Maio abbiano potuto concentrare su di loro tanto potere.
        Dobbiamo espiare, come nazione, una qualche gigantesca colpa storica?
        Poi riflettendoci, la risposta che mi sovviene è che essi rappresentano la mediocrità che compone la maggioranza del popolo italiano e ne sono la naturale conseguenza.

        "Mi piace"