Ma garante de che!

(Giuseppe Di Maio) – Forse è la prima volta che ti leggo attentamente. Nel passato credevo di leggere un comico intelligente e onesto, ma pur sempre un comico. Purtroppo da questo tuo scritto esala la morte delle speranze democratiche, quasi il testamento di un vecchio marpione disilluso sui casi del mondo. Se la tua visione della società è questa, a noi non frega un cazzo del dispotismo illuminato, e perciò non ti concediamo più nessun beneficio, nessuna scusa. Tu sei un presuntuoso che crede nella stupidità collettiva, e crede di poter manomettere la pancia del paese. Ecco perché non hai mai indicato un orizzonte politico preciso, ma solo minchiate pratiche da fare: conquiste che senza coscienza democratica non valgono niente, e se ne andranno quando questa esperienza di falsa rivoluzione sarà finita. Parli di “soluzione decisa in modo condiviso” nella tua organizzazione orizzontale. Ma decisa da chi? Dal guru di vertice, in un’organizzazione solo di base e niente ossatura che pende dalle labbra del pagliaccio come nei tuoi spettacoli? Belìn, ci hai derubato. Sì, ci hai fregato. E noi che credevamo che tu fossi onesto quanto quell’onestà che ci hai suggerito. Invece, sei un pazzo narciso: a dire poco. E noi non te lo perdoniamo. Perché noi crediamo nella democrazia, sì, dal basso: cioè dalla coscienza, dal quel posto dove si elabora il mandato all’interno di un progetto sociale chiaro e condiviso, e che viene affidato ai portavoce selezionati faccia a faccia, non dalle virtù indicate dai burattinai dei click. Ma allora la democrazia diretta era un bluff, il mandato politico era un bluff, come anche l’autoselezione della classe dirigente. Giacché tu credi solo nel santone che fa video e letterine, nella delega senza coscienza, nella designazione (a fin di bene?) dei candidati. Invece noi vogliamo un partito, che abbia la struttura per elaborare un compito politico, che possa controllare il proprio portavoce, e lo possa destituire. Qualunque portavoce, persino tu. Poiché nulla è superiore alla democrazia, ché è l’unica cosa che abbiamo, l’unica che ci salva dalla ferocia di un mondo senza regole. Conte l’ha capito, e ci indica una strada, uno scenario ideale racchiuso in un progetto. Tu non sai quanti grillini tuoi pari ho dovuto sopportare nei meetup della post ideologia traboccanti di disonesti arrampicatori sociali! E questa sarebbe la tua democrazia diretta: un anno e mezzo per decidere la governance del Movimento ed essere ancora al palo? Anni e anni per liberarci della camicia di forza di Rousseau e ripiombare nei falsi quesiti di un sistema di controllo e scippatore di mandato politico? Dai, fai il profeta, fai come Fassino: dì a Conte “di farsi un partito e poi si vedrà quanti voti prende”. Che fine ingloriosa! Credi aver avuto 11 mln di voti, invece non sei riuscito ad avere nemmeno il consenso degli iscritti. Leggere nella tua lettera “l’illusione che si è più potenti di quello che in realtà si è davvero”, mi ha fatto sobbalzare. Ma come: tu ammetti quindi due verità? Una da trasmettere agli allocchi (democrazia, volontà popolare, etc) e un’altra che tieni per te, e che sveli semmai a pochi intimi, ai complici del raggiro della tua esperienza politica? Noi amiamo una sola verità, e quando parliamo di democrazia abbiamo anche fiducia nella gente. Altrimenti quale sarebbe la differenza tra te e Salvini: il piatto del giorno che lui esibisce sui social? Senti, Beppe, io non giudico che tipo di padre sei (problemi come padre già ne hai già abbastanza), ma ti rendi conto che fare ricorso a Rousseau è il tuo canto del cigno? Mesi fa io avrei votato per un capo politico e non per un direttivo, perché voglio una linea ideale precisa e non le anime poco chiare del tuo “movimento”. Ma a te i direttivi piacciono: non creano leaders e non contano un cazzo. E allora ciao! Da ora in poi quello che devi fare lo sai, lo hai detto tante volte. E se avessi ancora qualche dubbio, ti suggerisco la canzone di Claudio Mattone, proprio quella cantata spesso da Alberto Sordi.

59 replies

  1. Quante iene stanno uscendo dalle tane. Quanti miracolati oggi escono per dare lezioni e magari per non perdere una poltrona comoda e fruttuosa o per non posare una penna in un cassetto pensando di continuare a scrivere pro Conte. Ma Beppe ha detto il vero. Conte è un grande avvocato, ha portato avanti trattative in Europa che solo un grande avvocato abituato alle trattative più sfiancanti poteva vincere ed ha vinto. Ma farsi uno statuto per prendersi un movimento ancora al 16% e governarlo in solitaria è un po’ troppo. E poi chiede una votazione degli iscritti, ma perché non si è mai iscritto al movimento? Non voleva essere considerato uno di noi? Ma comandare si. Beh! Grazie a Beppe si torna alle origini e basta con la storia dei mandati. Due e a casa.

    "Mi piace"

    • @domenicospeme

      Sei la prima persona intellettualmente onesta che incontro in questo blog. Ne ho incontrate poche altre qui dentro, ma sono scemi o sceme.

      "Mi piace"

      • @Andrea

        I leccaculo come te non possono rilasciare patenti di “onestà intellettuale” a chicchessia.

        Sei un mezzo fascio a cui piacciono i partiti padronali.

        Ti appelli agli antichi e sacri valori del M5S senza mai, e dico mai, citarne uno solo.

        Altrimenti dovresti riconoscere che i principii del M5S sono stati traditi proprio dall’Elevato a cui lecchi instancabilmente il culo fin dalla fondazione del M5S.
        Qui principii infatti avrebbero limitato il suo enorme potere.

        UNO VALE UNO non è, brutto idiota, UNO VALE L’ALTRO.
        UNO VALE UNO non vuol dire che il ministro lo può fare la Casalinga di Voghera o il barista di Fiumicino.
        Questa è l’interpretazione che ne ha dato Grillo in un secondo tempo.

        UNO VALE UNO ha a che fare con la democrazia diretta e dal basso.
        Voleva dire che il mio voto vale quanto quello di Beppe o di Conte nel caso di una proposta politica messa ai voti.
        Questo voleva dire, cretino!

        Trasformando UNO VALE UNO in UNO VALE L’ALTRO, di fatto Grillo ha introdotto l’unico principio che annichilisce tutti gli altri:

        UNO VALE TUTTI.

        Perché se è Grillo a decidere LINEA POLITICA, ALLEANZE, MINISTRI e COMUNICAZIONE vuol dire che dell’uno vale uno non è rimasto un beneamato cazzo!!

        Lo capisci idiota?

        PS: spero che Grillo ti paghi bene ma dubito lo faccia, i leccaculo adulano anche per il piacere di leccare, Grillo lo sa ed è pure tirchio.

        Piace a 4 people

      • Altrimenti dovresti riconoscere che i principii del M5S sono stati traditi proprio dall’Elevato – a cui lecchi instancabilmente il culo – fin dalla fondazione del M5S.

        Cambia di senso la frase ma tu non ti preoccupare, nel tuo caso va bene anche senza inciso.

        "Mi piace"

    • Mr Domenico, non si scaldi e regoli meglio i suoi “sondaggi”: il Movimento, oggi, ha il 16% esclusivamente grazie a Giuseppe Conte. Bisognerebbe essere onesto intellettualmente, forse anche moralmente, e riuscire a comprenderlo.

      Piace a 3 people

    • Tutto quello che ha fatto Conte è stato richiesto in primis dal “garante” poi da tutti gli iscritti , è stato “pregato in ginocchio” affinché prendesse in mano le redini del movimento,anche il nuovo statuto gli è stato richiesto statuto che conoscono in pochi e che in pochi hanno ripudiato

      Piace a 1 persona

  2. Mah, non so.
    Ragionando per mere ipotesi, dopo il video veramente demenziale in appoggio al figlio e il chiaro sfruttamento di Ciro Grillo da parte dei media come arma di ricatto, non vorrei che Beppe avesse sconfessato in maniera tanto plateale Conte dopo averlo appena “nominato” ( in anni che lo conosce e lo supporta si accorge solo oggi di tanta incapacità?) per mantenere il controllo del Movimento. Se esce di scena e non ha più armi a disposizione il figlio è fregato. E non solo lui, temo. Si butterebbero tutti come avvoltoi sull’intera famiglia.
    È solo una possibilità, a questo punto…

    Piace a 1 persona

    • @gatto
      Non sempre è vero, un amico, deceduto x covid, riusciva a trovarne scrutando il terreno, non molti, ma alcuni si.

      "Mi piace"

      • Bene, allora diciamo che se uno ha la vista di un falco, non occorre che arrivi ad annusarla, o a pestarla, per accorgersi che certa roba è merd4! Più chiaro così?

        PS: la mia precisazione verteva, come ho già specificato, sulle capacità dell’interessato di avere un fiuto da tartufi per scovare i nemici, e la vista di una talpa per riconoscere gli alleati. Se non è abbastanza chiaro, specifico meglio: sono sempre stato dalla sua parte e quello che lui ha capito è stato l’esatto contrario.

        Piace a 1 persona

      • ….Segue
        Non la racconta giusta sia per il figlio ,sia per la mossa di riprendere Rousseau dopo che LUI aveva litigato con Casaleggio , e Conte messo la pezza.
        Non sarà che – non facendo più spettacoli-i DATI relativi alla piattaforma sono suoi se mantiene il simbolo , e valgono ORO?
        Vuole solo battere cassa facendo gestire a Casa il “portafoglio clienti”?
        Sempre una ipotesi .Felice di sbagliarmi .

        "Mi piace"

    • Carolina, facciamo che potrebbe già essere sotto ricatto…e si spiegherebbe il voltafaccia.
      L’alternativa è il bipolarismo.

      "Mi piace"

  3. @maristella
    Di una cosa siamo certi, se grillo avesse ceduto lo scettro a giuseppi, il grillo sarebbe diventato il sig nessuno,
    E tra l’alternativa di essere il dominus e essere il sig nessuno ha scelto la prima,

    Piace a 1 persona

    • @ok, ok,
      E la democrazia orizzontale? E le cose da fare per i “cittadini”??
      Lo sai anche tu che vincerà la destra senza nemmeno lottare per abbandono degli avversari ? QUESTA destra?

      "Mi piace"

  4. Trovi che ci siano diferenze tra la sx rappresentata dai pdioti e complici e la dx rappresentata dal berlusca e soci?
    Io, ad eccezione dello jus soli, a parole, non ho mai visto diferenza, anzi, posso dire che ho visto fare piu cose di dx dalla sx che non dalla dx stessa.

    "Mi piace"

  5. ARIA DI LIBERTA’- Viviana Vivarelli.
    Eppure, proprio ora che Grillo si è scavato la buca da solo a forza di cazzate e controcazzate e che Conte ha rivelato il suo progetto di ridurre il Movimento a diventare un Pd numero 2, con tanto di verticalità, capo politico assoluto e pesante apparato organizzativo, proprio ora che Grillo e Conte sono caduti entrambi dai loro piedestalli, io sento aria di libertà e spero che il cammino della democrazia dal basso, senza capi assoluti, senza padri padroni, senza il culto di personalità di questo o di quello, senza piramidi verticistiche, ricominci, per la gloria e l’emancipazione di un popolo tutto che deve liberarsi dai catafalchi in preda a smanie di potere assoluto e spero che riprenda il cammino della democrazia dal basso, DAL BASSO! il che vieta poteri assoluti sia dell’uno che dall’altro. Perché la democrazia diretta i poteri assoluti li esclude per principio e chi non ha ancora capito questo sarà meglio che cresca e non rimanga suddito di un Conte qualsiasi o di un Grillo qualsiasi per sempre!

    "Mi piace"

  6. CONTE COSA?- Viviana Vivarelli.

    Punto 1°: Conte voleva fare il solito vecchio partito di csx o di centro (sarebbe stato il 18°) con un pesante apparato interno senza nemmeno una idea nuova

    -Punto 2°: si sarebbe allineato al csx come premessa mentre il M5S voleva essere oltre la dx e la sx

    -Punto 3°: non è riuscito a capire che il M5S è democrazia dal basso e non comando dall’alto

    -Punto 4°: nel progetto del Movimento gli eletti sono portavoce, non esistono capi politici assoluti, ma avrebbero dovuto esserci governi collegiali

    -Punto 6°: Conte non è mai stato un 5 stelle, non si è mai iscritto al M5S né ha mai manifestato intenzione di farlo, non ha mai manifestato interesse per i valori dei 5 stelle e anche nel suo discorso di 57 minuti non ha toccato uno solo di questi valori, ma ha parlato solo dell’organizzazione interna e dei propri poteri assoluti come capo politico

    Un po’ poco e male per pretendere di avere in regalo un Movimento che conta il 33% dei parlamentari!

    "Mi piace"

    • Viviana, ma che cazzo dici?

      Il M5S una DEMOCRAZIA DAL BASSO?

      Quindi la Corea del Nord è davvero una REPUBBLICA POPOLARE?

      Ma ti rendi o conto o no che la forma partitica di Giuseppi sarebbe stata comunque nettamenet più garantista del despotismo del Re Beppe I da Sant’Ilario?

      "Mi piace"

  7. Non vuol dire nulla il 33% per il futuro. Anche la Meloni, se si votasse ora ( e per questo non si vota) prenderebbe una percentuale molto alta. Poi se andasse al Governo dovrebbe liberarsi dei “fascisti” duri e puri e , pur volendolo, non ce la farebbe. L’ opposizione è una cosa e il governo è un’ altra e possiamo solo immaginare quanti ricatti ( e minacce) sono in agguato per chi è restio ad essere “normalizzato”. Il Patto del Nazareno è fortissimo, ha l’ imprimatur USA e tutti i media dalla sua parte.
    Il Movimento in stile “new Grillo” e Di Battista fa certamente più comodo di un Movimento con a capo Conte, anche se quest’ ultimo dovrebbe destreggiarsi per non sembrare troppo organico al “partito di Rignano”, ma già con gli apparentamenti in quel di Bologna si è visto che si va da quella parte.
    Che fare? Un Movimento a guida “new Grillo” ( ricordiamoci che fino a ieri Grillo “nominava” Conte…” si prenderà lo zoccolo duro degli affezionati ( per quanto… con le esternazioni su Draghi diventato grillino…) ma farà la fine dei vari “arancioni” ed anche dei Verdi che anche all’ estero rispuntano episodicamente come un fuoco di paglia suscitando emozioni per poi esaurirsi (già visto più volte).
    Situazione complicata, e non ci sono elezioni all’ orizzonte…

    "Mi piace"

    • Il meno peggio è sempre meglio del peggio, quando non c’è di meglio

      meglio morire come popolo arancione che come democristiani VENDUTI. Ma in questo blog piacciono i democristiani venduti, perchè è pieno di venduti. Che poi si fottono la gente, aspirazione massima. E’ un blog di idioti e di troll. O sono troll o sono idioti. O sono idioti o sono troll.

      MAI morire di morte scelta da altri. Se proprio devi morire devi poter scegliere come farlo. C’è qualche idiota che vorrebbe pure imporci come morire, l’ultimo è quel rincoglionito di travajo.

      Meno male non ci sono elezioni all’orizzonte, altrimenti saremmo fregati. In francia l’astensione è al 66%. Penso che presto ci arriveremo anche qui. Preferisco morire col 7% alle urne ma coerente e pulito con quello che ho votato, che morire piddino, avendo dato il culo anche alla vergine per poi denunciarla per stupro dall’avvocato del diavolo.

      E’ meglio come ti ho detto, dammi retta. Perchè è meno peggio.

      "Mi piace"

    • @Carolina,
      Grillo “nominava “Conte perché voleva sfruttarne la popolarità , ma solo per esibirlo come un burattino, il leader -ombra sarebbe stato comunque lui , e Conte -che fesso non è -lo aveva capito.
      Credo che il progetto di Conte volesse mettere rimedio alle criticità del M5s che lui, avendo governato per 3 anni al fianco degli eletti , certamente conosceva.Non credo proprio che volesse creare la nuova Dc, altrimenti si sarebbe fatto il suo partito.

      "Mi piace"

  8. Ma questo stracavolo di Statuto di Conte , tanto eretico, si può avere il piacere di leggerlo per vedere se e di quanto si discostava dalle regole M5s?
    O, almeno renderlo disponibile ai soli iscritti? E cosa è, l’Araba Fenice, che ci sia Ciascun lo dice, dove sia nessun lo sa?
    Se fosse davvero questa ciofeca , perché Grillo non L ha esposto al pubblico ludibrio, invece di andare sul personale, con le stesse parole che pari pari avrebbero usato un Renzi o un Salvini qualsiasi (gelosi di Conte della sua educazione e del suo equilibrio psicologico, che non sono poca cosa per un politico,di questi tempi, in Italia)??

    Piace a 4 people

    • ci sarà da ridere. Io penso lo statuto non te lo faranno vedere mai, insieme alla democrazia diretta che blaterano e già chiusa dentro un casseto con la chiave.

      Hanno bluffato da subito. Ci sarà da ridere quando dovranno fare la democrazia diretta e poi si sceglieranno da soli.

      In pratica ti fanno votare quelli già scelti da loro.

      Un tripudio per gente scema. Il piddi 2.0. Solito elettorato di gente perbene ma scema come il marmo difettoso.

      Il padre comprensivo degli IMBECILLI. L’avvocato del diavolo.

      Ci sarà da ridere. Spegni la televisione e non andare al cinema, perchè farai delle risate da morire con questi PARACULI venduti, travestiti da monaci buddisti in ritiro spirituale. Tutti i commenti sono di travajo, naturalmente.

      "Mi piace"

  9. “Perciò indìco la consultazione in rete degli iscritti al MoVimento 5 Stelle per l’elezione del Comitato Direttivo, che si terrà sulla Piattaforma Rousseau”

    I dati sono ancora disponibili ?

    stufillaro
    30 giugno 2021 alle 12:21

    Buongiorno,
    La situazione è ai limiti dell’assurdo.
    La risposta secca è no se la domanda è da intendersi i dati sono disponibili per la Piattaforma Rousseau.
    Sono disponibili altrove ?
    La risposta dovrebbe essere sì presso le società indicate in esplicito dal documento presentato da Vito Crimi che assegna i nuovi ruoli per ottemperare alle regole della Privacy.
    Perchè non è possibile ancora dire chiuso ?
    Perchè manca un verbale di fine provvedimento e dubito che sia cosa di giorni.
    In quel verbale deve esserci scritto quanti dati, quali dati la società (le società) i ruoli.
    Al momento questo è difficile saperlo perchè è evidente che di mezzo ci sono delle verifiche.
    Da parte “new platform” sono stati nominati due avvocati forensi che sovraintendono alle operazioni.
    Ma se è e vero quello dichiarato nel post specifico in persona da Davide Casaleggio i dati sono stati trasferiti TUTTI per la parte Iscritti e non si sa sa bene quanto per la parte a “corredo”.
    So che è difficile da comprendere ma è che il trasferimento è complesso tecnicamente e la pessima organizzazione di partenza lo rende ancora più complesso quindi “de facto” è difficile prevedere la chiusura “soddisfacente”.
    E qui il primo rebus: quanti sono gli iscritti trasferiti che sarebbero la base fondante per le votazioni ?
    Casaleggio dichiara 32,000, è ovvio che è approssimato in quanto è difficile che siano un numero “preciso” ma prendiamolo per buono.
    Il Garante della Privacy che indipendentemente dalle parti deve essere terzo deve poterlo costatare verificandolo a altri dati che sono quelli dell’ultima votazione valida certificata per volere di M5S da un notaio.
    In questa il notaio scrive 75,000 su 119.000 aventi diritto e questo avviene nella votazione per il governo Draghi nel mese di Febbraio 2021.
    Quindi in soli 4 mesi “scompaiono” almeno 43.000 iscritti. se si prende per buono il numero di quelli che hanno votato e 87.000 se si considerano anche quelli che non hanno votato e potevano farlo.
    In realtà il numero reale è molto più alto sono circa 196.000 esposto tramite un counter sulla home page di rousseau fino al giorno del post di Casaleggio citato sopra.
    La differenza sta (starebbe) nel fatto che NON tutti avrebbero maturato i 6 mesi di “attesa” per aver diritto a votare.
    Ma sempre in quella home page gli aventi diritto sarebbero 191.000.
    Ora la home page non ha più i counter ma è stata archiviata da tante persone e sicuramente dagli avvocati forensi.
    Ora il Garante per ogni singolo NON trasportato pretende una spiegazione scritta, questo è il suo ruolo.
    Ma dove sono i dati trasportati?
    Secondo il Garante a pilotare la situazione era il destinatario e nella persona di Crimi la sola dichiarazione è che erano in un device intermedio probabilmente hard disk o equivalenti in modo da essere poi riversati nei contenitori finali di cui le risparmio il nome.
    Per scelta dello stesso che legalmente si chiama Titolare del trattamento dati avrebbero due destinazioni: una quella valida per sempre e un’altra valida solo per la votazione che conterrebbe esclusivamente i dati strettamente necessari per autenticare i votanti.
    Le destinazioni sono due società differenti, in luoghi differenti e NON comunicanti tra loro.

    A che punto è questo riversamento ?
    Non è dato sapere.
    Quindi è al momento possibile votare ?
    De facto no ma è una mia opinione personale.
    Io ho eseguito in team un certo numero di “traslochi” in aziende fra cui banche, assicurazioni, società private.
    Il più piccolo è stato di 78.000 utenti compresi quelli che NON appartenevano più ai “possessori”.
    In quel caso con un team di 20 persone a turno, e una quantità impressionante di risorse ci sono voluti 6 mesi uomo sparsi su 9 mesi calendario.
    All’inizio dell’affaire Rousseau avevo previsto ad occhio almeno un mese per la base e un numero non prevedibile per il resto.
    Per essere “utilizzati” per la votazione deve essere predisposta una struttura di autenticazione che Rousseau NON può più avere al contrario delle fantasie di Grillo, per decreto (ingiunzione) del Garante e l’altra incaricata non si sa a quale livello di fattibilità si trovi.
    In più, per statuto, i votanti devono essere avvisati 15 giorni prima e l’indizione deve essere effettuate cinque giorni prima ristretti a 3 in caso di urgenza.
    Questo per TUTTE le votazioni.
    il 15 luglio scadono i termini per la presentazione delle liste candidati presso gli uffici elettorali.
    Se il M5S, qualsiasi, deve tener fede alla sua D.D. dovrebbe votare per le “comunaliarie” per far scegliere chi dovrebbe essere presentato, e in precedenza dare tempo ai possibili candidati di presentarsi.
    Questi a loro volta dovrebbero fornire documenti fra cui il certificato penale e ufficialmente iscriversi al Movimento.
    E dove avverrebbe tutto ciò ?
    E quando avverrebbe tutto ciò in tempo utile ?
    In conclusione i dati si presume che siano nella destinazione, si sa solo dove NON devono stare più, i tempi sono compressi per cui comunque ci vuole una forzatura che se ne freghi abbondantemente di quanto scritto negli statuti vigenti (eh sì sono almeno 3) e comunque ci saranno situazioni che non arriveranno in tempo.

    Una di quelle più critiche è proprio Roma dove Virginia Raggi già da tre settimane si è cancellata da Rousseau e ha “sposato” Conte.
    Ora che fa torna indietro ?
    Mi scuso se non ho riportato “contenuti” che “solidificano” quanto da me scritto ma le nuove regole della privacy richiedono una liberatoria per la pubblicazione “esposta” di contenuti appartenenti a terze parti, ma comunque sono reperibili facendo una ricerca tramite uno dei motori disponibili.
    Senior systems Engineer
    stefano tufillaro

    Piace a 1 persona

    • Vedi che gran casino! Per non dimenticare i più importanti…… gli iscritti e sostenitori. Un sogno che non ritorna mai più…..

      "Mi piace"

    • Bisognerebbe spiegarlo alle gnocchette in calore come Andrea, che si è bagnato tutto fin da ieri, quanto è fattibile il delirio di Grillo.

      "Mi piace"

    • In risposta alla cacofonia che ha provocato Grillo minaccia

      “Grillo minaccia Crimi: “Autorizza entro 24 ore il voto su Rousseau. O sarai personalmente responsabile delle conseguenze”

      "Mi piace"

  10. Il successo insperato alle elezioni ha costretto a metter dentro i cosiddetti cani e porci
    Di molti si è cercata solo la visibilità ( vedi De Falco) per renderli riconoscibili agli elettori, che non sono gli iscritti.
    Qualcuno ha sentito l’odore del potere, di un po’di soldi, le sirene non sono mancate, il bombardamento mediatico e il dileggi non hanno risparmiato alcuno…
    Insomma, va così… Temo sarà difficile rimediare. Certamente impossibile tornare indietro
    Anche perché è stato proprio Grillo a dare appoggio al “grillino”Draghi ed avere problemi con Casaleggio, quindi più di qualche perplessità è giustificata.

    "Mi piace"

  11. IL POPOLO E LE BALENE- Viviana Vivarelli.
    Conte ha già dichiarato nel suo discorso che non è un 5 stelle e che non intende diventarlo e non ha sottolineato nessuno dei principi, delle regole o dei valori dei 5 stelle. Ha disegnato all’opposto un partito verticale di vecchio tipo che parte da un capo assoluto e scende via via gerarchicamente con persone nominate da lui. Non ha approfondito nessuno dei valori che individuano il pensiero dei 5 stelle a partire da quello principale della sovranità dal basso che risiede negli elettori, invece ha parlato moltissimo dell’apparato organico capillare, disegnando un modello di partito verticistico di tipo sovietico dove tutto il potere è nella mani del capo. Il primo punto che non ha capito è che uno vale uno, mentre nel suo modello lui vale tutti. Il secondo punto che non ha capito è che la piattaforma Rousseau ha già votato per un governo collegiale e ha già rifiutato il capo politico unico. Il terzo punto che non ha capito è che il M5S è ‘oltre’ la destra e la sinistra, il che vuol dire che, anche se per motivi di opportunità deve stare in coalizione con la Lega o col Pd, non si identifica né con la Lega né con il Pd, mentre Conte ha già deciso che il M5S debba diventare un partito del csx alleato del Pd. Ha deciso anche che il M5S debba sostenere Draghi, mentre, se il quesito sul sostegno al governo dovesse ripetersi ora che abbiamo cominciato a conoscere Draghi, e, se venisse fatto con una domanda semplice e seria che non coinvolga né Grillo né la transizione ecologica o qualsiasi altro scopo parziale, sono convinta che la risposta sarebbe ben diversa. Da notare che in tutto questo tempo né Grillo né Conte si sono dati da fare per precostituire una piattaforma dove gli iscritti possano votare, e hanno entrambi imposto il loro punto di vista in modo non democratico e trasparente senza dare informazioni agli elettori su quale sia il programma di Conte, il suo statuto e il suo rapporto con gli elettori. Al contrario Grillo, non pagando Davide Casaleggio, ha di fatto reso impraticabile la piattaforma negando il voto agli iscritti e tuttora ci truffa dicendo che chiederà a Davide Casaleggio l’uso per una sola votazione, atto da cui Davide è stato precisamente diffidato dal tribunale.
    Grillo ha calpestato la democrazia diretta e quello statuto di cui doveva essere garante e non può sperare di continuare a fare come ha sempre fatto. Occorre superare il rispetto che si deve al padre fondatore e metterlo in una bella cornice dove non possa più nuovere. Padre fondatore o no, di cazzate ne ha fatte veramente troppe. In quanto a Conte, per rispetto e onore del modo eccellente in cui ha governato in Italia e in Europa mi auguro che in futuro possa essere di nuovo il mediatore di una coalizione, ma il M5S deve essere governato in un altro modo e deve avere a capo un governo collegiale eletto dalla base secondo le regole dello statuto e la scelta di Rousseau.
    Non è vero che Grillo rappresenti il passato e Conte il futuro. Grillo abusa di un potere che non dovrebbe mai avere avuto, limitandosi i suoi compiti a vigilare, non a decidere. Il suo attaccamento al potete mostra la sua vecchiezza. Per cui appartengono entrambi al passato, anzi Conte di più perché il modello di Stato che ha delineato è simile al vecchio apparato di partito da cui si dovrebbe fuggire in fretta che non ha nulla di democratico ma riposa come un monolite sul potere del capo assoluto. E se n’è accorto anche Conte che continuava ad usare l’aggettivo ‘leggero’, mentre quello che usciva era un organigramma pesantissimo e spaventosamente vecchio, fatto di cariche e controcariche, tutta una nomeclatura minuziosa di poteri e di uffici, che dipendevano tutti dal capo supremo.
    La democrazia diretta non è mai stata questo e non dovrebbe desiderare di diventarlo nemmeno ora. Sarebbe un regresso terribile e indesiderabile.

    "Mi piace"

    • Viviana
      Eccone un’altra che sa già tutto dello statuto di Conte… lo ha trasmesso a pochi eletti per via telepatica?
      Non sarebbe male: risolti tutti i problemi di piattaforma…se solo la trasmissione fosse estesa anche agli altri, ma Giuseppi Otelma non solo non si iscrive, non si applica!
      O vi siete basati sugli insulti ‘feudali’ di Grillo?

      Ma conoscere, prima di giudicare, nooo?

      Piace a 2 people

      • La sguattera del porcile

        Nel partito DEMOCRATICO che voti come funziona la DEMOCRAZIA DIRETTA 27.0?

        La sguattera del PORCILE.

        "Mi piace"

      • Disse il porco del porcile.
        Il PD, forse, lo voterai tu, se non ti hanno interdetto anche lì.
        Ma non eri laureato in ingegneria al CNR… com’è che non sai NEANCHE leggere?
        Ah, no, scusa… ho capito.
        Sei proprio ANALFABETA FUNZIONALE.
        Oltre a tutto il resto, s’intende.
        Ma l’elenco è lungo e io ho altro da fare.
        Che cosa ci fai ancora in questo blog ‘di troll e di idioti’?
        Aspettiamo con ansia di trollarci tra di noi, come ai bei tempi in cui qui si ragionava tra persone civili.
        Tra l’altro, ci abbassi la media di QI e questo non è bello, dai.

        Piace a 1 persona

      • Eh, andrea, ma se continui a dire che Anail vota il PD, come puoi pretendere di essere incisivo – insulti a parte – e credibile nel contestarla? Te l’ha detto in mille modi che non lo vota, cosa deve fare per fartelo capite, recapitarti il certificato di carichi pendenti?

        "Mi piace"

      • @Anail

        Parli del NIENTE perchè vali NIENTE.

        NON un pensiero, non un idea, non una risposta nel merito. SOLO una serva pagata per mentire da tifosa troll.

        UNA miserabile.

        "Mi piace"

      • Il tuo merito, invece sì, che lo percepiamo…
        Solo insulti in mancanza di argomenti con un minimo di spessore e di logica.
        Non ti aspetterai che io li faccia con un analfabeta di andata e ritorno, i discorsi nel merito.
        Ahahah, va’… torna al vino, va’… puoi solo migliorare.
        Non te ne vai ancora, eh?
        Non sai dove andare, perché nel TUO blog, del TUO mov, non ti vogliono…
        Sì, ok… è tutto tuo… tranquillo ora , ecco il TUO CIUCCIO, così fai la nannina…da bravo, ché prima sei caduto dal seggiolone e ti sei fatto taaaanta bua alla testolina, povero piccolo…

        "Mi piace"

      • Anail, l’onesta di certi grillini è un concetto astratto

        “Conte ha già dichiarato nel suo discorso che non è un 5 stelle e che non intende diventarlo e non ha sottolineato nessuno dei principi, delle regole o dei valori dei 5 stelle”.

        “Conte e il nuovo M5s: “Rifondarlo non sarà operazione di marketing. Serve una rigenerazione senza rinnegare il passato”
        La carta dei principi e l’orizzonte delle 5 stelle “da allargare” – Come prima cosa, ha detto l’ex premier, “proporrò una carta dei principi e dei valori, in modo che chi vorrà aderire a questa nuova forza politica non abbia dubbi sulla sua identità”.
        Per farlo, Conte interverrà sulle fondamenta stesse del Movimento: “Vi proporrò una rivisitazione delle Cinquestelle, quelle della Carta di Firenze del 2009. Che non sono da rinnegare: sono 5, ma questa costellazione deve allargare il proprio orizzonte”
        E questo “non vorrà dire rinnegare i valori del passato”. Dovrà essere “continuamente ossigenato da iniziative di cittadinanza attiva.

        Piace a 1 persona

      • Sono infantili.
        Papà gli ha detto che mamma è stata cattiva e che non gli vuole più bene… e loro sono tanto tristi, non SENTONO ragioni. Non le ASCOLTANO nemmeno. Sanno già TUTTO.
        Il papà sa che cosa è giusto per loro, l’ha sempre saputo… l’importante è essere buoni bimbi obbedienti e credere SOLO a quello che gli dice lui.

        Piace a 1 persona

      • “Parli del NIENTE perchè vali NIENTE.”
        Ma un esaurito del genere può dare patenti di un qualsiasi tipo?
        Ti ricordi quando commentò un articolo di Bartolomeo Prinzivalli dicendo che era tipo un venduto, poi vabbé solita feccia piddina, a Bartolomeo? Mamma come sta messo!

        Piace a 2 people

      • Poveraccio, io mi chiedo come fa a lavorare…ha seri disturbi della personalità, non se ne accorgono, al CNR? (🙄)
        Dici che ce l’avranno uno psicologo?
        Questo crede che più sono forti gli insulti, più ha vinto lui… però gli altri devono parlare nel merito🤔. Con lui, magari.
        Che pena.

        Piace a 1 persona

      • Lo psicologo? E che gli deve fare lo psicologo? Qua servono innanzitutto farmaci per mettere a posto la rabbia e l’umore sì da permettergli di uscire da casa. Io non credo che lavori al CNR, o comunque con le persone, in un qualunque posto. Poi dopo qualche mese di terapia, parliamo di un percorso, ma molto molto lungo.

        Piace a 1 persona

      • Perfettamente d’accordo.
        Infatti la faccina 🙄 dopo CNR esprimeva l’incredulità di un “mah”. 😆
        Effettivamente, come avvio di terapia, propenderei per uno psichiatra, ma con un percorso parallelo di tipo psicologico, che lo aiuti a tirare fuori i tanti conflitti irrisolti, i demoni interiori che lui identifica con tutto ciò che lo circonda e non collima con se stesso e le sue esigenze.

        Piace a 1 persona

      • 😆😂🤣Dici che estinguerebbe la rabbia a colpi di testa nel “muro”?
        Mmmmhhh… più efficace il sano cemento armato. 😆😈

        "Mi piace"

  12. Inutile agitarsi, Conte trasformerà il Movimento in un partito ( trasformazione già in atto da tempo, nei fatti) e costituirà la “,terza gamba” del PD. Il resto del Movimento è destinato a ridursi a mero folclore. A meno che Grillo non sconfessi per l’ennesima volta se stesso e il suo stesso assist a Draghi diventato grillino e vada all’opposizione, ma in questo caso non so in quanti seguiranno.
    Così andranno le cose, volenti o nolenti. Il PD è troppo forte, e fortissima la sua ideologia. Ha in mano il discorso pubblico e può convincere chiunque alla qualunque.

    "Mi piace"

    • il tempo di vita, cioè di MORTE, della FECCIA piddina è segnato con i secondi.

      TUTTO il settore pubblico verrà giù come castello di sabbia sotto un uragano.

      Questo è un paese FALLITO. Costruito sulle logiche FALLIMENTARI del piddi. Poi ci sarebbero le ruberie MAFIOSE della destra.

      Hanno i giorni contati. Anche senza il m5s. Anche senza il m5s pulito e originale. Sono morti viventi. Sono morti viventi.

      Perderrano il posto. Ma quello sarà l’ultimo dei loro problemi, perchè poi ci saranno i problemi VERI.

      Io le bottiglie di vino d’annata le ho tutte in fila. E sono tante. Me la godrò bene bene, a veder venir giù la merda dai balconi in festa, quando dentro, i festanti travestiti da PORCI del porcile saranno tutti in festa, a mangiare e danzare. Sarà una BOMBA, come quelle che hanno ordintato di far esplodere per sabotare e comandare il mondo.

      Sarà un bel giorno. Il più BELLO della mia vita.

      "Mi piace"

      • Concordando con il merito del tuo commento, bisogna però aggiungere che sei uno dei più grandi illusi che io abbia mai conosciuto e temo che le bottiglie rimarranno tappate a lungo…

        "Mi piace"

      • @Anail: può essere. Nel caso, resterebbe comunque il fatto che direbbe cose ETILICAMENTE VERE, mentre qui – te inclusa – state dicendo un sacco di cose SOBRIAMENTE FALSE! Il dramma nel dramma è che, forse (MA FORSE…), ne siete completamente inconsapevoli. Spererei tanto non lo foste, nel senso che la MALAFEDE è molto meno preoccupante, molto meno temibile – epperò da preferire -, della BUONA FEDE…

        "Mi piace"