Un passaporto per il nulla

(Anna Lombroso per il Simplicissimus) – Come si diceva un tempo, prima ancora che diventassimo cavie, “la montagna ha partorito il topolino”, il certificato verde,  cioè, introdotto dal decreto anti-Covid del 22 aprile 2021, che servirà per potersi spostare liberamente lungo la Penisola (anche qualora qualche Regione dovesse tornare arancione o, peggio, rossa), per andare a trovare gli anziani nelle Rsa, per presenziare a banchetti di nozze, comunioni e cresime, per partecipare a spettacoli ed eventi sportivi, coerentemente con il «Digital Covid Certificate», ideato dalla Ue per permettere gli spostamenti dei cittadini nell’area Shengen.

Certo rispetto alle aspettative la sua portata di ferreo strumento di controllo sociale, volto, più che a proteggere la salute e a favorire il ripristino di relazioni commerciali affettive, a isolare i renitenti e i disertori condannandoli all’ostracismo collettivo, si è molto ridotta. E difatti hotel e ristoranti non sono autorizzati a richiederne l’esibizione, tantomeno i datori di lavoro, può decadere una volta accertato che i slavati dal vaccino possono essere contagiati e dunque ammalarsi, la sua validità è collegata alla non verificata durata dell’immunità non garantita dei vari prodotti sul mercato vaccinale e, nel caso attesti il risultato di un tampone negativo, dopo 48 ore non serve più.

Chi non volesse aggiungerlo al dovizioso dossier cartaceo che raccoglie le autocertificazioni  accumulate in più di un anno, chi possiede un’indole fiduciosa inviolata perfino da Immuni, potrà ottenerlo in formato digitale accedendo al sito «Digital green certificate», gestito da Sogei, società in house del Ministero dell’Economia per i servizi di consulenza informatica per la pubblica amministrazione, che starebbe già lavorando all’aggiornamento dei dati legati alla tessera sanitaria, quelli che pare non siano a disposizione del personale che somministra le pozioni nei centri di Figliuolo nella beata ignoranza, quella si immune, degli effetti collaterali e dell’anamnesi del vaccinando.

Adesso chissà come se la cavano i neo medievalisti, quelli che facevano affidamento sul potere di muscolare persuasione morale di antichi strumenti di sorveglianza e repressione, celate calate sul viso, coprifuoco, posti di guardia con armigeri a segnare i confini tra probi cittadini attenti all’incolumità e maledetti potenziali untori da passare per le armi di BigPharma, con tanto di istituzione di lasciapassare e salvacondotti.

Per interpretarne la maligna natura punitiva e vessatoria rinvio alla lettura della corposa anticipazione di un instant book dal titolo ossimorico  “Etica dei vaccini. Tra libertà e responsabilità” firmata da Alberto Giubilini e pubblicata dal pensatoio editoriale di regime, MicroMega, che nel ritenere eticamente giustificata dagli eventi eccezionali una pressione dello Stato, del Governo e delle istituzioni per convincere tutti della giusta, equa e doverosa causa della vaccinazione di massa, ne sottolinea l’efficacia e pure la qualità economica e produttiva, rispetto ai costi di fatali e imprescindibili lockdown, vedendo nel green pass, con doverosa citazione di Stuart Mill, l’opportunità per ogni cittadino di esibire le credenziali  che certificano il suo “equo contributo”  e la sua partecipazione alla causa collettiva del benessere.

Proprio quella causa per la quale abbiamo pensato per anni che fosse invece responsabile e doveroso pagare le tasse per finanziare assistenza e cura, istruzione e servizi, per remunerare 44.000 medici di famiglia che potevano essere messi in condizione di applicare protocolli terapeutici appropriati e che invece sono stati lasciati a casa a prescrivere per telefono la tachipirina, per contribuire a mantenere case di riposo, dove sono stati conferiti gli anziani a rischio di influenza, trasformandole in focolai.

Il fatto è che, pur riducendo la muscolare e criminale rilevanza di certe misure che hanno limitato lo spazio pubblico della socialità, demolito  definitivamente l’edificio delle garanzie del lavoro e quello dell’istruzione, costretto le famiglie a sostituirsi ai servizi, e, allo stesso tempo, denigrando, medici e scienziati onesti, applicando il criminale principio della “vigile attesa”, legando le mani e boicottando i sanitari più coscienziosi, denunciati per epidemia colposa), accentrando la cura negli ospedali da subito in affanno, le autorità politiche e “scientifiche” proprio non rinunciano al mantenimento di un’Emergenza che non deve cessare di autoalimentarsi.

Così nel più formidabile fiasco della “salute pubblica” della storia, ai morti di ospedalizzazione, di sottodiagnosi e sottovalutazione, di terapie sbagliate, si aggiunge un incremento vigliacco di decessi per cancro  e malattie cardio vascolari trascurate, un deterioramento della salute mentale. E contemporaneamente, proprio quando è stato completato il disegno di annullare la prevenzione, per anni sbandierata come il simbolo più progressivo della tutela pubblica – ma anche privata, tanto da diventare un brand significativo del Welfare aziendale – della profilassi, veniamo quotidianamente invitati a modulare abitudini, bisogni e aspettative sui caconi e i paradigmi indispensabili a contrastare e a precorrere future inevitabili pandemie, accumulando vaccinazioni su vaccinazioni, proprio quelle che, come è noto da tempo non sospetto, se alzano  l’immunità per un singolo virus, abbassato i potenziali di difesa da altri.

Ma le certezze scandalose dei competenti non vengono scalfite,   “negazionisti” e complottisti vengono ripagati con la moneta del revisionismo delle autorità, dettato da motivi di “pubblica utilità”, la loro, motivato dalla necessità irrinviabile di estendere un regime poliziesco anche di carattere morale, un apartheid che sottoponga a censura e anatema, sia pure solo virtuale, i dubbiosi, i disubbidienti e in sostanza tutti quelli che potrebbero configurarsi prima o poi come oppositori.

Non servono campi di concentramento o stadi, per riscrivere il concetto di cittadinanza se solo il  vaccinato può usufruire delle residue prerogative di libertà e se chi non si  vaccina è additato come paria  e fuori casta. Non occorre la stella gialla, se la deplorazione virtuale e poi concreta si sostituisce alle sanzioni e alle multe, favorita  dal tradursi delle relazioni sociali in  perdita del contatto e arretramento democratico, in conformismo obbediente regolato dalla egemonia tecnologica in cui i rapporti sono computerizzati.

Così se l’emergenza Covid   ha consentito di approvare i nuovi vaccini in sette otto mesi, contro i sette otto anni, e anche più, che occorrevano prima, la digitalizzazione ha consentito di affermarsi alla narrazione pandemica, alle sue procedure di sorveglianza e controllo di guadagnare anni e anni di persuasione e sopraffazione, facendo della popolazione mondiale, secondo le statistiche imperiali, 7 miliardi di sospetti da tenere d’occhio, perché non si sveglino dalla narcosi.

25 replies

  1. AHAHAH… E adesso come la mette MISIMOSCIA: ospiterà ancora INCONDIZIONATAMENTE Anna La Rouge? O forse avrà un ripensamento mettendo pure lei tra quelli che BARANO, BARANO, BARANO SPUDORATAMENTE, come IlSimplicissimus? Ai posteri come al solito, il compito di scrivere la storia dell’ennesimo amante deluso: credeva fosse amore e invece era un calesse! AHAHAHAH…

    PS: HAI PERSO!

    "Mi piace"

  2. più che cavie
    un ristorante

    se non l’hai capito è meglio che torni alle elementari
    inutile scrivere scrivere scrivere se non si è capito nulla dell’argomento
    e contare sulla fortuna di non essere l’ultima cena del covid-19
    che si mette alla tua tavola.

    "Mi piace"

  3. Tutto sommato un articolo decente, ma poi c’é sempre la coda di topo che spunta:

    ”’Così nel più formidabile fiasco della “salute pubblica” della storia, ai morti di ospedalizzazione, di sottodiagnosi e sottovalutazione, di terapie sbagliate, si aggiunge un incremento vigliacco di decessi per cancro e malattie cardio vascolari trascurate, un deterioramento della salute mentale. ”’

    Tradotto dal gergo komplottista: ovviamente i morti in eccesso non sono morti di COVID, ma perché trasacurati, perché in ospedale ti ricoverano apposta per farti entrare nelle docce con lo Zyklon B in versione moderna (= intubazione), e ovviamente, per terapie non diagnosticate.

    La Lombrosa ha detto mai niente di Fontana e Gallera, per esempio?

    Nooo, troppo piccola la Lombardia per farla indignare.

    E ovviamente, il Brasile di Bolsonazi non fa mai testo, infatti hanno solo 480.000 morti in poco più di un anno. E non penso proprio che sia uno stato ‘terrorista’, ma sapete, ai komplottari di certe cose non importa niente.

    "Mi piace"

  4. Guai a toccare la madamìna del cicisbeo noto come somaro criminale e negazionista spero che gli (ri) prende in forma brutta brutta agli occhi e alle articolazioni, così non leggerà e non digiterà i suoi pochi concetti somari criminali e negazionisti e i suoi tanti j’accuse del piselino che si ritrova!

    "Mi piace"

    • Forse, testa di caxxo putrid4, ti confondi col tuo amichetto MISIMOSCIA/Ennio, cojon3 o con la tua amica GRADASSA (adesso non si senta presa in causa, resti pure al suo posto…)! Il sottoscritto della Lombroso non cale un caxxo, che sia chiaro! Era per smentire un’altra mezza testa di caxxo, tal SM, che è d’accordo con quanto dicono le notizie sulle balle pandemiche, però siccome chi le riporta, secondo lui, non ha mai parlato dei FFrr.. De Rege Gallera/Fontana, allora non hanno più valore perché non possono che provenire da iNgnoranti negazionisti leghisti (di riflesso, tacciare la Lombroso di simpatie leghiste è il colmo dei colmi…). ERGO (cit.), mi sono dato da fare per sbattergli la verità sul muso: capito INSULS0? Circa i soliti auguri da poveraccio quale sei, li contraccambio e li estendo anche a tutta la tua famiglia di d3fici3nti!

      PS x Anail: leggiti bene chi è che comincia e che augura per primo il covid. Poi torna qui e difendi i tuoi amichetti svitati, mi raccomando…

      "Mi piace"

      • A riprova che esprimi solo pochi concetti somari criminali e negazionisti e tanti j’accuse del piselino che ti ritrovi!

        "Mi piace"

      • X Gatto.

        Grazie per il testa di minchia.

        Io in quest’anno devo ancora leggere qualche ‘alternativo’ che scrive FONTANA e GALLERA tra i colpevoli.

        Vanno invece molto forte i protagonisti del ‘dinamico duo 2020’: CONTE e SPERANZA.

        Non dico che la Lombrosa non abbia parlato anche dei leghisti.

        Ma non ho letto NIENTE in questi mesi nonostante abbia per decine di volte sollecitato chiunque, da Mazzucco ai supporter di Bacco, a parlare della Lombardia.

        Ecco quale è il punto.

        Poi se te pensi che i morti siano tutti inventati, ti manderei volentieri a Manaus, o anche a N.Delhi. Per non parlare di Guayas (Ecuador) e di Lima (Perù, no trenini).

        Ma che te lo dico a fare?

        Meglio fare come te, che passi dalle citazioni dottissime ed epistemiologiche, agli insulti contro chi nemmeno ti nomina.

        Alla Sgarbi, insomma.

        "Mi piace"

      • Per la verità ho solo parlato di mezza TdC, ma sono stato obbligato dagli eventi. Adesso per quello che hai scritto, mi ritrovo costretto ad aggiungere anche l’altra metà!

        “Ma non ho letto NIENTE in questi mesi nonostante abbia per decine di volte sollecitato chiunque, da Mazzucco ai supporter di Bacco, a parlare della Lombardia.”: adesso che, come ho già fatto anche sul blog de IlSemplicissimus (le hai sicuramente lette le mie precisazioni, ma per i doganieri del film “Non ci resta che piangere”, la risposta è sempre quella: UN FIORINO!), come da tua richiesta specifica, il tutto è stato ampiamente documentato (ma pensi seriamente che il problema di Mazzucco sia documentare il caso particolara Gallera/Fontana? Cerca di essere serio, su…), continuerai sulla falsa riga del doganiere?

        “Non dico che la Lombrosa (sic) non abbia parlato anche dei leghisti.”.
        No, hai proprio sostenuto questo invece: “La Lombrosa (sic) ha detto mai niente di Fontana e Gallera, per esempio? Nooo, troppo piccola la Lombardia per farla indignare.”! Ma anche nel caso così fosse stato, se uno sostiene delle cose sacrosante, ma non parla affatto della lega ladrona (cosa, come abbiamo visto, non vera…) che cosa dovrebbe significare: che tutto quello che dice di giusto, perderebbe di valore? Ma per piacere…

        Siete de coccio: quando mai avrei sostenuto “che i morti siano tutti inventati, ti manderei volentieri a Manaus, o anche a N.Delhi. Per non parlare di Guayas (Ecuador) e di Lima (Perù, no trenini).”. Non sono i morti che contesto, ma la CONTA che è stata fatta in modo tendenzioso, sia riguardo i motivi, sia riguardo le cause, ché il tutto è stato ben agitato nello shaker COVID e servito freddo! Sei solo uno dei tanti patetici faziosi, anche se il meno peggio che questa pseudo-società può produrre!

        Facciamo così: ti do il permesso di chiamarmi SOMARO CRIMINALE NEGAZIONISTA, contento?

        "Mi piace"

      • E a proposito di “Meglio fare come te, che passi dalle citazioni dottissime ed epistemiologiche, agli insulti contro chi nemmeno ti nomina. “. ti riMEMBRO come hai rispisto @Adriana che stava risopondendo a Cagliostro e non ti stava cagando di striscio:

        “SM 13 giugno 2021 alle 2:56
        X Adriana. Hai mai pensato al suicidio?”

        https://infosannio.com/2021/06/12/il-limite-dei-due-mandati-danneggia-il-movimento/#comments

        Quindi, puoi agevolmente capire, tra le altre cose, cosa, soprattutto, intendessi dire con “…ma sono stato obbligato dagli eventi.”!

        Vedi di fare meno la vergine violata, e le lezioncine di bon ton dalle a qualcun altro che non sia in possesso dei file xl (cit.) come il sottocritto, intesi?

        "Mi piace"

      • Ah, ho capito Micetto, sei dipolare oltre che rompicoglioni.

        Ottimo.

        Io resto della stessa idea: sono mesi che seguo Infosannio e la Lombrosa non l’ho mai sentita nominare G e F.

        Le invettive in genere le lascia in zona nazionale, le regioni paiono troppo piccole per le sue profonde analisi.

        A me questo consta. Se non è vero, indicami quando e come la Lombroso ha citato le colpe di Gallera e Fontana. Magari mi è sfuggito, chissà. Ma per ora non mi pare che sia vero.

        Quanto ad Adriana, la domanda era lecita: stava scritta anche sul questionario della leva. E una come lei, che parla e straparla secondo me una regolatina dovrebbe darsela.

        ” adesso che, come ho già fatto anche sul blog de IlSemplicissimus (le hai sicuramente lette le mie precisazioni, ma per i doganieri del film “Non ci resta che piangere”, la risposta è sempre quella: UN FIORINO!),”

        NO, non le ho lette. Se tu avesti avuto un minimo di premura, potevi fornire il link della tua risposta.
        Non sto a differenza tua, su semplicissimus in pianta stabile, già la Lombroso mi annoia assaje quando citata su Infosannio con le sue trovate intelligenti in mezzo ad un oceano di chiacchiere.

        ”Ma anche nel caso così fosse stato, se uno sostiene delle cose sacrosante, ma non parla affatto della lega ladrona (cosa, come abbiamo visto, non vera…) che cosa dovrebbe significare: che tutto quello che dice di giusto, perderebbe di valore? Ma per piacere…”

        Quale ‘tutto questo? La frittura mista di cose giuste, meno giuste e cazzate integrali che la signora scrive in dozzine di righe?

        Da uno dei tuoi articoli:

        ””Più che favorire il passaggio ad un sistema “cooperativo”, utile al Sud e al Nord, sono aumentati i conflitti territoriali assecondati dallo Stato e dai potentati economici, a volte in condivisione con quelli criminali, alimentando un regionalismo disordinato che ha impedito la crescita sincrona delle due realtà”’

        ECCO a quel che si riduce L’Ombrosa Anna, il tuo esempio sarebbe un articolo in cui si dà addosso al governo perché indebolisce i territori.

        Ah. Mi pareva strano che tu trovasti qualcosa di più concreto su Gallera e Fontana.

        In compenso parole come ‘governo’ sono dominanti negli sproloqui lombrosiani.

        Poi:

        ”Non sono i morti che contesto, ma la CONTA che è stata fatta in modo tendenzioso, sia riguardo i motivi, sia riguardo le cause, ché il tutto è stato ben agitato nello shaker COVID e servito freddo! Sei solo uno dei tanti patetici faziosi, anche se il meno peggio che questa pseudo-società può produrre!”

        AH. Sai quanti sono i morti di COVID in Russia, UFFICIALI, intendo? un 1/5 dell’eccesso di mortalità (dati 2020).

        In Perù hanno alzato da 60.000 a 180.000 il conteggio totale. Solo a Lima erano 40.000.

        In tante altre nazioni la situazione è persino peggiore, infatti ci sono casi estremi come Haiti che rileva pochi casi perché non li cerca mentre i vicini dominicani sono pieni perché ooops, fanno gli ‘inaffidabili’ test.

        E pure in Itaglia abbiamo il 30% di morti extra rispetto alle cifre ufficiali COVIDDI.

        SE il governo fosse così tendenzioso, non pensi che caso mai avrebbe fatto IL CONTRARIO adducendo più morti coviddi dell’eccesso di mortalità?

        Ma in quasi nessun paese del mondo questo accade, con due notevoli eccezioni, Francia e Germania, che però non compensano tutti gli altri.

        Lo sai che significa, micione?

        Che i morti ‘ufficiali’ sono quasi 4 mln… quelli ufficiosi sono quasi certamente sopra i 10, forse 20 milioni.

        Sennò spiegami, caro intelligentone, come mai in Nigeria 24 generali si sono presi il coviddi, uno è morto tra l’altro, mentre ufficialmente hanno circa 10 morti x milione di abitanti.

        E come mai già marzo 2020 in Iran 23 parlamentari erano infettati e almeno uno morto.

        Ti sembra una cosa in proporzione alle statistiche ufficiali?

        O pensi che in Nigeria ci siano 20.000 generali?

        "Mi piace"

      • X SM. Hai mai pensato al suicidio?

        Non te la prendere sai, ma per i deliri mi trovo impreparato, quindi, spero mi scuserai se non ti rispondo punto per punto, anche perché AVEBBI senz’altro ragione. Buona serata.

        PS: “Se tu AVESTI avuto un minimo di premura” e “Mi pareva strano che tu TRAVASTI qualcosa di più concreto”, sono due chicche niente male, proprio della miglior lega Gallera-Fontaniana: bravo, i miei complimenti!

        "Mi piace"

      • Ah, micetto, vedo che sei in grande spolvero.

        Ci fosse stata una cosa che hai contestato di quelle che ho detto sopra, a parte le correzioni ortografiche.

        Del resto che altro aspettarsi da un lecchino della Lombrosa?

        Piace a 1 persona