A rotta di Colle

(tag43.it) – Raddoppio di Sergio Mattarella. Quindi Mario Draghi e Marta Cartabia. E poi una fila di pretendenti di belle ma poche speranze: da Pierferdinando Casini a Dario Franceschini passando per la presidente del Senato Elisabetta Casellati. Nell’elenco di chi è in gara per il Quirinale che politici, giornalisti e lobbisti si passano di mano, in cui qualcuno aggiunge Giuliano Amato nonostante gli 83 anni appena compiuti, manca un nome che finora nessuno ha mai pronunciato: Mario Monti.

L’ex premier e senatore a vita si muove con circospezione

Già, proprio lui, il 78enne ex presidente del Consiglio e senatore a vita, a suo tempo inventato di sana pianta da Giorgio Napolitano. A nessuno è venuto in mente di poterlo considerare un candidato, ma lui invece si considera perfettamente candidabile. E seppure con circospezione – che non gli manca di natura – si muove di conseguenza. Per questo, una volta vaccinato, ha intensificato la sua presenza a Roma. Niente di speciale: qualche colazione, scambi di vedute. Ma al riparo dai riflettori mediatici. Per la verità non è mai stato un presenzialista televisivo e le interviste le ha sempre rilasciate cum grano salis. Ma ora, fateci caso, è un po’ sparito. Giudicando lo stare di profilo basso uno degli ingredienti della strategia quirinalizia, la quale prevede una crescita di visibilità solo a ridosso, cioè dall’autunno in poi.

monti vorrebbe essere candidato al Quirinale
Mario Monti e la moglie Elsa (Getty Images).

Accanto a lui la moglie Elsa Antonioli che lo consiglia

Monti è così accorto nel tessere la tela presidenziale che non ha voluto chiedere aiuto alcuno: nessun consigliori, nessun stratega, nessun addetto stampa. Solo la fidata e devota moglie, Elsa Antonioli, è al corrente del disegno e gli dispensa saggi consigli. Ma lui ci crede, eccome se ci crede. Partendo dall’assunto che Mattarella è sincero quando dice che non intende raddoppiare, e che per Draghi è praticamente impossibile lasciare Palazzo Chigi così presto. «Dunque, a quel punto, perché non io?», si dice e ridice l’ambizioso professore che dopo aver assaggiato il sapore del potere istituzionale, avrebbe voglia di qualcosa di più di quel che gli riserva il seggio senatoriale a vita.

Categorie:Cronaca, Interno, Politica

Tagged as: , ,

8 replies

  1. Massimo Cacciari, a mio avviso, è una persona che ha le qualità per svolgere questa fondamentale funzione istituzionale.

    "Mi piace"

  2. Questo grandissimo pezzo di ….. ha devastato l’Italia con la furia di un curatore fallimentare. Ed è ‘figlio’ politico del Napoletame più odiato dal popolo.

    A questo punto tanto vale metterci Drago. O anche Franceschino.

    Piace a 1 persona

  3. Il prossimo Presidente della Repubblica sarà un Magistrato della Consulta, uno di quei nomi che per noi non significano niente ma che contano in ambito massonico. Nessuno di quelli citati dall’articolo. Lo prevedo e accetto scommesse. Tutto il resto sono chiacchiere.

    "Mi piace"

    • Un’altra mascherina, in apparenza anonima,
      che per decriptarla, il popolo ci impiegherà
      dai 5 ai 7 anni. È diventata una tecnica collaudata

      Piace a 1 persona